Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
cancun175

Asse britannico di Claudio

Risposte migliori

cancun175

Ho preso questo asse di Claudio, scoperto con MD nel Norfolk (siamo in pieno territorio degli Iceni). La classificazione di Imperator coins (Joe Mastrario) da cui l'ho comperato è questa:

Claudius I AE AS (41-42 AD), Rome mint

AE, 28 mm, 10.7 gr, 180°, B

D/ TI CLAVDIVS CAESAR AVG PM TR P IMP: Bare head left..

R/ S-C: Legend cross field, Minerva standing right, brandishing spear and holding shield on left arm.

Provenance: ex J. Mastrario collection (imperator coins), 2012. Ex Phillip Elkins collection, Norfolk UK. Found Norfolk England via MD.

Dovrebbe essere un RIC 100. Ma la moneta era accompagnata da un foglietto del primo rivenditore, che invece, confermando il RIC 100, la definisce "imitazione barbarica di probabile zecca britannica". Voi vedere qualche cosa che confermi l'ipotesi di imitazione barbarica?

post-7971-0-91998900-1347560535_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

PER ME ufficiale

non ci vedo le caratteristiche barbare

in piu` per me e` battuta e non fusa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Ciao,

potrebbe essere una copia non ufficiale dalla Britannia. In pratica probabilmente emesso da zecche militari di stanza nell'isola britannica per ovviare alla carenza monetale imperversante.

Esistono varie imitazioni provenienti dai Balcani (spesso attribuite ad una generica "balcanic" o "Moesian Thracian" mint) di una qualità peggiore e pertanto da altri definite "imitative barbariche".

Poi quelle di provenienza iberica (molto comuni, tanto che negli anni '40, secondo un testo datato, le monete romane venivano chiamate mi pare "Claudio") e appunto quelle di provenienza britannica, spesso di qualità migliore tanto da simulare molto bene quelle ufficiali.

Non si distinguono dai dati fisici (peso e diametro sovrapponibili nelle variabili dei tipi) ma per piccole differenze nel ritratto e nella legenda. Questo in genere vale anche per i sesterzi.

Se ne parla anche qua:

http://www.forumancientcoins.com/board/index.php?topic=65318.0

dove ci sono alcuni esemplari.

Ciao

Illyricum

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cancun175

Non ho ancora la moneta in mano, ma a vedere la classificazione di Mastrario esiste una differenza rispetto al RIC 100 ed è nella legenda sul diritto. Quella di mastrario recita:

TI CLAVDIVS CAESAR AVG PM TR P IMP

mentre il RIC 100, nella versione Wildwinds è:

TI CLAVDIVS CAESAR AVG P M TR IMP

Insomma, in questa moneta ci sarebbe una P di troppo. Dovrò controllare se è un errore nella classificazione. Ma se non lo fosse, allora...

Modificato da cancun175

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cancun175

Anche se in questa la P riappare, ma al di là della lettera e della conservazione (oltre che del conseguente prezzo) si nota una ben altra qualità del disegno:

post-7971-0-33337800-1347613285_thumb.jp

Modificato da cancun175

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×