Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Poemenius

Un nummo .... stellare?

Risposte migliori

Poemenius

C’è un particolare nummo, dato da molti a Giustino II e da alcuni a Giustiniano I.

Il retro è strano.

- Non sembra una classica A

- Non sembra una Delta

- È circondato da stelle…

A dire il vero la moneta si presenta in 2 possibili versioni speculari….ma una delle 2 è più rara….

post-38959-0-76068700-1413043863_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poemenius

Mi sono chiesto: e se fosse una costellazione???

Una delle due varianti pare proprio simile al Capricorno, simbolo che tra l’altro storicamente era apparso su molte monete da Augusto in poi ….la butto lì.....

Prima domanda:

sappiamo quando sono nati Giustino II e Giustiniano I ?

Seconda domanda:

lo ritenete possibile/plausibile?

Buona riflessione

post-38959-0-37213000-1413043955_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

antvwaIa

E' possibile un riferimento a un aspetto zodiacale nella monetazione bizantina?

L'idea è affascinante.

Dare per scontato che si tratta di una variante della A in cerchio del nummo cartaginese dato a Giustiniano (DOC 308-309, 534-539) non è bello, poiché non è mai bello dare niente per scontato, soprattutto in un tema numismatico così difficile e incerto come la monetazione a Cartagine dopo la riconquista bizantina.

Nel DOC la moneta postata da Poemenius è data a Giustiniano (DOC 310-311) ma è ritenuta successiva alla precedente: 548-565.

In fin dei conti il DOC non prende in considerazione che il nummo con la A in cerchio sia stato coniato anche in nome di Giustino (I o II?), come dimostrato da Michele Asolati. Dunque il DOC non è di ispirazione divina, come non lo è il RIC, e metterlo in discussione non costituisce sacrilegio e neppure bestemmia....

Ma prima di emendare il DOC (o il RIC), bisogna esserne molto sicuri e avere argomenti inoppugnabili!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Follis Anonimo

Personalmente, mi sembra molto difficile un riferimento di questo tipo nella monetazione bizantina. E' vero, anche su emissioni più tarde non mancano stelle e stelline ma si tratta, a mio modo di vedere, di simboli che alludono, nel migliore dei casi, a idee più generali connesse al concetto di regalità (l'Imperatore visto come sole/astro) o, nel peggiore dei casi, a un repertorio prettamente decorativo.

Però è certamente un'emissione affascinante!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poemenius

le grandi domande sono:

Giustino II o Giustiniano I?

perché?

cosa al retro?

la mia risposta alla prima domanda ve la do...

a mio parere Giustino II. sia per motivi ponderali (media peso) non conforme a Giustiniano I, sia per motivi stilistici, motivi per i quali non escludo si possa assegnare a Giustino II anche una parte dei nummi con staurogramma con alfa e omega, dati di norma tutti a Giustiniano I.

attendo vostre opinioni, le più disparate.

amo essere smentito e contraddetto con motivazioni sostenibili

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa

Personalmente, mi sembra molto difficile un riferimento di questo tipo nella monetazione bizantina. E' vero, anche su emissioni più tarde non mancano stelle e stelline ma si tratta, a mio modo di vedere, di simboli che alludono, nel migliore dei casi, a idee più generali connesse al concetto di regalità (l'Imperatore visto come sole/astro) o, nel peggiore dei casi, a un repertorio prettamente decorativo.

Però è certamente un'emissione affascinante!

Concordo con Follis

personalmente non credo sia la rappresentazione di una costellazione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Una domanda... non ci sono studi su queste monete?

Arka

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poemenius

per quanto ne so, assolutamente insufficienti, così come per i nummi con A, B, Gamma e Delta....purtroppo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Non conoscendo questa monetazione e quindi i relativi studi, l'ho chiesto prima di scrivere cose magari ovvie... Mi è già capitato. :mega_shok:

Se il terreno è vergine possiamo lanciarci in ipotesi...

Quindi a me sembra una lettera e per la precisione un delta da posizionarsi con il pezzo in fuori verso l'alto (così ricorda il delta minuscolo) e le stelle in questo modo sarebbero sotto e ai lati. La presenza di lettere sulle monete bizantine in posizione preminente, come in questo caso, di norma sta a significare un numero. Il delta starebbe per 4.

Ovviamente la mia è solo un'ipotesi da verificare.

Arka

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poemenius

Sembrerebbe un delta, quindi 4 nummi, ma viene spesso considerata una A proprio a causa del peso, che ci obbliga apparentemente a evitare di considerarla di valore superiore al nummo. Scrivo dal cell senza dati in mano, ma di norma pesano circa 0,5 gr.

Rimangono le domande. Giustiniano I? Se si perche' una A di questo tipo quando sia lui sia Giustino II coniavano gia' nummi con la tipica A bizantina? Cosa rappresenta allora il retro du questo che a peso appare essere 1 nummo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poemenius

mah di solito i 4 nummi hanno pesi ben sopra al grammo anche nei casi leggeri...qua abbiamo un 1,13 g e 2,11 g

nb - la più pesante....entrambe date a Giustiniano....cosa leggete in legenda?

post-38959-0-50660900-1413153404_thumb.j

post-38959-0-46831400-1413153417_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

antvwaIa

Non è assolutamente comprovato che si tratti di una moneta dal valore nominale di 4 nummi. Entrambe mi paiono in nome di Giustino (I o II?).

"The AP accompanying the numerals perhaps stands for argiroy, i.e. units which like denarii had originally implied silver coins but as a result o debasement had now become notional copper ones".

Evito di citare Autore ed Editore onde non incappare nelle ire di quel quaquaraquà imbecille a piede libero....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Nella prima leggo bene DNIVSTIN poi direi due (?) spazi vuoti. Poi mi sembra che ci siano una N, una P, una V e probabilmente una C.

La seconda è ancora più complessa. Direi DNISINNVSAVC ma non ha molto senso.

Entrambe da interpretare...

Poi ho notato il delta della prima moneta sfalsato in alto.

Se poi il delta non è un numero, allora cos'è?

Arka

P.S. Incuso ha già spiegato che il problema non era la citazione della pubblicazione, nè men che meno la citazione dell'autore. Il problema era il link pubblicitario. Il quale dovrebbe stare sulla destra delle discussioni, come tutti gli altri. Quindi non facciamo confusione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

antvwaIa

No Arka, il problema non era se il link che citata il titolo (non era un link "pubblicitario") si trovava a destra o a sinistra della discussione, né è un problema che sia stato cancellato, tanto che dissi subito a Incuso che stava bene. Il problema è un imbecille quaquaraquà che solleva un problema inesistente solo perché infastidito (legittimamente) dalla spigolosità di alcuni miei interventi ma esendo del tutto sprovvisto di attributi non ha avuto il coraggio di dirlo a chiare lettere e si è nascosto dietro un alibi del tutto risibile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poemenius

voglio ragionare con mente totalmente sgombra... e aperta a tutto.

e se avesse voluto essere un monogramma o una parte di esso?

post-38959-0-15883100-1413374433_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Non ho presente alcun monogramma con le stelle...

Arka

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poemenius

non sono un fortissimo conoscitore degli ori bizantini, quindi mi aiuterete, ma questa A compare anche sui successori di Anastasio...in questa forma?

post-38959-0-65254600-1414538574_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Da una rapida visione direi che A simili durano fino a Giustino II... Effettivamente quella del nummo di partenza potrebbe essere una A e grazie alla forma della A del solido potremmo orientare la moneta nel verso giusto ovvero quello del post 1.

Arka

Modificato da Arka

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poemenius

purtroppo allora una possibile attribuzione ad un solo imperatore, perora è ancora lontana... grazie Arka...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×