Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
12tari

Consiglio aquisto

Recommended Posts

12tari

Salve a tutti...

Vorrei un consiglio da parte di tutti sulla validità di questi due testi:

M Cagiati., le monete del reame delle due Sicilie

V D'incerti., le monete borboniche del reame delle due Sicilie

Volevo chiedervi inoltre quale è il miglio tra i due come testo....

Grazie in anticipo

Share this post


Link to post
Share on other sites

francesco77

Salve a tutti...

Vorrei un consiglio da parte di tutti sulla validità di questi due testi:

M Cagiati., le monete del reame delle due Sicilie

V D'incerti., le monete borboniche del reame delle due Sicilie

Volevo chiedervi inoltre quale è il miglio tra i due come testo....

Grazie in anticipo

Ciao 21tarì, i testi da te citati sono interessanti entrambi, il Cagiati fu un vero e proprio pioniere della numismatica partenopea, lo stesso Vittorio Emanuele III prese l'opera come base per i suoi XVIII, XIX e XX volumi del CNI. Ovviamente oggigiorno tale testo è superato perchè riporta molte lacune e refusi ma anche tante ottime classificazioni come ad esempio quella riguardante un fantomatico tarì napoletano di Filippo II principe di Spagna (1554-1556) citato in questa ricerca http://www.ilportaledelsud.org/monete_filippoII.htm . A mio parere rimane un'opera immancabile in tutte le bibliografie numismatiche.

Il D'Incerti invece è tutt'altra cosa, venne pubblicato nel 1959 in "Rivista Italiana di Numismatica" e descrive le sole monete borboniche del periodo 1799-1860. Per maggiori info su quest'ultimo ti consiglio di leggere attentamente questo studio di Michele Pannuti del 1964. http://www.ilportaledelsud.org/bcnn1964a.pdf . Buona lettura!

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

francesco77

Pensiero personale: preferisco il Cagiati. Il D'Incerti se lo trovi a poco prendilo altrimenti puoi anche farne a meno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

12tari

Grazie di avermi risposto francesco...

Allora tu mi dici che fra il D'incerti e il Cagiati preferisci il secondo??

tengo a precisarti che a me mi serve il testo per fare degli studi sulle varianti delle monete borboniche..

Share this post


Link to post
Share on other sites

francesco77

Grazie di avermi risposto francesco...

Allora tu mi dici che fra il D'incerti e il Cagiati preferisci il secondo??

tengo a precisarti che a me mi serve il testo per fare degli studi sulle varianti delle monete borboniche..

Se cerchi info sulle varianti delle monete borboniche ti consiglio la lettura di qualche studio o monografia pubblicato in uno dei mitici Bollettini del Circolo Numismatico Napoletano, eccoli! Buona lettura! http://www.ilportaledelsud.org/bollettini.htm

Share this post


Link to post
Share on other sites

12tari

Grazie...

Questi bollettini li consulto spesso...

cmq tra le due opere allora meglio il cagiati?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Galenus

Ciao. Il D'Incerti non è molto facile da trovare, però gran parte delle monete che furono da lui segnalate, sono state in seguito riprese dal Pagani ("Monete italiane dall'invasione napoleonica ai giorni nostri"), che è di più facile reperibilità e spesso lo trovi a prezzo buono (io lo trovai tempo addietro a 30€; se vai sul noto sito ne vendono alcuni esemplari a prezzi variabili. In più descrive numerose varianti, quasi tutte, per l'appunto, prese dal D'Incerti); quindi, come detto da Francesco, il D'Incerti non è propriamente fondamentale (se però lo trovi e non costa molto, faccelo un pensierino). Il Cagiati, invece, è la prima grande raccolta organica della monetazione partenopea, è vero che oggi mostra i segni del tempo, ma sarebbe da avere in libreria; credo vi siano delle ristampe moderne in commercio, anche se il prezzo è altino, però ne vale la pena. A presto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

12tari

Grazie anche del tuo contributo Galenus...

Faro allora un pensierino sul Cagiati, anche se come hai detto tu i prezzi sono altini...

Dimenticavo!

ma il Cagiati è tipo il Pannuti Riccio ho tratta pure delle varianti??

Edited by 12tarì

Share this post


Link to post
Share on other sites

francesco77

Grazie anche del tuo contributo Galenus...

Faro allora un pensierino sul Cagiati, anche se come hai detto tu i prezzi sono altini...

Dimenticavo!

ma il Cagiati è tipo il Pannuti Riccio o tratta pure delle varianti??

Il Cagiati elenca anche moltissime varianti di leggenda e punteggiatura ma riporta molte lacune di tipo scientifico ed in particolare sull'esatta classificazione e distinzione dei vari ritratti e stemmi. Tutti problemi superati brillantemente dagli autori del Pannuti Riccio nel 1984 e dell'aggiornamento all'opera del 1992.

copiadiimg087.jpg

Uploaded with ImageShack.us

Share this post


Link to post
Share on other sites

12tari

Francesco io ho il Punnuti ma non riporta varianti, da solo il tipo base della moneta

Share this post


Link to post
Share on other sites

francesco77

Francesco io ho il Punnuti ma non riporta varianti, da solo il tipo base della moneta

Allora se vuoi un valido testo/catalogo sulle borboniche per le varianti di leggenda più significative ed impattanti devi affidarti al Gigante 2013 (che riporta le quotazioni nei quattro principali stati di conservazione) o a questo studio di Traina del bollettino del CNN. http://www.ilportaledelsud.org/bcnn1990_3.pdf http://www.ilportaledelsud.org/bcnn1990_3b.pdf . Ci sarebbe poi il CNI che rimane sempre unico nel suo genere ed infine il Montenegro, che personalmente non utilizzo ma da quel che ricordo so che elenca molte varianti di punteggiatura.

Share this post


Link to post
Share on other sites

francesco77

colgo l'occasione di questa discussione a tema per ringraziare Francesco per la pagina http://www.ilportale.../bollettini.htm in cui sono raccolti i bollettini del cnn, un opera preziosa!

Veramente devi ringraziare gli illustri autori che decenni or sono hanno mangiato quintali di polvere tra archivi e brogliacci d'epoca alla ricerca di documenti di zecca. Monete e medaglie inedite andate a fotografare a centinaia di KM di distanza, per non parlare quindi dei viaggi e le spese sostenute per tali viaggi. Gli studi pubblicati nel bollettino del Circolo Numismatico Napoletano erano il frutto di sacrifici veri, il paradosso è che il vantaggio economico per gli autori era pari a zero euro perchè non ricevevano alcun compenso ma solo gloria numismatica ....... l'opposto di oggi dove seduti dietro un pc , puntini, puntini ..............................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................

Edited by francesco77
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Galenus

Grazie anche del tuo contributo Galenus...

Faro allora un pensierino sul Cagiati, anche se come hai detto tu i prezzi sono altini...

Dimenticavo!

ma il Cagiati è tipo il Pannuti Riccio o tratta pure delle varianti??

Il Cagiati elenca anche moltissime varianti di leggenda e punteggiatura ma riporta molte lacune di tipo scientifico ed in particolare sull'esatta classificazione e distinzione dei vari ritratti e stemmi. Tutti problemi superati brillantemente dagli autori del Pannuti Riccio nel 1984 e dell'aggiornamento all'opera del 1992.

copiadiimg087.jpg

Uploaded with ImageShack.us

Dove si può trovare l'Aggiornamento? Ho provato a cercarlo, ma è davvero difficile da reperire...

Edited by Galenus

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eldorado

Veramente devi ringraziare gli illustri autori che decenni or sono hanno mangiato quintali di polvere tra archivi e brogliacci d'epoca alla ricerca di documenti di zecca. Monete e medaglie inedite andate a fotografare a centinaia di KM di distanza, per non parlare quindi dei viaggi e le spese sostenute per tali viaggi. Gli studi pubblicati nel bollettino del Circolo Numismatico Napoletano erano il frutto di sacrifici veri, il paradosso è che il vantaggio economico per gli autori era pari a zero euro perchè non ricevevano alcun compenso ma solo gloria numismatica ....... l'opposto di oggi dove seduti dietro un pc , puntini, puntini ..............................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................

Beh... dire, come ho detto, che è un'opera preziosa equivale a ringraziare gli autori, che operavano in un periodo certamente meno agiato di noi smanettoni del pc, anche se c'è ancora spazio per quel tipo di ricerca, magari in campi contigui.

Io ad esempio, se ricordi, ho fatto una ricerca sui busti di Ferdinando II in bronzo sparsi sul territorio, alcuni li ho visitati e fotografati di persona... Sono andato anche su quello più lontano, 350km, in piazza della repubblica a Battipaglia... solo che ci sono andato con "google street view", :rofl:

post-27889-0-65727100-1352997591_thumb.j

Facezie a parte... è doveroso ringraziare anche chi questi documenti li ha messi sul web a disposizione e fruibili da tutti gli appassionati e studiosi

E scusate gli off-topic... :offtopic:

Edited by Eldorado

Share this post


Link to post
Share on other sites

12tari

Francesco allora al posto del Cagiati mi consigli di comprare il volume del corpus??

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rex Neap

Ciao 12Tarì a mio avviso per quello che cerchi credo che il Montenegro (integrato con il Gigante 2013) faccia al caso tuo, per le Borboniche ci trovi un corposissimo numero di varianti di legende e di punteggiatura con riferimenti sia alle monete presenti nel Pannuti e Riccio che nel Corpus.

Per il prezzo te la cavi con poco.

Pietro

Edited by Rex Neap

Share this post


Link to post
Share on other sites

eracle62

Visto che ti interessano le varianti, mi pare doveroso consigliarti il D'incerti, senza togliere nulla al Cagiati e al Corpus, l'opera di Vico D'Incerti grande appassionato, volle proprio colmare quelle lacune lasciate dai suoi predecessori,avvenute per alcune tristi vicende storiche.

Può essere interessante sapere che delle 1095 monete riportate nell'opera alla fine (436 di tipo o millesimo diversi e 659 varianti) ben 471 ( 17 di tipo o millesimo diversi e 454 varianti) sono inedite, cioè non figurano sul Cagiati, sul Corpus, o sullo Spahr...

Ciò non toglie che i libri andrebbero acquistati a prescindere, sono fatiche anche se apparentemente "uguali" con sfumature e sfaccettature diverse, e non immagini quanto ti potranno gratificare, la " verità" la farai tua solo leggendo, leggendo, leggendo, leggendo, leggendo......................................................

Eros

Share this post


Link to post
Share on other sites

francesco77

Visto che ti interessano le varianti, mi pare doveroso consigliarti il D'incerti, senza togliere nulla al Cagiati e al Corpus, l'opera di Vico D'Incerti grande appassionato, volle proprio colmare quelle lacune lasciate dai suoi predecessori,avvenute per alcune tristi vicende storiche.

Può essere interessante sapere che delle 1095 monete riportate nell'opera alla fine (436 di tipo o millesimo diversi e 659 varianti) ben 471 ( 17 di tipo o millesimo diversi e 454 varianti) sono inedite, cioè non figurano sul Cagiati, sul Corpus, o sullo Spahr...

Ciò non toglie che i libri andrebbero acquistati a prescindere, sono fatiche anche se apparentemente "uguali" con sfumature e sfaccettature diverse, e non immagini quanto ti potranno gratificare, la " verità" la farai tua solo leggendo, leggendo, leggendo, leggendo, leggendo......................................................

Eros

In effetti quel che dice Ermete62 è giustissimo, a volte, soprattutto all'inizio della passione numismatica, è meglio rinunciare all'acquisto di qualche moneta ed investire l'importo in testi validi. Non dimentichiamo che per un numismatico un libro e come un'arma (di calibro piccolo o grande sempre un'arma è) e come ben tutti sanno per andare a combattere bisogna essere armati altrimenti non riuscirete ad avanzare nemmeno di un metro nel territorio nemico. :blum:

Share this post


Link to post
Share on other sites

12tari

Ringrazio a tutti quanti per i consigli....

A QUESTO PUNTO VI CHIEDO SE GENTILMENTE MI POSTATE QUALCHE LINK O SITO DOVE POSSO AQUISTARE IL D'INCERTI... :)

Grazie davvero.....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Galenus

A trovarlo, non è affatto facile da reperire su internet...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Layer1986

ciao 12, se ti serve solo per le varianti borboniche anche il pagani 1982 andrebbe bene

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.