Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal

Sono iniziati i lavori di aggiornamento della piattaforma, potrebbero verificarsi problemi sia sul forum che nei cataloghi.

Sign in to follow this  
niccc

commodo

Recommended Posts

niccc

ciao a tutti volevo presentarvi questa moneta di commodo (quello si legge) presa a d un mercatino l'altro giorno. peso 13.8 g e diam 27mm. per la cronaca per noleggiarla a vita ho sborsato 30 euro, vi pare un prezzo onesto (così per farmi un po' le ossa...)grazie a tutti e ciao...

post-23345-0-14334700-1389115430_thumb.j

post-23345-0-58744700-1389115464_thumb.j

Share this post


Link to post
Share on other sites

legioprimigenia

ciao.

Sia ben inteso, parere del tutto personale, io non ce li avrei mai spesi 30 euro! Troppa differenza di usura tra dritto e rovescio!

Secondo i miei gusti del tutto personali è valutabile poco più di una decina di euro! Mi esprimo senza però valutare l'eventuale rarità della moneta, sia ben chiaro! Solo ad occhio e considerandola comune!

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

niccc

grazie legio, qualcuno mi sa dare qualche indicazione in più riguardo al tipo di moneta? per la zecca io leggo un "opre??" o qualcosa di simile, esiste? grazie ancora....

Share this post


Link to post
Share on other sites

teodato

RIC 513, C 153 Sestertius Obv: MCOMMODVSANTPFELIXAVGBRIT - Laureate head right.

Rev: PMTRPXIIIIMPVIIICOSVPP Exe: FORRED - Fortuna seated left, holding a rudder on a globe and cornucopia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

teodato

Potrebbe essere questo ma si legge veramente poco.

post-1966-0-94191500-1389202835_thumb.jp

Share this post


Link to post
Share on other sites

eliodoro
Supporter

Ciao a tutti,

la moneta postata non è leggerina per essere un sesterzio ( 13,8 g)?

Saluti Eliodoro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Princeps Senatus
Ciao a tutti,

la moneta postata non è leggerina per essere un sesterzio ( 13,8 g)?

Saluti Eliodoro

Concordo, i sesterzi non pesano 25/28 gr ?

Edited by Princeps Senatus

Share this post


Link to post
Share on other sites

vickydog
Supporter

Ce ne sono diversi di quella tipologia sotto i 20 gr http://www.acsearch.info/search.html?search=commodus+for+red&view_mode=1&en=1&de=1&fr=1&it=1&es=1&ol=1&sort=&c=&a=&l=#1 , uno ne ho trovato anche di 16 http://www.acsearch.info/record.html?id=641316 , ma 13,8 sembra un vero estremo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

niccc

grazie ragazzi, penso che sia proprio la moneta che mi avete indicato (dal poco che si vede). dalla foto qualcuno di voi "mostri" (in senso buono) riesce a capire che zecca sia?forse sul peso siamo un po' distanti però a vederla ne manca una buona parte... grazie ancora

Edited by niccc

Share this post


Link to post
Share on other sites

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

@@niccc: in queste monete non è indicata la zecca, che per tali bronzi è generalmente Roma. Quello che leggi all'esergo del rovescio è FOR RED, cioè FORTUNA REDUX: ossia la fortuna (il benessere ,l'abbondanza) ritorna, naturalmente per merito dell'imperatore e del suo buon governo. Le zecche cominciano ad essere indicate chiaramente in alcune monete del 3° secolo (Gallieno, Claudio il Gotico: ad es. M per Mediolanum), e poi in modo più preciso da Diocleziano in poi.

Quanto al tipo di moneta, penso che possa trattarsi di un asse.

Edited by gpittini

Share this post


Link to post
Share on other sites

niccc

grazie gpittini,ed io che pensavo fosse la zecca....come valore quante assi ci volevano per avere un sesterzio? scusa queste domande da iper principiante ma è quello che sono...e la scritta S C compare per lo più su assi e sesterzi giusto?

Share this post


Link to post
Share on other sites

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

Un sesterzio valeva 4 assi. La scritta SC compare su tutte le monete di bronzo imperiali (non sulle provinciali) da Augusto sino a Gallieno (diciamo, sino alla fine della coniazione dei sesterzi e loro frazioni).Significa "senatus consulto", cioè "per decisione del senato", in quanto la coniazione del bonzo era di competenza senatoria.

Share this post


Link to post
Share on other sites

niccc

grazie della risposta, davvero info utili...per sapere quanto valeva un sesterzio, nel senso cosa si poteva comprare o un legionario quanto guadagnava? così per curiosità.....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.