Jump to content
IGNORED

"zecche locali"


Recommended Posts

  • Replies 110
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • picchio

    17

  • magdi

    11

  • scacchi

    10

  • miroita

    8

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Ora che si è formalizzata la nuova sezione di Venezia ed immagino la moneta veneta in generale possiamo finalmente dividere il forum in due. Le zecche importanti per interesse storico e collezionistic

Questo è il vero senso della Numismatica. Purtroppo non possiamo pensarla tutti allo stesso modo,troppo bello e come quasi sempre accade è la maggioranza a decidere e quasi sempre a torto ma è l'altra

Altri esemplari con coneo/cunei o pseudo e senza. da mcsearch.info Mi spiace avere interrotto la discussione in generale. Spero si riprenda presto

Posted Images

adolfos

Buonasera @@picchio

che meraviglioso esemplare ci ha mostrato!

Una delizia per gli occhi! Grazie!!

Chissà che significato ha la spina (o cuneo) nel quarto della croce :) .

Un caro saluto a tutti e grazie di nuovo

Link to post
Share on other sites

Ipnotizzato
favaldar

Questo è il vero senso della Numismatica. Purtroppo non possiamo pensarla tutti allo stesso modo,troppo bello e come quasi sempre accade è la maggioranza a decidere e quasi sempre a torto ma è l'altra faccia della democrazia e se vogliamo un Mondo giusto è l'unica strada,l'importante è non "cedere" . Che io deceda se recedo! Diceva un noto avventuriero.

Vorrei sapere in quanti sanno che in alcune zecche italiane sono state coniate monete in Cuoio,periodo medioevo più o meno? Comunque va bene cosi. :hi:

Link to post
Share on other sites

picchio

Buonasera @@picchio

che meraviglioso esemplare ci ha mostrato!

Una delizia per gli occhi! Grazie!!

Chissà che significato ha la spina (o cuneo) nel quarto della croce :) .

Un caro saluto a tutti e grazie di nuovo

Già ... Adolfos chissà che significato ha, deve essere una cosa da zecche locali perchè anche a 500 km di distanza le troviamo:

forse ci può aiutare a trovarne il significato.

Link to post
Share on other sites

picchio

urka che brutte monete 'ste zeccaccie minori... mi dica @@picchio ma che se ne fa di questi orrori ? Me le regali che mi offro a sopportare il fardello di tenerle :D

Ho il gusto dell'orrido ... che ci vuole fare Fra Crasellame le tengo solo per ricordarmi di stare lontano dalle zecche locali, senza storia e senza collegamenti interregionali. .... ma a Zena con spine e cunei come siete messi ?

Link to post
Share on other sites

fra crasellame

Ho il gusto dell'orrido ... che ci vuole fare Fra Crasellame le tengo solo per ricordarmi di stare lontano dalle zecche locali, senza storia e senza collegamenti interregionali. .... ma a Zena con spine e cunei come siete messi ?

Ne abbiamo a bulacchi

Link to post
Share on other sites

adolfos

@@picchio

Potrei fare solo ipotesi. Una potrebbe essere che il fine sia quello di indicare un determinato zecchiere o periodo di conio. L'altra a cui sono molto affezionato potrebbe specificare il valore della moneta in questo caso 12 denari se non vado errato. Forse banalità ma questo è quanto.

A Genova di spine ne hanno a quintali (in senso numismatico :)) e i nostri valentissimi amici genovesi potranno renderci edotti.

@@fra crasellame

guarda che mi metto in fila anche io :D

Attendiamo pareri più autorevoli

Link to post
Share on other sites

Utente.Anonimo3245

Il mio denaro genovese non ce l'ha :sorry: ...però lo adoro lo stesso...Giò

P.S.- i cunei li ho individuati, ma le spine quali sono?

post-6052-0-23784800-1391709747_thumb.jp

post-6052-0-99371400-1391709778_thumb.jp

Edited by giovanna
Link to post
Share on other sites

picchio

Quindi la spina viene utilizzata in più zecche locali, di differente area geografica (Genova, Milano, Cremona, Arezzo), sia all'interno per essere accantonata alla croce patente, si alla nella legenda. Il periodo di utilizzo di questo simbolo è ....

Link to post
Share on other sites

picchio

Non credo stia a identificare un conio o uno zecchiere, ma sarei più propenso a determinare un peso o un valore, forse in origine per poi passare ad essere un simbolo decorativo, sostituito con forme grafiche più aggrazziate (trifogli, globetti, crescenti) ad esempio.

Edited by picchio
Link to post
Share on other sites

dabbene

Che cosa posso dire caro Picchio ancora, onestamente mi ritrovo nella situazione di curatore di una sezione di " monete locali "...., non posso rinnegare me stesso, questo sarebbe troppo, rinnegherei quello che ho fatto, anzi visto che siamo nel medievale abbiamo fatto.

Mi sono espresso, anche fin troppo chiaramente, d'altronde chi è in questa sezione e ha seguito anche solo qualche discussione capisce l'approccio che è stato dato in questa sezione, ma che ho cercato di mantenere anche nel moderno, in questo momento stiamo parlando di un copricapo, un berretto, ma il berretto è " qualcosa che ovviamente va oltre ", spazia, parte da Milano arriva a Casale, i Savoia, la Francia, è un berretto che ci apre un universo monetario che poi ha tanti collegamenti.

Ma ricordo Messerano, amici del forum mi hanno spiegato che per capire Messerano bisogna andare fuori Messerano, Messerano è oltre Messerano.

Ricordo @@scacchi che saluto quando aprì proprio qui una discussione su una moneta che non capiva, non la identificava, moneta " ostica ", divenne quella che è ritengo la discussione più letta del forum, quasi 100.000 letture, 177 pagine per una moneta che non si capiva, il denaro di Lucca, qui c'è molto di noi....e gli amici sanno....

Parlando di Lucca, quasi mi emoziono, lì è rimasto il mio cuore, moneta locale anch'essa, però bravi maestri e maestre mi dissero subito, Mario non fermarti a Lucca, tu devi guardare sempre oltre quell'ambito, all'inizio capivo poco, ora devo ringraziarli, ringraziarle...

Ma anche Milano nella mia sezione si è comportata bene, raccoglie le maggiori adesioni per discussioni nel 2013, ma qui mi fermo...perché è inutile parlarne, si è fatta una scelta bisogna andare avanti, deve essere rispettata, tra l'altro auguro tutto il bene possibile alla sezione di Venezia come non potrei ? Due curatori amici, bravissimi, uno è il Cordusio e dietro c'è tutto quello che c'è in questa parola, l'altro è un alfiere e un difensore del nostro collezionismo con il quale mi trovo in perfetta sintonia su tutto il resto....

Sabato prossimo vorrei essere a Vicenza, in mezzo a tutti come sempre..., diamo anche una notizia c'è la presentazione del libro sul collezionismo numismatico italiano a cura dei NIP per il loro ventennale, avendo fatto una piccola particina penso sarò presente, dove c'è il collezionismo ci sono e ci sarò sempre e potete anche immaginare cosa ho scritto....ma ora termino, torno alle mie zecche, forse locali, tenendo sempre presenti gli insegnamenti che poi ricordo ho ricevuto da altri qui sul forum e di questo ne sarò sempre a grato a tutti....

Il forum è un po' casa mia cosa volete, e onestamente tutto questo mi addolora, perché va oltre il mio pensare, vedere la numismatica, per me sono giorni veramente tristi....ma io sono fatto così non c'è nulla da fare...vi seguirò comunque nel girovagare su queste zecche minori, questo è sicuro,

buona serata a Picchio col quale mi sento in sintonia e a tutti, la numismatica comunque deve unire e unirci....

Mario

Link to post
Share on other sites

fra crasellame

Il periodo... dipende dal tipo di spina... e dalla posizione...

ora posto una moneta misteriosa da prendere con le pinze... si conosce solo questa foto e non si sa dove sia né la sua provenienza.

Janin la pubblicò senza informazioni in merito... :(

acom09_2.jpg

Link to post
Share on other sites

Liutprand

Questo è il vero senso della Numismatica. Purtroppo non possiamo pensarla tutti allo stesso modo,troppo bello e come quasi sempre accade è la maggioranza a decidere e quasi sempre a torto ma è l'altra faccia della democrazia e se vogliamo un Mondo giusto è l'unica strada,l'importante è non "cedere" . Che io deceda se recedo! Diceva un noto avventuriero.

Vorrei sapere in quanti sanno che in alcune zecche italiane sono state coniate monete in Cuoio,periodo medioevo più o meno? Comunque va bene cosi. :hi:

Le monete in cuoio sono state "coniate"...io direi "impresse" in varie occasioni, soprattutto nel settore delle ossidionali, posto alcuni contributi:

De Luca, F., Monete di cuoio, in «Il Gazzettino Numismatico», 1973, n. 6, p. 97.

Gioppi Di Türckheim, L., Un capitolo della storia delle monete. Monete di cuoio, di piombo, ferro, ecc. in «Italia numismatica», 1950, n. 6, pp. 44-45; n. 10, pp. 69-71.

Dalla Corte, G., L’istoria di Verona nella quale non solo si contengono le cose pertinenti alla detta città….(Monete ossidionali in cuoio per Faenza del 1240). Verona 1594, vol. 1, pp. 416-417.

Traina, M., Monete di cuoio, in «Soldi», 10. 1969, pp. 13-17.

Link to post
Share on other sites

Ma come siete permalosi... :rolleyes:

Comunque se @@picchio ad ogni discussione diciamo ''particolare'' tira fuori monete di questo calibro, ne preparo subito un'altra... :D

Ho già spiegato in altra sede che lo scopo ha prevalso sulla lucidità di giudizio sia storico che numismatico. Scopo che aveva una sua logica che continuo a sostenere. Con alcune correzioni viste le giuste critiche.

Amo indistintamente varie zecche. Fra queste ci sono Aquileia, Trieste, Gorizia (Lienz), Latisana (una sola moneta), Vicenza, Verona, Padova, Treviso, Trento, Merano, Bressanone. Mantova, Ferrara, Cremona, Parma, Modena, Piacenza, Brescia, Bergamo, Como, Bologna ci sono pure. Roma, Milano e Ravenna poi sono qualcosa di più. Una delle mie passioni più forti è il basso impero e queste insieme ad Aquileia fanno parte di me. Poi Siracusa, Napoli, Roma e Ravenna perchè sono zecche Bizantine. Alcune perchè sono ostrogote. Infine Benevento, Lucca, Pavia, Castelseprio, Novate, Pombia, Brescia, Milano, Piacenza, Reggio, Treviso, Vercelli e Vicenza sono pezzi di cuore in quanto longobarde.

Con questo messaggio volevo solo dirVi che non Vi libererete di me... :pardon:

Arka

Link to post
Share on other sites

fra crasellame

Questo grosso (da 6 denari o mezzo soldo, ormai si può dire :) ) ha una spinetta ma soprattutto un ricciolo!

post-1677-0-99270200-1391715043_thumb.jp

O per meglio dire... grosso «da 6» tardo (1,39 gr, 20mm), tipo I.III.4 var., 1270 -1280.

Edited by fra crasellame
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.