Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
komodo

Lazio
Roma: medaglia Tommaso Mercandetti

Buona giornata a tutti. Ho appena ricevuto questa medaglia e mi piacerebbe sapere se è conio originale del Mercandetti, magari recensito da Arnaldo Turricchia nella sua opera " Tommaso Mercandetti e le sue medaglie", oppure successivo riconio. Purtroppo mi manca il volume, ancora ....e non ho trovato riferimenti in aste passate

Secondo voi , a questo punto, è rara e come la giudicate?

Grazie

 

Bronzo Ø 66 e spessore al bordo circa 7 mm, il peso (indicativo) 131 gr

post-29881-0-08455500-1428056562_thumb.j

post-29881-0-99645400-1428056577_thumb.j

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buona giornata a tutti. Ho appena ricevuto questa medaglia e mi piacerebbe sapere se è conio originale del Mercandetti, magari recensito da Arnaldo Turricchia nella sua opera " Tommaso Mercandetti e le sue medaglie", oppure successivo riconio. Purtroppo mi manca il volume, ancora ....e non ho trovato riferimenti in aste passate

Secondo voi , a questo punto, è rara e come la giudicate?

Grazie

 

Bronzo Ø 66 e spessore al bordo circa 7 mm, il peso (indicativo) 131 gr

 

Ce l'ho il volume di Turricchia, davvero un valido volume, ti farò sapere stasera se la tua medaglia è classificata.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buona giornata a tutti. Ho appena ricevuto questa medaglia e mi piacerebbe sapere se è conio originale del Mercandetti, magari recensito da Arnaldo Turricchia nella sua opera " Tommaso Mercandetti e le sue medaglie", oppure successivo riconio. Purtroppo mi manca il volume, ancora ....e non ho trovato riferimenti in aste passate

Secondo voi , a questo punto, è rara e come la giudicate?

Grazie

 

Bronzo Ø 66 e spessore al bordo circa 7 mm, il peso (indicativo) 131 gr

 

@@komodo

Si tratta di un accoppiamento di dritto e rovescio non riportato nel testo di Turricchia, questo perchè dopo il 1820 i conii venivano utilizzati in diversi modi e ad oggi ne sono venuti fuori altri.

Il dritto commemora il restauro del Campidoglio avvenuto nel 1805 ma il conio venne finito ed utilizzato dal 1820 perchè prima di tale data non si ha alcuna notizia tra i documenti d'archivio del Mercandetti. Il rovescio raffigura la galleria Lapidaria nel Museo Chiaramonti del 1819 ed è una variante di una medaglia di diametro inferiore del 1814 (Turricchia 71). I due conii di questa medaglia sono riportati comunque nel testo di Turricchia ai numeri 87 e 91 ma accoppiati con altri conii (di cui uno uniface). Il diametro dovrebbe essere di mm. 68, confermi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao francesco7, il Ø è circa 67/68 mm e so che gli eredi di Mercandetti avevano ceduto a Monsignor Taggiasco alcuni coni poi alienati nel 1886 da Hirscher. Anche se non catalogata è comunque una gran bella medaglia di uno dei più grandi incisori a cavallo tra il '700 e l'800. In particolare questa medaglia arriva dal Regno Unito

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

.....e su numismaticadellostato a pag 286 dell' "arte della medaglia" il D  come medaglia uniface 1805 Veduta del Campidoglio ( tra parentesi a fondo stessa pagina "trattato del 1840 confini Stato Pontificio e Regno Due Sicilie)

Grazie per la risposta della ricerca sul Turricchia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pensa che anch'io ho in collezione una medaglia del Mercandetti inedita ......... e non riportata nel Turricchia. Bisognerebbe verificare chi aveva questi conii e perchè coniava medaglia con simili accoppiamenti.  :good:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non sono riuscito a trovare riferimenti al nominativo Hirscher. Sto ancora cercando e se trovo notizie le posto quì ma ricordo di aver letto da qualche parte che dei conii dovrebbero essere andati  in lascito (?) al direttore di museo, forse Vaticano, non ricordo; devo trovare i riferimenti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

http://www.coincircuit.com/coin-Auction/nomisma-spa/4735469/lot-288-vatican-coins-and-medals-nomisma-spa-numismatic-auction-50 

 

qui si fa riferimento a quanto avevo scritto relativo ai passaggi di mano

 

https://archive.org/details/alcunicennisulla00ross

 

e qui ti puoi scaricare il pdf della stampa del "piccolo libriccino" del 1881 che ti avevo indicato la sera scorsa e che fa riferimento agli eredi del Mercandetti e il lascito dei conii a Monsignor Taggiasco di Cagliari

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Secondo voi questa discussione andrebbe spostata nella sezione delle papali? Gli stessi conii vennero accoppiati con alcuni riportanti il nome di Pio VII.

@@fabio22 @@renzo1940 

Modificato da francesco77

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @@francesco77

 

per me la medaglia in oggetto non appartiene alle medaglie papali in quanto non contiene alcun riferimento al Pontefice regnante Pio VII.

Si tratta, come già detto, dell'accoppiamento di una medaglia realizzata per celebrare il restauro del Campidoglio nel 1820 utilizzato anche nella seguente:

 

http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-ME597/63

 

con quello della Medaglia Papale di Pio VII per il museo Chiaramonti del 1819.

 

Devo dire che l'impressione è quella di una esecuzione di molto postuma per tipologia, accentuata dalla frattura del conio che nell'esemplare utilizzato del 1867 non era presente...quindi si deve dedurre che l'esecuzione del riconio sia databile oltre questo anno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Ciao fabio22, vedendo le due immagini, credo invece che sia precedente al 1867, perchè quella postata al W-ME597/63 ha ulteriori fratture di conio (targa in basso a dx più lunga e sulla scala principale )  non presenti sull'accoppiamento della discussione e mi sembra che la frattura principale sia stata bulinata

 

qui le immagini in H.D. della medaglia

 

http://www.auctiva.com/hostedimages/showimage.aspx?gid=1433145&ppid=1122ℑ=821744891&images=821744834,821744856,821744891&formats=0,0,0&format=0

Modificato da komodo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao fabio22, vedendo le due immagini, credo invece che sia precedente al 1867, perchè quella postata al W-ME597/63 ha ulteriori fratture di conio (targa in basso a dx più lunga e sulla scala principale )  non presenti sull'accoppiamento della discussione e mi sembra che la frattura principale sia stata bulinata

 

qui le immagini in H.D. della medaglia

 

http://www.auctiva.com/hostedimages/showimage.aspx?gid=1433145&ppid=1122ℑ=821744891&images=821744834,821744856,821744891&formats=0,0,0&format=0

Io le vedo in entrambe quasi identiche

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?