Jump to content

Recommended Posts

adamaney

Buonasera a tutti,

volutamente non posto (per ora!) l'altro lato...

Qualcuno ha qualche idea riguardo l'attribuzione di questa monetina?

Diametro circa 18, peso 0,94 (ma tondello carente). Buona lega.

Grazie e un saluto a tutti

post-99-0-91323800-1400183884_thumb.jpg

Edited by adamaney
Link to post
Share on other sites

adamaney

confermo...

Aquila tipica di una certa zecca (sin troppo facile), ma lì non la trovo...

... e quindi... a qualcuno viene per caso in mente un'aquila simile non a Messina?

Link to post
Share on other sites

chievolan

volutamente non posto (per ora!) l'altro lato...

Mi ricordo mio figlio quando diceva "Papà indovina cosa ho in mano?", tenendo un oggetto nel pugno.

Lo faceva quando aveva 4-5 anni.

Link to post
Share on other sites

adamaney

ciao chievolan :huh:

il non postare l'altro lato era per non influenzare l'osservatore...

speravo si fosse capito ma evidentemente mi dovevo spiegare meglio :)

ciao e buona serata

Link to post
Share on other sites

adamaney

@@favaldar ciao fabio che piacere rileggerti, grazie per lo spunto. Purtroppo non trovo nulla di simile su Pisa :( .

L'aquila è retrospiciente, la foto mediocre purtroppo non rende granché.

A qualche esperto della zecca di Messina: si conoscono per caso mezzi pierreali senza né croce né stemma?

Link to post
Share on other sites

odjob

Salute

potrebbe essere un Doppio Denaro di Pietro e Costanza d'Aragona ,Zecca di Messina

dall'altro lato,nel campo ci dovrebbe essere uno stemma a rombo

--Salutoni

-odjob

Link to post
Share on other sites

chievolan

Potrebbe .... ma ha detto che nel lato che ci tiene nascosto non c'è uno stemma, e neppure una croce.

Se legge uno specialista della zecca alla quale appartiene questa moneta, la potrà identificare anche solo per le poche lettere che si vedono e per la loro posizione.

Io attendo di vedere la moneta nelle sue due faccie.

Ricordo un film con Alvaro Vitali in cui spiava attraverso il buco della serratura del bagno, ... vedeva un bel c..o; ma quando la persona sotto la doccia si è girata, ha capito che non era chi pensava fosse.

Link to post
Share on other sites

odjob

Salute

potrebbe essere un Doppio Denaro di Pietro e Costanza d'Aragona ,Zecca di Messina

dall'altro lato,nel campo ci dovrebbe essere uno stemma a rombo

--Salutoni

-odjob

:nea:

Modena? :unknw:

:sorry::sorry::sorry:

Link to post
Share on other sites

fra crasellame

Non credo sia un doppio denaro anche perché i caratteri sono diversi. Sembrerebbe di leggere SICILIE L (o è la E di ET ARAG... ?). Dalla sagomatura dei punzoni delle lettere penso che siamo in pieno 300 se non verso la fine. E non è detto che la zecca sia siciliana... forse Napoli, forse l'Aquila... ma con quel tipo di lettere e legenda non ho ancora trovato nulla.

PS: con quel diametro e peso potrebbe essere una cella o quarto di carlino) ma non trovo nessuna corrispondenza per l'Aquila. Forse un'altra zecca "minore", ma non ho alcun testo. A questo punto solo un esperto di queste monete può illuminarci.

Edited by fra crasellame
Link to post
Share on other sites

chievolan

Ok.

Ma adamaney ci ha detto che sull'altro lato non c'è uno scudo.

Dice lui, ..... ma quella faccia non ce la fa vedere.

Io mi sono rotto, .... Lo scherzo è bello se dura poco.

Continuiamo a guardare dal buco della serratura un c..o senza sapere cosa c'è dall'alta parte.

Link to post
Share on other sites

chievolan

Oh ... ecco che s'è girata. Bene.

Un santo in piedi, volto a destra. E' nimbato. E' barbuto. Ha il Vangelo.

Sulla destra, appoggiata alla spalla che ha? Sembra una spada.

Se è così è San Paolo.

Un'aquila ad ali spiegate, volta a destra, ... San Paolo.

Lettere gotiche. Queste mi turbano un po'.

Che sia da andare in Romagna? Dalle parti di La Màsa?

Dai ... a domani. Vedremo se qualcuno ha aperto la porta.

Link to post
Share on other sites

profausto

nell'iconografia di alcune monete di Massa Lombarda figura S. Paolo e Aquila estense con testa a destra..... ma non trovo riscontro :whome:

Link to post
Share on other sites

fra crasellame

Ho consultato Santi e monete. Repertorio dei santi raffigurati sulle monete italiane dal VII al XIX secolo. Alla voce San Paolo ho trovato dei riferimenti precisi, ma nulla che possa ricondurre alla moneta in questione. Alcune si avvicinano avendo sia l'aquila che il Santo, ma quest'ultimo è sempre stante di fronte. Avrei anche pensato a Camilla d'Aragona reggente a Pesaro (a causa della legenda dalla parte dell'aquila), ma non c'è nulla di nulla. A meno che in qualche pubblicazione recente...

Io qui alzo bandiera bianca.

Link to post
Share on other sites

adamaney

L'idea Pesarese è senza dubbio originale e intrigante.

Vi dico la mia, per quel che puo' valere, in attesa di ulteriori buone nuove:

si tratta con ogni probabiltà di una emissione messinese

(aquila e relativo stile, stile dei pochi caratteri rimasti, presenza di San Paolo),

ciò che non sono in grado di stabilre, in quanto esula completamente dal mio

mondo, è se si tratti o meno di una emissione inedita (senz'altro manca nelle

bibliografie "commerciali" o più diffuse di cui dispongo da profano di questa zecca).

Link to post
Share on other sites

chievolan

Già la Romagna e le Marche sono lontane per me, ... figuriamoci la Sicilia.

Più si scende verso Sud e minori sono le mie conoscenze.

Il fatto è che le lettere che si vedono dovrebbero dare una localizzazione temporale alla moneta e suggerirmi qualcosa, ..... ma non è così.

Se a nessuno di noi viene in mente una moneta italiana con quelle figure, ... o prendiamo una cantonata o potremmo sperare in una monetina inedita. A meno che non si tratti di una moneta non italiana. Speriamo che non sia così.

Se adamaney accende la luce del bagno per illuminare meglio la figura dell' Edwige, scattando altre foto che facciano vedere un pò più bene le lettere sarebbe cosa gradita.

Link to post
Share on other sites

odjob

L'idea Pesarese è senza dubbio originale e intrigante.

Vi dico la mia, per quel che puo' valere, in attesa di ulteriori buone nuove:

si tratta con ogni probabiltà di una emissione messinese

(aquila e relativo stile, stile dei pochi caratteri rimasti, presenza di San Paolo),

ciò che non sono in grado di stabilre, in quanto esula completamente dal mio

mondo, è se si tratti o meno di una emissione inedita (senz'altro manca nelle

bibliografie "commerciali" o più diffuse di cui dispongo da profano di questa zecca).

non è messinese

ma è un emissione di area marchigiano/romagnola

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.