Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
mmon

colpi e conservazioni

a parità di prezzo preferisco:   32 voti

  1. 1. a parità di prezzo preferisco:

    • una conservazione più alta, dei bei campi, ma colpi al contorno o frattura di conio
      8
    • una conservazione più alta, nessun colpo sul contorno, ma rilevanti graffi o colpi sui campi
      1
    • una conservazione più bassa, ma campi, bordo e contorno senza colpi o segni importanti
      18

Si prega di accedere o registrarsi per votare a questo sondaggio.

Propongo questo sondaggio, così potremo confrontarci sulle nostre preferenze (e paranoie :P :P )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eheheh, m'hai preso in parola, in realtà anche se nella discussione della lira 1905 ho dato un parere apparentemente certo, tutto dipende dall'occhiata che dà la moneta. Voglio dire, al di là della classificazione della conservazione, per me è molto importante il fatto che la moneta risulti piacevole alla mia vista. Questo per me è più facile che succeda su una moneta usurata ma senza colpi o segni importanti rispetto a una moneta con i rilievi intatti ma con colpi deturpanti. Ricordo ad esempio che tempo fa sul forum di ebay venen postato un 5 lire del cinquantenario con rilievi eccellenti, ma con un colpo pesantissimo sul bordo (il famoso martellata sul contorno altrimenti FDC :lol: ), io francamente a una moneta del genere preferisco un qBB con i suoi rilievi consumati ma con regolarità. Poi, è ovvio, non è una regola fissa. A me disturbano molto anche quei BB con i rilievi consumati più in certe zone che in altre... a queste monete con consumo irregolare posso preferire altre con qualche segno sui campi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questa discussione deriva da una conservazione che facevo tempo fa con un amico commerciante, che mi raccontava che negli USA si da scarsa importanza ai colpi e molta alla qualità dei campi. E' questo un fatto che avevo notato anche io nelle mie lunghe frequentazioni (spesso con acquisto) di ebay USA.

Preciso che, essendo un paranoico, vorrei delle monete ideali sotto tutti i punti di vista, e che i colpi danno fastidio anche a me, ma poichè dalla vita non si può avere tutto, e si devono fare delle scelte, mi sono accorto che, con il passare del tempo, mi danno meno fastidio i colpi (ovviamente non deturpanti) rispetto ai difetti nei campi. Mi starò americanizzando ? (spero di no :P :P :P ).

Ho recentemente acquistato una piastra di Murat da 12 Carlini, che ho postato su questo forum, che ha una notevole frattura di conio a tutto spessore. Prima di acquistarla ci ho pensato a lungo, ed ho avuto la promessa dal venditore che mi ridarà la stessa cifra in caso di acquisto futuro di un esemplare più bello. Ma adesso penso che non la cambierei volentieri: quella è la mia moneta, con frattura di conio annessa :) :) .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho votato la 3 opzione, è molto meglio vedere una moneta senza colpi a scapito della conservazione che una con segni evidenti...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho votato la terza opzione.

A prescindere che colpi e segni deturpanti abbassano la conservazione :P , preferisco una moneta usurata uniformemente poichè un colpo su un "FDC", p.es., è frutto, secondo me, di incuria nella conservazione o di un evento accidentale di natura eccezionale.

Se i rilievi sono consunti più o meno allo stesso modo, con in più la presenza di colpi e segni, dà l'idea (e non solo l'idea :) ) che la moneta ha circolato in maniera naturale e dal mio punto di vista la preferisco sia sentimentalmente che tecnicamente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi accorgo che questo sondaggio, ha una valenza un pò diversa, tra un collezionista di monete antiche, e uno di monete moderne.

Io ho votato la prima opzione...i bordi nelle monete antiche sono già irregolari al momento del conio, per questo preferisco una moneta con rilievi e disegni in buona conservazione, a scapito di colpi e degrado del bordo... :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi accorgo che questo sondaggio, ha una valenza un pò diversa, tra un collezionista di monete antiche, e uno di monete moderne.

Io ho votato la prima opzione...i bordi nelle monete antiche sono già irregolari al momento del conio, per questo preferisco una moneta con rilievi e disegni in buona conservazione, a scapito di colpi e degrado del bordo... :)

132884[/snapback]

Concordo :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve io ho votato per la terza opzione,in effetti si stanno delineando due pensieri diversi monete antiche e contemporanee io sono piu' propenso con le tesi di Paolino67 e heineken79...

anche se non e proprio una regola fissa dipende tanto da cosa mi trasmette la moneta ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche io ho votato la terza perchè non mi piacciono ne i colpi ne i graffi sulle monete.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho recentemente acquistato una piastra di Murat da 12 Carlini, che ho postato su questo forum, che ha una notevole frattura di conio a tutto spessore. Prima di acquistarla ci ho pensato a lungo, ed ho avuto la promessa dal venditore che mi ridarà la stessa cifra in caso di acquisto futuro di un esemplare più bello. Ma adesso penso che non la cambierei volentieri: quella è la mia moneta, con frattura di conio annessa  :)  :) .

132854[/snapback]

Ti dirò: verso le fratture di conio sono molto meno severo che verso i colpi. Voglio dire, esteticamente stanno male, ma dopotutto fanno parte della moneta, o no? Nel senso che mentre la moneta non nasce con i bordi massacrati (non sempre, almeno :rolleyes: ), le fratture di conio in certe monetazioni erano spesso congenite su una data percentuale del coniato. Anch'io ho acquistato proprio ieri su ebay un pezzo da 2 Reali di Carlo II° Gonzaga, con una bella frattura di conio che attraversa quasi mezza moneta. Ma siccome i rilievi sono piuttosto buoni (ben superiori a quelli della media delle monete della mia derelitta collezione gonzaghesca :D ), il tondello abbastanza tondeggiante e centrato, e non ci sono colpi e segni deturpanti, al momento di offrire non ho badato molto a quel veniale peccatuccio originale :rolleyes:

Speriamo solo che quando mi arriverà la moneta non si sia spezzata in due con le vibrazioni subite durante il viaggio :lol: :ph34r:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao

rispondo con i criteri di 4 anni fa quando ancora compravo piastre e scudi. adesso, con le monete antiche, questo tipo di considerazioni non hanno applicazione.

Io ho risposto 3 perché sono molto infastidito dai colpi, che ritenevo gravi mancanze della moneta. Tutte le volte che ho venduto qualcosa, il colpo al bordo mi è stato fatto notare pesantemente, mentre una usura uniforme , anche se più accentuata, salta meno all'occhio e, a mio avviso, risulta preferibile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Innanzitutto complimenti a mmon per l’interessantissimo sondaggio. :)

Dunque, la maggior pare dei collezionisti esperti direbbe che la 3a opzione sia quella più giusta.In effetti credo anch’io che questo punto di vista sia il più prudente.Cioè una moneta di conservazione inferiore con consumo regolare ma senza particolari problemi.

Proprio di questo argomento stavo parlando qualche tempo fa con il mio numismatico professionista di fiducia.La questione era come comportarsi e cosa scegliere nel caso di una collezione di monete pre unitari del periodo 1500-1800.Ovviamente per questo tipo di collezione, cercare il FDC è un utopia.Mi diceva che va bene “accontentarsi” di una conservazione SPL o anche BB, a patto che non ci siano colpi deturpanti, mancanze di metallo e peggio ancora fratture.

Detto questo, devo però ammettere che io ho un debole particolare per la pulizia dei campi.Sarei quindi disposto a scegliere una moneta con qualche piccolo colpetto sul bordo ma con i campi puliti a discapito di un’altra con un graffio che rovina il disegno. Penso che l’occhio viene disturbato di più da un graffio che da un colpetto (non deturpante) sul bordo.In fin dei conti, in una moneta si guardano più spesso le 2 facce e non il contorno. Comunque non prenderei mai una moneta con una frattura.Questo si che mi da molto fastidio. :(

Penso però che tutto questo discorso è puramente teorico.Non esistono regole precise sul come comportarsi davanti a certi difetti.Ogni moneta è una storia a parte e alla fine l’importante è questo:

La moneta deve essere piacevole.Non importa quale sia il difetto.Quello che conta è l’impatto che ha sul occhio. <_<

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Postando il sondaggio ho dato per scontato, senza dirlo, che si parlasse di monete moderne. Ringrazio pertanto gli amici che hanno precisato che non si può applicare alle monete antiche

Detto questo, devo però ammettere che io ho un debole particolare per la pulizia dei campi.Sarei quindi disposto a scegliere una moneta con qualche piccolo colpetto sul bordo ma con i campi puliti a discapito di un’altra con un graffio che rovina il disegno. Penso che l’occhio viene disturbato di più da un graffio che da un colpetto (non deturpante) sul bordo.In fin dei conti, in una moneta si guardano più spesso le 2 facce e non il contorno.

132965[/snapback]

E' esattamente il mio pensiero :)

Comunque non prenderei mai una moneta con una frattura.Questo si che mi da molto fastidio. :(

132965[/snapback]

Anche io la pensavo così, ma poi Murat ... i Carlini ... :D :D

Penso però che tutto questo discorso è puramente teorico.Non esistono regole precise sul come comportarsi davanti a certi difetti.Ogni moneta è una storia a parte e alla fine l’importante è questo:

La moneta deve essere piacevole.Non importa quale sia il difetto.Quello che conta è l’impatto che ha sul occhio.  <_<

132965[/snapback]

sono completamente d'accordo. Chi mi ha insegnato i primi rudimenti dell'informatica mi diceva "non prendere mai una moneta con un difetto che ti infastidisce. Alla fine non vedrai più la moneta, ma solo il difetto".

Questo sondaggio poteva essere impostato anche così: quale difetto mi infastidisce di più in una moneta?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ti dirò: verso le fratture di conio sono molto meno severo che verso i colpi. Voglio dire, esteticamente stanno male, ma dopotutto fanno parte della moneta, o no? Nel senso che mentre la moneta non nasce con i bordi massacrati (non sempre, almeno  :rolleyes: ), le fratture di conio in certe monetazioni erano spesso congenite su una data percentuale del coniato.

132935[/snapback]

E' proprio il ragionamento che ho fatto io comprando il 12 carlini

Speriamo solo che quando mi arriverà la moneta non si sia spezzata in due con le vibrazioni subite durante il viaggio  :lol:  :ph34r:

132935[/snapback]

Vedrai che non sarà così :D :) :) . Comunque facci sapere ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

anche io da profano vado per la terza opzione. i segni del tempo su una donna sono molto piu graziosi di una cicatrice sul volto di una ragazza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sinceramente non sapevo cosa era una frattura di conio ma da stasera leggendo il post di mmon sulla piastra da 12 carlini ho imparato una cosa in più... Grazie ;)

Comunque ho votato la terza sebbene è giusta anche la considerazione che fondamentale è che la moneta sia piacevole alla vista.

Ad es. la presenza della frattura nel caso della piastra in questione non è poi così deturpante... certo che la stessa cosa su una 500 Lire Caravelle... Bleah...

La seconda opzione invece per me è proprio da evitare.

Un saluto a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?