Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
acraf

KAMPANOS: didramma inedito?

Risposte migliori

acraf

Colgo l'occasione della prossima asta Artemide 40, lotto n. 11, per segnalare un didramma a nome dei Campani che risulta tratto da conii sconosciuti sia al Rutter sia a me in un mio studio su questa zecca.

La moneta è piuttosto sgradevole e specialmente la scritta mi sembra molto particolare e poco consona agli altri conii noti per il rovescio. Poi manca il simbolo.

Una moneta molto strana e gradirei il vostro giudizio….

post-7204-0-65718400-1398811732_thumb.jppost-7204-0-05552000-1398811748_thumb.jp

Chi ha voglia di consultare il mio studio sulla monetazione di Kampanos, allego la versione pdf.

Campana 2010 Kampanos di Campania.pdf

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cid1jazz

I coni dell'esemplare in asta sono ben noti, tale esemplare lega il tipo con testa di ninfa a quello con l'Atena, il reverso lo troviamo nell'esemplare Ninfa /toro rinv. del tesoretto di frasso telesino, vedi mio catalogo n°1, ed il dritto dallo stesso catalogo esemplare n°4, quindi niente di strano,,,,

E il secondo esemplare noto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Ringrazio Luigi per l’osservazione.

Il suo lavoro a cui si riferisce è:

https://www.academia.edu/4752238/Luigi_Graziano_CAMPANIAE_NUMMIS_-_Campani

Quindi il pezzo di Artemide sarebbe una sorta di ibrido, segnando il passaggio dal gruppo con la testa di ninfa a quello con testa di Atena, che sono vicini anche cronologicamente.

Si tratta quindi di una informazione molto importante anche dal punto di vista scientifico.

Solo che purtroppo non corrisponde alla verità

Prendiamo l’esemplare con testa di ninfa, il tuo 01, che infatti proviene dal ripostiglio di Frasso Telesino, che è depositato nel museo di Napoli (la foto si rintraccia solo nelle brutte tavole del Rutter). Sostieni che il suo conio del rovescio è lo stesso del pezzo di Artemide:

post-7204-0-24157200-1398872028_thumb.jppost-7204-0-53899700-1398872042_thumb.jp

Allo stesso gruppo con la testa di ninfa appartengono anche conii simili (identici al tuo 02) e l’esemplare è quello di Parigi SNG 391 (= Luynes 162):

post-7204-0-34531500-1398872069_thumb.jppost-7204-0-65678100-1398872084_thumb.jp

Si vede chiaramente che in ambedue i conii del rovescio di questo gruppo si hanno le finali lettere O∑ sopra la testa del toro androprosopo, che invece MANCANO nel pezzo di Artemide. La stessa grafia delle altre lettere appare diversa.

Ora vediamo invece l’esemplare con testa di Atena, che è lo stesso conio del tuo 04, di migliore conservazione (da Parigi SNG 388):

post-7204-0-03580300-1398872103_thumb.jppost-7204-0-20069100-1398872122_thumb.jp

troviamo una certa affinità stilistica a livello del diritto, ma il conio NON è lo stesso (basta osservare la disposizione della corona di olivo):

post-7204-0-63016100-1398872136_thumb.jp

Senza voler fare polemiche, non comprendo la tua affermazione che è una combinazione di conii già nota e che addirittura il pezzo Artemide è il secondo esemplare noto…... (non c’entra niente il ripostiglio di Frasso Telesino).

E siamo al punto di partenza…..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cid1jazz

Comincio a dire che non c'è nessuna polemica in atto, visto che questa parola si tira dentro un po' troppo spesso, cercavo solo di fornirti qualche indicazione in più nient'altro.

Qualcuno si starà chiedendo se non sono impazzioto o comincio a sclerare, beh ringraziando Dio sto bene...

So bene che i coni sono simili e non gli stessi, i numeri delle foto del mio catalogo li ho dati per riferimento, altrimenti avrei scritto i numeri di conii presi direttamente dal Rutter., ma come hai letto nel post precedente, esiste un altro esemplare, tale non è simile, attenzione, ma ha i medesimi conii delle foto indicate

Non pretendo che lo si debba conoscere per forza, ci mancherebbe, ma cio non vuol dire che non debba conoscerlo nessuno.

Questo ci permette di trattare i due esemplari come serie a se stante e fornisce indicazioni di passaggio dal primo al secondo gruppo.

Saluti e buona continuazione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cid1jazz

Dimenticavo, la prima serie non reca il sigma finale nell'etnico ne simboli, ed ha la coda del toro cadente non arrotolata all'insù.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Ho letto con piacere questa discussione su una monetazione che conosco poco. L'esemplare Artemide è molto sofferto. Bisognerebbe vederlo in mano.

Arka

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Interessante la testimonianza che esisterebbe un secondo esemplare della stessa coppia inedita dei conii di Kampanos.

Forse appartiene a una collezione privata per cui non sarebbe possibile avere la relativa foto. Sarebbe stato utile fare un confronto fra i due esemplari per meglio conoscere i particolari.

L'esemplare di Artemide, come giustamente detto da Arka, è "sofferto" e servirebbe vedere anche l'altro esemplare per fugare tutti i dubbi (meglio due che uno)….

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

viachianti

Comunque a me risulta anche un terzo esemplare. Collezione dell'architetto Lübhstein in Australia (Area di Melbourne), allestita dal padre dell'attuale possessore che fu ufficiale tedesco durante la Grande Guerra in Italia. Spesso su questo forum ci sono allucinazioni da inediti, ma evidentemente non c'è poi quella grande conoscenza che si ostenta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luigi78

A volte ritornano........

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Comunque a me risulta anche un terzo esemplare. Collezione dell'architetto Lübhstein in Australia (Area di Melbourne), allestita dal padre dell'attuale possessore che fu ufficiale tedesco durante la Grande Guerra in Italia. Spesso su questo forum ci sono allucinazioni da inediti, ma evidentemente non c'è poi quella grande conoscenza che si ostenta.

Ringrazio. Non conoscevo questa collezione. E' possibile sapere dove è citata e se è possibile consultarla?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

viachianti

Ringrazio. Non conoscevo questa collezione. E' possibile sapere dove è citata e se è possibile consultarla?

Huweendaboo Association in Melbourne - Australia. Top Arts pagina 140, edito 1992.

Si tratta di alcuni fascicoli emessi per vari eventi culturali. Il caso descritto è relativo a un evento numismatico ed artistico sull'arte italica.

La collezione è privata almeno fino al 1992, non saprei dare suggerimenti. Per quanto mi riguarda ho conosciuto questa moneta leggendo questa pubblicazione, ed è diversa per ciascun conio da quella esposta qui.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

antonionumv

Huweendaboo Association in Melbourne - Australia. Top Arts pagina 140, edito 1992.

Si tratta di alcuni fascicoli emessi per vari eventi culturali. Il caso descritto è relativo a un evento numismatico ed artistico sull'arte italica.

La collezione è privata almeno fino al 1992, non saprei dare suggerimenti. Per quanto mi riguarda ho conosciuto questa moneta leggendo questa pubblicazione, ed è diversa per ciascun conio da quella esposta qui.

E' possibile postare su questo forum la foto di questa moneta?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Clf

Ottima precisazione non ero a conoscenza di questa collezione.

Inviato dal mio iPad utilizzando Lamoneta.it Forum

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

E' possibile postare su questo forum la foto di questa moneta?

Mi associo alla richiesta, anche perchè la Huweendaboo Association non è reperibile sui motori di ricerca e se hai una copia della pagina del fascicolo, sarei grato se venga scansionata.

Non sono affetto da allucinazioni di inediti, ma se vedo per la prima volta un esemplare con conii totalmente nuovi e con importanti implicazioni scientifiche per la sequenza della rara monetazione dei Kampanos, sarebbe utile avere notizie di eventuali altri esemplari noti (chiaramente sfuggiti ai precedenti studiosi).

Oggi ho sentito uno che ha avuto in mano la moneta di Artemide e l'ha potuto esaminare dal vivo con la dovuta attenzione. Mi ha confermato che la moneta è autentica e quindi andrebbe aggiunta alla serie di Kampanos.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×