Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
Fratelupo

STEMMI SULLE MONETE

Risposte migliori

Fratelupo

Cari frequentatori della sezione e utenti di passaggio,

vi propongo una discussione in cui ognuno di noi presenti uno stemma rappresentato su una moneta di nostra pertinenza.

Le monete europee tra Cinque e Settecento mostrano splendidi stemmi, sia su grandi emissioni in oro e argento, sia sui

pezzi spiccioli. Sarebbe un bel modo per creare una specie di rassegna araldica, che potrebbe essere utile anche per altri

studiosi e appassionati.

Direi che sarebbe opportuno postare sia la moneta nella sua totalità, sia un particolare dello stemma.

Dai, fatevi avanti!

Modificato da Fratelupo
  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fratelupo

Comincio io con un tallero di Salisburgo, coniato sotto il principe arcivescovo Guidobaldo di Thun-Hohenstein, datato 1661.

Lo stemma di famiglia è inquartato, con nel 1° e nel 3° l'antico stemma Thun, e nel 2° e 4° quello dei signori di Eschenloch,

acquisito nel 1516. Sul cuore si vede lo scudo dei signori di Caldes, acquisito nel 1604. Gli Eschenloch e i Caldes si erano estinti

e la loro arma venne ereditata dai Thun.

post-7082-0-11085000-1414508925_thumb.jp

post-7082-0-36924300-1414508942_thumb.jp

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fratelupo

Visto che fate i timidi, continuo io, con uno stemma ancora raffigurato su un tallero di Salisburgo (1649), stavolta del principe Paride Lodron.

La sua arma è data dal leone rampante, con la classica coda doppiamente annodata.

post-7082-0-30515900-1414586837_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lafayette

Stemma della Repubblica di Ginevra (e stemma cantonale) su un 3 Soldi (II tipo) del 1776.

Lo stemma ginevrino risale al XV secolo e riunisce il simbolo imperiale dell'aquila incoronata (la città era stata annessa all'impero nel XI secolo) e la chiave d'oro vescovile. Anticamente i colori della città erano il grigio e il nero, per poi passare al nero e viola nel XVII secolo. Gli attuali colori (giallo e rosso) hanno infine prevalso durante il XVIII, a cui è stato aggiunto il nero nel periodo rivoluzionario.

Il motto "Post tenebra lux" è un riferimento alla riforma luterana del XVI secolo.

Dalla Costituzione della repubblica e cantone di Ginevra:

Art. 7: Stemma e motto.

1) Lo stemma della Repubblica e Cantone di Ginevra rappresenta la fusione dell'aquila nera con testa coronata su fondo giallo e della chiave d'oro su fondo rosso. Il cimiero rappresenta un sole che si leva sul bordo superiore e che riporta il trigramma IHS in lettere greche.

2) Il motto è «Post tenebras lux».

(chiedo scusa anticipatamente se la conversazione fosse stata intesa per i soli stemmi familiari)

post-42070-0-60068000-1414593608_thumb.j

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fratelupo

Grazie Lafayette! Stemmi familiari, di città, di altro genere sono benvenuti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lafayette

Seconda monetina:

1 Bluzger del 1727 in mistura emesso dai baroni di Haldenstein (Gubert von Salis) nell'attuale Canton dei Grigioni.

Scudo con corno di stambecco rovesciato, sovrastato da corona baronale (di foggia antica senza raggi che sostengono le 7 perle visibile di fronte).

Lo stemma qui riportato non è quello dei baroni, il quale, nel corso di 2 secoli si è evoluto con l'aggiunta delle armi delle varie famiglie che hanno ereditato il titolo (von Schauenstein e von Salis), ma quello della cittadina di Haldenstein, a nord di Coira. Nelle varie versioni (molto numerose tra l'altro) del bluzger dei von Salis lo stemma compare con numerose varianti: in questa in particolare il corno di stambecco si presenta rovesciato. I colori originali sono il bianco (campo) e il nero (corno), e l'iconografia richiama lo stemma della Lega Caddea, anche detta della Ca' di Dio (stambecco nero a destra rampante), la lega più antica delle tre che componevano la Repubblica delle tre Leghe, della quale tuttavia Haldenstein non faceva parte (unica tra le cittadelle nei dintorni di Coira).

post-42070-0-86439500-1414608452_thumb.j

Modificato da Lafayette

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fratelupo

Ringrazio ancora Lafayette. E gli altri? Dove siete finiti tutti?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fratelupo

Ma dai, 115 visualizzazioni e solo 6 risposte, tra l'altro di due utenti, compreso il sottoscritto. Dov'è l'errore?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lafayette

io sto aspettando l'esito di un'asta, se per sbaglio dovessi vincerla arriva un monetone con un'orgia di stemmi!! ancora una settimana però...

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cipa

Provo a partecipare inserendo l'ultimo acquisto fatto (le foto sono del venditore):

Maria Teresa d'Austria

20 Kreuzer 1778

Zecca di Hall

post-8548-0-32114800-1415442758_thumb.jp

post-8548-0-46412600-1415442792_thumb.jp

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nikita_
Supporter

Potrei partecipare con questa moneta da 20 Kreuzer 1780 di Salisburgo di Hieronymus Joseph Franz de Paula Colloredo.
Ma non la saprei descrivere bene perché di araldica non ne capisco nulla ... :unknw:
Vedo che è derivante dalla fusione dello stemma della famiglia Colloredo, di quello di Salisburgo e di quello arcivescovile.

post-27461-0-97902400-1415442830_thumb.j

post-27461-0-52881500-1415442841_thumb.j

post-27461-0-40885900-1415442851_thumb.j

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fratelupo

@@cipa sei sicuro che la zecca sia Hall? Lo stemma in cuore è il leone di Boemia...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cipa

Onestamente non ho controllato. Mi sono fidato della descrizione del venditore.

Sent from my GT-I9070 using Lamoneta.it Forum mobile app

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fratelupo

@@Nikita lo stemma è composto dall'arma di Salisburgo nella parte superiore e da quello dei Colloredo, nobile famiglia friulana, in quello inferiore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fratelupo

@@cipa anche nei titoli si vedono quelli di duca di Slesia e quello di margravio di Moravia... Fra un attimo controllo sui testi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fratelupo

@@cipa confermo, zecca di Praga. Vedi Krause, World Coins, pp. 60-61.

Modificato da Fratelupo
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cipa

Grazie per le preziose indicazioni.

Massimo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fratelupo

Altro stemma: stavolta è posto su un pezzo da 3 kreuzer del 1637 della zecca di Glatz per Ferdinando III come re di Ungheria e Boemia. Lo stemma inquartato porta nel primo e nel terzo l'arma d'Ungheria,

nel secondo e nel quarto quella di Boemia con il leone rampante; in cuore lo scudetto partito reca le armi d'Austria e di Borgogna.

post-7082-0-03377900-1415795104_thumb.jp

Modificato da Fratelupo
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fratelupo

Dai, dei soliti frequentatori della sezione non c'è nessuno che vuole partecipare descrivendo un bello stemma?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Corbiniano

Ringrazio ancora Lafayette. E gli altri? Dove siete finiti tutti?

Ciao, scopro solo adesso questa interessante discussione.

Ottima idea! :good:

Appena mi organizzo... vi seguo. :hi:

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fratelupo

Vi propongo uno stemma davvero particolare, che qui troviamo impresso su un groschen (in realtà un trojak, vedi il post n.27) di re Sigismondo di Polonia, coniato nel 1603 nella zecca di Cracovia.

Sul rovescio, a sinistra si vede l'aquila polacca, mentre a destra il cavaliere simbolo della Lituania.

Il nome "Vasa" in svedese significa "covone di grano", ed eccolo quindi comparire nello scudetto al centro, a richiamare il nome della storica dinastia polacco-svedese

cui apparteneva Sigismondo III (1587-1632). Ancora oggi lo stemma reale svedese porta in cuore il piccolo covone di grano.

post-7082-0-98199800-1416413006_thumb.jp

Modificato da Fratelupo
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Corbiniano

...e lo scudetto minuscolo con un (leone?) sottostante al collo del ritratto?!...

:good:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×