Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
apollonia

Emilitra (almeno credo) in bronzo di Selino

Risposte migliori

apollonia
Mi piacciono i bronzi Testa di Eracle/Armi di Eracle in genere, non solo quelli appartenenti alla nutrita schiera dei bronzi di Alessandro Magno con diversi simboli di controllo, contromarche, disposizioni delle armi, ecc. sul rovescio. Nella Hirsch 303 del 25 settembre prossimo sarà battuto questo bronzo di Selinos di cui non è riportato in didascalia né la denominazione (penso un’emilitra) né il peso (credo fra 3,5 e 4 g).

post-703-0-61367700-1411048855_thumb.jpg

GRIECHISCHE MÜNZEN, SIZILIEN, SELINOS. AE-15 mm. 415-406. Jugendlicher Herakleskopf mit Löwenfell r. Rs: Bogen und Köcher. SNG COP. -. SNG München -. SNG ANS 716 ff. Dunkle Patina. Vz. Io mi sono fatto un’idea su questa moneta dal punto di vista, diciamo così, ‘estetico’, ma piacerebbe sentire anche l’opinione degli amici.

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

Ciao, la moneta secondo me è stata pesantemente bulinata.

Riporto un altro esemplare venduto da CNG che presenta una certa pulizia, ma rilievi sicuramente più naturali..

post-7579-0-50296600-1411052462_thumb.jp

SICILY, Selinos. Circa 415-409 BC. Æ Hemilitron (16mm, 3.50 g, 5h). Head of Herakles right, wearing lion skin headdress / E, bow and quiver. Calciati I 11; SNG ANS 716. Near EF, hard green patina. Rare, and exceptional for issue (better than all examples in Calciati).

Normalmente sono bronzi difficili da trovare in eccellenti condizioni. Sapete come la penso.. meglio un bronzo con i segni ed il sapore del tempo, che un bronzo ridefinito.

Aggiungo che la monetazione in bronzo di Selinous inizia con esemplari fusi (fenomeno che ha una certa unicità in sicilia) nel periodo compreso tra il 435 ed il 415 a.C. (cronologia indicata proprio da M.J.Price, assai caro ad Apollonia), per poi passare ad esemplari coniati tra il 415 - 409 a.C., fino alla distruzione della città ad opera dei Cartaginesi.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corzanopietro

Buongiorno @@apollonia

La moneta è citata come Emilitra dal Calciati nel primo volume a pag. 238

Il periodo va dal 415 al 409 a.C.la moneta ha un peso da 3,71 a 3,15 grammi

D/ Testa giovanile di Eracle a dx. con spoglia leonina

R/ Faretra e arco

Dice il Calciati:

.alle vedute sulla coniazione fusa ; segue, ......resta da esaminare la sola serie coniata , quella del tipo Eracle /arco faretra di cui esistono due nominali ; un emilitraon senza indicazioni di valore e un tetras, similare, con tre piccoli globetti il cui peso varia da 2 a 3 grammi.

Trattasi dell'ultima emissione circolante prima della distruzione della città.

L'emilitron si allaccia ad altre emissioni siciliane coeve , come quella di Himera, con testa di ninfa/corona di alloro e quelle di Siracusa con ruota e delfini e con delfino e conchiglia, tutte da considerare emilitre..

E' da notare che nel tetras la testa non è più quella di Eracle ma quella del dio fluviale.

Pietro

noto che mi sono sovrapposto con@@skubydu ; stavo scrivendo/rileggendo poi quanto sopra

Modificato da corzanopietro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

Buongiorno @@apollonia

La moneta è citata come Emilitra dal Calciati nel primo volume a pag. 238

Il periodo va dal 415 al 409 a.C.la moneta ha un peso da 3,71 a 3,15 grammi

D/ Testa giovanile di Eracle a dx. con spoglia leonina

R/ Faretra e arco

Dice il Calciati:

.alle vedute sulla coniazione fusa ; segue, ......resta da esaminare la sola serie coniata , quella del tipo Eracle /arco faretra di cui esistono due nominali ; un emilitraon senza indicazioni di valore e un tetras, similare, con tre piccoli globetti il cui peso varia da 2 a 3 grammi.

Trattasi dell'ultima emissione circolante prima della distruzione della città.

L'emilitron si allaccia ad altre emissioni siciliane coeve , come quella di Himera, con testa di ninfa/corona di alloro e quelle di Siracusa con ruota e delfini e con delfino e conchiglia, tutte da considerare emilitre..

E' da notare che nel tetras la testa non è più quella di Eracle ma quella del dio fluviale.

Pietro

noto che mi sono sovrapposto con@@skubydu ; stavo scrivendo/rileggendo poi quanto sopra

Salve Pietro,

ho notato sul rovescio del bronzo Hirsch in bella evidenza anche una S (sigma) e una E, credo per Selinos. Non ne parla il Calciati?

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corzanopietro

@@apollonia

La decrizione riportata da Calciati cosi come ti riporto sotto è completa (mi erano sfuggite le lettere "Sigma e la E" al rovescio )

D/ Testa giovanile di Eracle a dx. con spoglia leonina

R/ faretra e arco; in alto . S E (in lettere greche)mi è sfuggito

Ti confermo che le lettere Sigma e la E al rovescio sono l'indicazione della città di SELINOUS,

lettere che non appaiono sulle monete fuse; e si riscontrano solo su questa moneta e sul tetras.

Sono le uniche due monete coniate da questa città, oltre alle fuse, cosi afferma il Calciati.

PS: Il Calciati cita, per l'identificazione; "Soc.B. Svizz. 1975, n. 68 gr. 3,71"....penso sia un'asta"

Sempre il Calciati niente dice sulla moneta in riferimento alle lettere; cita altri studiosi quali:Herbert Cahn; la Consolo Langher, M. Jesson Price, ( da questi che io non ho libri,potresti ricavare altre notizie)

.................qui ho tolto parte del messaggio perchè ininfluente.

buona serata

Pietro

.

Modificato da corzanopietro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corzanopietro

@@apollonia

Cercando ho trovato tra i miei libri "Atti del VI convegno del centro internazionale di studi numismatici; Napoli 17/22 Aprile 1977--pag. 400 comprese tavole e bibliografia.

Qui ci sono interventi di PRICE sulle monete di SELINOUS da pag 79 a pag 90.; il volume ha 400 pagine circa con tavole ecc.L'intervento è in inglese

per ora ti invio in scansione le prime due pagine ---se ti interessa ti invierò anche le altre.

post-32362-0-05919000-1411064168_thumb.j

post-32362-0-18368100-1411064194_thumb.j

post-32362-0-99857700-1411064219_thumb.j

saluti

Pietro

Modificato da corzanopietro
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

@@apollonia

Cercando ho trovato tra i miei libri "Atti del VI convegno del centro internazionale di studi numismatici; Napoli 17/22 Aprile 1977--pag. 400 comprese tavole e bibliografia.

Qui ci sono interventi di PRICE sulle monete di SELINOUS da pag 79 a pag 90.; il volume ha 400 pagine circa con tavole ecc.L'intervento è in inglese

per ora ti invio in scansione le prime due pagine ---se ti interessa ti invierò anche le altre.

attachicon.gifLe origini della monetazione di bronzo in Sicilia e in magna grecia.jpg

attachicon.gifpag.79.jpg

attachicon.gifpag. 80.jpg

saluti

Pietro

Leggerei volentieri tutto l'intervento del Price al convegno e quindi ti sarei grato se mi inviassi anche le sei pagine restanti.

Saluti

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corzanopietro

buonasera @@apollonia

Le pagine degli nterventi per Selinus sono in totale 12; la79 e 80 te le ho già mandate,

dalla 79 alla 86 sono di Price segue poi Cahn; ancora Price,

poi a pag. 87 segue Price , poi Hachers, Cammarata e Langher in italiano.

alla pag. 88 e buona parte della pag. 89 ancora langher in italiano.

sempre a pag. 89 prosegue price, e segue nella pag. 90;

qui termina con gli interventi in italiano di Cammarata, poi Langher e ancora cammarata.

Quindi ti allego in tutto 10 pagine.

post-32362-0-85329800-1411320431_thumb.j

post-32362-0-87597300-1411320466_thumb.j

post-32362-0-65363100-1411320507_thumb.j

post-32362-0-29998400-1411320544_thumb.j

post-32362-0-03172700-1411320585_thumb.j

post-32362-0-63340800-1411320640_thumb.j

ora passo ad altra pagina

Pietro

Modificato da corzanopietro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corzanopietro

segue con pag.87 sino a pag. 90

post-32362-0-04353200-1411322469_thumb.j

post-32362-0-79516500-1411322505_thumb.j

post-32362-0-01617000-1411322542_thumb.j

post-32362-0-37509800-1411322578_thumb.j

PS: se leggi qualcosa di interessante in quanto ti ho mandato in inglese; saranno graditi degli accenni di riferimento al quanto.

ho anche le tavole citate.

questo libro fa riferimenti agli interventi sulla monetazione delle seguenti città:

Agrigento, Himera, Segesta, Selinus, Lipara, Siracusa, (marginale) Katane, Gela e Kamarina, Messana,

la cicolazione della Moneta, Rapporto bronzo argento, Sistema della litra, e altre interessanti.

mi auguro ti sia giunto tutto ben chiaro.

Ciao

Pietro

Modificato da corzanopietro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corzanopietro

Pietro (errore)

Modificato da corzanopietro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

E un volume base per lo studio della monetazione siciliana. Anche se con un po di anni, non dovrebbe mancare nella biblioteca.

Ciao

Skuby

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

E un volume base per lo studio della monetazione siciliana. Anche se con un po di anni, non dovrebbe mancare nella biblioteca.

Ciao

Skuby

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

segue con pag.87 sino a pag. 90

attachicon.gifpag. 87 vedi Consolo Langher.jpg

attachicon.gifpag. 88 prosegue intervento Consolo Langher.jpg

attachicon.gifpag. 89 termina intervento Consolo langher e riprende Price.jpg

attachicon.gifpag. 90 prosegue Price e vedi interventi della Langher e di Cammarata.jpg

PS: se leggi qualcosa di interessante in quanto ti ho mandato in inglese; saranno graditi degli accenni di riferimento al quanto.

ho anche le tavole citate.

questo libro fa riferimenti agli interventi sulla monetazione delle seguenti città:

Agrigento, Himera, Segesta, Selinus, Lipara, Siracusa, (marginale) Katane, Gela e Kamarina, Messana,

la cicolazione della Moneta, Rapporto bronzo argento, Sistema della litra, e altre interessanti.

mi auguro ti sia giunto tutto ben chiaro.

Ciao

Pietro

PS: se leggi qualcosa di interessante in quanto ti ho mandato in inglese; saranno graditi degli accenni di riferimento al quanto.

ho anche le tavole citate.

mi auguro ti sia giunto tutto ben chiaro.

Perfetto. Alla relazione del Price seguono alcuni interventi tra cui quelli di Enzo Cammarata e di Sebastiana Consolo Langher.

Se trovo qualcosa di interessante te lo farò sapere.

Grazie ancora di tutto e un saluto

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corzanopietro

E un volume base per lo studio della monetazione siciliana. Anche se con un po di anni, non dovrebbe mancare nella biblioteca.

Ciao

Skuby

buongiorno

in lingua italiana ho anche i seguenti quattro volumi di Adolfo Holm: che ritengo interessanti, nella mia biblioteca.

STORIA DELLA SICILIA NELL'ANTICHITA'. Tre volumi

vol primo; "storia della sicilia"pag. 568, con carta generale della Sicilia e sei altre carte e piante.

vol. secondo; "storia della Sicilia" pag. 611 più sette carte topografiche

vol. terzo; "storia della sicilia nell'antichità" pag. 649

Dello stesso Holm: un volume

Storia della moneta siciliana, pag. 364 più tavole

....e per motivi di lavoro ho vissuto in sicilia per circa tre anni in quel di Palermo.

ciao

Modificato da corzanopietro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa

buongiorno

in lingua italiana ho anche i seguenti quattro volumi di Adolfo Holm: che ritengo interessanti, nella mia biblioteca.

STORIA DELLA SICILIA NELL'ANTICHITA'. Tre volumi

vol primo; "storia della sicilia"pag. 568, con carta generale della Sicilia e sei altre carte e piante.

vol. secondo; "storia della Sicilia" pag. 611 più sette carte topografiche

vol. terzo; "storia della sicilia nell'antichità" pag. 649

Dello stesso Holm: un volume

Storia della moneta siciliana, pag. 364 più tavole

....e per motivi di lavoro ho vissuto in sicilia per circa tre anni in quel di Palermo.

ciao

Conosco per fama l'opera di Holm ma non la possiedo, posso chiederle di verificare se nel volume dedicato alle monete viene citata la zecca di Lampedusa ?

Crederei di no ma volevo esserne certo. Grazie in anticipo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corzanopietro

buongiorno @@numa numa

HOLM---ho dato una occhiata agli indici, non viene citata Lopadusa ne si vedono le sue monete in tutti e quattro i volumi..

però....con sorpresa ho letto della città di Halikyai (Halicyae).

ho trovato in internet digitando "Lopadusa storia" tra le altre quanto Le allego.....se Le può essere utile

post-32362-0-16368500-1411393180_thumb.j

in Internet oltre a questa scansione, che conferma la produzione di monete nell'isola, vedi altre fonti per la ricerca

Ora; Calciati--Mini

Il Calciati conferma che la zecca esisteva, vedi: il Vol. III pag. 369

idem il Mini nel suo volume a pag. 396 che conferma.

La n. 1/2 per Calciati e 1 e 1a per mini.

D/testa barbata e laureata a destra

R/ tonno.;

Per il Calciati e Mini sono invece in discussione se quest'altre monete si possono ritenere della zecca di Lopdusa:

La n. 3 (per Mini la n. 2)

D/ granchio

R/ corona d'alloro caduceo

La n. 4(per mini la n. 3)

R/ guerriero con lancia e scudo

D/ granchio

La n. 5( per Mini la n. 4)

D/ granchio

R/ granchio

in sostanza il Calciati ed il Mini concordano sulle attribuzioni sia certe che incerte.

al momento non ho altro di interessante

saluti

Pietro

Modificato da corzanopietro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Lo studio più dettagliato sulle monete di Lopadusa fu presentato da Fabrizio Rossini nel 2005, in occasione del Congresso Internazionale di Numismatica che si tenne in quella città.

Rendo disponibili le pagine del suo esaustivo studio, anche se scritto in inglese….

post-7204-0-49583500-1411404027_thumb.jp

post-7204-0-64391100-1411404050_thumb.jp

post-7204-0-90992700-1411404065_thumb.jp

post-7204-0-43518700-1411404082_thumb.jp

post-7204-0-38383900-1411404115_thumb.jp

post-7204-0-36231400-1411404130_thumb.jp

post-7204-0-97418300-1411404145_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Temo che le pagine siano quasi illeggibili, in quanto il lavoro originale che ho in memoria è un pdf a bassa risoluzione.

Preferisco allegare direttamente in formato pdf, che è un pò pallido, ma stampabile:

Rossini 2005a Lopadusa.pdf

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corzanopietro

Temo che le pagine siano quasi illeggibili, in quanto il lavoro originale che ho in memoria è un pdf a bassa risoluzione.

Preferisco allegare direttamente in formato pdf, che è un pò pallido, ma stampabile:

attachicon.gifRossini 2005a Lopadusa.pdf

buonasera Alberto

perfetto, mi interessava per il mio l'archivio; mi costerà una cena con mia moglie per la traduzione

tanti saluti

Pietro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Per quanto riguarda invece la monetazione fusa di Selinus, accennata nel corso della discussione, è da rilevare che essa attende ancora una soddisfacente soluzione. Non è facile sistemare, anche sul piano metrologico.

Il tentativo più recente, anche se non esente da critiche, è quello del prof. Lazzarini, nel 2009. Il suo lavoro in pdf è troppo ingombrante, per cui provo a inserire le relative singole pagine in formato jpg:

post-7204-0-53612400-1411404804_thumb.jp

post-7204-0-94601500-1411404833_thumb.jp

post-7204-0-66319900-1411404849_thumb.jp

post-7204-0-16320500-1411404865_thumb.jp

post-7204-0-62345600-1411404882_thumb.jp

post-7204-0-78808200-1411404900_thumb.jp

post-7204-0-89887500-1411404921_thumb.jp

post-7204-0-15061200-1411404942_thumb.jp

post-7204-0-59097400-1411404958_thumb.jp

post-7204-0-78977500-1411404973_thumb.jp

post-7204-0-28636100-1411404991_thumb.jp

post-7204-0-55480600-1411405012_thumb.jp

post-7204-0-46573500-1411405028_thumb.jp

post-7204-0-35728100-1411405050_thumb.jp

post-7204-0-58500400-1411405068_thumb.jp

post-7204-0-67492600-1411405088_thumb.jp

post-7204-0-40956100-1411405103_thumb.jp

post-7204-0-43508800-1411405124_thumb.jp

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Brennos2

grazie Alberto,

sappiamo perché le monete anepigrafe di tipo crab/crab e quelli con la leggenda punica Heracles(?)/crab sono attribuite a Lampedusa ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

I pezzi punici con granchio (crab) sono spesso attributi a Lopadusa, ma la questione resta ancora incerta.

Si sa solo che provengono dall'area delle isole comprese tra la Sicilia e l'Africa settentrionale e una di queste è Lopadusa, ma non c'è certezza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

Tornando al bronzo d’apertura della discussione, ho dato una scorsa all’intervento del Price nel convegno di Napoli e ho visto che l’autore fa riferimento alle monete della tavola XI degli atti. Chiedo a Pietro se cortesemente può postare anche la fotocopia della tavola.

La prima osservazione del Price sui bronzi come quello in tema è che l’oggetto accanto all’arco di Eracle, normalmente identificato come faretra (quiver), è in effetti, a giudicare dalla lunghezza della fibbia, un gorytos, cioè il fodero dell’arco. Ho parlato della differenza tra quiver e gorytos a proposito dei bronzi di Alessandro Magno e in breve posso dire che la faretra è il classico fodero per le frecce che si porta in spalla, a mo’ di zaino, mentre il gorytos è il fodero per l’arco che si porta alla cintola, su un fianco come le fondine delle pistole dei cow boys, legato però da una cintura non girovita ma passante per la spalla opposta al fianco (quindi piuttosto lunga). Naturalmente il gorytos è molto più largo della faretra dovendo ospitare l’arco. Inoltre il gorytos è generalmente munito di una tasca laterale per riporvi le frecce. Il gorytos era in uso dagli Sciiti, abilissimi arcieri, che con questo equipaggiamento potevano cavalcare più agevolmente.

Ho letto anche di emidramme Testa di Eracle/Quadriga e di tetradrammi con la quadriga al diritto emessi da Selino, come pure di monete con la foglia caratteristica della città, variamente descritta di sedano o di prezzemolo. Ho trovato qualche esemplare veramente pregevole di queste monete che posterò in seguito.

Il Price parla poi di bronzi fusi tanto orribili quanto quelli successivamente coniati sono gradevoli. L’autore avanza anche l’ipotesi di una coniazione privata (token coinage) invece che ufficiale di alcuni bronzi, e anche da questo punto è scaturita una vivace discussione.

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corzanopietro

buonasera @@apollonia

ottima la tua spiegazione, molto bene questo pezzo di storia, la terrò in archivio.

ecco la tavola XI del testo citato; si vedono bene anche tre emidarmme e il tetradramma.

se ti servisse posso mandarti singole monete ingrandite.

post-32362-0-44813900-1411486682_thumb.j

già che ci sono ti mando il tetradramma

post-32362-0-32960000-1411489537_thumb.j

saluti

Pietro

Modificato da corzanopietro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

Va bene così, Pietro. Grazie. La tavola mi servirà da traccia per postare alcuni esemplari di ottima qualità delle monete come preannunciato.

Saluti

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×