Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
guregn

[AIUTO] Moneta romana

Cercando di catalogare le, ahimè, poche monete romane che possiedo ( per ora ;) ;) ) ho dei dubbi su questa moneta di Caracalla di cui riporto le caratteristiche:

MONETA: Denario

Anno:

D: IMP CAE M AVR ANT AVG P TR P II. Busto giovane laureato e drappeggiato a destra.

R: SPES PVBLICA. La Speranza avanza a sinistra, tiene un fiore e rialza la veste

Metallo: Argento

Peso: g. 3,50

Diametro mm.: 19,0

Contorno: liscio

Avrei identificato la moneta con la n. 600 del Cohen ma mi lascia perplessa la dizione del diritto in quanto il busto è, secondo me, anche corazzato (sulla spalla mi sembra di scorgere la spallina della corazza) come descritto per la n. 598.

Stante l'assoluta fiducia sul venditore (fornitore "quasi" ufficiale dei monetiani) mi chiedo se sono io che vedo particolari che non esistono oppure se mi trovo in presenza di un esemplare non contemplato dal Cohen.

Ringrazio anticipatamente chi vorrà chiarire i miei dubbi.

Diritto:

post-1317-1148841888_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

...ed ecco il rovescio:

post-1317-1148841972_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nessuno?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Considerato il particolare che hai messo in evidenza, il tuo denario potrebbe essere classificato come RIC IV [1] 341b (Zecca di Laodicea, 199 - Non comune): questo riferimento, infatti, rispetto a quello identico per legende e coniato dalla zecca di Roma, ovvero RIC IV [1] 28, che prevede il busto solo drappeggiato, presenta, oltre a questa possibilità (341a), anche quella con busto drappeggiato e corazzato (341b).

Allego una foto (tratta da CoinArchives) di quella che credo sia la tua moneta:

00720q00.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ti ringrazio per la segnalazione. Ci sei andato molto vicino ma penso che non sia la stessa moneta.

Infatti, nel d. le foglie di lauro della mia moneta vanno a lambire la legenda tra le lettere AN e T mentre in quella da te allegata vanno a lambire tra A e NT.

Inoltre, nel r. la crocchia ha, nella mia, una specie di spuntone che non c'è in quella da te indicata. Inoltre, il velo va a sfiorare la lettera S di Spes mentre nell'altra è molto più corto.

Che io abbia comperato un esemplare unico??? :P :P :P :lol: :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ti ringrazio per la segnalazione. Ci sei andato molto vicino ma penso che non sia la stessa moneta.

Infatti, nel d. le foglie di lauro della mia moneta vanno a lambire la legenda tra le lettere AN e T mentre in quella da te allegata vanno a lambire tra A e NT.

Inoltre, nel r. la crocchia ha, nella mia, una specie di spuntone che non c'è in quella da te indicata. Inoltre, il velo va a sfiorare la lettera S di Spes mentre nell'altra è molto più corto.

Che io abbia comperato un esemplare unico???  :P  :P  :P  :lol:  :lol:

127486[/snapback]

Ciao guregn,

partendo dalla tua considerazione le monete antiche sarebbero tutte o quasi uniche (ed in parte, questo è vero): quando parliamo di monetazione classica non possiamo utilizzare gli stessi canoni di giudizio che si adottano per quella moderna. É quasi impossibile osservare due monete antiche identiche fin nei più minimi particolari, a meno che esse non siano state battute dallo stesso conio (e ad ogni modo, subentra poi sempre la diversa conservazione e l'usura, o quant'altro, che la moneta ha subito nel tempo): non per questo, però, le due monete non possono essere associate al medesimo riferimento (RIC o Cohen che sia).

Ti allego un altro denario (sempre da CoinArchives) venduto con la stessa classificazione da me proposta e forse più simile alla tua moneta, specie al rovescio:

00577q00.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ti ringrazio per le delucidazioni e le informazioni che mi hai dato. Vedrò di farne tesoro per il futuro ( e di non fare più delle osservazioni ingenue) :) :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ti ringrazio per le delucidazioni e le informazioni che mi hai dato. Vedrò di farne tesoro per il futuro ( e di non fare più delle osservazioni ingenue)  :)  :)

127725[/snapback]

Di niente, figurati ;): la tua era una domanda comprensibile e naturale, specie per chi ha da poco ha iniziato a collezionare monete antiche; e, comunque, nessuna osservazione è ingenua, se, come hai detto tu, ne si fa tesoro per il futuro :)...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?