Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
acraf

Capolavori ritirati da Sincona

98 risposte in questa discussione

Ho consultato il sito di Sincona, che sta preparando la sua asta per il 21 maggio 2014:

https://auktionen.sincona.com/Auktion/Uebersicht/?id=108〈=it&ActiveID=1651

Qui non si tratta di commentare un'asta (c'è la relativa sezione), quanto di rilevare che risultano ritirate (withdrawn) almeno 4 monete, di grande pregio e di altissima conservazione.

In ogni caso di ottima qualità e sarebbe utile indagare più a fondo su queste monete e sui motivi di tale ritiro (falsità o meno ?).

Eccole:

post-7204-0-15129700-1400453565_thumb.jp

14

Tetradrachm 320/300. ΡΗΓΙΝΟΣ Laureate head of Apollo to l., long hair falling below neck. Rev. Lion mask facing. 17.13 g. Herzfelder 115. SNG ANS 676. Rare. Extremely fine.

From an old Swiss collection.

Agathocles of Syracuse copied the Apollo head for his electrum coinage.

post-7204-0-67187400-1400453600_thumb.jp

15

Tetradrachm c. 409/406. Quadriga galloping to right, about to turn, being driven by female figure in flowing robes; above, Nike flying to l. and crowning the charioteer. In exergue, crab. Rev. ΑΚΡ-Α-Γ-ΑΝΤΙ-ΝΩΝ (retrograde) Two eagles standing to r. on smitten hare lying on rock; the front eagle with closed wings and head raised, the other with open wings and bent head downwards. 17.64 g. Franke/Hirmer 61. Jameson 1889. Kraay/Hirmer 178. Rizzo pl. II, 1. Very rare. Attractive extremely fine.

From an old Swiss collection.

One of the most impressive coinages of Sicily. The vivid rendition of the two majestic eagles is practically unique in Greek coinage.

The depiction takes reference to the first chorus song in Agamemnon of Aischylos, who speaks of two eagles tearing a female hare, heavy with young. Aischylos interprets the two eagles as Agamemnon and Menelaos.

post-7204-0-32405900-1400453645_thumb.jp

20

Decadrachm 405/400. Signed by Euainetos. Charioteer driving galloping quadriga to l. and holding kentron in r. hand, reins in left. Nike flying above and crowning charioteer. Under exergual line: a military harness, shield, greaves, cuirass and Attic helmet all connected by a horizontal spear, [AΘΛA] below. [ΣΥ−ΡΑ−ΚΟ−Σ−ΙΩΝ], wreathed head of Persephone-Kore to l., wearing triple-pendant earring and necklace. Four dolphins in field. (EY-AI)NE below lower dolphin. 42.82 g. Gallatin obv. R. IV / rev. C. XII. SNG ANS 365. Gulbenkian 313. Extremely fine-uncirculated.

From an old Swiss collection.

Few Greek coins, with the exception of the Athenian tetradrachms, have lived through the ages as prototype or starring example of Greek art, such as the Euainetos dekadrachms. Even during the time of minting these coins were produced in quantity, signed and unsigned. While probably not being used as common day currency, they were special objects, perhaps commemorating a military or athletic victory. Undoubtedly these were kept over long periods of time as being very special object, not to be melted or used as general currency.

post-7204-0-81040200-1400453744_thumb.jp

22

16 Litrai - Tetradrachm 214/212. Laureate head of Zeus to l. Rev. ΣYPAKOΣIΩ(N) Nike driving fast quadriga to r. and holding reins in both hands, kentron in l.; beneath on r. ΞI. 13.38 g. Burnett, SNR 62, pl. 8, D3 = Gulbenkian 358 (same dies). Hoover 1411. Very rare. Uncirculated.

From an old Swiss collection.

In the last three years of independence, before the conquest by Rome, Syracuse issued a remarkable series of coinage. Depicted were the important deities Zeus, Athena, Persephone, Heracles, Poseidon and all rendered by talented engravers. The Zeus portrayal is especially forceful and virile - an outstanding example of late Hellenistic art.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Non sono esperto di monetazione greca....ma non mi sembrano false, forse c'è "un altro motivo"?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

delle prime due mi sembra ci siano state delle discussioni sul forum su presunti falsi con varie foto.

forse sarebbe utile un richiamo a quei link per confronti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

di motivi principali ne conosco un paio che giustifichino il ritiro di certi highlights...uno sostanziale e uno legale

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sarei propenso per quello legale...

Arka

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

non credo che per la legalita! e che sono falsiii!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ci sono solo due casi:

1) che sono falsi e quindi meritano di essere accuratamente analizzati, dal momento che sono fatti bene. Se qualche pezzo ha già avuto discussioni e/o confronti in altre sedi, sarebbe opportuno ritrovare i relativi links (faccio fatica a seguire tutto e vi chiedo assistenza);

2) che hanno problemi legali, e allora sono monete autentiche e si tratta di altro discorso. In questo caso però sarebbe ugualmente utile capire perché una Casa di asta svizzera (e quindi con ben diverso regime rispetto all'Italia) abbia avuto problemi con queste monete.

Se poi addirittura siano sia falsi sia illegali, non cambia molto e ricadiamo nel primo punto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Ho trovato il link relativo al tetradramma di Rhegion:

http://www.lamoneta.it/topic/121348-aste-sincona-n17-e-18-del-21-22-e-23-maggio-2014/

Qui richiamo, per comodità, le immagini ivi postate da Numizmo, in confronto al pezzo di Sincona.

post-7204-0-02606000-1400503932_thumb.jp

post-7204-0-73245900-1400503947_thumb.jp

post-7204-0-32712000-1400503959_thumb.jp

post-7204-0-83455700-1400503986_thumb.jp

post-7204-0-04081800-1400503997_thumb.jp

In ogni caso il pezzo Sincona si presenta bene e, se effettivamente falso, è molto pericoloso.

e gli altri…..?

Modificato da acraf

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La mia era una speranza...

E comunque tra quelli postati da Acraf ci sono notevoli differenze.

Arka

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Noto che c'è gente che legge, ma non contribuisce ad approfondire le questioni.

Proviamo a fare un approccio un pò scientifico, partendo dalla letteratura, per una analisi più approfondita sul tetradramma di Rhegion. Naturalmente bisogna partire dal Corpus su questa monetazione, il buon Herzfelder (del quale abbiamo già parlato in una lunga discussione su altri tetradrammi di Rhegion).

Per la moneta da analizzare, l'Herzfelder elenca 3 varianti: 115 - 115bis - 116.

Allego la scansione della sua tavola:

post-7204-0-15984300-1400597564_thumb.jp

E' un interessante caso di conii riutilizzati e reincisi dall'artista greco.

All'inizio abbiamo il conio D71, che è abbinato prima al conio R97 (Herz 115). Successivamente il conio R97 è stato modificato, a livello della criniera, dei peli sotto le orecchie e le rughe del muso (che diventano dopo più curvilinee) (Herz 115bis). Dopo ancora il conio R97 è stato abbandonato e usato un nuovo conio R98, mentre il conio del diritto, D71, viene a sua volta leggermente rimaneggiato (Herz 116).

Premetto subito che l'esemplare Sincona non è Herz 115, ma è Herz 115bis (vedere soprattutto l'andamento delle rughe a destra del muso).

Purtroppo non ho le foto digitali degli esemplari illustrati da Herzfelder (BMC 37 per il n. 115; BMC 36 per il n. 115bis), ma intanto posto un esemplare sicuramente autentico (per giudizio unanime di chi l'ha potuto vedere) di Herz 115:

NAC 46/2008, 175 g. 17,11 (già appartenuto a Moretti, NAC 13/1998, 229)

post-7204-0-34669900-1400598018_thumb.jp

e ora posto gli altri esemplari apparsi sul mercato:

LEU 81/2001, 39 g. 17,39

post-7204-0-63831200-1400598129_thumb.jp

GEMINI 7/2011, 73 g. 17,39 (= Goldberg 46/2008, 6)

post-7204-0-60742300-1400598172_thumb.jp

TKALEC 2001, 18 g. 17,33

post-7204-0-24991900-1400598212_thumb.jp

Per Herz 115bis, rivediamo prima il pezzo Sincona e poi anche gli altri apparsi sul mercato:

post-7204-0-38615000-1400598314_thumb.jp

ROMA NUMISMATICS 3/2012, 33 g. 17,18 (ex NAC 29/2005, 63 = NFA 27/1991, 7) apparentemente autentico

post-7204-0-63199200-1400598339_thumb.jp

HESS-DIVO 325/2013, 159 g. 17,28

post-7204-0-37862300-1400598453_thumb.jp

NEW YORK SALE 27/2012, 107 g. 16,96 (= NFA 20/1988, 619) apparentemente autentico

post-7204-0-15206300-1400598508_thumb.jp

Dove cercare il punto "debole" del pezzo Sincona, al fine di giudicarlo falso?

Lascio volentieri il parere agli altri esperti, ma intanto noto una certa incongruenza alle ore 12 e 6 del rovescio di Sincona:

post-7204-0-92217700-1400599587_thumb.jp

post-7204-0-55464800-1400599973_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io sono agli inizi e non mi arrischierei a trinciare giudizi, ma...

Non riesco a pensare ad una ragione tecnica per cui il contorno ad h 12 dovrebbe mancare nel modo in cui manca di alcune perle - come se non fossero proprio incise sul conio - mentre quelle a fianco sono così bene evidenti, su una moneta assai poco usurata... E pare quasi di vedere invece una leggerissima ribaditura.

Le vibrisse di sinistra sono effettivamente un po' strane, quelle di destra sono più simili al confronto ex NY 27/12.

Se è falso, è molto ben fatto e preoccupante!

Ma poi, gli altri pezzi? Sul decadramma dovrebbe essere relativamente più semplice, studiato com'è il tipo del conio... Io sono in viaggio e senza testi di confronto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Acraf per il post e le scansioni, molto interessanti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nei confronti del conio , della prova in piombo e dell'altra imitazione che ho postato, come si pongono le tue sequenze?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I quattro lotti ritirati sono i più pregiati tra le monete greche dell'asta e provengono tutti da una "old swiss collection". E' verosimile che proprio perché preziosi siano stati bene esaminati dagli esperti di Sincona e per la provenienza forse indefinita abbiano attirato l'attenzione delle autorità italiane. Dunque mi sembra plausibile (e più probabile) che il ritiro sia avvenuto per motivi diversi da quelli del falso (oltretutto passi per uno, ma quattro?!?).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A Numizmo

In pratica mi chiedi se quel punzone moderno abbia avuto un ruolo nella produzione dei tetradrammi che ho elencato?

A me sembra che non c'entri.

Se riguardiamo questo punzone, vediamo che non corrisponde la perlinatura, che alle ore 12 in pratica scompare sulla sommità della testa. Posso sbagliarmi, ma mi sembra un punzone si qualità piuttosto modesta.

post-7204-0-78623000-1400623968_thumb.jp

Più pericoloso è il seguente, che non so dove hai preso e che sembra un prodotto di pressofusione:

post-7204-0-50788300-1400624044_thumb.jp

A Giov60

Hai toccato un argomento delicato e siamo ai famosi due punti che avevo esposto. Siamo sicuri che non siano falsi e quindi hanno attirato l'attenzione delle nostre autorità?

Qulcuno ha dimestichezza con questa Sincona per capire come sono andate le cose?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Premetto che se le monete sono state ritirate perché considerate non autentiche si deve avere certezza quasi assoluta di questo e se il motivo è questo bisogna dare merito alla casa d'asta di un simile gesto.
Dare un giudizio su foto per monete di questi livelli certamente è azzardato e sarebbe stato meglio poterle visionare dal vivo, tuttavia nel regio ho segnalato alcuni punti che possono far discutere;le monete da me postate hanno il conio di diritto uguale ma quello di Sincona secondo me è stato ritoccato in alcuni punti e confrontandolo con quello di romanumismatic si possono notare che i due punti da me segnalati sono perfettamente identici ma mentre tra le labbra del roma si nota una cattiva pulitura nel tentativo di eliminare degli ossidi, nel Sincona si nota la stessa escrescenza di metallo dovuta probabilmente a conio sporco,sulla guancia la mancanza di metallo nei due esemplari è perfettamente identica ed inoltre nel Sincona la corona di alloro e la ciocca di capelli nella parte superiore risultano tronche ed impastate a dispetto delle perlinatura ben rilevata.
Pur segnalando questi punti non mi pronuncio sull' autenticità della moneta anche perché si dovrebbe conoscere il vero motivo del ritiro e come detto sopra per avere qualche certezza la si dovrebbe visionare dal vivo soprattutto la parte che va da ore uno ad ore cinque e la parte centrale della corona di alloro ma indubbiamente i punti da me segnalati sono da valutare attentamente.

Saluti

Babelone

post-33272-0-58075900-1400620026_thumb.j

post-33272-0-88521800-1400620051_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@@acraf "Noto che c'è gente che legge, ma non contribuisce ad approfondire le questioni." Spero che non sia rivolto a me. "Dove cercare il punto "debole" del pezzo Sincona, al fine di giudicarlo falso?

Lascio volentieri il parere agli altri esperti, " Alberto ....affina gli occhi , hai tutto davanti al monitor. Rifletti un po..........pensi che i tondelli hanno a che fare qualcosa ? Hai mai visto nodini su tondelli di Region , della 3° serie della fine del IV° ? Se cerchi n'è trovi due , tutti e due dello stesso conio di dritto e di rovescio. Copiati da una genuina e che son comparsi altri tetra genuini , sempre dello stesso conio. Basta cercarli .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A Numizmo

In pratica mi chiedi se quel punzone moderno abbia avuto un ruolo nella produzione dei tetradrammi che ho elencato?

A me sembra che non c'entri.

Se riguardiamo questo punzone, vediamo che non corrisponde la perlinatura, che alle ore 12 in pratica scompare sulla sommità della testa. Posso sbagliarmi, ma mi sembra un punzone si qualità piuttosto modesta.

attachicon.gifRHEGION punzone Herz 115 confronto.jpg

Più pericoloso è il seguente, che non so dove hai preso e che sembra un prodotto di pressofusione:

attachicon.gifRHEGION Herz 115 falso.jpg

Diciamo anche che questo conio è molto usurato per cui la perlinatura è evanescente in ceri punti, ma quel che resta della scritta e dell'immagine, è decisamente strettamente somigliante, anche nei difetti, a quello che si può vedere in altre immagini da te postate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

[...]

A Giov60

Hai toccato un argomento delicato e siamo ai famosi due punti che avevo esposto. Siamo sicuri che non siano falsi e quindi hanno attirato l'attenzione delle nostre autorità?

Qulcuno ha dimestichezza con questa Sincona per capire come sono andate le cose?

Nessuno nasce "imparato", però Sincona AG, nonostante l'attuale giovane vita come Casa d'aste, non è che la promanazione del settore numismatico di UBS, e la maggior parte degli esperti di quest'ultima sono lì confluiti.

Dunque non certo la Casa d'aste sprovveduta o furbetta, ma una con esperienza che con difficoltà si lascerebbe trarre in inganno da falsi di (relativamente) facile riconoscibilità e da "venditori" di sospetta buona fede.

P.S. per quanto riguarda il tetra di Rhegion e il punzone postato trovo anch'io che non sembrano esservi chiari elementi per considerare il primo in rapporto con il secondo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non riesco a capire l intervento di gionny... non penso che siamo davanti a falsi anche se da queste foto si capisce poco. Penso proprio che i problemi siano di altra natura.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il bello del mercato numismatico era proprio questo nell'era pre-internet , le monete scomparivano per cause imprecisate e magari poi ricomparivano dopo essere rimaste nel limbo per qualche anno

Un sequestro lo avremmo saputo, sai quanti pavoni a parlare dell'arte italica che viene recuperata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nessuno nasce "imparato", però Sincona AG, nonostante l'attuale giovane vita come Casa d'aste, non è che la promanazione del settore numismatico di UBS, e la maggior parte degli esperti di quest'ultima sono lì confluiti.

Dunque non certo la Casa d'aste sprovveduta o furbetta, ma una con esperienza che con difficoltà si lascerebbe trarre in inganno da falsi di (relativamente) facile riconoscibilità e da "venditori" di sospetta buona fede.

P.S. per quanto riguarda il tetra di Rhegion e il punzone postato trovo anch'io che non sembrano esservi chiari elementi per considerare il primo in rapporto con il secondo.

pochi anni fa proprio Sincona fu tratta in inganno da falsi tari, molto rari in originale, per la zecca di Amalfi e Salerno, oltre ad un mezzo reale di Carlo d'Angio' super raro (era valutato 100.000 CHF) del quale credo vi fosse solo un altro esemplare nel museo di Marsiglia che fu rubato molto tempo fa.

Il mezzo reale era abbastanza evidente come falso (fui interpellato da un commerciante per esprimere un parere sulla moneta) .

Tali falsi, ancorché relativamente pericolosi (tranne il mezzo reale) erano abbastanza conosciuti nell'ambiente e parve singolare che una casa d'aste con esperienza vi fosse incappata pubblicandoli in un catalogo molto patinato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho scritto a Sincona. Ho chiesto il perchè del ritiro: dubbi sull'autenticità o problemi di importazione? Risposta in poche ore, questa:

"There were doubts about the genuinity and therefore they were withdrawn before the Auction." e firma.

Se sono compiaciuto per la correttezza e rapidità degli operatori, mi spiace per 2 motivi: 1) avevo torto ( :rolleyes:) e 2) il problema dei falsi mostra di essere sempre più preoccupante di quanto ritengo (ed in genere non sono un ottimista!).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@@acraf "Noto che c'è gente che legge, ma non contribuisce ad approfondire le questioni." Spero che non sia rivolto a me. "Dove cercare il punto "debole" del pezzo Sincona, al fine di giudicarlo falso?

Lascio volentieri il parere agli altri esperti, " Alberto ....affina gli occhi , hai tutto davanti al monitor. Rifletti un po..........pensi che i tondelli hanno a che fare qualcosa ? Hai mai visto nodini su tondelli di Region , della 3° serie della fine del IV° ? Se cerchi n'è trovi due , tutti e due dello stesso conio di dritto e di rovescio. Copiati da una genuina e che son comparsi altri tetra genuini , sempre dello stesso conio. Basta cercarli .

Scusami, me le tue frasi suonano un pò criptiche e molti non capirebbero.

Visto che c'è la dichiarazione di Sincona che le monete sono state ritirate in quanto false, ora possiamo procedere a capire da quello che è possibile riscontrare nelle foto.

Capisco che la materia è delicata e dà fastidio al alcune persone (legate al mondo dei falsari), ma è doverosa la nostra campagna di informazione.

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho scritto a Sincona. Ho chiesto il perchè del ritiro: dubbi sull'autenticità o problemi di importazione? Risposta in poche ore, questa:

"There were doubts about the genuinity and therefore they were withdrawn before the Auction." e firma.

Se sono compiaciuto per la correttezza e rapidità degli operatori, mi spiace per 2 motivi: 1) avevo torto ( :rolleyes:) e 2) il problema dei falsi mostra di essere sempre più preoccupante di quanto ritengo (ed in genere non sono un ottimista!).

Bravo Giov

riaprendo il forum stasera lo avrei proposto io stesso di contattare direttamente Sincona.

Cosi si è tagliata la testa al toro con buona pace di coloro che non si vogliono rendere conto (non è il tuo caso Giov) che ormai l'emergenza falsi è divenuta di dimensioni tali da non poter essere ignorata da nessuno, soprattutto per due motivi :

1) la quantità di falsi in circolazione sul mercato (senza che poi questi falsi vengano ritirati "definitivamente" e purtroppo si assiste ad un aloro rimessa in circolazione in altri lidi, altre aste, a volte sotto mentite spoglie, etc. etc.)

2) la qualità di questi falsi che ora è divenuta preoccupante e fa impallidire i falsi degli anni '70, '80, '90 per i quali bastava a volte lo sguardo esperto dei vari Mildenberg, Hurter, Sternberg, Russo, Cahn, etc. per essere decretati tali e come tali irrimediabilmente bruciati sul mercato. Ma erano altri tempi, altri volumi (minori), altri occhi (migliori)

Saranno ormai due anni che non faccio altro che allertare su questo tema. Purtroppo non si sta facendo abbastanza e vedo troppa inconsapevolezza (vedi questo caso per Sincona) oppure a volte tolleranza (vedi diverse altre aste .. e mi fermo qui volutamente).

Se da parte del mercato, spariti i Gattopardi, il vuoto è desolante, da parte delle istituzioni il silenzio poi è assordante.

Gli studiosi stessi sono presi alla sprovvista e in diversi casi ho assistito a diversi cambi di opinione dettati dalla difficoltà di pronunciarsi su pezzi di provenienza incerta (ove la provenienza è certa quantomeno si hanno delle tracce molto utili anche se non risolutive a volte)

I soli che restano a difesa degli spalti del castello sono i collezionisti, incalzati dai colpi dei falsari che si fanno sempre piu' insidiosi, quanto potranno resistere ?

Verrà qualcuno in soccorso ? Cosa succederà se il mercato soccombe a questa confusione sovrana e akllontanerà una parte di collezionisti (quantomeno di monete antiche )?

Il re è abbastanza scoperto, per non dire nudo, ma noto ancora molta, troppa, omertà da un lato, e grande confusione, data appunto dallo scoprire falsi notevolmente sofisticati, dall'altro

Ci vorrebbe un finale shakespiriano, un deus ex machina che scendendo dall'alto faccia pulizia e rimetta il contatore se non proprio a zero quantomeno ad un livello fisiologico di tolleranza. Andare avanti cosi la vedo dura..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?