Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
numizmo

Asse Agrippa.?

Risposte migliori

ggpp The Top

Ad un occhiata generale mi sembra restaurata: i capelli sono poco convincenti e visto lo stato generale della moneta quei rilievi nei capelli di Nettuno sono improponibili, lo stesso la linea sotto il bicipite. Inoltre mi da l'impressione che i fondi siano stati spianati. La corona rostrata mi sembra incoerente, anzi, da l'impressione di avere dei ciuffi ribelli

In generale mi sembra tutto fuorché convincente

Modificato da ggpp The Top

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

altegiovanni

La tesi di babelone è assolutamente condivisibile. I rilievi tutti definiti allo stesso modo fanno pensare che siano tutti opera della stessa mano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

L'Agrippa è un conio bulgaro pubblicato sul libro di Prokopov, Volume III, 1

Ecco qui la versione non patinata:

http://www.forumancientcoins.com/fakes/displayimage.php?pos=-4423

Forse hanno effettivamente utilizzato un tondello antico come base.

A questo punto credo che anche le altre siano prodotte con la stessa tecnica.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vickydog
Supporter

...E senza il Prokopov -imho- rimane un brutto ritratto coi capelli inguardabili, una corona rostrata con le foglie..di olivo(??) al posto dei rostri. Però avrete notato che la perlinatura nell'esemplare in oggetto è diversa dal Bulgaro postato da Cliff.

Modificato da vickydog
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

forse è perlinatura residua e/o ribulinata della moneta buona usata come tondello blank?

ammetto che sono profondamente ignorante in sesterzi, ma francamente è abbastanza bruttarello e inguardabile un po' come gli altri grandi moduli che ha in vendita. dubito riesca a ingannare qualcuno con un minimo di esperienza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

altegiovanni

Il più pericoloso a parer mio è il sesterzio di traiano. Con una patina diversa può mietere qualche vittima.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numizmo

Il più pericoloso a parer mio è il sesterzio di traiano. Con una patina diversa può mietere qualche vittima.

Quello con la Mesopotamia?

Quello sono anni che miete vittime a tutti i livelli...ne sono passati diversi anche in aste più o meno prestigiose e serie, con tondelli fatti meglio e patine decisamente fatte bene, ma sempre quelli sono...controllate se avete tempo e voglia, i passaggi in vendite varie.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

Quello con la Mesopotamia?

Quello sono anni che miete vittime a tutti i livelli...ne sono passati diversi anche in aste più o meno prestigiose e serie, con tondelli fatti meglio e patine decisamente fatte bene, ma sempre quelli sono...controllate se avete tempo e voglia, i passaggi in vendite varie.

Quoto Numizmo. Il sesterzio di Traiano con la Mesopotamia ha fatto vittime anche a livelli medio alti, infiltrandosi in aste internazionali e italiane di un certo spessore. Di fatto era un nominativo alquanto raro che recentemente si vede sempre piu' spesso, peccato che un 2/3 degli esemplari sono falsi (alcuni ottimi falsi con patine e tondelli autentici).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

Guardate cosa ha gia' venduto l'amico bulgaro/norvegese...

http://www.ebay.com/itm/ANTIQUE-ANCIENT-BRONZE-ROMAN-COIN-AS-DIVUS-AUGUSTUS-PATER-TIBERIUS-/251619926318

http://www.ebay.com/itm/ANTIQUE-ANCIENT-BRONZE-ROMAN-COIN-AS-TRAJAN-TRAIANUS-/261565448789

http://www.ebay.com/itm/ANTIQUE-ANCIENT-BRONZE-ROMAN-COIN-AS-1st-CENT-41-54-AD-CLAUDIUS-CLAVDIVS-/261565460045

Noto che la produzione si sta spostando su assi e dupondi per dare meno nell'occhio rispetto ai sesterzi. La cosa si fa preoccupante anche se qui sembrano tutti uguali..

Immaginateveli mischiati a monete autentiche in qualche asta internazionale di medio livello...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

babelone

Sta proponendo molti riconi su tondelli antichi,si vede che il parco buoi :yahoo: rende bene!!!!!!!!!

Ho notato anche un aureo di vespasiano,improponibile :girl_devil:

Saluti

Babelone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

altegiovanni

Che tristezza...certo che comprare da un norvegese che venda da olso. ...si vede che tarocca anche il nome della capitale norvegese...

Modificato da altegiovanni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

snam

@@numizmo

Ciao mi permetti una domanda? Siamo sicuri che sono riconi su tondelli antichi? Una curiosità, se riconio a freddo avrei molte più crepe nel tondello, se riconio a caldo la patina sparirebbe. Corretto? Se il mio ragionamento é giusto, qui hanno utilizzato il metodo a caldo, perciò anche la patina é falsa. Ti torna? Allora perché parliamo di tondello antico? Quali sarebbero le prove? Mi sono perso questo passaggio.

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

babelone

@@numizmo

Ciao mi permetti una domanda? Siamo sicuri che sono riconi su tondelli antichi? Una curiosità, se riconio a freddo avrei molte più crepe nel tondello, se riconio a caldo la patina sparirebbe. Corretto? Se il mio ragionamento é giusto, qui hanno utilizzato il metodo a caldo, perciò anche la patina é falsa. Ti torna? Allora perché parliamo di tondello antico? Quali sarebbero le prove? Mi sono perso questo passaggio.

Ciao

I bordi

Modificato da babelone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

snam

@@babelone

Ok, però le patine sono rifatte. Se vediamo i bordi dovrebbero aver utilizzato una coniazione a caldo con ri patinatura. Sei d'accordo? O conosci altri metodi? I bordi sono poco frastagliati per una coniazione a freddo e i rilievi sembrano molto alti. Però per capire se veramente é un tondello antico non bisognerebbe sapere anche il peso. Non trovi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Matteo91
Supporter

Metto le immagini dell'Agrippa per quando l'inserzione non sarà più visibile:

post-18657-0-60420900-1410861578_thumb.j

post-18657-0-13514000-1410861592_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

Magari han semplicemente trovato un nuovo modo di creare tondelli con bordi irregolari e aspetto vissuto che poi coniano e ripatinano.

Magari semplicemente lavorano a mano ogni tondello per usurarlo e renderlo irregolare prima di coniarci sopra.

Sent from my GT-I8190N using Lamoneta.it Forum mobile app

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Ciao,

in effetti i tondelli a prima vista possono passare per buoni... con quelle crepe laterali (vedi Traiano) e le concrezioni superficiali... per fortuna l'aspetto della patina e i ritratti attirano l'attenzione dell'occhio piú esperto.

Peró... una domanda per esperti... la ritrattistica romana è difficile da ottenere anche con mezzi moderni o le differenze che ci sono sono dovute a scarsa conoscenza del prototipo iniziale?

Quale che sia la causa... è una fortuna... sennó è un disastro!

Ciao

Illyricum

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vickydog
Supporter

una domanda per esperti... la ritrattistica romana è difficile da ottenere anche con mezzi moderni o le differenze che ci sono sono dovute a scarsa conoscenza del prototipo iniziale?

Ciao Illy, per quanto riguarda la riproduzione dello stile dei tratti, dei volti, dei disegni... avevo letto che quello che era lo stile Romano antico è estremamente difficile da riprodurre per un uomo non della stessa epoca o cultura. In effetti guarda, per fare un semplice esempio, la calligrafia di chi scriveva "solo" 100 anni fa, quanto è differente da quella attuale e in un certo senso irriproducibile. Forse ha a che fare con movimenti, gesti, modi di essere che si sono persi, nell'uso di strumenti che si sono modificati.

E anche lo stile della scrittura Giapponese... ho sentito dire che sia impossibile per un occidentale da riprodurre come lo fanno i nativi di quella cultura. Non c'è da stupirsi, perché sappiamo bene come parlare l'italiano (o un'altra lingua) perfettamente come uno che non è di madre lingua, sia praticamente impossibile.

Se è così falsari bisogna nascerci...! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×