Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
dareios it

Per gli amici di Lucio Bellizia

Risposte migliori

dareios it

E' passato già un anno che Lucio ci ha lasciati. Il tempo scorre velocemente ed inesorabilmente, ma gli amici non scorderanno mai il tempo passato in sua compagnia. Lui era quello che ci univa, e ci riuniva. Forse quello che a me manca di più, è proprio questo, il riunirci tutti insieme nel suo accogliente salotto a discutere della nostra più grande passione. Ho voluto aprire questa discussione per gli amici di Lucio e a quanti in vita, lo hanno voluto bene e stimato. Di seguito chi vorrà,  potrà aggiungere un suo pensiero personale.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dareios it

Di seguito, il ricordo dell'amico Emilio

 

In memoria dell'Amico Lucio.

 

 

 

Caro Amico,

 

 

Ci manchi ormai da un anno, direi che manchi alla nostra città, al nostro mondo.

 

 

La Tua mancanza si sente immensamente, .... più trascorre  il tempo più si sente.

 

 

In passato , ancor prima di avere  l'onore di conoscerTi e frequentarTi, ho letto qualcosa del filosofo

 

 

 Friedrich Wilhelm Nietzsche circa la teoria del “Superuomo” od “Oltreuomo”, in verità con iniziale

 

 

scetticismo sulla plausibilità di certe affermazioni da  parte del grande  pensatore; ovviamente, per

 

 

quel poco  che ero riuscito a leggere, e per la mia insignificante statura cultural-intellettuale nei

 

 

confronti del grande Maestro di pensiero, non avrei comunque avuto alcun titolo di giudizio in

 

 

proposito.

 

 

 

Comunque ritenevo, nella mia limitatezza di comune essere umano, che al mondo non  potesse

 

 

esserci mai possibilità di confrontarsi con cosiddetti “Superuomini”; non era facile credere alle

 

 

teorie del Nietsche, secondo cui “l'uomo è una corda tesa tra l'animale ed il superuomo, ...una corda

 

 

sospesa su un baratro”.

 

 

Non potevo credere che al mondo esistessero esseri di tale superiore spiritualità.

 

 

 

 

Poi, nel 1997 conobbi Te, Amico mio.

 

 

 

Mi affascinasti immediatamente, fu un vero “colpo di fulmine”, rafforzato dall'immediata 

 

 

percezione, divenuta poi consapevolezza, della nostra affinità ideologica.

 

 

 

Con fame di sapere, cominciai a frequentare Te, dispensatore di sapienza, con assiduità.

 

 

Piano piano,  frequentandoTi, discutendo con Te quotidianamente, capii che l'essere superiore

 

 

Nietzschiano esisteva.

 

 

 

 

L'Essere Superiore è Colui che riesce a scherzare su un argomento tremendamente serio come la

 

 

morte - attesa con terrore dai normali esseri umani - irridendola fino alla dissacrazione esorcizzante,

 

 

cosa che il resto dell'umanità non osa fare.

 

 

 

Questo eri Tu!

 

 

 

 

L'Essere Superiore è Colui che riesce, con inimitabile nobiltà d'animo, a donare oggetti di grande

 

 

valore storico e, perchè no, anche materiale, al prossimo, seppur in non rari momenti di effettiva

 

 

Sua difficoltà economica.

 

 

 

Questo eri Tu!

 

 

 

L'Essere Superiore è Colui che riesce a farti apprezzare il “bello” di quello che ti circonda, dell'arte,

 

 

dei monumenti e di  quant'altro di mirabile l'uomo ha creato nei secoli, accompagnandoti a

 

 

modificare i tuoi gusti, inducendoti ad arricchirti culturalmente, accettando l'idea di “capire” ed

 

 

apprezzare manufatti anche inusuali od indifferenti al gusto comune, ma incredibilmente

 

 

interessanti  per storia ed origine.

 

 

 

Questo eri Tu, Lucio!

 

 

 

 

Alla fine sei stato Tu a farmi realizzare  in concreto che quella del Superuomo, teorizzata dal

 

 

Grande Pensatore tedesco, era una figura di grande spessore spirituale, rara su questa terra, ma

 

 

possibile!

 

 

 

 

Nietzsche aveva ragione: l'Essere Superiore esiste!

 

 

Il solo averTi conosciuto è  valsa questa mia vita terrena.

 

 

Ci vediamo Lucio!

 

 

 

 

 Il Tuo Amico Emilio.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dareios it

Non essendo scritta al forum la Moneta, pubblico la lettera che la sua cara figlia Giuliana, ha scritto al suo caro papà.

 

 

05/01/2015

Sono qui, in camera tua, di fronte al tuo letto, come al solito, ma non ci sei tu a dettarmi quello che devo scrivere. Lo sai che non sono brava con le parole, soprattutto non sono brava ad esternare quello che penso, proprio come te e il nostro rapporto ne è la testimonianza: niente carezze,poche parole, nessuna smanceria, non ci sono mai piaciute. A noi bastava guardarci, non avevamo bisogno d’altro. Ci legava un amore immenso, ma non avevamo la necessità di dircelo. Sapevamo di non poter stare l’uno senza l’altro ma non occorreva dimostrarselo. Un rapporto come pochi, unico, fatto di piccoli cenni, tanti sguardi, poche parole. Lo sai erano tantissime le cose che non sopportavo di te ed altrettante tu di me, insieme per più di un po’ di tempo non resistevamo senza litigare, ma non riuscivamo neppure a farne a meno. Onestamente, ma questo credo lo sappia anche tu, non sei stato un padre esemplare, ma di sicuro sei stato un padre speciale, ed io sono davvero orgogliosa di essere tua figlia, il tuo “fangotto”. Non avrei potuto chiedere e desiderare di meglio. Ora mi avresti cacciata dalla stanza, era scaduto il nostro tempo limite, già fin troppe parole, troppe chiacchiere, sufficienti  almeno per un bel po’. Adesso se tu potessi vederci penseresti che ti abbiamo stufato abbastanza, per non dirlo a parole tue, e probabilmente andresti a metterti a letto con la scusa di voler riposare per non averci tra i piedi. PA’ un’ultima cosa: mi manchi in maniera inimmaginabile e so che mancherai anche a tante altre persone, perché persone come te non esistono. Hai lasciato un vuoto immenso, ma tu di questo ne eri ben consapevole.

TI VOGLIO BENE PA’

La tua bimba

  • Mi piace 6

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dareios it

Per ultimo, una lettera della moglie Anna.

 

 

La moglie Anna ringrazia gli amici, parenti e conoscenti che sono stati accanto al caro marito Lucio donandogli affetto e calore, condividendo interessi reciproci e facendolo sentire vivo.

E’ trascorso un anno, ha lasciato un vuoto incolmabile, forse neanche lui si rendeva conto di essere così importante e di quanta sofferenza avrebbe causato in tutti noi.

Nella nostra casa regna il silenzio, non c’è vita, non si sentono più quelle fragorose risate e non si avverte più l’allegria che si respirava nel nostro salotto, quasi divenuto come un circolo culturale e ricreativo, un punto di riferimento e ritrovo per tutti gli amici che restavano per ore ad ascoltare “il Professore”.

Ora veniamo “a noi due”:

grazie per i valori, la ricchezza d’animo, la sicurezza e la forza che mi hai trasmesso anche nei momenti complicati. Mi mancano le nostre belle chiacchierate, perché con te potevo parlare e condividere tutto, avevi in ogni circostanza il consiglio o l’idea adatta grazie alla tua mente unica. Se tornassi indietro ripeterei esattamente ciò che ho condiviso con te nei momenti belli e negli altrettanti momenti particolarmente delicati e difficili in cui il nostro rapporto è stato messo a dura prova. Il nostro regalo più bello e quello che ci terrà legati per sempre sarà nostra figlia, identica a te in tutto e per tutto. Grazie per esserci stato accanto in questi anni. E’ stato un vero onore poter camminare affianco a te almeno per un po’.

SEMPRE CON  NOI… Ciao Lucio

ANNA

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

claudioc47
Supporter

@@dareios it ciao Lorenzo. Mi sarebbe piaciuto conoscerli entrambe. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

angel

Io non ho conosciuto di persona Lucio Bellizia, ma l'ho conosciuto attraverso due suoi libri sulla monetazione di Salerno: "Le monete della zecca di Salerno" e "Monete inedite o poco note della zecca di Salerno", quest'ultimo scritto in collaborazione con Giovanni Florio. Da questi libri mi son fatto un'idea dello Studioso Attento e Paziente che è stato, in quanto le monete di Salerno non sono facili da identificare e catalogare: sicuramente avrebbe dato ancora tanto alla Numismatica, ma .... 

Un Omaggio a Lucio Bellizia

angel

Modificato da angel

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vox79

Grazie mille Lucio, per tutti i tuoi insegnamenti . "Maestro", ti ricodero' sempre con grande stima e ammirazione.

Spero di aver imparato 1/10 dei tuoi insegnamenti e averli riportati correttamente nei miei libri.

Spero di aver ereditato 1/10 della tua passione e di avere altrettanto "cuore" verso questi "pezzetti di rame" :).

RIP

Modificato da vox79
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×