Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Charis

foto, luci e filtri polarizzatori.

Recommended Posts

Charis

Mi sono capitate sotto gli occhi le immagini di questa bella moneta, fotografata da una casa d'aste collinare e da una d'oltralpe: a vostro giudizio le differenze sono da ascrivere unicamente alla bravura del fotografo o, almeno in parte, all'utilizzo di qualche forma di filtraggio della luce? Qualcuno di voi ha mai usato un fitro polarizzatore? Ne ho sentito parlare ma non ho mai sperimentato nulla sul campo.

post-36643-0-22677100-1403455527_thumb.jpost-36643-0-55537700-1403455529_thumb.j

post-36643-0-44254400-1403455531_thumb.j

Edited by Charis
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

ilnumismatico

La luce sicuramente ha la sua grandissima importanza, in quanto da essa dipende in gran parte la spettacolarità o meno della fotografia finale.

Tra le due foto si nota una certa diversità di illuminazione.

Nella prima coppia di foto, il viso dell'imperatore è piuttosto buio in contrapposizione con il resto della moneta, a differenza della seconda foto.

Tuttavia la prima foto ha dei dettagli davvero stupendi, cosa che la seconda foto non ha immortalato.

La risoluzione della seconda foto è decisamente più bassa, cosa invece che non è nella prima.

Definizione più alta, attrezzatura usata ed un procedimento di scatto più meticoloso (scatto in RAW e minima compressione finale) fanno sicuramente la differenza, oltre ovviamente ad un sapiente uso della luce.

Personalmente non ho mai usato alcun filtro, per cui non posso pronunciarmi al riguardo

Edited by Il*Numismatico
  • Like 2
Link to post
Share on other sites

niko

Tra l'altro l'utilizzo di filtri che diminuiscono gli stop non hanno molto senso in questo tipo di fotografie. Più che altro, come fa notare bene Fabrizio, è l'utilizzo delle luci e di un eventuale soft box a variare la resa dell'immagine.

N.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Charis

la resa della prima foto (la coppia) è molto realistica, con tutti i problemi insiti nella fotoriproduzione delle monete classiche in bronzo (difficoltà nello staccare i rilievi dai campi, microcorrosioni superficiali etc.)... La seconda stacca perfettamente i campi, sia al dritto che al rovescio, perde qualche dettaglio ma in un catalogo è più godibile e bilanciata, equilibrata (anche troppo - le microcorrosioni ne escono parecchio ridimensionate, o sbaglio?)

Edited by Charis
Link to post
Share on other sites

rickkk

L'uso di filtri polarizzatori per fotografie numismatiche è assoulutamente inutile e ininfluente ai fini del risultato

Le differenze tra le 2 foto sono molto grandi, la prima è fatta con un buon dispositivo fotografico e lente macro, e illuminazione puntiforme

La seconda è fatta con sorgente diffusa (tipo neon per capirci) e non escludo una post-produzione applicando qualche filtro di fotoritocco per rendere "più omogeneo" il tutto, con "beneficio" per modo di dire di chi deve giudiacare una moneta sulla base di una foto

Link to post
Share on other sites

Charis

L'uso di filtri polarizzatori per fotografie numismatiche è assoulutamente inutile e ininfluente ai fini del risultato

li ha mai usati?

Le differenze tra le 2 foto sono molto grandi,

se così non fosse stato non le avrei postate...

la prima è fatta con un buon dispositivo fotografico e lente macro, e illuminazione puntiforme

penso proprio che anche per la seconda abbiano usato quanto di meglio sul mercato della fotografia digitale

La seconda è fatta con sorgente diffusa (tipo neon per capirci) e non escludo una post-produzione applicando qualche filtro di fotoritocco per rendere "più omogeneo" il tutto, con "beneficio" per modo di dire di chi deve giudiacare una moneta sulla base di una foto

principalmente il fine è quello di rendere più fine il catalogo, ma trattandosi di cataloghi di vendita si pone il dubbio della opportunità di apportare filtri in tal senso.

Edited by Charis
Link to post
Share on other sites

TIBERIVS

L'uso di filtri polarizzatori per fotografie numismatiche è assoulutamente inutile e ininfluente ai fini del risultato

li ha mai usati?

Le differenze tra le 2 foto sono molto grandi,

se così non fosse stato non le avrei postate...

la prima è fatta con un buon dispositivo fotografico e lente macro, e illuminazione puntiforme

penso proprio che anche per la seconda abbiano usato quanto di meglio sul mercato della fotografia digitale

La seconda è fatta con sorgente diffusa (tipo neon per capirci) e non escludo una post-produzione applicando qualche filtro di fotoritocco per rendere "più omogeneo" il tutto, con "beneficio" per modo di dire di chi deve giudiacare una moneta sulla base di una foto

principalmente il fine è quello di rendere più fine il catalogo, ma trattandosi di cataloghi di vendita si pone il dubbio della opportunità di apportare filtri in tal senso.

I filtri polarizzatori servono a togliere i riflessi dell'acqua, e rendere più incisivi i cieli,

come ti è stato detto in numismatica non servono.

TIBERIVS

Link to post
Share on other sites

Charis

I filtri polarizzatori servono a togliere i riflessi dell'acqua, e rendere più incisivi i cieli,

come ti è stato detto in numismatica non servono.

TIBERIVS

non mi pare di aver sollevato dubbi

Link to post
Share on other sites

TIBERIVS

non mi pare di aver sollevato dubbi

Hai chiesto e ti ho risposto, non ho sollevato dubbi.

Link to post
Share on other sites

Charis

Hai chiesto e ti ho risposto, non ho sollevato dubbi.

a ok, credevo fosse una rimarcazione della risposta di rickkk.

voi (rivolto a tutti) quale preferite tra le due foto?

la prima mi pare più eloquente per chi non abbia modo di esaminare la moneta, la seconda sarà bella in catalogo ma è un po' asettica e rende più difficoltosa la valutazione dell'oggetto (specialmente lo stato delle superfici, che appaiono più integre che nella prima).

(a scanso di equivoci: personalmente mi interesserebbe conoscere gli accorgimenti per eseguire foto come la seconda, giacché la tecnica della prima mi è più familiare)

Edited by Charis
Link to post
Share on other sites

niko

Per alcuni dettagli preferisco la seconda, mentre per altri, forse di più, la prima. Per giudicare la moneta non potendola avere in mano, direi che la prima fotografia potrebbe essere più utile.

N.

Link to post
Share on other sites

Numi 62

Penso che la prima foto sia per l'illuminazione sia per l'ingrandimento permetta una visione più precisa dei dettagli

La seconda dà sicuramente un maggiore visione d'insieme Il top sarebbe potere avere ogni volta due diverse tipologie di foto (ma forse chiedo troppo) :pardon:

Numi62

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.