Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Alessioildoge

Liguria AUTENTICITA' DUBBIA 96 LIRE 1796

Risposte migliori

Alessioildoge

Ciao ragazzi, questa moneta vi sembra autentica?

 

è indicato un peso di 23.12 g ?!?

 

Per quanto sia tosata mi sembrano troppi 2 grammi in meno del normale

Modificato da Alessioildoge

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alessioildoge

Anche a me infatti ho chiesto di controllare il peso, ma visto che non sono infallibile ho pensato di chiedere altri pareri :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lucadesign85

Credo che la moneta sia stata indossata, questo spiegherebbe la diffusa porosità del metallo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

pazzoxlinter

Buonasera a tutti. Quoto Luca. Alcuni segni fanno pensare a quello che spiegherebbe la porosità, certo che 2gr. In meno...........

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dizzeta

Questa moneta è stata coniata dalla primavera del 1814 al 1824, evidentemente i Savoia non badavano tanto all'impronta e alla legenda pur di far coniare monete d'oro dalla zecca di Genova, ormai da tempo inoperosa.

Nonostante le osservazioni di G.C. Brignole (Ministro di Stato alla Corte di Torino) che riguardava le monete d'oro da 96 e 48 lire, portanti la data 1796, che risultavano calanti in peso, la produzione fu ugualmente messa in circolazione.

La giustificazione fu che il calo era favorito da un'incisione troppo forte e rilevata delle impronte, ma più ancora dai rilievi cordonati del bordo appositamente modificati per ostacolare le illecite operazioni di tosatura. A causa della duttilità del metallo le parti più in rilievo erano soggette ad un consumo che si traduceva in un calo di peso.

 

Più probabilmente la zecca genovese aveva trascurato i normali controlli soliti a farsi nelle varie fasi di lavorazione e con quel pretesto riuscì a  "guadagnarci un po'"

 

Non va comunque dimenticato che la ricomparsa delle monete del 1796 consentiva automaticamente alla riapertura del Banco di San Giorgio di procedere alla sistemazione delle ingenti somme depositate in passato nel celebre istituto bancario: somme calcolate esclusivamente sulle quadruple da 96 lire e sugli scudi da 8 lire, ed è questo un motivo, se non il principale motivo, che costrinse il Governo Sardo a tollerare fino ad esaurimento il corso di queste monete.

 

PS: A proposito com'è il bordo? Puoi fotografarlo o descrivercelo?

Modificato da dizzeta
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alessioildoge

Ciao Dizzeta, no purtroppo non ho acquistato la moneta, ero solo incuriosito dal fatto che il modulo e tutti gli altri dettagli mi facevano sembrare la moneta autentica mentre il peso era nettamente inferiore agli standard

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×