Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
cliff

Marco Aurelio, un ponte mai visto

Risposte migliori

cliff

Mi sono imbattuto in questo sesterzio che non avevo mai visto prima:

post-2689-0-10992200-1357601304_thumb.jp post-2689-0-01183700-1357601341_thumb.jp

Qualcuno sa classificarlo e descrivere che cosa rappresenta il rovescio? E' molto particolare e non l'avevo mai visto prima, immagino l'argomento sia in qualche modo collegato alle guerre marcomanniche...

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Exergus

Ciao Cliff, rappresenta il ponte sul Danubio, siamo nel 171-172 d.C. proprio in piena offensiva romana contro i Marcomanni.

RIC III 1048

post-18735-0-57809200-1357642020_thumb.j

Modificato da Exergus
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko8710

Una moneta come questa è pari a un libro di storia, come tutte del resto, ma questa ha anche le immagini a colori... :good:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

Grazie Exergus!

Caspita che rappresentazione affascinante e significativa che c'e' al rovescio. Incredibile come siano riusciti a far entrare una tale "fotografia" del passaggio sopra il Danubio nello spazio limitato disponibile su un sesterzio. Addirittura un soldato e' a cavallo e il penultimo a destra potrebbe essere un centurione dato che e' leggermente piu' imponente. E' una rappresentazione da medaglione, ai quali questo sesterzio ricco di riferimenti storici potrebbe essere accomunato, per espressivita' artistica e importanza storica.

E' anche un R3 (e forse qualcosa di piu' credo..), ecco perche' non l'avevo mai visto prima!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

caiuspliniussecundus

Sarà.... ma secondo me c'è qualcosa che non va in quella moneta... :unsure:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

Sarà.... ma secondo me c'è qualcosa che non va in quella moneta... :unsure:

Concordo che l'aspetto generale non e' dei migliori, con quella patina marrone omogenea, ricorda l'aspetto di certi padovanini. Pero' almeno della provenienza possiamo stare tranquilli, o al massimo gli facciamo una segnalazione dal forum, si sa che nei vecchi medaglieri qualche falso e' sempre annidato :)

Viene dal Kunsthistorisches Museum di Vienna:

http://bilddatenbank.khm.at/viewArtefact?id=512509

Modificato da cliff

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Purtroppo il ricchissimo medagliere di Vienna ha un database online veramente minimo e purtroppo non è facile avere immagini a colori, se non pagando una bella sommetta per ogni moneta.

Comunque c'era un altro bellissimo sesterzio, di Traiano, guarda caso con identica patina colore "cuoio". Non è detto che sia per forza falso, anche se colpisce per la bella conservazione.

http://bilddatenbank.khm.at/viewArtefact?id=512503

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Ciao,

l'aspetto ricorda in effetti un padovanino ... :D

Al di là dell'aspetto d'impatto e della fiducia che impone l'istituzione che la detiene, il ritratto mi pare canonico per Marco Aurelio e l'iconografia al rovescio è assolutamente eccezionale!

Peccato no averla messa nella discussione sulle emissioni bronzee legate alle guerre marcomanniche ma in effetti dev'essere assolutamente non comune, non ne ho trovata traccia alcuna quando ho cercato monete per il catalogo numismatico.

Ciao

Illyricum

:)

Modificato da Illyricum65

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

Anche il Traiano si merita un bell'ingrandimento:

post-2689-0-79349700-1357674609_thumb.jp post-2689-0-31948000-1357674641_thumb.jp

Moneta affascinante e popolare ma anche qui (patina, perlinatura completa, occhio, lettere di varie grandezze, buchi) ci sono un po' di perplessità...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ggpp The Top

Non vi dico cosa mi sembra traiano con quella faccia... :shok:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Claudio I

Il rovescio raffigurante il ponte lo trovo veramente eccezionale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Non vi dico cosa mi sembra traiano con quella faccia... :shok:

Pure a me lascia perplesso il ritratto di Traiano, in particolare gli occhi (che sguardo truce...) e il naso (mai viste le ali del naso trattate in quel modo....).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

Anche il Traiano si merita un bell'ingrandimento:

attachicon.gifTrajanCircusDr.jpg attachicon.gifTrajanCircusRv.jpg

Moneta affascinante e popolare ma anche qui (patina, perlinatura completa, occhio, lettere di varie grandezze, buchi) ci sono un po' di perplessità...

confermo le perplessita su questo bronzo..

altro particolare molto dubbio lo stile nella realizzazione delle lettere sia al D/ che al R/.

skuby

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

babelone

Credo che si debbano attenzionare meglio i punti da me segnalati,la parola a numizmo ed anche ad altri per dei pareri,anche il traiano a mio giudizio necessita di un approfondimento di discussione.

post-33272-0-45509700-1374528792_thumb.j

Modificato da babelone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Riprendo questa vecchia discussione :

 

La stupenda e storicamente importante moneta e' conosciuta dal Cohen come esistente al Medagliere di Francia in due metalli e tre esemplari , oro e bronzo (due sesterzi che valuta 50 Franchi oro l' uno , una piccola fortuna per l' epoca) , mentre il RIC la cataloga credo come un R5 ; la rarita' e' talmente elevata , forse conosciuta in un pugno di esemplari , che in un importante libro sulla Colonna Antonina e' riportata in solo disegno per paragonarla ad un pannello della Colonna che rappresenta il passaggio sul Danubio o Reno come inizio delle guerre marcomanniche . Se il Ponte rappresentato nella moneta sia il famoso il famoso Ponte di Drobeta innalzato da Traiano quasi 70 anni prima , e' impossibile dirlo con certezza perché sembra che Adriano lo facesse in parte abbattere secondo quanto riporta Cassio Dione :

 

"Traiano fece costruire un ponte di pietra sull’ Istro (antico nome del Danubio) per il quale non posso degnamente esprimere la mia meraviglia . Questo era infatti rispetto alle altre opere meravigliose promosse da Traiano , quella che le superava tutte . Infatti e’ composto da venti piloni di blocchi in pietra squadrati , per un altezza di centocinquanta piedi (circa 45 metri) senza contare le fondamenta , mentre la larghezza e’ di sessanta piedi (circa 18 metri) . Questi piloni che distavano l’ uno dall’ altro centosettanta piedi (circa 51 metri) , erano uniti da archi . Chi non proverebbe stupore per la spesa fatta per questa costruzione ? e come d’altronde non meravigliarsi del modo stesso in cui ciascun pilone sorgeva , in un grande fiume , in mezzo ad una corrente piena di gorghi e su un fondale molto melmoso ? infatti non fu possibile deviare il corso del fiume . Ho parlato della larghezza del fiume , ma essa non e’ sempre uguale , anzi qualche volta si raddoppia o si triplica , fino a parere un mare , ma anche il punto piu’ stretto e piu’ adatto a un ponte , e’ larghissimo . In verita’ quanto piu’ nella sua discesa da una grandezza pari a quella di un mare si restringe in una gola (Porte di Ferro) per poi nuovamente fluire piu’ grande del mare stesso , tanto piu’ diventa impetuoso e profondo , cosi’ che anche questo particolare spiega l’ estrema difficolta’ per la costruzione del Ponte . L’altezza di ingegno di Traiano risulta evidente anche da questa impresa . Tuttavia ai nostri giorni il Ponte non offre alcuna utilita’ , poiche’ si ergono sul fiume senza alcuna funzione , i soli piloni , non offrendo cosi’ alcuna possibilita’ di transito , quasi che esistessero soltanto per mostrare che non vi e’ nulla che l’uomo non possa fare . Infatti Traiano temendo che l’Istro in qualche periodo dell’anno si potesse congelare e che quindi la guerra dovesse essere condotta dai Romani al di la’ di esso , fece costruire il ponte affinche’ il passaggio risultasse facilitato proprio grazie alla sua presenza . Ma Adriano temendo che per i barbari , una volta sgominate le guarnigioni a presidio del ponte , fosse molto facile passare in Mesia , fece rimuovere la sovrastruttura di quest’opera”

 

In base a quanto scrive Dione sembra improbabile che Marco Aurelio entrasse in territorio nemico tramite il Ponte di Traiano in quanto al suo tempo dovrebbero essere rimasti solo i piloni del Ponte , a meno che non lo restauro' , pero' tatticamente non sarebbe spiegabile sul perché avesse usato tale Ponte che avrebbe portato Marco Aurelio troppo a Sud rispetto al territorio dei Marcomanni i quali risiedevano in Germania , quindi forse il Ponte rappresentato nella moneta non e' quello di Traiano sul Danubio ma un altro gettato sul Reno .

Circa la moneta postata non mi pronuncio sulla autenticita' , pero' essendo di rarita' estrema , sarebbe stato utile sapere la provenienza .

post-39026-0-50483400-1450435684_thumb.j

Modificato da Legio II Italica
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Parere personale da foto ? una fusione :crazy:

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Due medaglioni di Marco Aurelio con la Profectio , partenza , e Adventus , arrivo o ritorno vittorioso , per e dalla campagna marcomanno germanica .

post-39026-0-62992100-1450448890_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ross14

Anche a me da l'idea di una fusione: bollicine, rilievi non netti e occhio di Marco non convincente.

Quei due crateri in corrispondenza della corona d'alloro sembrerebbero però 2 crateri originati da cancro del bronzo poi rimossso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ross14

Guardate anche il materiale che sembra colato a ore 11 in corrispondenza del bordo del rovescio: altro indizio di fusione.

Io non la comprerei.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Guardate anche il materiale che sembra colato a ore 11 in corrispondenza del bordo del rovescio: altro indizio di fusione.

Io non la comprerei.

 

Ciao @@Ross14 , quel cratere che citi e che ben si vede potrebbe essere come affermi una conseguenza di pulizia da cancro del bronzo , ma anche una bolla di fusione "esplosa" . Altro dubbio di autenticita' , e' il prezzo di partenza basso per una simile moneta , che se vera sarebbe un bel BB dal valore di qualche decina di migliaia di euro .

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gab86

moneta, secondo me, molto difficile da giudicare tramite foto...

avete guardato il catalogo d'asta da cui è tratto il sesterzio? ci sono altre monete che mostrano una patina molto simile... e altre con patina bruno scuro e marrone che hanno caratteristiche tipiche che si presentano nella "riverine patina"... magari non vuol dire niente, ma potrebbero anche far parte di un lotto proveniente da medesimo teseretto

Modificato da gab86

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

Anche per me moneta fusa e poi corrosa e ribulinata per confondere le acque...

Riguardo alle "riverine" patina di Acr invece. ..è meglio se non aggiungo altro.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×