Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Georg

Lira-2Lire Impero con contorni e diametro diversi

Risposte migliori

Georg

Il dott.Gigante, nella tabella riguardante la Lira impero, menziona due "varianti" (in realtà non si capisce se sono varianti o errori di conio, alla stregua delle "quattro mani" del centesimo Prora e di altre "amenità"....probabilmente sono errori....):

 

1939 XVIII - contorno liscio (anzichè rigato) e diametro di 28 mm (anzichè 26,5) - R2 (addirittura...)

 

1940 XVIII - antimagnetica, con contorno liscio e diametro di 27,85 mm  - R

 

Per quanto riguarda il 2 Lire, invece, riporta la seguente variante (o errore?):

 

1940 XVIII - magnetica - contorno liscio e diametro di 30,1 mm (anzichè 29) - anche questa R2.

 

 

.... Ne avete mai viste dal vivo o in foto? Ne sapete qualcosa in più?...

....A livello di collezionismo, le reputate degne di nota?.....

 

A me, ripeto, non sembrano varianti  ma errori.....come le già citate quattro mani, ..un 20cent impero col contorno liscio che ho visto da un numismatico....e altre cose simili.

Modificato da Georg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

prtgzn

A mio parere una moneta con diametro diverso diventa un'altra moneta. Per il semplice fatto che il decreto richiama specifiche caratteristiche. Quello che sarebbe da appurare, è la quantità di monete con questi diametri "anomali". La variante è un impronta diversa creata dall'incisore durante un restyling, un errore può essere una frattura di conio o un riempimento di qualche particolare che poi crea una mancanza nella moneta. In questo caso ci troviamo davanti a diametri diversi: caso fortuito o caso voluto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Georg

A mio parere una moneta con diametro diverso diventa un'altra moneta. Per il semplice fatto che il decreto richiama specifiche caratteristiche. Quello che sarebbe da appurare, è la quantità di monete con questi diametri "anomali". La variante è un impronta diversa creata dall'incisore durante un restyling, un errore può essere una frattura di conio o un riempimento di qualche particolare che poi crea una mancanza nella moneta. In questo caso ci troviamo davanti a diametri diversi: caso fortuito o caso voluto?

 

...Secondo il mio modesto parere, fortuito! ...

 

...Oltre al fatto che, comunque, esistono altre cose del genere (es. 20 cent col contorno liscio.....Le famose 1940 XVIIII con quattro gambette.....ecc ecc...), mi risulta anche che in quegli anni la situazione numismatica fosse ancora molto....in divenire, e che, ad esempio, la lega di Ac/Ni fosse in via di sperimentazione.....Tant'è che le proporzioni non sono sempre uguali: lo si capisce dal fatto che, oltre alle magnetiche e alle antimagnetiche "ufficiali", ci sono moltissimi esemplari..."debolmente" magnetici!...

 

...Forse, proprio nel corso di queste sperimentazioni potevano accadere coniazioni "particolari", come queste...magari per differenti pressioni di conio (visto che l'acciaio è molto più duro...), o per le svariate percentuali di Acmonital e di Nichel che usavano...?.....

 

Comunque rimaniamo sempre in quel grandissimo "menu" di varianti, errori, curiosità....Dove alcune non si sa nemmeno se esistano, altre sono "acclamate"!.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Georg

...Proprio ieri sera, neanche a farlo apposta, ho trovato questo catalogo di un'asta del dott.Eupremio..

 

http://www.casadastemontenegro.it/pdf/quarta/regno.pdf

 

 

845 2 Lire 1940 XVIII Roma aquila su fascio - bordo liscio acmonital Mont 310 Lupp. 68   RRRR   (...addirittura!)...

 

 

Però, a  vedere come è venuta la coniazione.....mi vien proprio da pensare a un errore!....

Modificato da Georg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

prtgzn

Può essere che ci sia stata un pò di "confusione monetaria". Sicuramente il bordo liscio è un'anomalia, in quanto la momneta non è passata sull'attrezzatura che ne imprimeva la rigatura. Anche in questo come in tantissimi altri casi la rarità è fatta dalla domanda e dall'offerta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

elledi

L'argomento è molto molto complesso e non si può liquidare in poche frasi. Ci sono tanti libri che trattano l'argomento degli errori, difetti, ecc....compreso..il mio :blum:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

andrea78ts

Il contorno liscio associato ad un diametro piu' grande e' dovuto ad un errore di coniazione nella fase di battitura denominato "battitura ampia" o broadstrike in inglese.
Per vari motivi (che spiego nel mio libro), in fase di battitura il conio inferiore puo' trovarsi posizionato allo stesso livello del "piatto" dove scorrono i tondelli. In pratica il tondello non si inserisce dentro la virola (che in questo caso cinge il conio inferiore) ma comunque si posiziona sopra il conio inferiore. Quando il tondello viene battuto il metallo e' libero di espandersi non essendoci l'effetto contenitivo della virola e ovviamente il contorno sara' liscio in quanto la zigrinatura viene impressa dalla virola

Modificato da andrea78ts
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×