Jump to content
IGNORED

Blasone francese di città o famiglia ?


Recommended Posts

Buonasera a tutti

Volevo sapere qualcosa in più su questo blasone di provenienza francese, in particolare se è riferibile a una città o a una famiglia nobile.

Per il periodo dovremmo essere intorno alla fine del XVIII sec.

Grazie !

post-11482-0-14804300-1398903654_thumb.j

Link to post
Share on other sites

Meh
Corbiniano

Ciao a te, e grazie per la condivisione.

Concordo con la datazione, un fine '700 ci sta tutto.

Sono meno sicuro della provenienza francese: non discuto che l'oggetto (a proposito: cos'è?) sia arrivato da lì, ma sento aria di Inghilterra...

Me lo suggerisce l'assenza dell'elmo e la contestuale presenza del cimiero (una mano destra impugnante una spada in sbarra) poggiato direttamente sul cercine: abitudini formali prettamente inglesi.

Escludo sia uno stemma civico, proprio per la presenza di un cimiero che è ornamento più tipico di titolari "fisici".

Per la titolarità... cercheremo!

:good:

Link to post
Share on other sites

Ciao !
Si tratta di un bottone, per caratteristiche costruttive sembra essere uno dei tipici bottoni delle milizie delle varie città francesi delle fine del XVIII sec. appunto .

Lo stile costruttivo, la provenienza e la presenza dei gigli mi aveva fatto pensare a un qualcosa di francese ma mi lascia tuttora perplesso .. ho trovato cose simili ma non uguali ..

Link to post
Share on other sites

Meh
Corbiniano

Ciao a te, e grazie del chiarimento.

Sì, i gigli sono affini a quelli francesi; ma fino a due-tre secoli fa anche lo stemma reale d'Inghilterra portava i tre gigli di Francia... ;)

Ho iniziato a percorrere la pista inglese

Quel cimiero sembra identico a quello usato da due rami della famiglia inglese Kennedy, i K. di Kirkbill e i K. di Auchterfordle (cfr. A. Deuchar, British crests: containing the crests and mottos of the families of Great Britain and Ireland; together with these of the principal cities, Edimburgo, Kirkwood & son 1817, vol. 2, tav. 45, n° 11).

Ma lo stemma che avevano non è quello del tuo bottone. :unknw:

Occorre cercare ancora.

Link to post
Share on other sites

Io non ho trovato riscontri esatti, ma rimarrei in zona francese .. era insieme a questo, tutti con troppi gigli per essere inglesi; stessa provenienza, stesso tipo di fabbricazione, stessi materiali .. penso che la pista da battere sia quella transalpina, nonostante il braccio armato sovrastante il blasone ricordi, effettivamente, l'araldica inglese .

post-11482-0-64847700-1399265367_thumb.p

Link to post
Share on other sites

sandokan

@@Corbiniano.

Una domanda : nello stemma in ottone mostrato da Pogo la croce è una pezza onorevole o l'elemento di partizione del campo in quattro sezioni ?

Lo chiedo perché, pur propendendo per la prima ipotesi, trovo che lo spessore della croce sia piuttosto sottile. Grazie.

Link to post
Share on other sites

Ciao Sandokan

Anch'io avevo identificato il secondo, per questo motivo pensavo anche il primo si potesse riferire a un'altra città francese, ma non trovando nulla, mi è sorto il dubbio che possa essere un semplice blasone nobiliare .

Ho trovato alcune stemmi che associano questi elementi come quello della città di Aurillac o quello di Grilly nel quale compare anche la spada, ma la disposizione è completamente diversa ..

Edited by pogo
Link to post
Share on other sites

Meh
Corbiniano

@@Corbiniano.

Una domanda : nello stemma in ottone mostrato da Pogo la croce è una pezza onorevole o l'elemento di partizione del campo in quattro sezioni ?

Lo chiedo perché, pur propendendo per la prima ipotesi, trovo che lo spessore della croce sia piuttosto sottile. Grazie.

Propendi :good: bene.

É certamente una pezza onorevole, perchè è troppo marcata per costituire la delimitazione dei quattro quarti di un inquartato.

Come giustamente osservi, è però una croce più sottile del solito, grosso modo la metà della norma.

La terminologia del blasone conosce più modi per definire le pezze così "ridotte": dimidiate (---> termine antico, e bruttarello, che traduce alla lettera il corrispondente termine francese); in divisa (---> locuzione usata tuttora, ma che evito perchè può venir intesa come refuso di "indivisa", parola della lingua corrente che non ha significati araldici di alcun genere); diminuita (---> termine che preferisco).

Il blasone di quello stemma potrebbe essere quindi d'azzurro, alla croce diminuita di (argento?), accantonata in capo da due gigli, e in punta da due conchiglie, (il tutto dello stesso).

Link to post
Share on other sites

Meh
Corbiniano

Esatto, caro Sorante, sono altri due termini che avevo omesso di citare.

:good:

Il primo è un termine francese, talvolta usato in passato anche da autori italiani, oggi francamente "brutto" e in disuso.

Il secondo è un altra locuzione sinonimo di in divisa, applicata in passato quasi esclusivamente alla croce.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.