Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
angel

Campania Moneta di Capua e Salerno (?) conftronto

Risposte migliori

angel

Dato che spesso mi è capitato di notare forti similitudini tra le monete della zecca di Salerno con quella di Capua, i cui principi sono stati anche principi di Salerno, volevo chiedervi se qualcuno sa di studi fatti in parallelo se qualche altro ha notato ciò o è una mia cantonata.

Osserviamo queste due monete

1) il Follaro di Capua di Riccardo I della Tavola XII fig 27 D/ in circolo sul bordo la scritta + CIVITAS CAPUANA e al centro la scritta su due righe RI/CHAR racchiusa in un cerchio di perle R/ rozza effige frontale di San Pietro tra le lettere S P diametro 22 mm peso 2,08 grammi ( questa moneta fu coniata nel 1059 quandi Riccardo I fu investito dal Papa Niccolò II Principe di Capua); anche tale moneta sembra essere unico esemplare;

2) la moneta apparsa per la prima volta nella XXXVII Asta della ditta Artemide tenutasi l’8 dicembre del 2012 al lotto 393, descritta come “Follaro o frazione di follaro (?). D/ Volto frontale, ai lati legenda non decifrabile. R/ Croce a punte con lettere inquartate. AE. g. 1.30 Unico. BB”. Segue “La moneta non ci risulta presente in nessuno dei testi consultati. L'attribuzione alla zecca di Salerno è stata fatta in base allo stile ed alle analogie con follari e mezzi follati del XII sec. (Guglielmo Gran Conte di Sicilia e Duca di Puglia, Ruggero II Gran Conte di Sicilia e Duca di Puglia e Guglielmo I il Malo)”.

Potrebbero appartenere entrambi alla monetazione di Capua??

cosa ne pensate?

post-19012-0-83951700-1408205466_thumb.j

post-19012-0-68706900-1408206800_thumb.j

post-19012-0-75256500-1408206865_thumb.j

post-19012-0-64814700-1408206890_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

claudioc47
Supporter

La seconda moneta nel testo "The Norman's coins...." D'Andrea-Contreras è inserita nelle attribuzioni incerte (n° 420) con probabile attribuzione a Salerno. Secondo me, guardandola bene, lo stile è più vicino alle salernitane che a quelle di Gaeta (vedi anche MEC14 n° 48-54).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vox79

Bravo Claudio. Hai beccato in pieno il riferimento bibliografico. Confermo quanto da noi scritto :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

Invece a me la seconda moneta non pare molto congruente con le produzioni di Salerno e Capua

ne' per lo stile del volto ( che mi ricorda alcune emissioni del Sud-est asiatico) ne' per lo stile delle lettere

La rozzezza dei ritratti frontali di Gaeta e Capua e' di tutt'altro genere e caratterizzata da una forte spontaneità' che non ritrovi affatto in questo esemplare. I suoi tratti sembrano non suggerire qualcosa di coevo ..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dareios it

Questa moneta ho avuto modo di vederla dal vivo in un convegno del Nord. Chi l'aveva era un personaggio alquanto equivoco, perché oltre a quella, aveva anche qualche altra moneta sicuramente falsa di Salerno. A me sinceramente non piace, sia per lo stile del ritratto, sia per le lettere troppo sottili. Averne vista una in un'asta e un'altra dal vivo perfettamente uguali, sinceramente a me "puzza". Però... come si dice... nella vita tutto è possibile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eliodoro
Supporter

Ciao a tutti,

la prima volta che ho visto la moneta, mi è venuto un colpo, i Normanni conoscevano la monetazione di Phistelia?

post-6393-0-61011200-1408261955_thumb.jp

post-6393-0-21686600-1408261967_thumb.jp

Modificato da eliodoro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

claudioc47
Supporter

Chi l'ha vista dal vivo puo' dire il tipo di metallo? Certo che una porosità così evidente qualche dubbio lo fa' sorgere, però come dice @@dareios it tutto può essere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

Resto sorpreso che una persona esperta come Vox l'abbia giudicata autentica

Per quello che posso giudicare da foto rilevo le incongruenze che ho descritto

Un viso ovale tondo calvo o con capelli con orecchie a sventola e soprattutto dei tratti che non 'sanno' di medioevo mi lasciano alquanto perplesso

Naturalmente l'esame de visu resta un elemento fondamentale per un giudizio compiuto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Non volevo intervenire per via di qualche dubbio personale ma ora che altri miei predecessori hanno espresso la loro perplessità devo far notare l'entità delle rigature superficiali irregolari tipiche delle fusioni (o di tondelli che hanno subito una solenne spazzolata?). Poi se a questo aggiungiamo lo spessore dei caratteri. .......

Modificato da francesco77

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vox79

@@dareios it io non so da chi tu l'abbia vista, ma io ho visto l'esemplare andato da Artemide. Anche a me a prima vista mi ha lasciato perplesso per i caratteri sottili. Però guardandola bene non mi sembrava affatto derivante da fusione. Io l'ho vista prima che andasse da Artemide e devo dire che aveva una bella patina più uniforme. Arrivato all'asta non capisco perché però lo hanno leggermente spatinato, o le foto non sono state fatte bene. Potrebbe venirmi il dubbio che si tratti di 2 esemplari identici... E quindi avvalorare la tesi del falso.

Ma a mio giudizio, ripeto, avendola vista l'ho giudicata autentica.

Per l'attribuzione sicuramente viene immediato Salerno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vox79

@ eliodoro sinceramente la similitudine con la moneta da te indicata la vedo alquanto inverosimile

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vox79

@@francesco77 la spazzolatura sicuramente quando l'ho vista io non c'era. Perciò penso che sia stata pulita male dopo che l'ho vista io. Infatti aveva una patina piuttosto uniforme che ora non ha più. E questo confermerebbe che i segni derivano da questa pulizia fatta male

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

@@dareios it io non so da chi tu l'abbia vista, ma io ho visto l'esemplare andato da Artemide. Anche a me a prima vista mi ha lasciato perplesso per i caratteri sottili. Però guardandola bene non mi sembrava affatto derivante da fusione. Io l'ho vista prima che andasse da Artemide e devo dire che aveva una bella patina più uniforme. Arrivato all'asta non capisco perché però lo hanno leggermente spatinato, o le foto non sono state fatte bene. Potrebbe venirmi il dubbio che si tratti di 2 esemplari identici... E quindi avvalorare la tesi del falso.

Ma a mio giudizio, ripeto, avendola vista l'ho giudicata autentica.

Per l'attribuzione sicuramente viene immediato Salerno.

Potrebbe anche essere un clone dell'esemplare originale visionato da Vox79? La storia mi puzza un pochino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vox79

Chiederò conferma alla persona che me la fece vedere diverso tempo fa. Magari lui mi sa dire dettagli della storia di questo esemplare

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

Concordo con Francesco sull'incongruenza dei caratteri

Per il viso mi ricorda altre monete dubbie medioevali con caratteristiche simili

Chi sarebbe poi il ritratto rappresentato sulla moneta ? Non ricordo teste di calvi pertinenti a questo periodo . Mentre quegli icchi inespressivi e la piega della bocca hanno tutto di una produzione moderna

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dareios it

@@dareios it io non so da chi tu l'abbia vista, ma io ho visto l'esemplare andato da Artemide. Anche a me a prima vista mi ha lasciato perplesso per i caratteri sottili. Però guardandola bene non mi sembrava affatto derivante da fusione. Io l'ho vista prima che andasse da Artemide e devo dire che aveva una bella patina più uniforme. Arrivato all'asta non capisco perché però lo hanno leggermente spatinato, o le foto non sono state fatte bene. Potrebbe venirmi il dubbio che si tratti di 2 esemplari identici... E quindi avvalorare la tesi del falso.

Ma a mio giudizio, ripeto, avendola vista l'ho giudicata autentica.

Per l'attribuzione sicuramente viene immediato Salerno.

@@vox79 Quando torni dall'Armenia, fammi una telefonata.

Rimango dell'idea che sia un falso creato da pochi anni. Insieme a questa moneta, mi proposero anche una frazione di Enrico VI è di Costanza per Salerno (sempre false).

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

claudioc47
Supporter

@@vox79 pensi che si puo' avere una foto del bordo? Sarebbe interessante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vox79

la stessa moneta e' andata invenduta all'asta ArtCoinsRoma n.7, lotto 1110, con una base d'asta di 800 euro

http://artcoinsroma.it/auction/view/143/1110#prettyPhoto

... forse chi l'ha presa da Artemide, a 550 + diritti, ha ripensato all'aquisto e voleva rivenderla per rifarci almeno i soldi spesi?

Modificato da vox79

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

Non mi stupisco

Se veramente fosse stato quell'inedito descritto quale collezionista l'avrebbe ceduta a ruota ma soprattutto come spiegare l'invenduto ?

Inammissibile per una rarita' tanto piu' a quel prezzo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rockjaw

La prima volta all'asta Artemide la moneta fu comprata da commercianti che la hanno a tutt'oggi in vendita e che qualche mese fa provarono a venderla appoggiandosi ad Artcoins. Ho avuto modo anche io di vedere quell'esemplare in mano e confermo che l'aspetto della patina non è quello della foto, che penso sia stata effettuata con una strana illuminazione o con un flash, non saprei. Ad esempio nella foto al rovescio sulla croce, a destra, si intravedono delle macchioline verdi che nella realtà sono in numero maggiore ma sono state come "abbagliate" nella foto, risultando appena accennate e visibili.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×