Jump to content
IGNORED

GIULIO DI FRANCESCO DE' MEDICI


Recommended Posts

magellano83

può esserci una differenza di quasi 2 grammi su questa moneta??

dovrebbe pesare circa 3 grammi mentre il venditore mi ha confermato che ne pesa 5...mi sembra una differenza molto anomala...il diametro è 27 mm

post-26969-0-85791600-1397639041_thumb.j

post-26969-0-91502800-1397639059_thumb.j

Link to post
Share on other sites

Parpajola

Guardandola il primo pensiero che ho avuto: falsa.

Sicuramente mi sbaglio perchè non conosco questa monetazione, però il colore l' aspetto del metallo sembra sia fusa.

Certo che 2 gr. in più è tantissimo.

Ripeto è il mio parere d' instinto.

Link to post
Share on other sites

magellano83

anche io la prima impressione che ho avuto dalla foto è stata falsa...però il venditore mi ha detto che è sicuramente in argento ed è patinata quindi che senso ha fare un falso con quasi il doppio di metallo prezioso?

e nell'ipotesi che invece fosse realmente un falso, a prescindere se in argento o meno, avrebbe più o meno interesse rispetto alla moneta originale?Lo chiedo perché su monetazioni particolari ho visto falsi d'epoca che raggiungevano cifre superiori rispetto anche alla stessa moneta originale...

Link to post
Share on other sites

dabbene

Mah, il MIR riporta un peso da 2,82 a 2,97 gr., queste monete ci hanno abituato a discordanze in molti casi rispetto ai dati riportati sui cataloghi, ma qui siamo a di più del 50%, anomalo come minimo anche senza entrare nel dettaglio specifico.

I falsi indubbiamente attirano molti, conosco uno che se gli dicono che è buona quasi si mette a piangere :blum:, però almeno in quelle di Milano costano meno normalmente, anche perché comunque si entra in un fenomeno di nicchia, interessante, ma sempre particolare.

Link to post
Share on other sites

magellano83

@@cippiri76 non mi sembra la solita moneta di inasta… alcuni dettagli sono piu nitidi e diversi… magari però è un falso anche questa… ma il peso? Ha poco senso fare un falso in argento con peso maggiore dell'originale…

Link to post
Share on other sites

Parpajola

@@magellano83 ma sei proprio sicuro che sia argento?, come giustamente dici Tu per il falsario non c' era convenienza a falsificare una moneta usando argento e per lo più con peso maggiore dell' originale.

Metti anche che sia una moneta originale, difficile trovarne una che pesi quasi il doppio a meno di un errore in fase di preparazione dei tondelli oppure, come nelle monete di Milano di epoca sforzesca ci sono i doppi, tripli testoni in argento.

Nei documenti/testi per questa moneta sono note e catalogate monete dal peso doppio?

I falsi io li colleziono perchè fanno parte comunque della storia, del periodo e della gente che utilizzava il denaro quotidianamente.

Link to post
Share on other sites

magellano83

@@Parpajola il falso di inasta segnalato da cippirì è in argento ad esempio…

Sulla monetazione toscana di francesco de'medici non sono catalogate monete dal peso doppio…almeno non nei testi che ho, non c'è un doppio giulio per intenderci…

Link to post
Share on other sites

Parpajola

Per me il falso di Inasta non è in argento, guarda nei punti di contatto 1 palla e volute dello stemma, parte centrale delle due figure e le lettere a dx FRANC il colore è diverso, come la mancanza di argentatura.

Edited by Parpajola
Link to post
Share on other sites

magellano83

nel caso fosse buona è pur sempre una moneta R3 quindi non è che si vede tutti i giorni...sulle conservazioni di talune monete bisogna anche accontentarsi a volte....primo perchè non è scontato che si trovino migliori secondo perchè nel caso si trovasse in alta conservazione o si ha un portafoglio bello gonfio (che non è il mio caso purtroppo) oppure si lascia dov'è ugualmente...

io se fossi sicuro dell'autenticità la prenderei tranquillamente e non sfigurerebbe assolutamente in collezione...anzi...

Link to post
Share on other sites

magellano83

@@Parpajola hai ragione però non avendola in mano mi fido della valutazione di Inasta...in ogni caso il peso dichiarato è 3,84 gr quindi più o meno in linea con l'originale...magari è in argento più povero ma se fosse in mistura e poi argentata il peso sarebbe inferiore....

tornando alla moneta postata cercherò di avere foto migliori per capire meglio se è un falso...anche se in ogni caso sarebbe da avere in mano...

Link to post
Share on other sites

r3 in quella conservazione ne trovi quante te ne pare..ti do un consiglio prendi monete di qualità che quelle in bassa conservazione a meno che non siano r5 o r6 non le rivenderaì mai!

spero che tu ti fidi della mia opinione..io colleziono solo i medici.

poi se la vuoi prendere per sostituirla un giorno con una migliore fai pure.

(non ti consiglio di prenderla per la porosità del metallo)

saluti

fofo

Link to post
Share on other sites

magellano83

@@fofo io non compro monete per rivenderle...le compro perchè sono un'appassionato per cui una moneta R3 la compro anche sul BB se mi piace e se c'è il prezzo soprattutto perchè non sono sicuro che si trovino facilmente talune monete...anche se in bassa conservazione...non sono ossessionato come tanti dalla ricerca della moneta perfetta...io se una moneta è molto rara la compro anche forata (come avrai visto nell'altra discussione del mezzo giulio), detto questo sono daccordo con te che è meglio prendere monete di qualità ma si devono valutare anche altri aspetti e non meno importanti...il primo tra questi la disponibilità economica...senza lilleri non si lallera si dice dalle mia parti.... ;)

Link to post
Share on other sites

cippiri76

@@cippiri76 non mi sembra la solita moneta di inasta… alcuni dettagli sono piu nitidi e diversi… magari però è un falso anche questa… ma il peso? Ha poco senso fare un falso in argento con peso maggiore dell'originale…

... per il peso direi che non è proprio compatibile con l'originale e strano anche per un falso

spulciando un po' di cataloghi ho trovato solo due passaggi di questa moneta:

Artemide 5E del 19/12/10 BB peso 2,88 grammi

Crippa autunno 2013 qbb/mb 2,96 grammi

comunque tornando sul confronto con quella di Inasta, in effetti non volevo dire che fosse la stessa moneta ma che ha delle somiglianze che mi fanno drizzare le antenne.

Ad esempio i segni ad ore 9 del rovescio, quelli che sembrano delle palline, sono presenti in entrambi ma non ci sono, ad esempio, nelle due monete di Artemide e Crippa, e questo vuol dire tutto e niente....

Poi guardando i due esemplari sicuramente autentici, l'impressione personale è che l'usura della circolazione si comporti in maniera differente su questi rispetto alle altre due monete. Come dire... mi sembra che negli autentici la circolazione "spiani" i dettagli mentre nelle altre due questi siano anche più confusi. Non so quanto mi son spiegato...

Insomma, certezze non ne ho ma è strano che a distanza di poco tempo arrivino due monete così sul mercato e siccome la mamma dei falsari e sempre incinta adesso inizio a guardare questa tipologia con gli occhi ben aperti.. così come facciamo per le piastre di Cosimo III o certi francesconi...

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.