Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
TIBERIVS

Il diavolo sulla navicella di San Pietro?

Risposte migliori

TIBERIVS
Vi posto l’ultimo acquisto:

fiorino di camera per Paolo III zecca di Roma Muntoni 4

D/ stemma ovale in cornice – (d) PAVLVS ● - ● III ● PO ● M ●

R/ il santo alla pesca su navicella - (d) SAN ● PETRVS ● ALMA ● ROMA :

I fiorini catalogati dal Muntoni al numero 3 e 4 al rovescio riportano la classica immagine di San Pietro nella navicella intento a tirare le reti, osservando bene la moneta, rispetto gli altri fiorini di camera ( Muntoni dal 5 all’ 11) , ho trovato un’immagine scolpita sulla prua abbastanza singolare, un viso con sembianze caprine, assimilabile all’aspetto che generalmente si da a quella del diavolo, ( da notare il pizzo e le corna ricurve ecc…), immagine che non si è più ripetuta su altre tipologie di fiorini di Paolo III.

E’ proprio vero che le monete più le guardi e più ti stupiscono


Buona giornata.

TIBERIVS

post-7073-0-77125200-1360484281_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TIBERIVS

L'avete visto? così si vede meglio!

post-7073-0-29821200-1360484537_thumb.jp

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bavastro

Premesso che non è il mio campo, la tua ipotesi potrebbe anche essere plausibile. In fondo anche il demonio è un pescatore di anime e quindi sembra lì pronto, a ghermire chi non entra nella rete. Siamo negli anni della Riforma e della Controriforma. I due personaggi forse rappresentano il momento storico che obbliga ad una scelta basilare?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Liutprand

Dopotutto le prue delle navi e delle barche, sin dall'antichità e per molto tempo, avevano una forma vagamente umanoide che si ispiravano a personaggi fantastici.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

attila650

L'immagine rappresentata da questo fiorino è assolutamwente eccezionale, Si ha un primo piano di san pietro in una posa plastica che rende il movimento e lo sforzo della pesca. La barca si può osservare il tutta la parte laterale in una immagine che è una sorta di "occhio di pesce" ante litteram.

non si può che rimanere a bocca aperta.

Complimenti per l'acquisto.

Alessandro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sixtus78

quasi inutile sottolineare la bellezza per conservazione del fiorino di Tiberius. tra l'altro i fiorini di papa Farnese sono piu' difficili da trovare e piu' rari rispetto agli scudi d'oro. sulla presenza della testa satanica mi trovo d'accordo con la spiegazione data da Liutprand. e' dunque una variante semplicemente non comune o molto rara ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eldorado

Alessandro Farnese, a cui dobbiamo la commissione di grandi capolavori - la sistina su tutti - era notoriamante appassionato di astrologia :blink: e aveva a corte anche dei maghi, da li all'esoterismo il passo è breve.

Si, d'accordo era un Papa, ma a quegli anni ne facevano di cotte e di crude..

Nel concilio di Trento tenutosi in quegli anni Martin Lutero affermò che il papato di Roma era fondato dal diavolo, quale simbologia migliore di una prua, quindi la direzione della barca di S.Pietro, rappresentata dal diavolo?

Insomma qualche coincidenza c'è, che l'incisore l'abbia fatto di proposito, per errore o indotto da qualcuno (Luterani a Roma ce n'erano...) chi lo sa... è fantastoria... o no? :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

odjob

Ciao Tiberivs

le foto non sono belle e fanno un danno alla moneta che è stupenda

Hai sicuramente fatto bene a segnalarci la figura della prua della barca

Chi studia monete pontificie potrebbe approfondire il discorso.

--Salutoni

-odjob

se vuoi perseverare con lo sfondo nero dovresti regolare la luminosità della digitale,oppure cambia sfondo ed usa il candore del bianco segno di purità evangelica

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

trovo anch'io le foto non a fuoco che difficilmente fanno apprezzare come si dovrebbe questo particolare.

Mi domando se qualche autore abbia notato e commentato questa eventuale particolarità che, tutto è possibile, ma credo difficilmente avrebbe potuto sfuggire agli alacri studiosi di monetazione pontificia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

Grazie per la segnalazione Anto.

Si e in stili diversi apparentemente.

Non sembrerebbe una variante cosi rara. Ma torno a bomba, è stata descritta (come tale) dai commentatori noti della serie papale (Serafini, Muntoni etc.)

Seconda domanda: trattandosi la navicella di Pietro di una rappresentazione abbastanza comune sulla monetazione pontificia anche altre emissioni presentano la caratteristica della polena demoniaca o è specifica alle incisioni di Paolo III (Leone Leoni )?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

miroita

@@numa numa

Nella zecca di Ancona (Innocenzo VIII, Alessandro VI) , e non vorrei sbagliare in tutte le zecche marchigiane, non ve n'è traccia.

http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-IVIIIA/1

http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-ALEVIA/1

Modificato da miroita

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

miroita
numa numa
Supporter

grazie per il pronto riscontro Miroita

è ben possibile che sia quindi una raffinatezza dell'incisore (Leoni ) ?

A maggior ragione se ne dovrebbe aver qualche traccia/mezione in letteratura..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

è ben possibile che sia quindi una raffinatezza dell'incisore (Leoni ) ?

Penso sia una logica deduzione, a prescindere che volesse avere un "significato nascosto".

Ciao, RCAMIL.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Littore

E se fosse una testa leonina, simbolo parlante dell'incisore?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

ho passato in rassegna diversi fiorini co Pietro e la navicella.

Solo in quelli di Paolo III compare la testa "leonina".

In particolare negli esemplari che portano il segno dello zecchiere Balducci (una specie di X) appaltatore della zecca di Roma nel 1539 .

Dovrei controllare se i fiorini battuti sotto il successivo zecchiere , Bartolomeo Bettini che subentro' al Balducci , accusato a torto di falso,

riportino anche loro la testa leonina. Anche Leone Leoni fu vittima della stessa accusa del Balducci e quindi perse anche lui il posto.

Il simbolo del Bettini è una G sormontata da una T. Controllando uno dei suoi fiorini si potrà facilemnete vedere se anch'essi riportino (o piu' probabilmente non riportino) la testa leonina nella navicella, confermando cosi l'ascrizione della particolarità di quest'ultima alla sola mano del Leoni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×