Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
teodato

Alessandro Severo Medaglione

Recommended Posts

teodato

Cortesi Utenti sottopongo alla vostra attenzione questa medaglia raffigurante al dritto Alessandro Severo.

Diametro 39 mm. peso 44 gr.

Secondo voi quando può essere stato prodotto?

Penso si tratti di fusione ma non ne sono certo.

Non ho trovato in nessun libro tale iconografia.

Si tratta di un Padovanino?

post-1966-1142851343_thumb.jpg

post-1966-1142851372_thumb.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

crivoz

Malgrado sia di discreta fattura a parer mio e' chiaramente un fuso...per cui non e' sicuramente un Padovanino

Si vedono delle zone sfumate probabilmente ricche di bolle e il rovescio e' poco chiaro...ovvero troppo evanescente..

E' sempre difficile datare una moneta fusa...potrebbe essere ottocentesca come del novecento...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Artax

Nel catalogo "MONETE IMPERIALI ROMANE" del Montenegro, alla voce Medaglie e Contorniati, di Alessandro Severo non porta niente. Sembrerebbe più la riproduzione di qualche sua moneta tipo asse, dupondio.

Alex :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

crivoz

Medaglioni di Alessandro Severo ne esistono...e' che alcuni "cataloghi" condensano in un volume cio' che i testi sacri non riescono a fare in 8 (Cohen) e 10 (RIC)..ovvero riporatre anche monete e medaglioni non di facile reperimento..

Personalmente ho addirittura visto un medaglione bimetallico di Alessandro Severo e Giulia Mamea al museo di numismatica di Torino (per ora chiuso ma che forse nel 2007 verrà riaperto). Tale medaglione era composto na un tondello in argento con un contorno in bronzo applicato all'esterno( a meno che abbia invertito i metalli)..Bellissimo a vedersi e di gran rarita'---

Se non sbaglio medaglioni simili ne aveva fatti prima ancora Commodo..

Quindi quando la nostra zecca ha coniato il 500 lire bimetallico non aveva inventato un bel nulla...gia' i romani lo facevano.

Tanto per restare nella monetazione romana esiste una coloniale di Germanico e Druso formata da un tondllo e da un anello applicato...magari un giorno la posto...

ps L'ipotesi di Artax cmq potrebbe essere valida lo stesso..ovvero che si tratti di un opera di fantasia..anche se normalmente i fusi utilizzano un originale...

Edited by crivoz

Share this post


Link to post
Share on other sites

teodato

Sono un neofita del Forum lamoneta.it vorrei sapere da qualche utente più esperto a cosa servivano i medaglioni.

1) si trattava di monete di maggior valore?

2) data la bassa tiratura erano coniati o fusi?

3)E' possibile che essendo stati trovati in prossimità delle zecche fossero inviati dall'imperatore come modello per l'incisore per il conio delle nuove monete?

4)Sono stati trovati medaglioni con appiccicagnoli d'epoca e quindi portati al collo per venerare il nuovo imperatore?

Ringrazio chi mi voglia dare delucidazioni in merito!

Teodato

Share this post


Link to post
Share on other sites

Artax

Dal catalogo Montenegro: "monete imperiali romane": "Le tessere commemorative sono quelle che si chiamano medaglie contorniate.Si dà il nome di commemorative perchè portano l'effige di imperatori e di grandi uomini e sono state coniate molto tempo dopo la morte di questi personaggi."

Alex

Share this post


Link to post
Share on other sites

Artax

Aggiungo che possono essere in rame o in piombo, ma quest'ultime è difficilissimo che sitrovino ancora oggi visto la difficoltà di conservarsi per un così lungo tempo.

Alex

Share this post


Link to post
Share on other sites

crivoz
Sono un neofita del Forum lamoneta.it vorrei sapere da qualche utente più esperto a cosa servivano i medaglioni.

1) si trattava di monete di maggior valore?

2) data la bassa tiratura erano coniati o fusi?

3)E' possibile che essendo stati trovati in prossimità delle zecche fossero inviati dall'imperatore come modello per l'incisore per il conio delle nuove monete?

4)Sono stati trovati medaglioni con appiccicagnoli d'epoca e quindi portati al collo per venerare il nuovo imperatore?

Ringrazio chi mi voglia dare delucidazioni in merito!

Teodato

109788[/snapback]

Vado con ordine altrimenti mi dimentico qualcosa per strada:

I medaglioni non erano considerate monete di maggior valore...tranne quelli in oro o argento che sovente erano multipli di aurei e solidi..erano semplicemente qualcosa di diverso..

Si pensa che fossero delle "medaglie" coniate per celebrare eventi importanti, feste, giochi equestri particolari. Vista la rarità della maggior parte dei medaglioni si pensa venissero distribuiti solamente all'"entourage" dell'imperatore, anche se alcuni avanzano l'ipotesi che venissero anche ditribuiti per facilitare gli incisori imperiali nella loro opera di raffigurazione dei coni delle monete.

I medaglioni erano coniati..non fusi..e potevano essere in oro, argento, bronzo, Piombo (mi pare) e bimetallici, come gli odierni euro.

Venivano anche portati al collo, quelli nei metalli preziosi ovviamente. ma piu' che appiccagnoli erano inseriti in vere e proprie montature...in alcuni casi circondati da altre monete d'oro.

Non bisogna pensare che i medaglioni fossero tutti di grande modulo...alcuni hanno dimensioni di assi (ne ho visto uno di Claudio Gotico di tali dimensioni), altri ancora piu' piccoli.. Per esempio la collezione Mazzini riporta come medaglioncini monete di piccolo modulo, dell'ordine dei quinari.

I contorniati invece non vengono considerati dei veri e propri medaglioni, anche e soprattutto perche' non si conosce bene la loro funzione. C'e' chi pensa potessero essere le pedine di un gioco.. Erano diffuse alla fine dell'impero...da fine IV secolo ..e sovente, oltre a raffigurare imperatori, riportavano al diritto personaggi storici defunti (Alessandro Magno, Traiano, Nerone, Omero,..)

Olte a queste due grandi categorie c'erano poi i medaglioni senatori, sesterzi di particolare stile e dimensioni, che si pensa venissero coniate dal Senato ( a differenza dei medaglioni che venivano coniati dall'autorità dell'imperatore).

A dire il vero esistevano poi anche i sesterzi martellati o protocontorniati, dei sesterzi di uso comune che venivano "martellati" al bordo fino a far diventare i bordi rialzati. Si pensa che venissero appesi ai labari oppure, come per i contorniati (che anticipavano..) che fossero tessere di qualche gioco di smarrita memoria.

Forse sono stato un po' caotico...appena ho cinque minuti spero di rimettere in ordine quanto scritto, magari corredato da qualche immagine e riferimento bibliografico.

Comunque come costi si puo' dire che i medaglioni imperaratoriali sono quasi inavvicinabili ( diverse migliaia di euro per pezzi in BB) mentre quelli coloniali e i contorniati si possono comprare senza dissanguarsi (dai 400 ai 1000 euro a seconda del soggetto)

Edited by crivoz

Share this post


Link to post
Share on other sites

teodato

Ringrazio l'Utente crivoz per l'esauriente spiegazione.

Teodato

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.