Jump to content

Recommended Posts

Buongiorno a tutti i cari amici di questo splendido sito, vorrei sottoporre ai vostri occhi esperti questo tondello metallico chiedendovi un vostro parere. Secondo voi è una moneta? (perché in alternativa lo cestinerei), in più vi evidenzio dei particolari che sono saltati ai miei occhi. Zona Salerno, peso: 12.8 grammi, larghezza(lato più largo-più stretto): 2.95 cm-2.65 cm, spessore: 0.21 mm. Vorrei aggiungere che il metallo di cui è composta sembra(m non ne sono sicuro) cristallizzato. Ringrazio tutti per il tempo dedicatomi, un saluto Arnold.

post-30196-0-19755000-1409655412_thumb.p

Edited by arnold
Link to post
Share on other sites

Azzarderei un follaro

Grazie per l'intervento, se guardandola ti è venuta in mente qualche moneta in particolare raffigurata su qualche volume la tua risposta è ben accetta e sempre gradita. Anche azzardando.

Io in realtà (sperando di non influenzare le risposte a seguire) avevo pensato a qualche emissione romano/paestana (per il materiale-peso e cristallizzazione). Che ne pensi?

Link to post
Share on other sites

12,8 grammi per il peso è giusto o c'è un refuso? E' tanto....sia per un follaro di Salerno e dintorni che per una emissione di Paestum, soprattutto quelle della fase finale, sotto il dominio romano, quando insieme a Panormos Paestum era rimasta l'ultima città ad avere il privilegio di poter coniare monete, ma soprattutto di piccolo taglio (semissi) e dall'areale di circolazione alquanto limitato. C'è qualche emissione pestana di questo periodo che al rovescio ha delle immagini di edifici, come la serie MINEIA con al rovescio la Basilica pestana restaurata grazie all'intervento della gens Mineia, ma non superiamo i 4 grammi...

Link to post
Share on other sites

12,8 grammi per il peso è giusto o c'è un refuso? E' tanto....sia per un follaro di Salerno e dintorni che per una emissione di Paestum, soprattutto quelle della fase finale, sotto il dominio romano, quando insieme a Panormos Paestum era rimasta l'ultima città ad avere il privilegio di poter coniare monete, ma soprattutto di piccolo taglio (semissi) e dall'areale di circolazione alquanto limitato. C'è qualche emissione pestana di questo periodo che al rovescio ha delle immagini di edifici, come la serie MINEIA con al rovescio la Basilica pestana restaurata grazie all'intervento della gens Mineia, ma non superiamo i 4 grammi...

nooo per me ci vuole solo un mago, non un esperto , per capire che moneta e' :)

Link to post
Share on other sites

12,8 grammi per il peso è giusto o c'è un refuso? E' tanto....sia per un follaro di Salerno e dintorni che per una emissione di Paestum, soprattutto quelle della fase finale, sotto il dominio romano, quando insieme a Panormos Paestum era rimasta l'ultima città ad avere il privilegio di poter coniare monete, ma soprattutto di piccolo taglio (semissi) e dall'areale di circolazione alquanto limitato. C'è qualche emissione pestana di questo periodo che al rovescio ha delle immagini di edifici, come la serie MINEIA con al rovescio la Basilica pestana restaurata grazie all'intervento della gens Mineia, ma non superiamo i 4 gr

Grazie per la risposta e l'interessamento, "purtroppo" il peso è quello, anzi come puoi ben vedere in origine lo superava di molto(causa la mancanza di metallo che vedi nel tondello). Avevo pensato a Paestum per quei dettagli che ho fatto notare. Escludendo Salerno e dintorni presumo rimanga solo Roma, che ne pensi?

Link to post
Share on other sites

nooo per me ci vuole solo un mago, non un esperto , per capire che moneta e' :)

Vox79 mi fa piacere già il fatto che si tratti effettivamente di una moneta, se poi la si poteva collocare in un determinato periodo storico era un surplus aggiuntivo. Non ho preteso una identificazione dettagliata,anzi...ma quelle linee che ho messo in rilievo ti dicono qualcosa in particolare o le vedo solo io?

Link to post
Share on other sites

Ciao @@arnold, se è un Follaro di Salerno Te lo possono dire gli esperti della monetazione come @@vox79, @@oedema @@claudioc47, @@angel, @@dareios it o @@appah sperando che qualcuno di loro passi di qui...

Ciao Eliodoro

un grazie anche ad Eliodoro per la partecipazione. Arnold

Link to post
Share on other sites

Grazie per la risposta e l'interessamento, "purtroppo" il peso è quello, anzi come puoi ben vedere in origine lo superava di molto(causa la mancanza di metallo che vedi nel tondello). Avevo pensato a Paestum per quei dettagli che ho fatto notare. Escludendo Salerno e dintorni presumo rimanga solo Roma, che ne pensi?

potrebbe, ma di romane non ne capisco praticamente niente... :/

Link to post
Share on other sites

@@eliodoro in effetti potrebbe essere questa la strada da imboccare, di romane non è che ne so molto, ci sono diverse tipologie simili a questa?
la mia fantasia mi aveva fatto naufragare su quest'altra(ma come già si è detto nei commenti precedenti non ci siamo con le misure):

post-30196-0-09760500-1409669010_thumb.p

Link to post
Share on other sites

eliodoro

@@eliodoro in effetti potrebbe essere questa la strada da imboccare, di romane non è che ne so molto, ci sono diverse tipologie simili a questa?

la mia fantasia mi aveva fatto naufragare su quest'altra(ma come già si è detto nei commenti precedenti non ci siamo con le misure):

Partiamo dal presupposto che non si vede nulla, il peso degli assi dell'alto impero si aggiravano intorno ai 10 - 12 g. GLi altari, al rovescio, erano spesso presenti sugli assi dell'alto impero, moneta ad alta diffusione era lo spicciolo del popolo.

Abbiamo, oltre all'asse di Augusto coniato da Tiberio come moneta di consacrazione che ti ho prima postato, un Asse Di Domiziano:

1738805.m.jpg

e molto più raro, un asse di Vespasiano:

1537879.m.jpg

Link to post
Share on other sites

@@eliodoro la tua ipotesi mi sembra la più sensata, guardandola bene potrebbe essere un asse come quelli da te illustrati . Come tu stesso hai detto "partiamo dal presupposto che non si vede nulla" per cui penso che sia inutile spremerci ancora di più le meningi rischiando di farci venire il mal di testa. Resto però dell'opinione che hai centrato la tipologia in cui rientra la moneta in mio possesso, grazie per il tempo dedicatomi, un caro saluto. Arnold.

Edited by arnold
Link to post
Share on other sites

Buongiorno a tutti i cari amici di questo splendido sito, vorrei sottoporre ai vostri occhi esperti questo tondello metallico chiedendovi un vostro parere. Secondo voi è una moneta? (perché in alternativa lo cestinerei), in più vi evidenzio dei particolari che sono saltati ai miei occhi. Zona Salerno, peso: 12.8 grammi, larghezza(lato più largo-più stretto): 2.95 cm-2.65 cm, spessore: 0.21 mm. Vorrei aggiungere che il metallo di cui è composta sembra(m non ne sono sicuro) cristallizzato. Ringrazio tutti per il tempo dedicatomi, un saluto Arnold.

Potrebbe essere una moneta di Velia, un'antica polis della Magna Grecia, localizzata nel comune di Ascea in provincia di Salerno.

Link to post
Share on other sites

Potrebbe essere una moneta di Velia, un'antica polis della Magna Grecia, localizzata nel comune di Ascea in provincia di Salerno.

Conosco il sito, ci sono stato più volte e mi affascina sempre, veramente bella la Campania(non me ne vogliano i residenti di altre regioni). Ma da cosa deduci che si possa trattare proprio di una moneta della suddetta polis? Ben vengano opinioni e comparazioni.

Edited by arnold
Link to post
Share on other sites

Conosco il sito, ci sono stato più volte e mi affascina sempre, veramente bella la Campania(non me ne vogliano i residenti di altre regioni). Ma da cosa deduci che si possa trattare proprio di una moneta della suddetta polis? Ben vengano opinioni e comparazioni.

Ho ridato uno sguardo al testo "Le monete dell'Italia antica " di Catalli e nel paragrafo dedicato alle monete di Poseidonia sono descritte monete del peso di 12,80 - 12,50 grammi. Nel pomeriggio cerco di postarti le immagini relative.

Link to post
Share on other sites

dareios it

Ho ridato uno sguardo al testo "Le monete dell'Italia antica " di Catalli e nel paragrafo dedicato alle monete di Poseidonia sono descritte monete del peso di 12,80 - 12,50 grammi. Nel pomeriggio cerco di postarti le immagini relative.

Mi sembra di ricordare che quelle in bronzo di Poseidonia di peso elevato, hanno Poseidone che scaglia il tridente da un lato e un toro dall'altro. Non credo che possa somigliare a questa di cui si parla.

Link to post
Share on other sites

Mi sembra di ricordare che quelle in bronzo di Poseidonia di peso elevato, hanno Poseidone che scaglia il tridente da un lato e un toro dall'altro. Non credo che possa somigliare a questa di cui si parla.

Si esatto; vi è il toro disposto tra due barre orizzontali: una sotto i piedi e una al di sopra del dorso e dall'altro lato Poseidon a gambe divaricate con clamide che scaglia il tridente

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.