Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
L. Licinio Lucullo

L' "asse" di Amphipolis.

Risposte migliori

L. Licinio Lucullo

Sebbene la figura gianiforme non sia di per sè né un'invenzione nè un'esclusiva romana, l'immagine di Giano è da ritenere spiccatamente romana. Si tratta infatti della divinità forse più antica del pantheon capitolino, primo mitico abitatore del sito di Roma (prima persino di Saturno), uno dei pochi sopravvissuti al doppio processo di demitizzazione (prima) ed ellenizzazione (poi) della religione romana.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L. Licinio Lucullo

Per quanto mi risulta, solo tre volte Giano compare sulla monetazione delle colonie, e non mancano teorie che ritengono quelle monete assi "provinciali".

Il primo caso è sulle monete siciliane, coniate forse a Palermo e forse a Lilibeo. Ne abbiamo parlato qui: http://www.lamoneta....ie-gianocorona/

Salto al terzo caso, che è una monetina di pochi grammi emessa a Thessalonica (SNG Cop. 370) forse fra l'88 e il 50. Reca al D/ Gioano e al R/ i Centauri rampanti, e se ne trovano svariati esemplari di chiara imitazione barbarica. Anche quelli ritenuti originali presentano peraltro uno stile un po' grezzo (almeno quelli che ho visto passare io in asta).

Vi posto il mio (acquistato da Lanz), purtroppo di scarsissima conservazione. Pesa 4,7 ed ha un diametro di 16-20 mm

post-13865-0-65127300-1357295639_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L. Licinio Lucullo

Ma la moneta di Thessalonica ne copiava un'altra (il "secondo caso", appunto), di peso superiore e fattura migliore, emessa quindi in tempo precedente (forse a metà del secondo secolo) ad Amphipolis, che all'epoca era la "capitale" della Prima Meris, istituzione semi-statale in terra macedone, espressione del dominio romano.

Questa è più difficile da repreire; vi posto due esemplari, il primo venduto da Lanz (15,45 g), il secondo (18,12 g) ha HjB. Il secondo peraltro l'ho comprato io! :blum:

La moneta è clsssificata SNG Cop. 68; Moushmov 5986; Head pag. 217.

post-13865-0-45711700-1357295999_thumb.j

post-13865-0-14176700-1357296039_thumb.j

post-13865-0-19649300-1357296113_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L. Licinio Lucullo

In qusto caso credo che sia innegabile l'attribuzione a Giano della figura al dritto. La presenza di una divinità tipicamente romana e addirittura del segno di valore, sopra la sua testa, mi fa ritenere che si trattasse proprio di assi, benché emessi in Oriente. Il peso, del resto, mi sembra compatibile con l'epoca (un "onciale ridotto"). Sarebbero quindi monete repubblicane provinciali.

Che ne pensate?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×