Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
francesco77

3 cavalli di Filippo IV: 1625 o 1628?

Risposte migliori

francesco77

Piccolo quesito: è un 3 cavalli del 1625 o 1628? Pannuti Riccio 113a o 114? A voi i commenti. Ah ........ dimenticavo: la massa è di grammi 1,60 ..... :help:

post-8333-0-41779600-1362246159_thumb.jp

post-8333-0-98183100-1362246169_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Layer1986

ciao francesco per me è un 8...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gaetano95

Anche per me è un 8 :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

Ma un 1628 con questa sigla non credo si sia mai visto.

Per me è un 5 [.....] se diamo retta alle sigle apposte sulle monete, nel 1628 era presenta in zecca come maestro, Michele Cavo (sigla MC);

Fabrizio Biblia sigla B (come in questo caso) oppure FB sulle monete inizia il suo periodo in zecca il 12 giugno del 1623 e termina la sua attività il 22 agosto del 1625.

La data 1628 per questa tipologia non è riportata dal Corpus e la moneta presente nel PR al n° 114 (dove gli autori fanno riferimento alla collezione Scacchi n° 1218) andrebbe verificata..............potrebbe darsi che essi si siano sbagliati.

Un saluto Pietro

Modificato da Rex Neap

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dareios it

bello l' 1 sotto sopra

Modificato da dareios it

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

[.....] non vi sembra strano che sotto la direzione del maestro di zecca Fabrizio Biblia (B) troviamo monete siglate fino al 1625 e nessuna moneta per tutte le tipologie coniate sotto Filippo IV con la data 1626-1627 e poi si vede comparire o meglio viene riportata (PR 114) l'unica moneta siglata B nel 1628;

Credo che ci sia stata una errata lettura della data infatti credo che sia proprio il carattere della cifra del 5 ad essere così........guardate questo nel nostro catalogo, la prima moneta dell'Artemide Asta.http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-FIV/6

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eracle62

Però, che fai Francesco ci segui...

Mi sento di avallare la tesi del buon Pietro, che attentamente data sempre attraverso le sigle, cosa esssenziale per il vicereame, dove le date latitano.

Ma inoltre vi è da considerare l'aspetto tecnico, ho siamo davanti alla classica rottura di conio ( che porterebbe il 5 a mutarsi in un fantomatico 8), altrimenti quando approntarono il conio di questo interessante e piacevole nominale, il punzone usato per comporre l'ultima cifra della unica data nota, e ciò il numero 5, era una lettera e cioè una S, già nota e consueta.

Meritevole per conservazione, un rovescio importante con rispettiva data nitida.

P.S. Attenzione alle ossidazioni presenti nel campo, questi tondelli sempre molto porosin sono particolarmente soggetti, consiglierei di cautelarsi per il futuro.

Eros

Eros

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×