Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
Legio II Italica

Marco Aurelio e Mercurio

Risposte migliori

Legio II Italica

Nella immensa iconografia della monetazione romana repubblicana e imperiale esistono rappresentazioni di deita’ di tutti gli Dei dell’ Olimpo greco romano , predominano pero’ i piu’ importanti e noti , ai quali erano dedicati numerosi e ricchi Templi sparsi per Roma e per le altre citta’ dell’ Impero , mentre altri Dei , per cosi’ dire minori , compaiono meno frequentemente sui dritti o rovesci delle monete e con pochi Templi cittadini a loro dedicati ; tra questi Dei meno raffigurati ed onorati con pochi Templi , compare saltuariamente raffigurato nelle monete , anzi credo raramente , almeno nel periodo imperiale , il Dio Mercurio .
Tra le rare rappresentazioni di Mercurio emesse dagli Imperatori , la piu’ nota , anche se rara , credo sia quella che compare in alcune monete di Marco Aurelio , per lo piu’ Sesterzi , oltre che in raffigurazioni su un Sesterzio di Herennio Etrusco ; facendo ora riferimento ai soli Sesterzi di Marco Aurelio , in quanto piu’ ricchi di dettagli iconografici e simbolici , Mercurio compare all’ interno di un Tempio di forma rotonda a quattro colonne , a lui dedicato , Tempio che si trovava in prossimita’ del Circo Massimo , alle falde del colle Aventino , tanto che si credeva o meglio si confondeva il Tempio del Circo Massimo con un altro sull’ Aventino , pero' inesistente , credendo che i Templi dedicati a Mercurio in Roma fossero due , mentre in realta’ esisteva solo quello vicino al Circo Massimo .
Questo Tempio coniato sui Sesterzi di Marco Aurelio si presenta di forma circolare con quattro colonne sul Pronao , una gradinata di ingresso e in mezzo alle colonne , ma nella realta' dentro la cella del Tempio , la statua di Mercurio ; nella parte alta a cupola del Tempio si notano diversi animali , una tartaruga sulla sinistra , poi forse un caprone , ariete o un vitello o un maiale , animali diversi a lui sacrificati nelle cerimonie religiose . La moneta presenta come legenda sul dritto : M ANTONINVS AVG TR P XXVII , sul rovescio IMP VI COS III e in esergo RELIG AUG .

Fu emessa in base alla legenda tra la fine del 172 e la fine del 173 .
Ma per quale motivo Marco Aurelio emise questa moneta con il Tempio e l’ effige di Mercurio ? quale significato voleva trasmettere ? sappiamo che i Romani emisero le loro monetazioni non solo come arido mezzo di scambio , ma anche per trasmettere a loro stessi e ai popoli soggetti la potenza politica , militare , sociale , economica e religiosa dell’ Impero ; quindi ogni diversa iconografia dei rovesci aveva un particolare significato arcano e profondo .
Dalla storia sappiamo che Marco Aurelio in quegli anni del 172/173 , quando fu emessa la moneta , non era a Roma , ma era impegnato in Germania , nel pieno delle tremende guerre Marcomanniche ; quindi questa moneta potrebbe essere stata emessa dal Senato come invocazione al Dio , in quanto Mercurio era anche l’intermediario tra gli uomini e gli Dei e forse anche come forma di richiesta di aiuto alla RELIGIO AUGUSTA tutta , affinche’ fosse favorito il buon esito della guerra ; non escludo che Mercurio nella rappresentazione della moneta fosse anche invocato per il felice ritorno dell’ Imperatore dalla campagna militare , in quanto Mercurio aveva anche questa facolta’ di favorire i felici ritorni .
Sarebbe interessante iniziare in questa sezione del Forum , in quanto si studierebbe la moneta solo dal punto di vista del rapporto storico simbolico iconografico , escludendo altri interessi numismatici , una serie di discussioni riguardanti i rovesci di alcune particolari monete romane come questa descritta ; spero abbia un seguito .
Sotto due Sesterzi di Marco Aurelio con il Tempio di Mercurio e la Relig Aug , oltre a un Sesterzio di Herennio Etrusco con la PIETAS AUG e la raffigurazione di Mercurio .

post-39026-0-26498400-1414518025_thumb.j

post-39026-0-95016500-1414518035_thumb.j

post-39026-0-87179800-1414518061_thumb.j

Modificato da Legio II Italica
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eliodoro
Supporter

Ciao @@Legio II Italica, Mercurio /hermes, divinità greco romana, effettivamente compariva sulle monete romane, molto più spesso nel periodo repubblicano che in quello imperiale. Il suo culto era diffuso anche nelle comunità latine stanziate in Campania.

Mercurio era inteso come la personificazione del vento,perciò fu considerato protettore di tutto quanto era inconsistente come l'aria. Proteggeva gli avvocati, al quale si rivolgevano per farsi ispirare brillanti oratorie, ai mercanti i quali chiedevano una migliore eloquenza negli affari, nonchè i viaggiatori.

Era raffigurato sempre con volto giovanile, capelli ricci con indosso il petaso:
Alcune raffigurazioni:

Sestante repubblicano
643206.m.jpg

Denario repubblicano:

700578.m.jpg

Obolo di Suessa

1087081.m.jpg

Antoniniano NUmeriano:

724985.m.jpg

Denario Ottaviano:

724842.m.jpg

Modificato da eliodoro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Ciao @@eliodoro , si in effetti la raffigurazione di Mercurio e' frequente nel periodo repubblicano di Roma , meno in quello imperiale . Piuttosto misterioso rimane il significato del kerykeion , il bastone o Caduceo associato a Mercurio , che quasi sempre lo accompagna nelle raffigurazioni .

post-39026-0-83574100-1414942588_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eliodoro
Supporter

Ciao @@eliodoro , si in effetti la raffigurazione di Mercurio e' frequente nel periodo repubblicano di Roma , meno in quello imperiale . Piuttosto misterioso rimane il significato del kerykeion , il bastone o Caduceo associato a Mercurio , che quasi sempre lo accompagna nelle raffigurazioni .

Ciao Claudio, il caduceo di Mercurio, mi dà l'impressione, di un collegamento con l'aria e con il vento...

Tra le informazioni raccolte:

"Sembra che questo simbolo abbia origini antichissime, si farebbe addirittura risalire al 2600 a.C. Lo si è infatti ritrovato presso gli assiro-babilonesi, in alcuni papiri dell'antico Egitto e su una coppa ritrovata nell'antica città mesopotamica di Lagash. Veniva talvolta rappresentato anche sui monumenti egiziani costruiti prima di Osiride. Lo ritroviamo anche nella Sumeria (Shumer o Mesopotamia occ.) e nell'India, inciso su pietra...Narra la leggenda che Mercurio (Hermes), il messaggero degli dei, ricevette un bastone da Apollo. Quando giunse in Arcadia, gli si pararono innanzi due serpenti che si divoravano a vicenda, allora egli gettò il bastone tra loro ed essi si riappacificarono. Da questa leggenda è nato il simbolo del Caduceo, un segno di pace rappresentato da un bastone con due ali aperte e due serpenti attorcigliati che si guardano l'un l'altro. "

Modificato da eliodoro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×