Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'regno di napoli'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • La più grande community di numismatica
  • Comitato Scientifico
    • Antologia di Numismatica e Storia
    • Biblioteca Numismatica
  • Identifica le tue monete
    • Richiesta Identificazione/valutazione/autenticità
  • Mondo Numismatico
    • La piazzetta del numismatico
    • Bibliografia numismatica, riviste e novita' editoriali
    • Segnalazione mostre, convegni, incontri e altro
    • Contest, concorsi e premi
  • Sezioni Riservate
    • Le prossime aste numismatiche
    • Falsi numismatici
    • Questioni legali sulla numismatica
  • Monete Antiche (Fino al 700d.c.)
    • Monete Preromane
    • Monete Romane Repubblicane
    • Monete Romane Imperiali
    • Monete Romane Provinciali
    • Monete greche: Sicilia e Magna Grecia
    • Monete greche: Grecia
    • Altre monete antiche fino al medioevo
  • Monete Medioevali (dal 700 al 1500d.c.)
    • Monete Bizantine
    • Monete dei Regni Barbarici
    • Monete Medievali di Zecche Italiane
    • Altre Monete Medievali
  • Monete Moderne (dal 1500 al 1800d.c.)
    • Monete Moderne di Zecche Italiane
    • Zecche Straniere
  • Stati preunitari, Regno D'Italia e colonie e R.S.I. (1800-1945)
    • Monetazione degli Stati Preunitari (1800-1860)
    • Regno d'Italia: identificazioni, valutazioni e altro
    • Regno D'Italia: approfondimenti
  • Monete Contemporanee (dal 1800 a Oggi)
    • Repubblica (1946-2001)
    • Monete Estere
  • Euro monete
    • Monete a circolazione ordinaria di tutti i Paesi dell’Area Euro.
    • Euro Monete da collezione Italiane e delle altre Zecche Europee.
    • Altre discussioni relative alle monete in Euro
  • Rubriche speciali
    • Tecniche, varianti ed errori di coniazione
    • Monete e Medaglie Pontificie
    • Monete e Medaglie dei Savoia prima dell'unità d'Italia
    • Monete della Serenissima Repubblica di Venezia
    • Monete e Medaglie delle Due Sicilie, già Regno di Napoli e Sicilia
    • Medaglistica
    • Exonumia
    • Cartamoneta e Scripofilia
  • Altre sezioni
    • Araldica
    • Storia ed archeologia
    • Altre forme di collezionismo
    • English Numismatic Forum
  • Area Tecnica
    • Tecnologie produttive
    • Conservazione, restauro e fotografia
  • Lamoneta -Piazza Affari-
    • Annunci Numismatici
  • Tutto il resto
    • Agorà
    • Le Proposte
    • Supporto Tecnico
  • Discussioni
  • GRUPPO NUMISMATICO QUELLI DEL CORDUSIO's Discussioni
  • Circolo Numismatico Ligure "Corrado Astengo"'s Discussioni
  • Circolo Numismatico Patavino's Discussioni
  • Centro Culturale Numismatico Milanese's Discussioni
  • Circolo Numismatico Asolano's Discussioni
  • CENTRO NUMISMATICO VALDOSTANO's SITO
  • Circolo Filatelico e Numismatico Massese's Discussioni
  • associazione numismatica giuliana's Discussioni
  • Circolo Numismatico Monzese's Discussioni

Calendars

  • Cultural Events
  • Eventi Commerciali
  • Eventi Misti
  • Eventi Lamoneta.it
  • Aste
  • GRUPPO NUMISMATICO QUELLI DEL CORDUSIO's Eventi
  • Circolo Numismatico Ligure "Corrado Astengo"'s Eventi
  • Circolo Numismatico Patavino's Eventi
  • Centro Culturale Numismatico Milanese's Eventi
  • Circolo Filatelico Numismatico Savonese "Domenico Giuria"'s Eventi
  • Circolo Culturale Castellani's La zecca di Fano
  • CENTRO NUMISMATICO VALDOSTANO's Collezionare.......non solo monete
  • Associazione Circolo "Tempo Libero"'s Eventi
  • Circolo Filatelico e Numismatico Massese's Eventi

Categories

  • Articoli
    • Manuali
    • Portale
  • Pages
  • Miscellaneous
    • Databases
    • Templates
    • Media

Product Groups

  • Editoria
  • Promozioni
  • Donazioni

Categories

  • Libri
    • Monete Antiche
    • Monete Medioevali
    • Monete Moderne
    • Monete Contemporanee
    • Monete Estere
    • Medaglistica e sfragistica
    • Numismatica Generale
  • Riviste e Articoli
    • Rivista Italiana di Numismatica
  • Decreti e Normative
  • GRUPPO NUMISMATICO QUELLI DEL CORDUSIO's File
  • Circolo Numismatico Patavino's File
  • Circolo Numismatico Patavino's File 2
  • Cercle Numismatique Liegeois's File
  • CIRCOLO NUMISMATICO TICINESE's VERNICE- MOSTRA
  • Circolo Numismatico Asolano's Documenti dal circolo
  • associazione numismatica giuliana's File

Collections

  • Domande di interesse generale
  • Contenuti del forum
  • Messaggi
  • Allegati e Immagini
  • Registrazioni e Cancellazioni
  • Numismatica in generale
  • Monetazione Antica
  • Monetazione medioevale
  • Monetazione degli Stati italiani preunitari
  • Monetazione del Regno d'Italia
  • Monetazione in lire della Repubblica Italiana
  • Monetazione mondiale moderna
  • Monetazione mondiale contemporanea
  • Monetazione in Euro

Categories

  • Monete Italiane
    • Zecche italiane e Preunitarie
    • Regno D'Italia
    • Repubblica Italiana (Lire)
  • Eur
  • Monete mondiali
  • Gettoni
  • Medaglie
  • Banconote, miniassegni...
  • Cataloghi e libri
  • Accessori
  • Offerte dagli operatori
  • Centro Culturale Numismatico Milanese's Annunci
  • CIRCOLO NUMISMATICO TICINESE's Interessante link
  • Circolo Culturale Castellani's AnnunciRaccolta di medagliette devozionali

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

  1. Ho pensato di aprire una piccola serie di discussioni, con la stessa tematica, focalizzate su quattro Re di Spagna (Carlo V, Filippo ll, Filippo lll e Filippo lV) del periodo Vicereale che hanno fortemente caratterizzato questa importante fase storica. Ho scelto di separare le discussioni allo scopo di facilitare eventuali future ricerche da parte degli utenti interessati. Asta Nomisma 23 eLive. Un raro due cavalli. LOTTO 298 - ASTA 23 E-LIVE NAPOLI Carlo V (1516-1556) 2 Cavalli - Magliocca 83; MIR manca; P.R. manca CU (g 3,17) RRRR La leggenda inizia sopra la testa ma con V e non con IIIII Grading/Stato: BB Stato lotto: Asta chiusa
  2. Ho pensato di aprire una piccola serie di discussioni, con la stessa tematica, focalizzate su quattro Re di Spagna (Carlo V, Filippo ll, Filippo lll e Filippo lV) del periodo Vicereale che hanno fortemente caratterizzato questa importante fase storica. Ho scelto di separare le discussioni allo scopo di facilitare eventuali future ricerche da parte degli utenti interessati. Sempre dall’ultima asta Artemide altra rarità che ha realizzato una discreta cifra; secondo voi si può davvero considerare “inedita”? https://www.deamoneta.com/auctions/view/790/626 Grano inedito Lotto n. 626Napoli. Filippo IV di Spagna (1621-1665). Grano 1636. D/ Busto radiato a sinistra; davanti D; dietro, G A / C (Giovanni Andrea Cavo (?)). R/ Scudo partito coronato. Cf. P/R 64/72; Cf. MIR (Napoli) 260/261. AE. 10.21 g. 33.00 mm. RRR. Questa moneta ci risulta inedita per accoppiamento di data, sigle e tipologia dello scudo. Di buona conservazione per il tipo di moneta. Bel BB. Base d'asta: € 300 Osservato da: 4 Offerte asta: 11. Venduto: € 700
  3. Ho pensato di aprire una piccola serie di discussioni, con la stessa tematica, focalizzate su quattro Re di Spagna (Carlo V, Filippo ll, Filippo lll e Filippo lV) del periodo Vicereale che hanno fortemente caratterizzato questa importante fase storica. Ho scelto di separare le discussioni allo scopo di facilitare eventuali future ricerche da parte degli utenti interessati. Buonasera, non sarà sicuramente sfuggito ai più attenti.. Battuto durante l’ultima asta Artemide e con una gradevole patina verde. https://www.deamoneta.com/auctions/view/790/624 Lotto n. 624Napoli. Filippo III di Spagna (1598-1621). Cavallo. D/ Pietra focaia circondata da quattro fiamme e quattro globetti. R/ Croce di Gerusalemme cantonata da globetti.P/R 75; MIR (Napoli) 234/1. AE. 1.23 g. 16.00 mm. RRR. Tipologia di grande rarità.BB. Base d'asta: € 100 Osservato da: 5 Offerte asta: 13. Venduto: € 260
  4. Ho pensato di aprire una piccola serie di discussioni, con la stessa tematica, focalizzate su quattro Re di Spagna (Carlo V, Filippo ll, Filippo lll e Filippo lV) del periodo Vicereale che hanno fortemente caratterizzato questa importante fase storica. Ho scelto di separare le discussioni allo scopo di facilitare eventuali future ricerche da parte degli utenti interessati. Sempre da Artemide “Una collezione di monete di Filippo ll” del 2017 un raro Tornese rimasto invenduto. ( forse più raro di quanto descritto all’epoca..) Lotto n. 1066 Napoli. Filippo II (1554-1598). Tornese 1579 sigle GR/VP. P/R 70d MIR 192/7. AE. g. 6.77 RR. qSPL. Base d'asta: € 100 Osservato da: 1 Offerte asta: -. Lotto chiuso il: 2017-03-01 20:00:00 ora di Roma Invenduto
  5. Il trattato di Firenze del 1557 e la successiva pace di Cateau-Cambrésis del 1559, che ponevano termine alla lunga guerra fra gli Asburgo e i Valois, videro, nella stesura dei nuovi confini degli Stati, la costituzione, su ex possedimenti della Repubblica di Siena, dello Stato dei Presìdi, una piccola entità territoriale comprendente Orbetello, Porto Ercole, Porto S. Stefano, Talamone e, dal 1603, Porto Longone (l’odierno Porto Azzurro dell’Isola d’Elba), che il re Filippo II di Spagna volle riservarsi per il controllo navale della costa tirrenica e per garantire approdi sicuri alle sue navi. Dominio diretto della corona spagnola, il piccolo Stato fu affidato per l’amministrazione al viceré di Napoli. Al periodo della dominazione spagnola si deve un forte sviluppo delle strutture e delle fortificazioni militari nel territorio sopravvissute fino ai nostri giorni. La dominazione spagnola fu interrotta nel trentennio 1707-1737, anni delle guerre di successione austriaca e polacca, che videro la momentanea sovranità austriaca. Quando Carlo di Borbone si impadronì del Regno di Napoli, anche i Presìdi passarono sotto la corona borbonica (1738), seguendone le sorti fino al 1801, anno dell’invasione napoleonica dell’Etruria. Il trattato di Versailles del 1815 sancì l’annessione dell’ex Stato dei Presìdi al Granducato di Toscana dei Lorena. Sotto Ferdinando IV di Borbone fu battuta l’unica monetazione destinata al piccolo dominio toscano. Essendo un territorio di limitate dimensioni, crocevia di commerci e di genti, al confine fra il Granducato e lo Stato Pontificio, vi circolavano monete di varie zecche e di diverse unità di misura, creando gran confusione e difficoltà nei ragguagli. Le monete napoletana e romana la facevano da padrone, la prima per ragioni politiche e finanziarie, in quanto moneta “ufficiale”, la seconda per gli scambi e i rapporti commerciali con gli abitanti delle viciniori province laziali di Roma e di Viterbo. La documentata circolazione di valuta genovese, spagnola, napoletana, toscana, pontificia è indice di un’intensa attività commerciale e produttiva in Orbetello e dintorni. Ma se il ducato romano e napoletano costituivano le monete di riferimento per il commercio all’ingrosso e gli affari finanziari, tra il popolino si faceva di conto con la lira toscana e i suoi derivati. I pezzi più piccoli (aliquote di soldi e denari) erano molto usati nella vendita al minuto di merci dell’uso quotidiano. Se ne deduce che questo settore fosse predominio dei mercanti toscani, con un fitto interscambio con i Presìdi fatto di esportazione di prodotti agricoli, legna, carbone, pesce fresco e salato. Per questi motivi a Napoli si ritenne opportuno battere i pezzi in rame per i Reali Presìdi secondo il sistema monetario toscano e non quello napoletano. Ferdinando IV di Borbone, in tre diverse emissioni (1782, 1791 e 1798) fece coniare questo quattrino del medesimo valore dell’ordinario in corso nel Regno, pari alla 400esima parte di un ducato. Nei tagli di quattro, due e un quattrino, i pesi erano dunque rispettivamente identici alle monete da un grano, da un tornese e da tre cavalli circolanti nel Regno di Napoli. La serie dei quattrini coniata per i Reali Presidi vede come costante al diritto dei tre nominali il profilo di Ferdinando IV di Borbone volto a destra, lungo il bordo l’iscrizione Ferdinando IV per grazia di Dio Re delle Due Sicilie e in basso la sigla P (1 e 2 quattrini) o B P (4 quattrini) quale firma dell’incisore Bernardo Perger per la serie del 1782, mentre la P o D P delle emissioni del 1791 e 1798 sono riferite ovviamente al figlio Domenico, essendo Bernardo morto nel 1786. Il rovescio presenta in alto la corona reale sovrastante la scritta REALI PRESIDII, il nominale QVATTRINI, il valore espresso in numeri romani inserito tra le cifre arabe dell’anno di emissione. Solo nei pezzi da 4 quattrini le iscrizioni del rovescio sono circondate da due rami di lauro legati in basso da un fiocco. Ai lati della corona compaiono le iniziali dei direttori della zecca: C. C. per il Cesare Coppola (emissioni del 1782) in carica fino al 1790; A. P. sono le iniziali di Antonio Planelli (emissioni del 1791) mentre la sigla R. C., impressa sui nominali del 1798, designa la Regia Corte, ovvero la monetazione battuta a benefizio della Corte ed in particolare della regina Maria Carolina. Particolari rarità di questa monetazione sono due esemplari di 4 quattrini 1782, l’uno ribattuto su una prova in rame del 6 ducati di Carlo III, attestato dal CNI, e l’altro ribattuto su un grano del 1719 di Carlo VI d’Asburgo, inedito e, infine, un esemplare di 4 quattrini 1798 ribattuto su un grano da 12 cavalli di Ferdinando IV (mai apparso).
  6. Buonasera. Propongo questo Grano che risulta essere ribattuto su Tornese di Filippo ll Probabile sottotipo quello con "testa a destra" ( forse ultimi anni ) e sigla GR sotto il busto. Interessante la forma assunta dal tondello, che pesa 6,52gr., per un diametro che varia da 27,30 a a 32 mm.
  7. Questo non potevo farlo scappare un doppi 9 Cavalli Napoli 1790! Non è una variante ma solo un errore di conio o meglio una ribattuta ma molto molto particolare . La prima che vedo così. Voi? E come non metterlo in collezione......... Gr.4,5 MM.24,0 irregolare Contorno; treccia in rilievo ma molto "scomposta".
  8. Cari Amici, finalmente dopo quasi 10 anni di studi e di approfondimenti, ho il piacere di annunciare la pubblicazione del libro dello studioso numismatico Catalano, Jordi Vall-llosera i Tarres @@jordinumis : LA MONEDA DEL REGNE DE NÀPOLS SOTA SOBIRANIA DE LA CORONA CATALANOARAGONESA 1421-1423/1436-1516 I DE LA NOVA DINASTIA TRONCAL NAPOLITANA 1458-1501 Il volume si presenta veramente molto importante, in grande formato, con 460 pagine, 310 di testo corredato da splendide immagini esplicative, piu' 150 pagine di catalogo con immagini e discrizione minuziosa ti centinaia di monete. Moltissimi gli esemplari inediti presentati, un vero "must" per quest'opera che diventera' in pochissimo tempo, la migliore mai pubblicata sulla Numismatica dell'Italia Meridionale continentale nel periodo Catalano - Aragonese. Tanto che l'illustre Numismatico Crusafont ha scritto lui stesso la prefazione, complimentandosi con l'autore che ha dedicato molti anni della propria vita allo studio sistematico di tutte le monete Catalane, con particolare riferimento al Regno di Napoli. Da parte mia faccio i migliori auguri all'amico Jordi e spero che il suo immenso lavoro, unito a quello modesto degli amici come me, che hanno contributo nella stesura dell'opera, verra' apprezzato dai lettori , siano essi Numismatici, Accademici, o semplicemente curiosi che vogliono avvicinarsi allo studio della Storia e della Numismatica Medievale. Gia' si annuncia per l'irrefrenabile autore una nuova sfida .... estendere l'opera anche al Regno di Sicilia :P, in bocca al lupo caro Jordi, un abbraccio e complimenti ... AUGURI ... MAESTRO :P PS l'opera e' disponibile presso http://www.medievalnumismatic.com/oppure contattando direttamente l'autore per email: [email protected] PORTADA.pdf
  9. Buonasera. Passato, in asta ebay questa notte, un Tornese, " ribattutto " su un Grano, (sempre di Filippo IV), di estrema rarità ed importanza. Sicuramente utenti più preparati del sottoscritto sapranno descriverne le caratteristiche, e la storia. Congratulazioni al proprietario.
  10. Chiedo il Vostro aiuto per classificare con esattezza questi 2 Calli ribattuti,quello che più m'interessa e credo anche agli amanti del genere è su quale monete sono state ribattute?! Grazie F.
  11. Buon pomeriggio, Ho acquistato per 1Euro questa medaglia, ma non essendo copetente, non sono riuscito a classificarla. Mi occorre il vostro aiuto. Vi ringrazio in anticipo. Amede0
  12. Buona sera forum! torno da voi per mostrarvi un altro mezzo ducato che ho acquistato qui, nel Regno Unito. Moneta da che ritengo interessante dato che la corrosione sembra proprio di natura marina, il che mi porta a pensare si tratti di una moneta da relitto o trovata nelle coste Inglesi. Stesso discorso per la patina molto scura tendente al nero (in foto risulta leggermente piú chiara per l'illuminazione naturale) e il calo di peso di circa 2 grammi. Qualcuno di voi sa darmi qualche ulteriore delucidazione in merito? Le coste inglesi sono note per i numerosi naufragi avvenuti durante il periodo della conquista del nuovo mondo, soprattutto per ritrovamenti di reales e escudos sgraffignati alle navi spagnole...conoscete documenti o informazioni in merito a naufragi nel periodo del regnato di Filippo II e Mary I di Inghilterra? E per finire, (chiedo scusa se ho sempre mille domande) sapreste dirmi il valore in tali condizioni? che grado dareste, qMB? (Nella foto ho accostato a destra il Mezzo Ducato giá mostratovi qualche settimana fa.) 34mm - 13g Non vedo l'ora di sentire la vostra! intanto auguro a tutti una buona giornata e ringrazio come sempre per i vostri preziosi consigli e info Gasp
  13. Recentemente ho acquisito in collezione questa quartarola o cella di Giovanna II Durazzo (1414-35), zecca de l'Aquila, D/ Aquila coronata senza ° ° sotto gli artigli, legenda: *REGINA*IVHANNA* R/ San Celestino seduto con croce in mano che presenta la benda. Nimbo perlinato e piviale chiuso con °. Legenda S*PEH__TRUS°C° Il Giuliani-Fabrizi la riporta al n°124a, Ho cercato sul CNI XVIII pag 33>36 n°63>89 e ho notato che quando è presente la benda sulla croce ci sono anche i ° ° sotto gli artigli ma non è presente la variante "benda sulla croce senza pallini sotto gli artigli". @@fedafa Davide ti ricordi se tra i 56 esemplari che avete censito con Achille avete trovato questa combinazione? Forse anche @@santone può darmi un chiarimento.
  14. Sulmona, tra le zecche minori del Regno di Napoli. Un Cavallo per Carlo VIII, MEC14-1054. Monetina di non facile reperibilità.
  15. Don Carlos e io vi auguriamo buona domenica con questa piastra molto bellina. Io le darei un qBB anche se la tipologia e' molto difficile. Purtroppo non si vedono le iniziali dell'incisore che, in questo caso, si sarebbero trovate sulla spalla del regnante.
  16. Buongiorno a tutti, vi voglio mostrare una bella piastra da 120 grana del 1798 - Regno di Napoli, ex perizia Cavaliere (rimuovo sempre le perizie, non le sopporto!). La patina, secondo me, e' superlativa! Attendo i vostri pareri, buon pomeriggio!
  17. Num.e.fil.cal.

    Fronte e Retro 6 Tornesi 1803 A. P.

    From the album: Monete in bassa conservazione

    Foto dettagliata sul 3 della data 3° Classe col conio decentrato ed al dritto: FERDINAN IV SICIL ET HIE REX. Testa nuda a destra; in basso P. Rovescio: TOR// NESI// A & P; Nell' esergo (data) Il gigante descrive una breve prefazione che dice: Il D'incerti erroneamente cita un esemplare da 6 tornesi 1803 con sigle A P con riferimento al Corpus. in realtà il Corpus al n°22 riporta un esemplare con sigle R C, mentre il Cagiati, n. 5, fa riferimento alla collezione scacchi; peraltro, anche nel catalogo di tale collezione il pezzo (n. 1946) è descritto con sigla R C (Pannuti - Riccio)

    © Num.e.fil.cal.

  18. Num.e.fil.cal.

    6 Tornesi 1803 A. P.

    From the album: Monete in bassa conservazione

    Foto dettagliata sul 3 della data 3° Classe col conio decentrato ed al dritto: FERDINAN IV SICIL ET HIE REX. Testa nuda a destra; in basso P. Rovescio: TOR// NESI// A & P; Nell' esergo (data) Il gigante descrive una breve prefazione che dice: Il D'incerti erroneamente cita un esemplare da 6 tornesi 1803 con sigle A P con riferimento al Corpus. in realtà il Corpus al n°22 riporta un esemplare con sigle R C, mentre il Cagiati, n. 5, fa riferimento alla collezione scacchi; peraltro, anche nel catalogo di tale collezione il pezzo (n. 1946) è descritto con sigla R C (Pannuti - Riccio)

    © Num.e.fil.cal.

  19. Num.e.fil.cal.

    6 Tornesi 1803 A. P.

    From the album: Monete in bassa conservazione

    Foto dettagliata sul 3 della data 3° Classe col conio decentrato ed al dritto: FERDINAN IV SICIL ET HIE REX. Testa nuda a destra; in basso P. Rovescio: TOR// NESI// A & P; Nell' esergo (data) Il gigante descrive una breve prefazione che dice: Il D'incerti erroneamente cita un esemplare da 6 tornesi 1803 con sigle A P con riferimento al Corpus. in realtà il Corpus al n°22 riporta un esemplare con sigle R C, mentre il Cagiati, n. 5, fa riferimento alla collezione scacchi; peraltro, anche nel catalogo di tale collezione il pezzo (n. 1946) è descritto con sigla R C (Pannuti - Riccio)

    © Num.e.fil.cal.

  20. Num.e.fil.cal.

    6 Tornesi 1803 A. P.

    From the album: Monete in bassa conservazione

    Foto dettagliata sul 3 della data 3° Classe col conio decentrato ed al dritto: FERDINAN IV SICIL ET HIE REX. Testa nuda a destra; in basso P. Rovescio: TOR// NESI// A & P; Nell' esergo (data) Il gigante descrive una breve prefazione che dice: Il D'incerti erroneamente cita un esemplare da 6 tornesi 1803 con sigle A P con riferimento al Corpus. in realtà il Corpus al n°22 riporta un esemplare con sigle R C, mentre il Cagiati, n. 5, fa riferimento alla collezione scacchi; peraltro, anche nel catalogo di tale collezione il pezzo (n. 1946) è descritto con sigla R C (Pannuti - Riccio)

    © Num.e.fil.cal.

  21. Num.e.fil.cal.

    6 Tornesi 1803 A. P.

    From the album: Monete in bassa conservazione

    Foto dettagliata sul 3 della data 3° Classe col conio decentrato ed al dritto: FERDINAN IV SICIL ET HIE REX. Testa nuda a destra; in basso P. Rovescio: TOR// NESI// A & P; Nell' esergo (data) Il gigante descrive una breve prefazione che dice: Il D'incerti erroneamente cita un esemplare da 6 tornesi 1803 con sigle A P con riferimento al Corpus. in realtà il Corpus al n°22 riporta un esemplare con sigle R C, mentre il Cagiati, n. 5, fa riferimento alla collezione scacchi; peraltro, anche nel catalogo di tale collezione il pezzo (n. 1946) è descritto con sigla R C (Pannuti - Riccio)

    © Num.e.fil.cal.

  22. Num.e.fil.cal.

    6 Tornesi 1803 A. P.

    From the album: Monete in bassa conservazione

    Foto dettagliata sul 3 della data 3° Classe col conio decentrato ed al dritto: FERDINAN IV SICIL ET HIE REX. Testa nuda a destra; in basso P. Rovescio: TOR// NESI// A & P; Nell' esergo (data) Il gigante descrive una breve prefazione che dice: Il D'incerti erroneamente cita un esemplare da 6 tornesi 1803 con sigle A P con riferimento al Corpus. in realtà il Corpus al n°22 riporta un esemplare con sigle R C, mentre il Cagiati, n. 5, fa riferimento alla collezione scacchi; peraltro, anche nel catalogo di tale collezione il pezzo (n. 1946) è descritto con sigla R C (Pannuti - Riccio)

    © Num.e.fil.cal.

  23. Num.e.fil.cal.

    6 Tornesi 1803 A. P.

    From the album: Monete in bassa conservazione

    Foto dettagliata sul 3 della data 3° Classe col conio decentrato ed al dritto: FERDINAN IV SICIL ET HIE REX. Testa nuda a destra; in basso P. Rovescio: TOR// NESI// A & P; Nell' esergo (data) Il gigante descrive una breve prefazione che dice: Il D'incerti erroneamente cita un esemplare da 6 tornesi 1803 con sigle A P con riferimento al Corpus. in realtà il Corpus al n°22 riporta un esemplare con sigle R C, mentre il Cagiati, n. 5, fa riferimento alla collezione scacchi; peraltro, anche nel catalogo di tale collezione il pezzo (n. 1946) è descritto con sigla R C (Pannuti - Riccio)

    © Num.e.fil.cal.

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.