Jump to content
IGNORED

Oggetti non volanti ma non per questo identificati


Sorante

Recommended Posts

Carissimi...alle volte mi arrendo a quel che vedo e me ne sto in estatico silenzio...prima di chiedere il parere agli esperti :) :) :) Allego qui alcuni esempi di stemmi che contengono...non so cosa!!!

I primi due vengono dal cortile esterno del museo di Orvieto, il terzo da una lastra tombale murata appena dentro il duomo di Salò (BS) (più iscrizione)

Un caro saluto.

purtroppo nonostante io abbia ridimensionato le immagini, le stesse superano abbondantemente lo spazio consentito per cui posto con imageshack. grazie per la comprensione!

http://imageshack.us/photo/my-images/837/pfz4.jpg/

http://imageshack.us/photo/my-images/585/6fio.jpg/

http://imageshack.us/photo/my-images/191/udbq.jpg/

http://imageshack.us/photo/my-images/15/rt1k.jpg/

http://imageshack.us/photo/my-images/689/o9lv.jpg/

Link to post
Share on other sites

sandokan
Supporter

Il secondo potrebbe essere anche una zampa di animale artigliata, figura già vista in Araldica.

La prima e la seconda foto ritraggono lo stesso soggetto . è così ?

Nel secondo mi pare di vedere una stella in alto a sinistra, ma non risco a scorgere neppure la forma dello scudo.....

Edited by sandokan
Link to post
Share on other sites

Meh
Corbiniano

...al quale vorrei far seguire un tentativo di riflessione.

Credo anch'io, come gli amici Littore e Sandokan, che si tratti di un arto artigliato.

Gioco di parole che traduco in una blasonica branca strappata di leone.

:shok: :huh: :blink:

Sì, a prima vista sembra anche a me un :crazy: incubo notturno che incrocia una pinna di squalo con una zampa di gatto...

...ma dobbiamo tener presente che in molti stemmi toscani (quindi, non troppo lontani da Orvieto) le branche strappate di leone sono spesso rese con il "pelame" della parte strappata particolarmente vistoso ed esagerato.

E (a prima vista) difficilmente identificabile come tale.

Qualcosa di simile a questo, per capirci:

post-21504-0-02093400-1380316649_thumb.j

(stemma della famiglia Scarapucci, Archivio di Stato di Firenze, raccolta Ceramelli-Papiani, fascicolo n° 4292;

da: http://www.archiviodistato.firenze.it/ceramellipapiani2/index.php?page=Famiglia&id=6822)

E penso che l'esemplare orvietano abbia davvero a che fare con qualcosa del genere. :good:

Link to post
Share on other sites

Nel ringraziare come di consueto Magister Corbiniano, oso dire che in quello di Salò io intravvedo un destrocherio movente dal cantone sinistro della punta e tenente in mano qualcosa di verticale (freccia con impennaggio in punta di scudo? che trafigge boh... ). Poi mi pare di vedere delle fasce. E due stelle nel capo, che ragionevolmente dovevano essere tre e poste in cinta.Grazie a tutti e ...se avete altre idee ..;)

Link to post
Share on other sites

Pieve di Erbusco (BS), stemma dell'Ospedale MAggiore di Brescia. Che recherà mai la colomba tra le zampe? (e si blasonerebbe tenente tra le zampe un...? "artigliante" poco si confà al gentile uccelletto...:D). E l'oggetto in punta? E' una lettiga?!?!? Ho scovato medesimo emblema in una lastra tombale all'interno della Pieve.

Un caro saluto a tutti.

post-33900-0-37229000-1380643833_thumb.j

Link to post
Share on other sites

Meh
Corbiniano

No, caro Sorante, non è una lettiga.

É qualcosa di decisamente più scomodo.

Sono due ceppi.

Quelli che servivano a immobilizzare i prigionieri.

Qui ne vedi un altro esemplare, fissato alla propria catena:

post-21504-0-32273900-1380653907_thumb.j

La lapide è murata sulla via principale della città di Troia (FG).

Datata 1595, è inerente alla locale Confraternita di San Leonardo.

Due confrati, che indossano il mantello con cappuccio "integrale", pregano ai lati dei ceppi.

Link to post
Share on other sites

uh...stupendo! Cioè pur nella tragicità dell'emblema..stupendo come sempre fruire della tua competenza. PErchè veniva inserito un tale emblema in contesti di confraternite o ospedali? Un generico riferimento alla pietà verso i bisognosi? grazie!

Link to post
Share on other sites

sandokan
Supporter

Credo si riferisca al riscatto dei prigionieri, un'opera svolta oltre che dai familiari anche da Ordini e Confraternite religiose.

Nella Chiesa della Certosa di Bologna sono visibili le catene tolte ad alcuni prigionieri riscattati e liberati.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.