Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
gallesimax

Moneta a me sconisciuta

In Argento peso 28 gr circa Diametro 40 mm

post-2719-1148766370_thumb.jpg

post-2719-1148766387_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Benvenuto gallesimax :)

La tua è una moneta etiope, di Menelik II ritratto al dritto, dovrebbero essere 5 birr anni 1887-1889 (aspettiamo qualcuno che sappia meglio interpretare le scritte) coniati nella zecca di Parigi (lettera A al rovescio).

ciao.

petronius B)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Penso sia 1 BIRR dell'anno etiope 1887, corrispondente al nostro 1895. Infatti solo in quell'anno (quello cioè della prima coniazione da 1 Birr di Menelik II) appare al rovescio la lettera "A" della zecca parigina.

Si tratta comunque di una moneta molto falsificata.

Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi sembrava una moneta africana dal leone "rasta" che stà dietro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

il leone rasta credo si chiami" leone di giuda"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Ciao. Per quanto ne so, nel Corno d'Africa - in quella che veniva chiamata Abissinia - la monetazione aveva qualche tratto singolare....

Certe monete d'argento, coniate in Europa, conobbero il gradimento delle popolazioni locali che le adottarono e se ne servirono a lungo, come i famosi talleri di Maria Teresa d'Austria, al punto che - quando l'Italia conquistò l'Etiopia - emise monete identiche ma con l'effigie di Vittorio Emanuele III,che però non incontrarono analogo favore.

In sostanza, alla popolazione interessava un dischetto d'argento, di cui conoscevano il peso, e che riconoscevano dal volto che recava impresso, anche se non era quello del loro Negus ma di una sovrana austriaca.

Diverso il discorso per la tua bella moneta, coniata in Europa ma con disegni e scritte etiopiche : ma non è raro che uno Stato proceda materialmente alla stampa o al conio di monete per altri Stati (Ricordo in particolare lire turche coniate dalla Zecca di Roma. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie per l'importante aiuto, credo si tratta pero di un falso ora comincio le ricerche per capire come mai il nonno lo custodiva...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?