Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Matteo91

Stateri Egina

Risposte migliori

Matteo91
Supporter

Ciao a tutti :)

Vorrei chiedere il vostro aiuto per avere un po' di chiarezza sulle diverse emissioni dello statere di Egina.

I testi a mia disposizione sono "Greek coins and their values Volume 1" e "Common Greek coins Vol I - The coinage of Athens, Corinth, Aegina, Boeotianleague, Alexander the Great, Achaean league and Lycian league" ma non sono comunque riuscito a risolvere i miei dubbi.

post-18657-0-66111300-1379344327_thumb.j

Le monete della foto mi sembrano 6 emissioni differenti. Nel "Common greek coins" leggo che l'emissione più antica dovrebbe essere quella con un'unica colonna di pallini.

Successivamente vennero aggiunti altri due pallini a lato della colonna principale ed in seguito il carapace della tartaruga sarebbe stato sempre più particolareggiato.

Le emissioni più recenti, invece, si differenzierebbero per le lettere ai lati della tartaruga e per i simboli nei quadrati incusi.

Ovviamente non mi ritrovo con le monete della foto :) Perchè la 1 e la 2 non presentano i pallini. Si tratta di semplice usura o di altre emissioni?

I sei periodi del libro sarebbero così suddivisi:

I. 700/550 a.C. (Moneta 3)

II. 550/480 a.C. (Moneta 4)

III. 480/456 a.C (Moneta 5)

IV. 456/431 a.C.

V. 404/300 a.C (Moneta 6)

VI. II e III secolo a.C.

E' una suddivisione ancora valida? Potreste aiutarmi a datare le diverse emissioni di questa moneta?

Grazie,

Matteo :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corzanopietro

caro "Matteo91"

noto che nessuno ti risponde, non è che sono un esperto di questa monetazione, però provo a scriverti qualcosa di relativo alle monete che hai postato.

gli allegati (SNGCop) danno le date ed altri riferimenti utili

mi auguro ti siano d'aiuto

post-32362-0-33783700-1379431881_thumb.j

i numeri (5,6,3)si riferiscono ai tuoi numeri e mi pare siano identiche alle tue.

queste sono tre monete a seguito seguono le altre tre

Ciao

Pietro

Modificato da corzanopietro
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corzanopietro

segue con altre tre monete che mi paiono uguali alle tue

post-32362-0-02187700-1379432112_thumb.j

sono le monete numero1,4,2, della tua numerazione.

(la n. 2 ho messo "forse" per il rovescio, perchè essendo molto consumata non si vedono bene gli incusi---

mentre ho qualche dubbio sulla n.1, per le zampe anteriori che non mi sembrano proprio uguali come posizionatura rispetto alla tua)

anche queste prelevate da (SNGCop)tranne la n. 2

penso che SNGCop sia abbastanza aggiornato

spero ti sia d'aiuto

Pietro

Modificato da corzanopietro
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Matteo91
Supporter

Grazie per il tuo interessamento Pietro :)

Mi sei stato di grande aiuto.

Credo che, più o meno, ci dovremmo essere. Mi ritrovo anche con quello che ho letto: si passa da una tartaruga semplice a tartarughe sempre più dettagliate.

L'unica moneta che crea un po' di problemi è la numero 2. Sembrerebbe essere stata coniata nello stesso periodo della numero 3, ma con stili un po' diversi.

Allego l'immagine in cui ho inserito anche le date:

post-18657-0-51015000-1379440135_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corzanopietro

Grazie per il tuo interessamento Pietro :)

Mi sei stato di grande aiuto.

Credo che, più o meno, ci dovremmo essere. Mi ritrovo anche con quello che ho letto: si passa da una tartaruga semplice a tartarughe sempre più dettagliate.

L'unica moneta che crea un po' di problemi è la numero 2. Sembrerebbe essere stata coniata nello stesso periodo della numero 3, ma con stili un po' diversi.

Allego l'immagine in cui ho inserito anche le date:

attachicon.gifStateri Egina con data.JPG

domani, cercherò ancora per la tua n. 2

chiassà che non trovi quella giusta

Ciao

Pietro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Matteo91
Supporter

Per completezza, aggiungo che nel periodo che va dal 431 al 404 a.C non furono coniate monete, come si può anche vedere dalla raccolta di immagini qui sopra. Questo perchè gli ateniesi invasero l'isola nel 456 ed esiliarono gli abitanti circa 25 anni dopo. Torneranno soltanto nel 404 e ripresero ad emettere moneta.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Matteo91
Supporter

domani, cercherò ancora per la tua n. 2

chiassà che non trovi quella giusta

Ciao

Pietro

Grazie Pietro :) per le monete con la tartaruga "liscia" leggo nei listini d'asta datazioni abbastanza variabili.

Mentre nell'asta 236 di Kunker, il lotto 539 (che corrisponde alla mia moneta numero 1) viene datato 550/500 a.C. Qualche anno prima rispetto quanto indichi il SNG. Però l'ordine cronologico delle emissioni dovrebbe essere quello indicato in foto :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corzanopietro

@@Matteo91

l'ordine cronologico è certamente quello da te postato in foto; io le ho postate nell'ordine come le ho trovate.(mettendoci le date dell SNGCop e altre)

l'allegato è quanto ho trovato che più si avvicina alla tua moneta n. 2 che è unita alle tre tartarughe lisce ti invio, assemblate nella scansione con la tua moneta n. 2.

A mio parere la moneta più vicina alla tua è quella che già ti ho inviato nel precedente di ieri delle 17,37 che è la SNGDel 1513.1-- (nella scansione è sparita la S-- leggi quindi SNGDel 1513.1)

l'ho vista nell'ottica delle figure geometriche degli incusi che più si avvicinano alla tua; come puoi vedere le date sono tutte prima del 500 a.C

post-32362-0-72329600-1379513876_thumb.j

al momento non ho trovato altro

saluti e salute

Pietro

Modificato da corzanopietro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

@@Matteo91

Vorrei chiedere il vostro aiuto per avere un po' di chiarezza sulle diverse emissioni dello statere di Egina.

Forse non hai più bisogno d’aiuto, ma poiché avevo raccolto alcuni dati su questo statere nella ricerca di monete greche con la raffigurazione di animali, te li metto a disposizione.

A quanto mi risulta, le tipologie della tartaruga nei periodi cronologici di emissione indicati sono i seguenti.

650-550 a. C. Tartaruga marina (Chelone caouana) con il guscio liscio nei primi stateri emessi (foto sopra) e poi con la fila di globetti in mezzo al dorso (foto sotto).

post-703-0-46857300-1379514551_thumb.jpg

post-703-0-48196000-1379514564_thumb.jpg

(segue)

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

(segue)

550-456 a. C. Tartaruga di mare con la fila di globetti sul dorso e un globetto supplementare su ogni lato.

post-703-0-56770900-1379514718_thumb.jpg

456-431 a. C.

Nel 456 a. C. Egina fu fatta tributaria ad Atene; e nel 431 a. C. gli abitanti furono espulsi in massa e l'isola fu occupata dai kleruchs ateniesi. Durante questo periodo di semi-indipendenza sembrerebbe che gli stateri non fossero stati emessi, ma solo dei trioboli sui quali compare la tartaruga di mare con la struttura del guscio affiancata da lettere.

431-404 a. C.

Durante questi ventisette anni di occupazione di Egina da parte degli Ateniesi non si compaiono monete coniate con i tipi di Egina.

(segue)

apollonia

Modificato da apollonia
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

(segue)

404-350 a. C. e oltre

Nel 404 a. C., dopo la grande sconfitta degli Ateniesi, Lisandro reintegrò quanto restava della popolazione di Egina nelle loro vecchie case, e sembra che da allora abbiano ripreso a coniare moneta. Per qualche inspiegabile ragione, però, la tartaruga di mare, il tipo di diritto di tutte le monete precedenti, venne allora sostituita dalla tartaruga di terra (Testudo Graeca) che compare in tutte le monete dopo il 404 a. C. con la struttura delle placche del guscio ben disegnata (foto sopra) ed eventualmente con delle lettere a lato (foto sotto).

post-703-0-03720700-1379514839_thumb.jpg

post-703-0-51603300-1379514849_thumb.jpg

apollonia

Modificato da apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Matteo91
Supporter

@@corzanopietro e @@apollonia grazie per gli ulteriori contributi :)

La datazione della seconda moneta potrebbe quindi essere anticipata al 525/500 a.C come risulta dalla 1588ff postata da Pietro.

Mentre la prima moneta (caratterizzata da un carapace quasi triangolare) potrebbe essere datata anche molto prima, come si evince dalle ricerche di Apollonia. Addirittura in testi un po' datati ho letto del 700 a.C! Mi sembra però un po' eccessivo. I cataloghi più recenti parlano del periodo 550/500 a.C.

Molto curiosa comunque la decisione di passare dalla tartaruga marina a quella terrestre...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Matteo91
Supporter

Senz'altro interessanti sono anche i ritrovamenti di questa moneta che ne attestano l'importanza a livello "internazionale" nei commerci.

Territorio Daunio - Foggia (1992).

Quinam - Albania (1991)

Taranto (1911) 623 km

Persepoli (1933) 2850 km

Asyut - Egitto (1968-69) 1400 km

Hollm - Albania (1991) 520 km

Selinunte (1985) 800 km

Auriol - Francia (1867) 1700 km

Persepolis Apadan

Cyclades

Mit Rahineh (Egypt)

Demanhur (Egypt)

Sakha (Egypt)

Matala (Crete)

South Anatolia

Isthmia Deposit

Questi sono alcuni dei ritrovamenti che ho potuto trovare con una rapida ricerca in Internet.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corzanopietro

@@corzanopietro e @@apollonia grazie per gli ulteriori contributi :)

La datazione della seconda moneta potrebbe quindi essere anticipata al 525/500 a.C come risulta dalla 1588ff postata da Pietro.

Mentre la prima moneta (caratterizzata da un carapace quasi triangolare) potrebbe essere datata anche molto prima, come si evince dalle ricerche di Apollonia. Addirittura in testi un po' datati ho letto del 700 a.C! Mi sembra però un po' eccessivo. I cataloghi più recenti parlano del periodo 550/500 a.C.

Molto curiosa comunque la decisione di passare dalla tartaruga marina a quella terrestre...

@@apollonia@@Matteo91

Il mio primo intervento era per abbinare le monete postate da "Matteo91" con riferimenti certi/rintracciabili di confronto.

Cosi ho pensato di inviare quelli attinenti alle sue monete.

Dando atto ad Apollonia circa le prime datazioni allego le seguenti scansioni a conferma delle date di conio,le più antiche che ho trovato, e, come doveva essere si riferiscono a tartarughe liscie .

caro Matteo, non è poi cosi eccessivo pensare a monete coniate dal 700 a.C-- vedi la prima sotto

post-32362-0-65706700-1379527933_thumb.j

Ciao

Pietro

PS: passo ad altro messaggio per questione di dimensioni del messaggio

Modificato da corzanopietro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corzanopietro

secondo messaggio

post-32362-0-89703700-1379528020_thumb.j

non ne allego altre perchè non ho trovato immagini molto diverse da quelle postate e la data più vecchia è quella della moneta Baldwin's Auction Ltd; cioè la prima postata nel precedente.

un caro saluto

Pietro

Modificato da corzanopietro
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Matteo91
Supporter

Grazie Pietro :) Anche queste imamgini mi saranno molto utili! Me le studio con calma cercando di capire come distinguere le monete più antiche da quelle più recenti. Pensavo che le differenze principali fossero nella tartaruga, ma è necessario concentrarsi anche sull'altro lato della moneta.

Ancora grazie :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

Pensavo che le differenze principali fossero nella tartaruga, ma è necessario concentrarsi anche sull'altro lato della moneta.

Alcune documentazioni delle tipologie del rovescio dello statere di Egina nelle varie emissioni.

650-600 a. C.

post-703-0-20206200-1379603856_thumb.jpg

Quadrato incuso diviso in comparti triangolari diritti di cui quattro o più profondamente scavati.

(segue)

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

600-550 a. C.

post-703-0-74134700-1379603981_thumb.jpg

Quadrato incuso tipo 'vele di mulino', spesso di forma irregolare.

(segue)

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

550-456 a. C.

post-703-0-98782500-1379604147_thumb.jpg

Quadrato incuso diviso da ampie fasce in un modello convenzionale a cinque scomparti.

Nel British Museum è conservato questo statere dello stesso periodo con la tartaruga di mare sul diritto come gli altri, ma un rovescio molto particolare.

post-703-0-22065300-1379604156_thumb.jpg

Quadrato incuso con all’interno un triskeles composto da tre gambe umane e una grande testa in centro.

Questo simbolo sembra sottolineare un'alleanza monetaria tra Egina e Fliunte.

(segue)

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

456-431 a. C.

Nel 456 a. C. Egina fu fatta tributaria ad Atene e nel 431 a. C. gli abitanti furono espulsi in massa e l'isola fu occupata dai coloni ateniesi. Sembra che in questo periodo di semi-indipendenza non fossero stati emessi stateri, mentre vi sono trioboli che possono essere assegnati all’epoca come quello in figura.

post-703-0-52449200-1379604300_thumb.jpg

Tartaruga di mare con la struttura del guscio; a sinistra una V rovesciata, a destra una A.

Quadrato incuso di tipo convenzionale con un crescent in un comparto.

431-404 a. C.

Durante questi ventisette anni di occupazione di Egina da parte degli Ateniesi non compaiono monete coniate con i tipi di Egina.

(segue)

apollonia

Modificato da apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

Dopo il 404 a. C.

Nel 404 a. C., dopo la sconfitta degli Ateniesi, la popolazione di Egina fu reintegrata nella vecchie abitazioni e la coniazione di monete fu ripresa. Tutte le monete coniate dopo il 404 a. C. raffigurano al diritto la tartaruga di terra con la struttura delle placche del guscio ben disegnata al posto della tartaruga di mare.

post-703-0-33061700-1379604419_thumb.jpg

Questa è una delle emissioni relativamente più recenti (350-338 a. C.), con le lettere A I aggiunte ai lati della tartaruga di terra con il guscio ben segmentato.

Nelle suddivisioni del grande quadrato incuso asimmetrico, i cui i tratti divisori sono di solito più sottili di quelli nelle monete più antiche, compaiono delle lettere e un delfino. Negli stateri del primo periodo (370-350 a. C.), le suddivisioni sono vuote.

apollonia

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Matteo91
Supporter

Grazie per avermi fornito le descrizioni delle varie tipologie di rovescio. Ora dovrei avere abbastanza materiale per provare a riconoscere le monete più antiche.

La moneta del British museum mi sembra di aver letto sia un unicum. Molto interessante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Matteo91
Supporter

Grazie per le immagini!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Matteo91
Supporter

Ho continuato a fare qualche ricerca, raccogliendo immagini relative ai diversi periodi di emissioni.

Mi sono imbattuto in questa interessante notizia: "...in the Bibliotheque Nationale, Paris, is a unique electrum stater, obv. Turtle, rev. Inc. square divided into two parts, weighing 207 grs..."

Qualcuno ha foto della moneta in questione? La pagina da cui ho preso la notizia è questa http://www.snible.org/coins/hn/aegina.html

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×