Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
L. Licinio Lucullo

Denario con lupa e gemelli

Risposte migliori

L. Licinio Lucullo

Fotografia:

post-13865-0-78002900-1359534606_thumb.j

Modificato da L. Licinio Lucullo
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L. Licinio Lucullo

Nel 137 comparvero, per la prima volta, tipi che si distaccavano dalla tradizionale scelta iconografica, sulle monete RRC 234/1 e RRC 235/1. Ciò nonostante, anche i “nuovi” tipi richiamavano iconografie già apparse nella tradizione monetale della Repubblica: il giuramento dell’aureo RRC 28/1 e la lupa che all’atta i gemelli della diracma RRC 20/1.

La legenda a lungo è stata ritenuta parte dei tria nomina del monetiere; sembra ormai assodato che si riferisca al solo Faustolo, senza volontà di rivendicare una discendenza da lui. È invece indiscutibile la spiccata valenza celebrativa, forse in connesione con l’assedio di Numantia (134-133): la rappresentazione del mito ricorda il favore divino, dopo gli episodi di prigionia dei consoli e la disfatta di Mancino. Il tipo sembra avere anche un collegamento cercato dal monetiere con il generale Q. Pompeius. Il R/ è “un vero quadretto di genere ove l’unico elemento rigido è rappresentato dalla lupa la cui lunga coda svolge, nel quadro compositivo, la funzione di staccare e porre in secondo piano la figura del pastore, ammirato e perplesso. Il fico ruminale è rappresentato da un arido alberello che a stento ingentilisce la sua secchezza con la presenza di qualche uccellino […]. La vivacità della rappresentazione dei due pupi è sorprendente e risalta maggiormente per l’espressiva ferocia della belva […] trattata con semplicità ed immediatezza” (E. Bernareggi, Eventi e personaggi sul denario della repubblica romana, 1963)

La raffigurazione del bastone di Faustolo non è casuale: esso divenne il lituus, bastone augurale di Romolo, conservato e venerato fra le reliquie della Repubblica.

Modificato da L. Licinio Lucullo
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L. Licinio Lucullo

Questa emissione è molto importante, attestando una definitiva sedimentazione della leggenda dei gemelli.

Significativa la presenza del picchio, animale totemico, relitto della religione romana più arcaica (Carandini, "Remo e Romolo").

Modificato da L. Licinio Lucullo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L. Licinio Lucullo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×