• Nostalgica
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Benvenuto su Lamoneta.it

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
Claudio I

Carlo V

30 risposte in questa discussione

Bella :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Molto bella!

E' un bel carlino di Carlo V con l'enigmatico (ora forse non più) simbolo prima del numerale dell'imperatore che solitamente viene attribuito alla zecca de l'Aquila.

Qui il link al catalogo dove potrai trovare anche alcuni riferimenti bibliografici.

http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-CV/8

Se vuoi inserire l'immagine la tua è la n°4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie fedafa sei sempre superveloce. Claudio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

ottima moneta :rolleyes:

ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una piccola domanda, qual'e' il significato del rovescio? E la zecca e' L'Aquila con certezza? Grazie anticopatamente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una piccola domanda, qual'e' il significato del rovescio? E la zecca e' L'Aquila con certezza? Grazie anticopatamente

Ciao Claudio la legenda in questa moneta viene letta in modo continuo dal dritto al rovescio ed è la seguente:

Carlo V Imperatore dei Romani e Re degli Aragonesi e delle Due Sicilie ;)

Riguardo la "certezza" se dell'Aquila questo non sò dirlo ma dagli ultimi studi, di S. Perfetto sembrerebbe esserlo, identificando il simbolo come distintivo di "Regia Corte".

In questo articolo potrai trovare qualcosa a riguardo (leggere su monete che si posseggono è sempre utile).

http://www.ilportaledelsud.org/novitas_rengi.htm

Ciao e complimenti per la moneta :good:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Una piccola domanda, qual'e' il significato del rovescio? E la zecca e' L'Aquila con certezza? Grazie anticopatamente

Molto sinteticamente... secondo lo studio pubblicato da Perfetto ( Aspetti politico-monetari all'epoca di Carlo V en el Reyno de Napoles) e basato su documenti d'epoca le monete con quel simbolo (finora attribuito a l'Aquila) sono state coniate sia a Napoli che nella città abruzzese in appalto alla Regia Corte, sotto gli ordini del vicerè Toledo.

Modificato da fedafa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quindi se ho capito bene non è possibile stabilirne con certezza la zecca in quanto quel simbolo è presente sia su Napoli che su L'Aquila?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quindi se ho capito bene non è possibile stabilirne con certezza la zecca in quanto quel simbolo è presente sia su Napoli che su L'Aquila?

In pratica in base al nuovo studio in merito è così.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che ne dite?post-14450-0-97819400-1334250430_thumb.j

Caro Claudio, il tuo carlino è una delle monete napoletane più interessanti del XVI secolo, sia per numero di varianti che per tipologie. Tempo fa aprii una discussione proprio su questo nominale al fine di evidenziare le numerose varianti di leggenda al dr. e al rov., e riguardanti i differenti stili del tosone al rovescio. Ci sono esemplari dove il toson d'oro e gli intrecci dei rami cambiano completamente. Nell'asta Varesi 42 del 2003, Civitas Neapolis c'erano numerosi esemplari di carlini di Carlo V, ma non tutti riportati in foto. Magari Peter1 che è così gentile potrà postare la pagina di quel catalogo. Appena ho un po' di tempo posterò anche io qualche esemplare. Francesco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che ne dite?post-14450-0-97819400-1334250430_thumb.j

Caro Claudio, il tuo carlino è una delle monete napoletane più interessanti del XVI secolo, sia per numero di varianti che per tipologie. Tempo fa aprii una discussione proprio su questo nominale al fine di evidenziare le numerose varianti di leggenda al dr. e al rov., e riguardanti i differenti stili del tosone al rovescio. Ci sono esemplari dove il toson d'oro e gli intrecci dei rami cambiano completamente. Nell'asta Varesi 42 del 2003, Civitas Neapolis c'erano numerosi esemplari di carlini di Carlo V, ma non tutti riportati in foto. Magari Peter1 che è così gentile potrà postare la pagina di quel catalogo. Appena ho un po' di tempo posterò anche io qualche esemplare. Francesco

:) :guitarist: :director: :yahoo:

Vediamo cosa posso fare:

da..........CIVITAS NEAPOLIS

post-21354-0-74358800-1334689644_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dalla XXIII Asta Varesi del Maggio 2000 - UTRIUSQUE SICILIAE

post-21354-0-44782600-1334689777_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dal Pannuti e Riccio

post-21354-0-17574500-1334689845_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

da Peter1 :blum:

purtroppo l'ho dovuto dividere perchè non entrava, ma credo vada bene lo stesso........al Curatore, ai frequentatori e agli appassionati tutti buona ricerca di particolari !!

Spero di avervi fatto cosa gradita....un Saluto a tutti !!

post-21354-0-05595800-1334692452_thumb.j

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

>

post-21354-0-48644500-1334692585_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

>

post-21354-0-54986800-1334692632_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Devo complimentarmi con Pietro per l'ottimo apporto...

Eros

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Scusate ma devo fare subito una correzione:

Intanto non capisco perchè mi sono saltate alcune linee orizzontali e verticali nei Post ma credo che il confine tra una tipologia e un'altra si capisca lo stesso;

La correzione è la seguente: se la moneta presente a catalogo nel sito (Carlino di Iachille) dopo il numerale IIIII è una R stilizzata allora la moneta segnalata nel MIR non merita conferma, ordunque potrebbe esserlo anche la moneta del portaledelsud di cui ho inserito la nota nell'ultimo post.

Grazie

Modificato da peter1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Pietro! :)

Piccola parentesi ne approfitto per li spunto di Pietro...

Se qualcuno sa dove reperire i cataloghi UTRIUSQUE SICILIAE mi fa un fischio? Grazie! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che ne dite?post-14450-0-97819400-1334250430_thumb.j

Caro Claudio, il tuo carlino è una delle monete napoletane più interessanti del XVI secolo, sia per numero di varianti che per tipologie. Tempo fa aprii una discussione proprio su questo nominale al fine di evidenziare le numerose varianti di leggenda al dr. e al rov., e riguardanti i differenti stili del tosone al rovescio. Ci sono esemplari dove il toson d'oro e gli intrecci dei rami cambiano completamente. Nell'asta Varesi 42 del 2003, Civitas Neapolis c'erano numerosi esemplari di carlini di Carlo V, ma non tutti riportati in foto. Magari Peter1 che è così gentile potrà postare la pagina di quel catalogo. Appena ho un po' di tempo posterò anche io qualche esemplare. Francesco

:yahoo: Peter ha ripescato anche la discussione >

http://www.lamoneta.it/topic/67413-carlo-v-dasburgo-le-monete-napoletane-con-i-tosoni/page__hl__tosone__fromsearch__1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Scusate ma devo fare subito una correzione:

Intanto non capisco perchè mi sono saltate alcune linee orizzontali e verticali nei Post ma credo che il confine tra una tipologia e un'altra si capisca lo stesso;

La correzione è la seguente: se la moneta presente a catalogo nel sito (Carlino di Iachille) dopo il numerale IIIII è una R stilizzata allora la moneta segnalata nel MIR non merita conferma, ordunque potrebbe esserlo anche la moneta del portaledelsud di cui ho inserito la nota nell'ultimo post.

Grazie

se la moneta presente a catalogo nel sito (Carlino di Iachille) dopo il numerale IIIII è una R

Salve,si.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie peter1 per le immagini postate, mi saranno di grande aiuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

allora la moneta segnalata nel MIR non merita conferma

Per la cronaca si trova censita e descritta anche nel CNI... non capisco perchè meritasse conferma... o forse sì...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?