Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
avgvstvs

Suberato..

Risposte migliori

avgvstvs

Ok, un'altra discussione sui suberati.

A prescindere dai discorsi su "chi" li abbia prodotti, vorrei fare una domanda: con quali materiali venivano realizzati?

Vi spiego: nell'immagine postata c'e' un lotticino acquistato tempo fa per una ventina di euri sul solito sito d'aste: esso conteneva un paio di suberati "classici" (con anima in rame, trovo interessante il Domiziano "GERMANICVS" in alto a destra), un denario bucato (ma con un "notevole" Romolo) ed infine lui, il denario di Traiano.

Le macchie bianche visibili nella foto sono mancanze di argento.

post-3051-1154374205_thumb.jpg

post-3051-1154374241_thumb.jpg

A prescindere dal fatto che possa essere una riproduzione recente (ad esempio, lo stile del Domiziano e' piuttosto rozzo rispetto a quello delle zecche ufficiali anche se mi sembra in linea con altri suberati dello stesso periodo), mi sapreste indicare altri materiali con cui venivano realizzate queste monete, a parte il rame e il piombo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

galba

Io sapevo che veniva usato il piombo come anima delle monete d'oro , ed il rame per quelle di argento. Venivano usati solo questi metalli perchè gli altri non legano bene con l'oro e l'argento in fase di produzione delle suberate.

Questo è quello che ho letto io sull'argomento

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

avgvstvs
Io sapevo che veniva usato il piombo come anima delle monete d'oro , ed il rame per quelle di argento. Venivano usati solo questi metalli perchè gli altri non legano bene con l'oro e l'argento in fase di produzione delle suberate.

Questo è quello che ho letto io sull'argomento

Corretto, e' piu' o meno cio' che conoscevo anch'io: tuttavia il caso della moneta postata e' diverso, sembrerebbe quasi stucco ( :blink: !). Questo mi fa pensare ad un falso recente, anche se come stile mi sembra non troppo distante dall'originale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

centurioneamico

Prova a leggere quanto scritto sui manuali:

http://manuali.lamoneta.it/Falsi.html#Suberati

Ad ogni modo tra i metalli vili utilizzati per i suberati si pensava ci potesse essere anche il ferro sebbene pare sia solo l'errata interpretazione di un indizio storico dell'epoca e il ferro quindi non era fra i metalli adatti alla fabbricazione di questo tipo di monete..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

LUCIO

Per quello che ne so io, e per l'esperienza personale con manufatti antichi anche non monetali, credo che il piombo (o forse il piombo contenente casualmente anche tracce di altre sostanze, in particolare forse di zinco) può ossidare assumendo una colorazione bianco grigiastra e perdendo completamente -anche in profondità- le caratteristiche metalliche di lucentezza e malleabilità.

Questo, aggiunto al dubbio che forse il piombo e l'argento non legano poi malaccio fra di loro, spiegherebbe qualcosa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Horben Tumblebelly

Sono sulla stessa linea di Lucio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cid1jazz

Su alcune monete suberate di Phistelia è stato trovato anche dello stagno

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

avgvstvs
Per quello che ne so io, e per l'esperienza personale con manufatti antichi anche non monetali, credo che il piombo (o forse il piombo contenente casualmente anche tracce di altre sostanze, in particolare forse di zinco) può ossidare assumendo una colorazione bianco grigiastra e perdendo completamente -anche in profondità- le caratteristiche metalliche di lucentezza e malleabilità.

Questo, aggiunto al dubbio che forse il piombo e l'argento non legano poi malaccio fra di loro, spiegherebbe qualcosa?

Potrebbe essere, anche se questo non spiegherebbe il fatto che pesa soltanto 2.52g, mentre con l'anima in piombo il peso dovrebbe essere superiore alla media dei denari dell'epoca.

In compenso penso che Lucio sia probabilmente sulla buona strada: potrebbe essere infatti una lega di non so cosa con alte percentuali di zinco (che quando ossida diviene, guarda caso, bianco). Vi torna?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giovenaledavetralla

Una volta mi è capitata una moneta in bronzo con l'anima in ferro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×