Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Ramossen

cancro del bronzo?

Risposte migliori

Ramossen

Buongiorno a tutti, secondo voi questa macchia si tratta di cancro del bronzo, in caso sarà sufficente un quarantena in acqua distillata?

post-11238-0-71955100-1390050639_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Afranio_Burro

Ha un aspetto "sfarinoso"? Se si tratta di cancro, l' acqua distillata non fa nulla.. Occorre il benzotriazolo, una sostanza cancerogena che quindi -a parer mio- andrebbe usata con attenzione e solo se si sa ciò che si fa

Modificato da Afranio_Burro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cembruno5500
Supporter

il cancro del bronzo, tendenzialmente, và dal verde all' azzurro.

L' uso del benzotriazolo si può fare anche a casa, basta sapere usare il prodotto, consiglierei la soluzione alcolica tra il 4 e il 6%.

Alla fine và lavata con acqua deionizzata.

Altrimenti appoggiarsi a coloro che sanno usare il prodotto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mariov60

L'immagine, sfocata e con scarsa definizione, non aiuta a capire se sia o meno cancro del bronzo.

Normalmente il cancro del bronzo ha un aspetto polverulento e colore azzurro-verde; se è a vista, si può riuscire a rimuoverne porzioni significative anche con un semplice stecco; a volte se ne intuisce la presenza al di sotto di piccoli rigonfiamenti la cui porzione esterna risulta costituita da altri prodotti delle ossidazioni del rame (malachite, azzurrite, altri).

Come già detto da Cembruno, se si trattasse di cancro del bronzo, il bagno in acqua distillata avrebbe l'effetto.... "dell'acqua fresca". Attualmente l'unico rimedio disponibile è il benzotriazolo.

Questo prodotto deve essere utilizzato rispettando le buone prassi e le cautele indispensabili (sotto cappa o in zona ventilata, utilizzando guanti protettivi, evitando contatti diretti con la pelle, recipienti destinati a cibi e bevande, evitando di inalarlo).

Non è un prodotto letale "alla vista" ma è uno dei tanti materiali da manipolare con attenzione.

A tal proposito colgo l'occasione per far notare che numerosi prodotti d'uso comune possono essere pericolosi:

il diluente alla nitro, l'acquaragia, la trielina, la formaldeide sono cancerogeni e pericolosi per inalazione e per contatto;

l'acetone può avere azione mutagena e teratogena; senza parlare di benzene, benzina, e derivati vari, etc.etc.

Tutto questo per dire "attenzione,Attenzione, Attenzione" ma senza drammatizzare.

E se fra chi legge e/o scrive c'è anche qualc'uno che tiene una sigaretta fra le dita......bhe! :pleasantry:

Tornando all'oggetto della discussione...confermando quanto anticipato da Cembruno, ovvero soluzione al 4% - 6% in alcool etilico (a proposito anche l'alcool è un veleno...con tanto di dose letale). In alternativa o prima del bagno finale in acqua distillata, allo scopo di rimuovere eventuali tracce di benzotriazolo rimasto libero sulla superfice della moneta, io consiglio un passaggio in alcool etilico puro. Poi, dopo un periodo di osservazione (anche 2 o 3 mesi), si può procedere all'applicazione di paraloid o cera microcristallina, comunque utili a prevenire eventuali ripartenze di processi ossidativi.

Un saluto

Mario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ramossen

mi scuso per la qualità dell'immagine ma si tratta di un ingrandimento estremo di una foto a 800 ASA, grazie a tutti per le informazioni, ne terrò buon conto

Saluti

R

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×