Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Gian2810

Pulitura monete "incrostate"

Risposte migliori

Gian2810

Ciao a tutti!

avrei bisogno di un parere esperto in quanto principiante in materia......

Avrei un paio di monete che hanno delle incrostazioni verdi pesanti ed in rilievo.

Direi che non si tratta di patina che in realtà è sotto.

Ho provato ad immergerle in acqua distillata e leggera spazzolatura ma assolutamente non si rimuove

Come posso fare?

Grazie mille

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fabione191

Ciao

dovresti inviare qualche foto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gian2810

Ciao

dovresti inviare qualche foto

Ok. Appena riesco (spero questa sera) le invio

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

foggiu

Ciao ti premetto che questo metodo vale solo per il rame e per monete che senza trattamento risultano illeggibili in quanto da collezionista la pulitura è sempre una mezza bestemmia. Comunque se sono davvero tanto incrostate, disperate, di ossido di rame, l'unico metodo per eliminarlo è immergendo la moneta in acido muriatico.

Prova prima per un minuto, poi tira fuori la moneta che dovrebbe fare una patina bianca, immergila in acqua per sciacquarla e poi con una paglietta per i piatti strofina. Il rame torna brillante ma poi tende a formare ancora ossido quindi devi essere certo i aver eliminato tutto l'ossido e poi eventualmente mettere la moneta sotto vuoto, comunque pulirla bene con uno strofinaccio. Probabilmente esistono prodotti che evitano il formarsi di nuova patina. Se con una sola immersione in acido non si elimina tutto l'ossido riprova. Fai comunque attenzione a non lasciarla troppo perchè l'acido attacca anche il metallo. Io faccio sta cosa solo con monete disperate, solo per riconoscerle e metterle in una collezione a parte che chiamo dei ruderi!!! Probabilmente qualche collezionista del sito griderà all'oltraggio alla decenza delle monete ma ti assicuro che il metodo funziona al 100 per cento , se sotto l'ossido c'è ancora qualche rilievo sicuramente lo porti alla luce.

importante stavo dimenticando... usa guanti e anche occhiali e stai attentissimo al contatto con la pelle, non mettere mai acqua nell'acido.

Modificato da foggiu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fabione191

Mi vene la pelle d'oca :shok: al sol pensare di immergere una delle mie monete nel acido muriatico e poi strofinarla con una paglietta, perché non con una mola da arrotino :spiteful: ?

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lindap

sarei curiosa di vedere il prima e il dopo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

domenico67

MURIATICO ??????

credo sia un refuso ... l'acido Muriatico fa schifo, e introduce il cancro del bronzo, quindi l'HCl va usato solo nei cessi (Pardon).

Inoltre non vi è nessun rischio a mettere l'acqua nell'acido perchè l'aumento di temperatura è modesto.

Ma l'HCl distrugge la moneta, non subito, la degrada nei mesi seguenti. Diverso è il discorso dell'Acido Solforico che è invece quello per le batterie ....

Ottimo per il rame, per il bronzo un po meno (attacca debolmente lo stagno e danneggia per immersione prolungata.

L' H2SO4 Acido Solforico per le batterie (soluzione al 25-60%) è PERICOLOSISSIMO per la persona.

Avidissimo di acqua carbonizza le sostanze organiche, e all' occorrenza distrugge i tessuti del corpo.

A contatto con l'acqua produce violenti surriscaldamenti che possono proiettare l'acido sull'operatore dando danni irreversibili.

Lasciate l'acido Solforico a chi prepara esplosivi, a chi lavora con i metalli e ai Chimici.

Un acido valido invece è il fosforico, diluito e noto come VIAKAL ....

POVERE MONETE

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fabione191

FOrtunatamente non sono appassionato di romane ne ho un paio ma per sfizio per mostrarle a qualche amico quando viene a casa, colleziono principalmente 800, e cerco quindi di trovare il meglio che si possa, se una moneta posso permettermela in buone condizione la compro altrimenti passo alla prossima, quindi non penso mi troverò mai a dover maneggiare acidi di qualunque genere, il massimo a cui sono arrivato e stato il bicarbonato con qualche goccia di limone per pulire alcuni punti ma anche li il cuore mi andava a mille, sarò patetico, ma so fatto cosi

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

pier67

MA NOOOOO!!!! ma quale acido muriatico, io spesso volentieri acquisto monete da pulire, le mie finanze mi permettono questo, ma anche perche a forza di prove e riprove per pulire monete, ed averne buttate parecchie, ho trovato un sistema che mi da parecchie soddisfazioni al tal punto che me le portano anche dei miei amici collezzionisti di rottami, ma anche perche mi intrippa tantissimo ricavare qualcosa da una forma inerte che non ti dice niente. questo sistema si chiama ACETO!!!! e se hai del tempo a disposizione non spatini neanche la moneta, credimi funziona veramente, certo solo su certe incrostazioni, specialmente su bronzo e rame. su questo pc non ho a disposizione le foto , ma sara mia premura postare foto su sesterzi romani portati ad un eccellente forma. ciao pier

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fabione191

MA NOOOOO!!!! ma quale acido muriatico, io spesso volentieri acquisto monete da pulire, le mie finanze mi permettono questo, ma anche perche a forza di prove e riprove per pulire monete, ed averne buttate parecchie, ho trovato un sistema che mi da parecchie soddisfazioni al tal punto che me le portano anche dei miei amici collezzionisti di rottami, ma anche perche mi intrippa tantissimo ricavare qualcosa da una forma inerte che non ti dice niente. questo sistema si chiama ACETO!!!! e se hai del tempo a disposizione non spatini neanche la moneta, credimi funziona veramente, certo solo su certe incrostazioni, specialmente su bronzo e rame. su questo pc non ho a disposizione le foto , ma sara mia premura postare foto su sesterzi romani portati ad un eccellente forma. ciao pier

Ma scusa ti sei letto il regolamento? Sai che in questo forum non e permesso parlare di monete di provenienza diciamo non accertata? Io se fossi in te farei attenzione a ciò dico non ti sentire sicuro perchè magari utilizzi un nick e alla registrazione hai dato una emal fittizia con tecniche, che non staro qui a spiegarti, in men che non si dica ti ritrovi con la finanza davanti la porta e poi vedi come ti puliscono con l' acido :D

Prendilo come un consiglio ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

domenico67

MA NOOOOO!!!! ma quale acido muriatico, io spesso volentieri acquisto monete da pulire, le mie finanze mi permettono questo, ma anche perche a forza di prove e riprove per pulire monete, ed averne buttate parecchie, ho trovato un sistema che mi da parecchie soddisfazioni al tal punto che me le portano anche dei miei amici collezzionisti di rottami, ma anche perche mi intrippa tantissimo ricavare qualcosa da una forma inerte che non ti dice niente. questo sistema si chiama ACETO!!!! e se hai del tempo a disposizione non spatini neanche la moneta, credimi funziona veramente, certo solo su certe incrostazioni, specialmente su bronzo e rame. su questo pc non ho a disposizione le foto , ma sara mia premura postare foto su sesterzi romani portati ad un eccellente forma. ciao pier

Ciao @@pier67 e @@fabione191 ,

Grazie per il consiglio sull'aceto, ma .... io non spatino nulla, perchè le monete che tratto io non hanno patina.

Sono titolare di un negozio e-commerce e tratto solo monete moderne, serie zecca e roba Spl/FDC.

Quindi niente patine, niente aceto o altro.

Purtuttavia Sono un ingegnere, ti ho detto quelle cose sull'acido facendo riferimanto alle mie conoscenze di chimica, e da quello che ho appreso gestendo la sicurezza in ambienti di lavoro anche artigianale.

Fai Attenzione con gli acidi, sono sostanze molto più pericolose di quanto dichiarato in etichetta.

Nell' ambito della sicurezza, solo un pazzo userebbe l'acido solforico.

Anche un genio acrobata pluriesperto può starnutire o cadere sull'acido e perdere i beni più preziosi, occhi e testicoli

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

pier67

Ma scusa ti sei letto il regolamento? Sai che in questo forum non e permesso parlare di monete di provenienza diciamo non accertata? Io se fossi in te farei attenzione a ciò dico non ti sentire sicuro perchè magari utilizzi un nick e alla registrazione hai dato una emal fittizia con tecniche, che non staro qui a spiegarti, in men che non si dica ti ritrovi con la finanza davanti la porta e poi vedi come ti puliscono con l' acido :D

Prendilo come un consiglio ciao.

ME LO SONO LETTO ECCOME. MA CHI TI A DETTO CHE LE MIE MONETE SONO DI ILLECITA PROVENIENZA, HO FORSE DETTO CHE LE COMPRO SOTTO BANCO? O CHE LE CERCO COL MD? NON MI SEMBRA , OPP MI STAI CONFONDENDO CON QUALCUN ALTRO,. SE NON LO SAI DEA MONETA VENDE MONETE A LOTTI , E IO SE PERMETTI MI CIMENTO A PULIRLE, O é ILLEGALE? HO TANTO DI FATTURE. ADESSO OGNI MONETA CHE POSTERO ALLEGHERO LA FATTURA, SPERANDO CHE TU DORMA SONNI TRANQUILLI. CIAO PIER

Modificato da pier67

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

pier67

Ciao @@pier67 e @@fabione191 ,

Grazie per il consiglio sull'aceto, ma .... io non spatino nulla, perchè le monete che tratto io non hanno patina.

Sono titolare di un negozio e-commerce e tratto solo monete moderne, serie zecca e roba Spl/FDC.

Quindi niente patine, niente aceto o altro.

Purtuttavia Sono un ingegnere, ti ho detto quelle cose sull'acido facendo riferimanto alle mie conoscenze di chimica, e da quello che ho appreso gestendo la sicurezza in ambienti di lavoro anche artigianale.

Fai Attenzione con gli acidi, sono sostanze molto più pericolose di quanto dichiarato in etichetta.

Nell' ambito della sicurezza, solo un pazzo userebbe l'acido solforico.

Anche un genio acrobata pluriesperto può starnutire o cadere sull'acido e perdere i beni più preziosi, occhi e te

Modificato da pier67

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Afranio_Burro

non mi sembra sia il caso di usare certi toni, specie nei confronti di chi fa delle osservazioni in modo pacato e sereno

piccola nota: l' acquisto di monete da pulire, anche se corredate da fatture, può essere comunque un rischio;

..specie se si parla di antiche (hai fatto riferimento a dei sesterzi pochi post più in alto)...

piccola nota, parte 2: le monete si possono pulire (anche se sarebbe meglio evitare...). ma "spatinarle" non significa rimuovere la sporcizia. "spatinare" significa rimuovere la patina, ovvero una componente della moneta stessa. in questo modo se ne decurta il valore, non solo economico ma anche storico, e si finisce per privarla di interesse collezionistico

Modificato da Afranio_Burro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

pier67

Ciao @@pier67 e @@fabione191 ,

Grazie per il consiglio sull'aceto, ma .... io non spatino nulla, perchè le monete che tratto io non hanno patina.

Sono titolare di un negozio e-commerce e tratto solo monete moderne, serie zecca e roba Spl/FDC.

Quindi niente patine, niente aceto o altro.

Purtuttavia Sono un ingegnere, ti ho detto quelle cose sull'acido facendo riferimanto alle mie conoscenze di chimica, e da quello che ho appreso gestendo la sicurezza in ambienti di lavoro anche artigianale.

Fai Attenzione con gli acidi, sono sostanze molto più pericolose di quanto dichiarato in etichetta.

Nell' ambito della sicurezza, solo un pazzo userebbe l'acido solforico.

Anche un genio acrobata pluriesperto può starnutire o cadere sull'acido e perdere i beni più preziosi, occhi e testicoli

il mio era un consiglio per GIAN 2810

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

pier67

non mi sembra sia il caso di usare certi toni, specie nei confronti di chi fa delle osservazioni in modo pacato e sereno

piccola nota: l' acquisto di monete da pulire, anche se corredate da fatture, può essere comunque un rischio;

..specie se si parla di antiche (hai fatto riferimento a dei sesterzi pochi post più in alto)...

piccola nota, parte 2: le monete si possono pulire (anche se sarebbe meglio evitare...). ma "spatinarle" non significa rimuovere la sporcizia. "spatinare" significa rimuovere la patina, ovvero una componente della moneta stessa. in questo modo se ne decurta il valore, non solo economico ma anche storico, e si finisce per privarla di interesse collezionistico

ciao. si sono al corrente di tutti i rischi che si incontrano con monete antiche, ma allora che dovrei fare? non mi sembrano dei pirla quelli di dea moneta, numismatica fiorentina, ecc..piu di avere una prova di acquisto di una casa d aste non saprei piu cosa fare, quello che intendevo che con l aceto e con cautela si riesce a togliere certe incrostazioni senza intaccare la patina. tutto qui. ps. prima ho letto male il post di domenico pensavo fosse riferito solo a me non avevo visto che la seconda parte era riferita a fabione, me ne scuso l ho rimosso subito

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fabione191

ME LO SONO LETTO ECCOME. MA CHI TI A DETTO CHE LE MIE MONETE SONO DI ILLECITA PROVENIENZA, HO FORSE DETTO CHE LE COMPRO SOTTO BANCO? O CHE LE CERCO COL MD? NON MI SEMBRA , OPP MI STAI CONFONDENDO CON QUALCUN ALTRO,. SE NON LO SAI DEA MONETA VENDE MONETE A LOTTI , E IO SE PERMETTI MI CIMENTO A PULIRLE, O é ILLEGALE? HO TANTO DI FATTURE. ADESSO OGNI MONETA CHE POSTERO ALLEGHERO LA FATTURA, SPERANDO CHE TU DORMA SONNI TRANQUILLI. CIAO PIER

Mio caro mi sà che otre il regolamento del forum. dovresti anche leggerti quello della netiquette.

Ora secondo il mio modesto parere dovresti anche collegare la mente con le tue dita in modo tale che ciò pensi venga anche scritto. Ti ti stari chiedendo se io con questa mia ultima frase non ti stia pigliando per scemo, non é cosi ma ti assicuro che ciò che hai scritto nel tuo primo post nulla a che fare con ciò che hai scritto nel tuo secondo.

Rileggiamolo:

MA NOOOOO!!!! ma quale acido muriatico, io spesso volentieri acquisto monete da pulire,

scrivi che aquisti moneta da pulire, quindi di dubbia ( non illecita come hai scritto tu, dubbia vuol dire che non si sà, mentre illecita che sicuramente sono monete da scavo ) provenienza

le mie finanze mi permettono questo, ma anche perche a forza di prove e riprove per pulire monete, ed averne buttate parecchie,

Ma scusa che collezionista sei che butta(!!!!) monete (mi viene quasi da piangere)

ho trovato un sistema che mi da parecchie soddisfazioni al tal punto che me le portano anche dei miei amici collezzionisti di rottami,

ecco tu dici i tuoi amici collezionisti di numismatica non una casa d'asta come dea moneta

ma anche perche mi intrippa tantissimo ricavare qualcosa da una forma inerte che non ti dice niente. questo sistema si chiama ACETO!!!! e se hai del tempo a disposizione non spatini neanche la moneta, credimi funziona veramente, certo solo su certe incrostazioni, specialmente su bronzo e rame. su questo pc non ho a disposizione le foto , ma sara mia premura postare foto su sesterzi romani portati ad un eccellente forma. ciao pier

​Ora converrai con me me se leggendo un post del genere si possa in qualche modo male interpretare ciò che si pensa, da qui il mio post, calmo pacati rispettoso e sicuramente educato, il mio, e il tuo?

Con questo ti saluto chiudendo questa discussione, e augurandoti un buon collegamento. :pleasantry:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

pier67

Mio caro mi sà che otre il regolamento del forum. dovresti anche leggerti quello della netiquette.

Ora secondo il mio modesto parere dovresti anche collegare la mente con le tue dita in modo tale che ciò pensi venga anche scritto. Ti ti stari chiedendo se io con questa mia ultima frase non ti stia pigliando per scemo, non é cosi ma ti assicuro che ciò che hai scritto nel tuo primo post nulla a che fare con ciò che hai scritto nel tuo secondo.

Rileggiamolo:

​Ora converrai con me me se leggendo un post del genere si possa in qualche modo male interpretare ciò che si pensa, da qui il mio post, calmo pacati rispettoso e sicuramente educato, il mio, e il tuo?

Con questo ti saluto chiudendo questa discussione, e augurandoti un buon collegamento. :pleasantry:

anche con la mente scollegata proverò a darle una risposta. non mi sembra di averle risposto in modo sgarbato e offensivo, se l ha creduto forse la mente scollegata ce l ha lei, con questa mia frase forse pensera che le stia dando dello scemo , ma mi creda non é cosi, anche la sua ultima risposta mi da l impressione di avere un altro carattere dalla prima, però adesso non ho tempo di farle lo spelling. credo però che su un fatto abbia ragione chiudiamola qui!! altrimenti dovremmo fare lo spelling su post come : come si pesca nelle ciotole ecc ecc. ma chiudiamola qui. con stima pier ( che sta per pierluigi che non é un nome di fantasia come tralaltro la mia imail)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cristy67

ciao a tutti, se non mi sgridate dico la mia. credo, anzi ne sono sicura a volte si va a cercare la pagliuzza e non si vede la trave che si ha nell occhio. mamma mia che pignoleria, ma é un forum di numismatica o un forum di cura contro la depressione? ESSUVVVIAAAA su con la vita che la NUMISMATICA é NA COSA BELLA ciao a tutti CRISTINA

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

centurioneamico

Ciao ti premetto che questo metodo vale solo per il rame e per monete che senza trattamento risultano illeggibili in quanto da collezionista la pulitura è sempre una mezza bestemmia. Comunque se sono davvero tanto incrostate, disperate, di ossido di rame, l'unico metodo per eliminarlo è immergendo la moneta in acido muriatico.

Prova prima per un minuto, poi tira fuori la moneta che dovrebbe fare una patina bianca, immergila in acqua per sciacquarla e poi con una paglietta per i piatti strofina. Il rame torna brillante ma poi tende a formare ancora ossido quindi devi essere certo i aver eliminato tutto l'ossido e poi eventualmente mettere la moneta sotto vuoto, comunque pulirla bene con uno strofinaccio. Probabilmente esistono prodotti che evitano il formarsi di nuova patina. Se con una sola immersione in acido non si elimina tutto l'ossido riprova. Fai comunque attenzione a non lasciarla troppo perchè l'acido attacca anche il metallo. Io faccio sta cosa solo con monete disperate, solo per riconoscerle e metterle in una collezione a parte che chiamo dei ruderi!!! Probabilmente qualche collezionista del sito griderà all'oltraggio alla decenza delle monete ma ti assicuro che il metodo funziona al 100 per cento , se sotto l'ossido c'è ancora qualche rilievo sicuramente lo porti alla luce.

importante stavo dimenticando... usa guanti e anche occhiali e stai attentissimo al contatto con la pelle, non mettere mai acqua nell'acido.

Ma non scherziamo, non è una ricetta adatta al restauro di un metallo antico, probabilmente fessurato e con patina almeno centenaria. Ci sono altri metodi (citati spesso sul forum) decisamente meno invasivi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ospite
Questa discussione è chiusa.
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×