Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
Gicacci

Discussa autenticità, aiutatemi a capire!!

32 risposte in questa discussione
Salve a tutti,
questo denario di Augusto, mi è stato venduto come originale, aveva una patina nera che inconsapevolmente ho pulito con un liquido chimico: sorpresa................. sotto l'argento è emerso del rame!!!!
In seguito consultando dei cataloghi, anche la scritta sia nel fronte che nel retro è errata rispetto all'originale!
Sulla moneta invece di AEGVPTA c'è scritto AEGVPT, invece di COS VI c'è scritto COS VII; in oltre anche il busto di Augusto ed il coccodrillo sono diversi!
Da queste osservazione, senza ombra di dubbio si tratterebbe di un FALSO!!
PERO' l'usura, la patina, i residui di terra che erano presenti lasciavano pensare a tutt'altro!
Potrebbe trattarsi di un falso d'epoca nonostamte queste grossolani errori di riproduzione?
Oppure è uno squallido falso moderno?
Vi prego aiutatemi a capire.
Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, in base a quanto scrivi potrebbe trattarsi di un falso, comunque dovresti postare qui la foto della moneta, così possiamo identificarla con una certa sicurezza.
Fai una scansione e allega il file con la funzione che trovi sotto: "sfoglia" e "aggiungi questo allegato".
Ricorda che il file da allegare deve essere inferiore ai 100 K di dimensione.

Aspettiamo tue notizie :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusate signori,perdonate la mia ignoranza,ma come scannerizzate voi le monete?Usufruite dello scanner?Se così fosse,i raggi non potrebbero rovinare la moneta?


Ciao

giona4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non si tratta di raggi particolari, ma di una normale lampada al neon... nessun pericolo - quindi - per la moneta!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ecco il fronte!!!
Ci sono riuscito!!
Grazie per il consiglio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ed ecco il retro!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quasi certamente un falso moderno. cerca di fare una scansione mettendo a fuoco l'immagine, cosi' si potranno avere certezze.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ormai sapete tutti il mio rapporto coi falsi, ma... mi pare strano che chi falsifica un denario d' augusto, rarità R2, stia a lesinare su tre grammi d' argento...., oltretutto la scritta sul retro con un GY trasmutatosi quasi in SV trasformando AEGYPTO in AESVPTO...... ed il cos VII ?
Che sia un falso d' epoca ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come fare a migliorare la messa a fuoco con la scansione?Vi prego,un pò di pietà per un neofita dello scanner numismatico :)


Ciao


giona4


P.s Io non escluderei il falso d'epoca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

[quote name='Giango60' date='15 dicembre 2004, 22:07']Ormai sapete tutti il mio rapporto coi falsi, ma... mi pare strano che chi falsifica un denario d' augusto, rarità R2, stia a lesinare su tre grammi d' argento...., oltretutto la scritta sul retro con un GY trasmutatosi quasi in SV trasformando AEGYPTO in AESVPTO...... ed il cos VII ?
Che sia un falso d' epoca ?
[right][post="8158"]<{POST_SNAPBACK}>[/post][/right][/quote]
La tua osservazione non è errata ma partendo dal presupposto che è certamente un falso, direi che sia stato creato per fusione (vedi la porosità del metallo e i caratteri eccessivamente rotondi) e le fratture sui bordi nonchè l'irregolarità eccessiva del bordo stesso sono troppo precisi, i falsi d'epoca (dal 1500 al 1800) venivano fatti da veri e propri artisti che lavoravano sulla moneta come fosse una medaglia; spesso lavoravano molto di fantasia ma difficilmente riuscivano ad imitare un bordo in questo modo.
Potrebbe trattarsi di un falso relativamente vecchio (qualche decina di anni) creato da un falsario con nessuna cultura numismatica che ha tentato di imitare un denario malconcio ed illegibile o che semplicemente ha lavorato molto di fantasia; come potrebbe trattarsi di un normalissimo souvenir creato con questo intento e non per ingannare il suo possessore.

Ad ogni modo per una analisi più accurata è necessaria una scansione migliore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vi ringrazio per l'aito che mi state offrendo!
Al momento non ho nessuna altra foto a disposizione, ma sul web ho trovato questa foto di una moneta simile, che però sembrerebbe fatta interamente d'argento.GURDATELA!!!
La mia ha un peso di 1,6 grammi!
Domani spero di poter fornire foto con risoluzione maggiore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A proposito dei falsi moderni, anni fa durante un viaggio in Egitto tra le bancarelle per turisti ho acquistato un pacchettino di paccottiglia. All'interno del mio si trovavano alcuni scarabei di finto turchese e statuette finto antiche. In quello acquistato da mio cugino figurava anche una presunta moneta raffigurante un non meglio specificato imperatore romano...il tutto ricoperto da un'adeguata finta patina del tempo.
Ovvimaente erano delle patacche, anche perchè il costo totale dei due pacchetti (non vorrei sbagliarmi) ma non superava le trecento lire...
Non vorrei la moneta in questione facesse parte di un lotto simile... Anche se dalle immagini sembrerebbe un lavoro più accurato...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se il peso è di 1,6 grammi.... non è il peso del denario...... (a quanto mi risulta).
Dovrebbe essere o avvicinarsi a quello del quinario ma dal mio catalogo non mi risulta come tipologia...... occorrerebbe "sfogliare" il Cohen ma non ci sono riuscito..............
Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

[quote name='Giango60' date='16 dicembre 2004, 13:18']Se il peso è di 1,6 grammi.... non è il peso del denario...... (a quanto mi risulta).
Dovrebbe essere o avvicinarsi a quello del quinario ma dal mio catalogo non mi risulta come tipologia...... occorrerebbe "sfogliare" il Cohen ma non ci sono riuscito..............
Ciao
[right][post="8233"]<{POST_SNAPBACK}>[/post][/right][/quote]

Esatto il denario al tempo di Augusto misurava 19-21 mm e pesava 3,89g; il quinario 15-16mm per 1,94g, ma in questo caso la moneta in esame è quasi certamente un denario falso, tanto che comunque non è in argento ma solo placcata, come già Gigacci ci ha detto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

avendone una anche io simile, ti posso dire che si tratta di una moneta suberata o falso d'epoca romana,con il corpo in rame e la placcatura in argento.bisogna vedere se e' un denaro fatto appositamente dalla zecca(rarissima ipotesi) , o da comuni falsari,non credo che sia un falso moderno o un suberato moderno, per questa moneta il falsario non ci guadagnerebbe niente ,o farebbe il tutto in argento puro.
penso sia di epoca romana..
comunque prova a ridurre la scannerizzazione
e vedremo meglio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dubito fortemente che sia un falso d'epoca ... lo stato di conservazione della sfoglia di argento sarebbe molto diversa. sembra piuttosto una di quelle monete giocattolo fatte per non ingannare nessuno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se non si fosse parlato di patina ed incrostazioni asportate.....
Se non si trattasse di rivestimento in argento......
Dubito che per una moneta giocattolo si sia mai ricorso a suberazione.....
Non so che dire....
Dico ciao.....!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Di monete giocattolo suberate ce ne son a vagonate. Non si e' mai detto che il rivestimento e' d'argento e per una fouree il rivestimento salta, non si assottiglia. Poi una fouree che ha incrostazione, e' rigonfia con parti di argentatura andate via e non si ricopre solo di incrostazioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

...solo per precisare.
La moneta di Gicacci non è un falso denario.... e la cattiva riproduzione in metallo vile di un aureo di Augusto..... :D ... un misero getto....dove per ignoranza non ci si è preoccupati di rettificare il calco.... :D
Vedere a tal proposito il Cohen : Augusto n. 1, Vol. I, pag. 62.
Su questo aureo corrisponde il....COS VII....

....moneta per turisti ...... e niente più. :D

agrì

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giuste osservazioni Agrippa! ;)
Per quanto riguarda le patine e incrostazioni, bisogna sempre verificarne la natura, occorre vedere se erano artficiali.. per esempio avete mai visto cosa fa la candeggina sull'argento? Opss ho svelato un segreto... B)
Anche per me la moneta in questione è un souvenir :guitarist:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ecco le nuove scannerizzazioni!
Sono quasi sicuro che sia stata trovata nel terreno, perchè la persona che me l'ha data fa proprio questo per mestiere.........!
GUARDATE QUESTE SCANNERIZZAZIONI; SPERO CHE POSSANO FARE CHIAREZZA!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

come accennava centurione e' di certo un fuso; lo si nota anche dallo sfasamento fra le due facce della moneta, attaccatura venuta male.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Non è un falso antico.. si può affermare con il 99,99% di sicurezza.
Ciò è denunciato dalla costatazione che il rame sottostante è troppo ben conservato per essere stato duemila anni nella terra.... quantomeno avrebbe denunciato anche una minima ossidazione...basta vedere cosa emerge dai fourrè conservati nel terreno...
La colorazione nera che ci viene anticipata è stata artificialmente fatta con la esposizione alla ammoniaca...
agrì Modificato da agrippa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'argento che ricopre la parte in rame si è iniziata a consumare in modo rapidissimo, appena pulita la parte in rame non era visibile, dopo qualche giorno è iniziata ad apparire, mica sarà stata colpa del prodotto chimico troppo aggressivo che ho usato?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

certo gicacci, hai asportato involutamente l'argentatura, a me e' successo lo stesso mettendone una simile a contatto con dell'acido di batteria diluito, per rispondere al collega, e' chiaro che se l'argentatura e' rimasta intatta, il rame interno sia del colore del rame e non sia verde.non essendo stato a contatto con intemperie.
per quanto riguarda lo sfasamento tra le due faccie io non riesco a vederlo da una foto cosi piccola ,ci vorrebbe pureuna foto del bordo,lo stile mi sembra buono,bisognerebbe chiedere all'amico che la possiede se aveva dei residui di terra prima di ripulirla,
per me e' buona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?