Jump to content

Recommended Posts

salve, volevo sapere da voi qualche info su queste monete:

- 2 lire 1940 aquila

- 5 centesimi 1931 spiga

- 2 lire 1916 quadriga

- buono da 1 lira 1922

- 20 centesimi 1918 esagono

- 10 lire 1948

Che valore hanno oggi? e che funzione avevano i buoni?

inoltre non riesco a identificare una moneta e non riesco a postare l'immagine perchè troppo grande. Come faccio a ridurla?

grazie in anticipo!

Link to post
Share on other sites

sono monete comunissime. valgono poco anche in alta conservazione.

i buoni da 1 e 2 lire vennero usati negli anni '20 dopo la prima guerra mondiale. vennero usati in sostituzioni dei biglietti di stato da 1 e 2 lire

Link to post
Share on other sites

Se sono tutte spl valgono intorno ai 100 euro ma anche meno. Peró io penso che ció sia difficile. Piú probabile che siano bb o mb e quindi il loro valore complessivo si aggirerrbbe intorno ai 10 euro. Comunque senza foto è impossibile valutarne il valore

Link to post
Share on other sites

Grazie ragazzi, Appena posso metto qualche foto! Comunque non ho capito bene che funzione avevano sti buoni... cioè qual è la differenza tra il buono di ina lira e una moneta da ina lira? Era indifferente acquistare con l'uno o con l'altro?

Link to post
Share on other sites

Paolino67

Grazie ragazzi, Appena posso metto qualche foto! Comunque non ho capito bene che funzione avevano sti buoni... cioè qual è la differenza tra il buono di ina lira e una moneta da ina lira? Era indifferente acquistare con l'uno o con l'altro?

La dicitura "buono" stava ad indicare che in quegli anni (primo dopoguerra) anche la lira metallica (e non solo la cartamoneta) era diventata moneta fiduciaria. Fino alla prima guerra mondiale le monete da 1, 2 e 5 lire erano in argento e valevano l'intrinseco di argento contenuto, dopo la guerra ogni legame col valore del metallo sparisce definitivamente e le monete vengono coniate in metalli non nobili (come il nichelio di cui sono composti questi buoni), o al massimo di argento con percentuali di fino ben minori rispetto al valore legale della moneta (ad esempio i 5 lire aquilotti). Anche in altri paesi europei (esempio Francia) esistono monete di questo periodo con la dicitura buono, per gli stessi identici motivi.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.