Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
vox79

Bizantina o Normanna?

Risposte migliori

vox79

Cosa ne pensate, di che moneta si tratta?

E' Bizantina oppure una imitazione Normanna di qualche zecca dell'Italia Meridionale?

post-299-0-74767900-1412667780_thumb.jpg

post-299-0-15278500-1412667782_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Follis Anonimo

Dallo "stile" sembra imitativa, un'imitativa di un follis anonimo di calsse F:

http://www.acsearch.info/search.html?id=1453594

Non sono però a conoscenza di emissioni imitative dell'Italia meridionale che riprendono questo tipo. In generale, esistono imitazioni delle varie classi dei folles anonimi battute in area balcanica e mediorientale, ma anche per questi altri contesti non ricordo esempi relativi a questo caso (in area mediorientale ci sono delle imitazioni del follis di classe D che è simile).

Bisognerebbe cercare di capire cosa si vede al rovescio: io dalla foto faccio molta fatica a leggere qualcosa, tu cosa vedi?

Moneta molto interessante!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vox79

Dallo "stile" sembra imitativa, un'imitativa di un follis anonimo di calsse F:

http://www.acsearch.info/search.html?id=1453594

Non sono però a conoscenza di emissioni imitative dell'Italia meridionale che riprendono questo tipo. In generale, esistono imitazioni delle varie classi dei folles anonimi battute in area balcanica e mediorientale, ma anche per questi altri contesti non ricordo esempi relativi a questo caso (in area mediorientale ci sono delle imitazioni del follis di classe D che è simile).

Bisognerebbe cercare di capire cosa si vede al rovescio: io dalla foto faccio molta fatica a leggere qualcosa, tu cosa vedi?

Moneta molto interessante!

Anche a me sembra una emissione imitativa, potrebbe essere anche relativa ad un follis di classe D.

Al rovescio io sinceramente non riesco a vedere niente, mi sembra sia addirittura in incuso .... non so che pensare :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

antvwaIa

Penserei a un'emissione degli Asen, zecca di Turnovo. Se così, dovrebbe avere un diametro di una trentina di mm.

Modificato da antvwaIa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Follis Anonimo

Mi pare di poter escludere che l'ispirazione sia un follis anonimo di classe D per la posizione del braccio destro di Cristo e per la mancanza dello schienale del trono.

Venendo all'ipotesi "bulgara", da un rapido controllo di monete non scodellate (è così la tua, vero?) ho notato un'imitativa di classe D forse di XI secolo ed altre monete più tarde che su una faccia riportano l'immagine di Cristo in trono ma con esiti abbastanza diversi.

Riporto di seguito alcune immagini di confronto:

post-2857-0-35469300-1412683457_thumb.jp

post-2857-0-76350900-1412683464_thumb.jp

post-2857-0-21552500-1412683474_thumb.jp

Modificato da Follis Anonimo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vox79

Mi pare di poter escludere che l'ispirazione sia un follis anonimo di classe D per la posizione del braccio destro di Cristo e per la mancanza dello schienale del trono.

Venendo all'ipotesi "bulgara", da un rapido controllo di monete non scodellate (è così la tua, vero?) ho notato un'imitativa di classe D forse di XI secolo ed altre monete più tarde che su una faccia riportano l'immagine di Cristo in trono ma con esiti abbastanza diversi.

Riporto di seguito alcune immagini di confronto:

quindi a tuo parere di cosa si tratta? io non vedo molte somiglianze con le foto da te riportate :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Follis Anonimo

Infatti. A me sembrerebbe un'imitativa di un follis di classe F ma non saprei a chi attribuirla. Lo stile un po' mi ricorda le emissioni normanne ma, come detto, non sono a conoscenza di casi simili. Se riuscissimo a capire qualcosa dell'altra faccia si potrebbe forse avanzare qualche altra ipotesi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vox79

Infatti. A me sembrerebbe un'imitativa di un follis di classe F ma non saprei a chi attribuirla. Lo stile un po' mi ricorda le emissioni normanne ma, come detto, non sono a conoscenza di casi simili. Se riuscissimo a capire qualcosa dell'altra faccia si potrebbe forse avanzare qualche altra ipotesi.

anche io penso ad una imitazione normanna, sembra una moneta molto interessante :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

antvwaIa

Non mi pare normanna. Ma quali dimensioni ha? E' leggermente scodellata?

Comunque l'ipotesi suggerita da Follis anonimo (la 1.0.4) la terrei molto in considerazione. Mi pare chiaro che il rovescio è stato ribattuto.

Modificato da antvwaIa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vox79

Non mi pare normanna. Ma quali dimensioni ha? E' leggermente scodellata?

Comunque l'ipotesi suggerita da Follis anonimo (la 1.0.4) la terrei molto in considerazione. Mi pare chiaro che il rovescio è stato ribattuto.

io non ci vedo nulla di simile, a mio dire questa moneta e' completamente diversa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

antvwaIa

Quanto misura? E' un dato sempre essenziale quando si discute di una moneta: diametro e peso. Tieni presente che il disegno è ribattuto e quindi appare molto diverso da quello originale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

carlop

Ci potrebbe essere una terza ipotesi, però ad oggi priva ancora di un adeguato fondamento storico ed archeologico: parte dei follis anonimi del Sud Italia potrebbero essere stati realizzati in loco, da maestranze autoctone sotto il controllo dei governatori locali. In particolar modo gli esemplari di stile particolarmente rozzo ed incerto provengono spesso dal Sud Italia, e si riferiscono proprio a quei periodi in cui i principali centri (si veda, ad esempio, Bari), erano rimasti staccati ed autonomi dal potere centrale, a volte, magari, o perché accerchiati dal nemico o perché sotto assedio. Anche diverse località della Calabria (regione ricca, all'epoca, di rame) attraversarono fasi alterne di lotta contro i confinanti o i normanni stessi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Follis Anonimo

Concordo su questa eventualità, un po' come certe "imitazioni" di classe B o C. Il solo problema è che ci troviamo di fronte ad un'ipotetica imitazione di un follis di classe F, caso privo, a mia conoscenza, di precedenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vox79

A mio avviso il rovescio risulta essere in incuso e questo aiuta ancora meno nella classificazione. Per quanto riguarda peso e diametro non li conosco. La moneta non è mia. Non credo inoltre che sia molto importante. Ci troviamo di fronte ad un Follis, non è discriminante sapere i dati ponderali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vox79

Concordo su questa eventualità, un po' come certe "imitazioni" di classe B o C. Il solo problema è che ci troviamo di fronte ad un'ipotetica imitazione di un follis di classe F, caso privo, a mia conoscenza, di precedenti.

Sei sicuro che si tratti della classe F? Puoi postare per favore qualche foto di qualche esemplare della stessa classe?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Follis Anonimo

Insisto sulla classe F perchè non trovo altre alternative: trono senza schienale, mano destra alzata in benedizione. Ciò non toglie che possa essere una tipologia totalmente diversa ma a me non viene in mente.

Ad ogni modo ecco qualche immagine della classe F:

- http://www.acsearch.info/search.html?id=1201751

- http://www.acsearch.info/search.html?id=979167

- http://www.wegm.com/coins/images_large/by619.jpg

- http://www.vcoins.com/en/stores/gert_boersema/25/product/anonymous_ae_follis_class_f_attributed_to_constantine_x_ad_1059106/63813/Default.aspx

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

antvwaIa

.... Per quanto riguarda peso e diametro non li conosco. La moneta non è mia. Non credo inoltre che sia molto importante ... non è discriminante sapere i dati ponderali....

I dati ponderali sono fondamentali e imprescindibili nell'analisi e catalogazione di una moneta! Senza un'indicazione del diametro mi pare difficile proseguire nella discussione.

.... Ci troviamo di fronte ad un Follis...

Questo è da verificare.

Il termine "follis" è molto ingannevole e pericoloso. Usare questo termine per indicare la moneta bizantina di bronzo del valore di 40 nummi è una convenzione numismatica moderna. Anticamente "follis" era un termine che indicava un quid conosciuto di monete, cioè un numero noto di monete: infatti letteralmente follis indica il sacchettino che le contiene e sulle quali veniva annotato il numero dei nominali contenuti.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

maurizio7751

A mio avviso il rovescio risulta essere in incuso e questo aiuta ancora meno nella classificazione. Per quanto riguarda peso e diametro non li conosco. La moneta non è mia. Non credo inoltre che sia molto importante. Ci troviamo di fronte ad un Follis, non è discriminante sapere i dati ponderali.

Dire che i dati ponderali non sono importanti è una bestemmia numismatica.............. :girl_devil:

Maurizio

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Follis Anonimo

Concordo anche su questo: senza dati oggettivi sarà dura andare avanti (sarebbe importante capire anche se si tratta di una moneta scodellata o no).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

antvwaIa

Non lo vedo bene, ma forse l'avatar di Follis Anonimo è proprio.... un follis!

Nel Cosmographia Scoti, Notitia dignitatum, nell'Insignia del Comes largitionum, sono raffigurati dei "follis":

2ur5vyd.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Follis Anonimo

E' così, mi fa piacere che qualcuno abbia notato il gioco di parole e visivo tra il mio nickname e il mio avatar: follis in tutti i sensi! Anche se, a dire il vero, quel sacchetto raffigurato a mosaico dovrebbe contenere idealmente delle monete d'oro.

post-2857-0-87303300-1412784961_thumb.jp

Modificato da Follis Anonimo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

antvwaIa

Infatti ci sono scritti del III secolo dove si allude a un pagamento in follis aurei! :)

Quindi non è per niente ovvio e scontato che la moneta postata sia, come dice vox, un "follis". Senza le dimensioni, non si può neppure cercare di interpretare cosa essa sia....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vox79

Stiamo andando fuori tema. Qualcuno sa classificare la moneta da me postata?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

antvwaIa

No, non siamo fuori tema. Indica il diametro approssimativo della moneta, dacci un'idea del suo peso, facci sapere se è piana o concava...

Ma se hai già deciso tu che si tratta di un "follis", anche se evidentemente ti è poco chiaro cosa sia un follis, allora perché ci chiedi di classificarla?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×