Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
ASGARD

Gettone da 75c "a consommer"

Risposte migliori

ASGARD

Appena arrivato e son già qui a chiedervi informazioni.

Sto riordinando tutte le mie monete, tra le quali ne ho parecchie lasciatemi da mio nonno, e tra queste ho trovato questo gettone, non ne so molto, e magari qualcuno mi può dare più informazioni.

ha un diametro di 19 mm e nel rombo sopra la cifra sono iscritte le letter "C H J"

Dovrebbe essere degli inizi del '900 se non sbaglio.

post-39606-0-36830900-1389896326_thumb.jpost-39606-0-52769900-1389896328_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Dovrebbe essere un gettone per le slot machines

http://multicollec.net/1-mo-h/1h49

apollonia

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ASGARD

Anche io credo lo sia , ma non ne ho trovato traccia. Nella pagina indicata se ne vede uno da 25 e il carattere è il medesimo, ma la forma no.

Dells sigla iscritta nel rombo qualcuno sa dirmi qualcosa? Io intanto continuo le ricerche.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

ha un diametro di 19 mm e nel rombo sopra la cifra sono iscritte le letter "C H J"

Dovrebbero essere le iniziali della ditta che produce i gettoni. Con quella J non vorrei ci fosse lo zampino della Johnson... Anche perchè lo scudo sul rovescio potrebbe essere quello di Milano.

Ma forse la mia è un'ipotesi fantasiosa.

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Corbiniano

...beh, se lo stemma è stato fatto in maniera "araldicamente :) sensata", le righette verticali del campo stanno a indicare il colore rosso, e la croce "senza righette" il metallo argento.

Quindi, se così fosse, lo stemma sarebbe di rosso, alla croce d'argento: ossia, il "negativo" di quello di Milano.

E quindi ancora, potrebbe essere (per esempio) lo stemma della Savoia.

Intesa come regione transalpina ---> se si trattasse della famiglia, dubito che lo stemma sarebbe stato lasciato privo di corona e di altri ornamenti esterni.

E ciò andrebbe d'accordo con la scritta (che mi pare francese) a consommer.

:good:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

...beh, se lo stemma è stato fatto in maniera "araldicamente :) sensata", le righette verticali del campo stanno a indicare il colore rosso, e la croce "senza righette" il metallo argento.

Quindi, se così fosse, lo stemma sarebbe di rosso, alla croce d'argento: ossia, il "negativo" di quello di Milano.

E quindi ancora, potrebbe essere (per esempio) lo stemma della Savoia.

Intesa come regione transalpina ---> se si trattasse della famiglia, dubito che lo stemma sarebbe stato lasciato privo di corona e di altri ornamenti esterni.

E ciò andrebbe d'accordo con la scritta (che mi pare francese) a consommer.

:good:

Anche perchè lo scudo sul rovescio potrebbe essere quello di Milano.

Come vedi, mi sono tutelato usando il condizionale. E infatti cade l'ipotesi milanese della Johnson in quanto lo stemma fa riferimento alla Francia e C H J potrebbero essere le iniziali della ditta francese produttrice del gettone.

Ho appreso che in araldica le righette verticali nel campo indicano il colore rosso e la croce 'liscia' il metallo argento. Chissà come si indicano gli altri colori e gli altri metalli.

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Corbiniano

... :good: così:

post-21504-0-94235800-1391457835_thumb.j

(da: V. Coronelli, Blasone veneto, Venezia s. ed., s.d. [inizi XVIII secolo] [ristampa Venezia, Filippi 1975], p. 57)

Le lineette verticali indicano il rosso.

Quelle orizzontali, l'azzurro.

Quelle "a reticolo" (orizzontali e verticali insieme), il nero.

Quelle oblique "a scendere" (nell'ultimo stemma Manolesso), il verde.

Le oblique "a salire" (le ha il "mostriciattolo" nello stemma Manin), il porpora.

I puntini, l'oro.

L'assenza di segni, l'argento.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

... :good: così:

attachicon.gifMalipiero+Manin+Manolesso-ABV057.jpg

(da: V. Coronelli, Blasone veneto, Venezia s. ed., s.d. [inizi XVIII secolo] [ristampa Venezia, Filippi 1975], p. 57)

Le lineette verticali indicano il rosso.

Quelle orizzontali, l'azzurro.

Quelle "a reticolo" (orizzontali e verticali insieme), il nero.

Quelle oblique "a scendere" (nell'ultimo stemma Manolesso), il verde.

Le oblique "a salire" (le ha il "mostriciattolo" nello stemma Manin), il porpora.

I puntini, l'oro.

L'assenza di segni, l'argento.

Interessante... Altri metalli non compaiono, ad es. il rame o il platino?

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Corbiniano

No, se non nei rarissimi casi in cui sono utilizzati per raffigurare oggetti nella loro tinta naturale (p.e., pentole di rame).

L'araldica anglofona conosce altri colori (aranciato, cannellato, ecc.) cui attribuisce proprie combinazioni di linee, ma sono eccezioni che nel "resto del mondo" araldico non si usano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ASGARD

Ho cercato una ipotetica ditta esistente o esistita corrispondente alla sigla CHJ senza successo, anche con riferimenti alla Johnson.
Altra cosa è che non trovo nulla riguardo a gettoni uguali a questo, simili, sempre da 75c, ma come questo no.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Il CH potrebbe stare per Confederazione Helvetica , cioe' la Svizzera , puo' essere di aiuto ? la Johnson e' una multinazionale di apparecchiature elettroniche per il controllo e regolazione dell' energia

Modificato da Legio II Italica

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Su questo gettone che serviva per un’audizione nella sala di Parigi all’indirizzo riportato sul rovescio dove si potevano ascoltare i brani più famosi incisi su disco, c’è sul rovescio un rombo con le iniziali CHJ.

post-703-0-92700500-1392913945_thumb.jpg

Il gettone è pubblicato (Hubert P. - Nesly B., Jetons d'audition - France et excolonies, p. 40, ACJM 2004) e qui potrebbero esserci informazioni sull’acronimo (verosimilmente della ditta parigina che l’ha coniato).

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Posso confermare che CHJ in cornice romboidale sono le iniziali dell'incisore che firma così i suoi gettoni come quello di audizione 'canzone di mezzanotte', quello d'apertura di questa discussione e questo di Pierre Bussoz, il principale produttore francese di macchine a gettone.

post-703-0-93631500-1393329173_thumb.jpg

Molti gettoni francesi sono firmati sia con le iniziali sia con il cognome e l'iniziale del nome dell'incisore. Però non so a chi corrispondano queste tre lettere nel rombo.

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×