Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal

Tutte le attività

Questo elenco si aggiorna automaticamente     

  1. Ultima ora
  2. Ho trovato una moneta… … Quanto vale? Iniziamo col dire che le monete del Regno d'Italia sono fuori corso da oramai più di 70 anni e quindi se le hai trovate in casa sarà fondamentalmente per due motivi: Qualcuno le ha collezionate (e quindi probabilmente saranno ben catalogate e conservate in album, vassoi o simili e forse ci saranno in giro per casa anche fatture di acquisto o qualche libro attinente) Qualcuno le ha accumulate senza particolare criterio e poi le ha dimenticate in soffitta, cantina,cassetti, armadi perchè di scarso interesse personale o altro. Due consigli preliminari: 1. NON PROVARE MAI A PULIRE, IN NESSUNA MANIERA E PER NESSUN MOTIVO UNA MONETA! Invece di migliorarla l'unico sicuro risultato che otterrai sarà quello di rovinarla irrimediabilmente azzerando anche quel minimo valore eventualmente posseduto. 2. CONSULTA UNO DEI SEGUENTI CATALOGHI SULLA MONETAZIONE ITALIANA: - GIGANTE F. - Catalogo Nazionale delle Monete Italiane dal '700 all'Euro - Gigante Editore - MONTENEGRO E. - Manuale del Collezionista di Monete Italiane - Montenegro Editore Sono facilmente reperibili online o in qualsiasi libreria ad un prezzo di circa 20€ e consultandoli potrai almeno farti un'idea generale di quello che hai in mano. ATTENZIONE! Questi cataloghi oltre a varie informazioni, tra cui la RARITA' delle varie MONETE, riportano anche la loro quotazione in base allo "STATO DI CONSERVAZIONE". Sappi però che questo concetto in numismatica si basa su precisi criteri la cui padronanza si acquisisce solo con molta pratica ed esperienza pertanto quella che ad un occhio non allenato potrebbe sembrare una moneta in ottime condizioni e "che vale tanto perché così è scritto nel catalogo" nella realtà dei fatti si rivela (quasi sempre) una moneta in condizioni scarse e di valore pari a zero. A questo punto: Se ti trovi di fronte ad una collezione strutturata ti consigliamo di non improvvisarti esperto e di rivolgerti direttamente ad un professionista del settore che potrà darti un parere generale sul materiale in tuo possesso. Se ti trovi di fronte ad un accumulo di monete varie dimenticate in scatole e sacchetti puoi anche divertirti nel fai da te e questo per il semplice motivo che le monete del Regno d'Italia ritrovate fortuitamente in casa nel 99% dei casi non valgono nulla in quanto: o di annate comunissime prodotte in milioni di esemplari, o in pessime condizioni (a causa di lunga circolazione, colpi, graffi, ruggine, tentativi di pulizia, incrostazioni, pesanti patine formatesi in luoghi umidi o inadatti,etc etc) o, ancora peggio, sia in pessime condizioni che di annate comunissime. Questi accumuli di monete conservano comunque un minimo valore e solitamente vengono trattati all'ingrosso per 10/20 euro al kg per poi essere rivenduti per pochi spiccioli nelle ciotole dei mercatini. Tieni comunque presente che nella monetazione del Regno di Italia esistono MOLTISSIME MONETE (quasi sempre quelle di maggiore valore) OGGETTO DI INTENSIVA FALSIFICAZIONE quindi anche quelle collezioni che all'occhio di un profano potrebbero sembrare composte da grandi e belle monete di sicuro valore (perché "così ho letto nel catalogo") potrebbero poi rivelarsi all'analisi di un esperto come una semplice raccolta di "falsi da bancarella". Ma come si riconosce una moneta falsa? Premesso che, come per "lo stato di conservazione", anche per distinguere la falsità o meno di una moneta occorre un occhio allenato e preparato, sappi che gli esemplari autentici delle monete riportate nell’elenco sottostante (che riporta i più comuni e diffusi "falsi da bancarella") sono tutti in metallo prezioso (ARGENTO o ORO), quindi almeno all’apparenza dovrebbero avere un colore assimilabile a questi metalli. La prima e semplice prova che puoi fare da solo è poi misurarne il diametro e il peso. Quest’ultimo in particolare deve essere il più accurato possibile e se non hai un bilancino al decimo o, meglio, al centesimo di grammo, puoi rivolgerti a qualcuno per fartela pesare (un orafo ad esempio) e, poiché quasi sempre vengono utilizzati metalli poveri, QUASI SEMPRE il PESO DEI FALSI è MINORE rispetto agli originali. Esistono poi tutta una serie di altri indicatori di falsità che possono essere valutati di volta in volta quali ad esempio il bordo, il contorno, i rilievi ma preferiamo non dilungarci perché ad un occhio non esperto anche una moneta palesemente falsa potrebbe sembrare identica all'originale. Infine puoi anche chiedere un parere qui sul forum accompagnando la tua richiesta di aiuto con: - Fotografie chiare e a fuoco, preferibilmente in alta risoluzione, sia delle due facce della moneta che del contorno. - Indicazione della misura del diametro e del peso. Ribadiamo che, come scritto poco sopra, quest’ultimo deve essere il più accurato possibile, almeno al decimo di grammo. Elenco delle principali monete falsificate (ATTENZIONE! L'elenco non è esaustivo) 5 L. (Lire) 1859 - Vittorio Emanuele II Re Eletto 5 Lire Italiane FIRENZE Marzo 1861 - Vittorio Emanuele II 5 L. (Lire) - Vittorio Emanuele II, principalmente con le seguenti date: - 1861 con Marchio di zecca Torino [T] - 1862 con Marchio di zecca Torino [T] e Napoli [N] - 1864 con Marchio di zecca Napoli [N] - 1865 con Marchio di zecca Napoli [N] e Torino [T] - 1866 con Marchio di zecca Napoli [N] - 1872 e 1873 con Marchio di zecca Roma [R] 100 L. (Lire) 1874 e 1878 - Vittorio Emanuele II 5 L. (Lire) 1878 - Umberto I 20 L. (Lire) 1882 - Umberto I 5 L. (Lire) Tallero 1891 e 1896 - Colonia Eritrea - Umberto I 5 L. (Lire) 1901 - Vittorio Emanuele III 5 L. (Lire) 1861 1911 - Vittorio Emanuele III 5 L. (Lire) 1914 - Vittorio Emanuele III 20 L. (Lire) 1927 e 1928 - Vittorio Emanuele III 20 L. (Lire) 1928 Meglio vivere un giorno da leone che cento anni da pecora- Vittorio Emanuele III 20 L. (Lire) 1936 - Vittorio Emanuele III REGNUM ITALICUM 1918 N.B. Di ogni moneta è presente un collegamento al nostro CATALOGO ONLINE DI NUMISMATICA ITALIANA e cliccandoci sopra verrai portato automaticamente alla scheda analitica della moneta in questione dove potrai trovare varie informazioni che la riguardano. Articolo realizzato in collaborazione con @ilnumismatico
  3. La capigliatura è leggermente diversa la base del collo finisce a metà X mentre la normale arriva alla fine della X,il volto sembra essere più giovanile ma potrebbe essere la foto,in effetti sembra diversa nell'aspetto più marcato.......ma dovrei vederle in mano. Altre diversità nel conio sono il 7 della data ribbattuto,come scritto da Rocco68 nella mia i sette pallini nello stemma sono delle piccole virgolette....Non saprei cosa dire ma vorrei tanto sapere o sentire il parere da chi l'ha comprata (quella a 1800) da Nomisma e da Gigante.
  4. Sam

    10 cent 1921

    Cmq in questa sezione puoi trovare dei consigli https://www.lamoneta.it/forum/77-conservazione-restauro-e-fotografia/ ...
  5. Sam

    10 cent 1921

    Martiell e scarpiell....
  6. vathek1984

    Svizzera: Tiro Federale Lugano 1883

    Salve, in questa sede non sono consentite le compra-vendite di monete, c'è una sezione apposita del Forum per questo...
  7. alexfaggiani

    Moneta con giglio

    questo oggetto ha diametro 17 mm
  8. Sirlad

    Collezionare oggi

    A me personalmente mi fa abbastanza ridere sentire parlare di spl/fdc per le monete antiche..., le monete antiche senza ritocchi è già buona se le trovi in bb o, al massimo, bb+, parlo soprattutto dei sesterzi.
  9. Geronimo80

    Collezionare oggi

    Grazie del parere anche se mi sembri un pò irritato e non ne capisco la ragione visto che un forum come questo può servire per discutere di una passione comune, scambiare pareri, conoscersi, non certo solo per dare o ricevere risposte secche a domanda risposta. Forse a te sembra esagerato il mio discorso, non voglio allarmare nessuno, i neofiti possono invece trarre giovamento da certi avvertimenti. Non pongo nessuna delle domande che hai scritto, solo detto la mia, riportato il dato di fatto di un'asta e chiesto un parere a tutti gli amici collezionisti interessati. Tutto qua. Niente di incredibile o intollerabile credo. Saluti
  10. vathek1984

    SAAR - 100 Franken 1955

    Personalmente qualificherei la Saar come uno stato indipendente, situazione similare a quella della città libera di Danzica tra le due Guerre Mondiali.. Analoga situazione anche per la famosa Zona A del territorio libero di Trieste, tornata all'Italia solo nel 1954, dopo il rischio concreto di perderla in favore della Jugoslavia..
  11. Quindi rimane un mistero?! Ho trovato la foto della moneta venduta a 1800 più diritti e questa è la mia acquistata sempre su Nomisma con dicitura Testa Diversa nell'ultima asta ma a 150 più diritti. La terza la metto per confronto con le prime due dovrebbe essere quella normale.
  12. Ciao, ti possiamo Silvio inserire per il pranzo ? Mario
  13. azaad

    ...e poi lo chiamarono Dollaro

    Confermo. La parola follaro deriva dalla parola latina follis, che in significava sacchetto, ma che in latino volgare era diventata "follaro", vedi napoletano folariello-follariello che significa sacco o guscio. La parola nel tardo impero romano era passata a significare anche sacchetto di monete, e in seguito la moneta da 40 nummi, poi divenuta la base del sistema monetario bizantino.
  14. Afranio_Burro

    Collezionare oggi

    Precisamente, cosa vuoi sapere? Se è fdc? Se erano troppi i due milioni e passa spesi nel 1985? Se sono troppo pochi i 1500 euro (cifra desunta da cosa?) che varrebbe oggi? O semplicemente vuoi sapere se le monete romane siano un bene rifugio? Perché, nell'ultimo caso, e già ti è stata data una risposta, le monete romane non hanno un valore intrinseco superiore a quello del metallo di cui son fatte. Quindi no, non possono essere considerate, in maniera rigorosa, come un bene rifugio. Ciò non toglie che, in alcuni casi, riescano a mantenere o addirittura ad aumentare di valore. Ma il discorso, come hanno già detto, è articolato e non lo si può riassumere in quattro righe. Ad ogni modo, per il poco che vale la mia opinione, penso che la situazione non sia tragica come l'hai descritta tu, se si colleziona cum grano salis.
  15. divino77

    Moneta con croce di Gerusalemme

    dal vostro archivio
  16. Oggi
  17. Gc1

    Lire

    Lo sospettavo, grazie mille 😁
  18. divino77

    10 cent 1921

  19. come la pulisco? C'è modo di yogliere quelle protuberanze?
  20. Geronimo80

    Autentica?

  21. Malikalkamil

    ...e poi lo chiamarono Dollaro

    Se non vado errato il termine "follaro" dovrebbe derivare dai "follis", cioè i nominali bizantini in bronzo, che diedero il nome anche alle prime monete di bronzo islamiche, i "fals". Ne sono abbastanza sicuro, però se ho detto qualche inesattezza vi prego di correggermi! ☺. Piuttosto ne approfitto per fare una richiesta a @petronius arbiter: mi interessava molto la parte riguardante la circolazione nelle colonie del leeuwendaalder, così come in generale mi affascina molto questa tipologia monetale (nell'ambito del mio generale interesse per le monete "internazionali"). Sapresti indicarmi qualche sito o qualche testo facilmente reperibile dove approfondire l'argomento? Grazie mille!
  22. só che non bale nada però vorrei identificarla. Ringrazio
  23. Geronimo80

    Collezionare oggi

    Eccola finalmente, grazie a tinypic rilanciato. Ditemi la vostra ragazzi. Grazie
  24. apollonia

    Mandibole animali (Aetolia)

    Per rientrare in tema, cioè al bronzetto di gpittini con la scritta ΑΙΤΟΛΑΝΟΝ, il pdf allegato ha come oggetto uno studio sulle 1.425 monete antiche ritrovate a Monte Iato, vicino a Panormos, negli scavi dal 1971 al 1990, nel quale sono descritte le varie serie monetali tra cui quella con testa di Giano/corona, e citato anche il tipo con la punta di lancia sopra il mascellare di cinghiale sul rovescio caratteristico dell’Etolia. La Lega Etolica fu il primo alleato greco della Repubblica Romana, schierandosi con i Romani durante la Prima Guerra Macedone e aiutando a sconfiggere Filippo V di Macedonia nella battaglia di Cinocefale nel 197 a. C., durante la Seconda Guerra Macedone. Die_antiken_Fundmunzen_vom_Monte_Iato_19.pdf
  25. Geronimo80

    Collezionare oggi

    un poco di tempo...comunque preciso che 1000euro è il prezzo che ho sentenziato io cosi su due piedi con la mia esperienza, che credo proprio non sia pochina, e dopo aver discusso con un maestro nel campo da 50 anni. Il prezzo in lire invece è quello che fu fatto in asta nel 1985 come dicevo. Rilegga il messaggio
  26. divino77

    romana

    ods sotto la figura mi sembra forse deods
  1. Mostra più attività

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×