Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
denis85

Tallero di convenzione

Salve,

ieri mi è arrivato tra le mani un Tallero di convenzione, quelle coniato negli anni '30, ma non riesco a capire a cosa serviva questa, se si può definire, moneta...

Saluti,

Denis L.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Denis85,

il tallero D'italia coniato per le popolazioni dell'Eritrea non fu da queste accettato bene. Così l'Italia stipulò un accordo con l'Austria per coniare la moneta cara a quelle popolazioni: un tallero di convenzione (quello coniato a Roma è riconoscibile dalla doppie piume in basso al rovescio.

http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta.php/W-ERV/1

Un salutone,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dunque sarebbe stato coniato per sostituire il Tallero d'Italia ?

Il mio non ha le penne, quindi è deducibile che sia austriaco...

Denis L.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

2 penne tallero coniato a Roma

1 penna tallero coniato a Vienna

Nel link indicato da Toto i particolari sono ben evidenziati dai cerchi rossi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche se è quello ausitriaco secondo me è sempre un bellissimo "monetone" da tenere in collezione.... ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dunque sarebbe stato coniato per sostituire il Tallero d'Italia ?

126775[/snapback]

Non esattamente. Questa moneta circolava in Africa Orientale già da tempo come unità di base per gli scambi commerciali (questa pratica di utilizzare monete straniere è stata comune per secoli in aree geopolitiche dove non esisteva un sistema monetario consolidato). Il Tallero d'Italia fu coniato per "fare concorrenza" al Tallero di Maria Teresa, anche a fini patriottici e propagandistici, ma fu un fallimento perchè mancava di alcuni particolari di conio che permettevano di valutarne facilmente il grado di usura (e quindi il valore, basato sul contenuto intrinseco di argento). La Zecca di Roma fu quindi costretta a stipulare una convenzione con la Zecca di Vienna per continuare in proprio la coniazione del Tallero di MT, che è un "riconio ufficiale", per così dire, ed è una moneta a tutti gli effetti anche se non rientra nel sistema monetario utilizzato dall'Italia all'epoca.

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

...fu un fallimento perchè mancava di alcuni particolari di conio che permettevano di valutarne facilmente il grado di usura (e quindi il valore, basato sul contenuto intrinseco di argento)...

127099[/snapback]

Uno di questi particolari, aggiungo per la cronaca, era la fermezza della spilla che si trova in basso a sinistra nella rappresentazione. Non ricordo dove, ma ho letto che gli indigeni per riconoscere la validità o meno della moneta strofinavano il pollice proprio su quel particolare...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Uno di questi particolari, aggiungo per la cronaca, era la fermezza della spilla che si trova in basso a sinistra nella rappresentazione. Non ricordo dove, ma ho letto che gli indigeni per riconoscere la validità o meno della moneta strofinavano il pollice proprio su quel particolare...

127116[/snapback]

Gigante pag 191

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie... è strano che riesca sempre a ricordare il contenuto e non la fonte... ma per fortuna ci siete voi! (Scusate l'OT)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?