Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
elettro-matic

Litra Siracusana. Cancro del Bronzo?

Buonasera a tutti. Ho da poco acquistato questa litra Siracusana e vorrei chiedere  alcuni consigli su  come intervenire " in modo casalingo" su alcune macchie che sembrano cancro del bronzo.

Allego foto.

Grazie a chi vorra' rispondermi.

 

 

post-45824-0-05919900-1428961353.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nessuno  di buon cuore ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@@elettro-matic

Scusa per il ritardo della mia risposta ma proprio non avevo visto il tuo intervento.

Sicuramente la tua moneta presenta i tipici crateri con residui polverulenti di colore azzurro/verde tipici del cancro del bronzo.

Essendo una reazione autocatalitica che una volta innescata si sostiene ed alimenta da sola mi sento di dirti che occorre intervenire.

Ti consiglio di leggere la discussione in collegamento

http://www.lamoneta.it/topic/119879-pulizia-monete-antiche-di-bronzorame/

in cui vengono citati i materiali e i metodi da utilizzare....una volta letto il tutto, se hai bisogno di altri chiarimenti, nel limite delle nostre competenze....siamo qui.

ciao

Mario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie della tua risposta Mario. In questo caso cosa mi conisgli di fare ?  Usare l` EDTA  o il piu` pericoloso benzotriazolo? Di quest` ultimo esiste in commercio una soluzione gia` pronta all` uso ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie della tua risposta Mario. In questo caso cosa mi conisgli di fare ?  Usare l` EDTA  o il piu` pericoloso benzotriazolo? Di quest` ultimo esiste in commercio una soluzione gia` pronta all` uso ?

Prima la pulizia dei crateri con metodo misto EDTA/azione meccanica. Per inattivare completamente il processo corrosivo è però indispensabile il benzotriazolo....che non è un mostro...sono sufficienti le normali precauzioni (ambiente aerato, evitare contatto con occhi, bocca, non inalare..).

EDTA e benzotriazolo non sono alternativi: il primo è utile per sciogliere e sequestrare i prodotti dell'ossidazione del rame; il secondo inattiva il processo corrosivo.

Che io sappia il benzotriazolo non esiste in soluzione alcolica già pronta. Esistono invece prodotti per la protezione finale dei metalli a base di resine acriliche e benzotriazolo (Incralac, metacril) o cere e benzotriazolo (Reswax) ma, come sopra accennato, sono da utilizzare per la rifinitura e protezione finale....per il trattamento di inattivazione della corrosione serve il bagno prolungato in soluzione alcoolica. 

Ciao

Mario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per l`azione meccanica consa mi suggerisci di utilizzare? Stecchino di legno?, comune spazzolino per l`igiene orale? o altro? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per l`azione meccanica consa mi suggerisci di utilizzare? Stecchino di legno?, comune spazzolino per l`igiene orale? o altro? 

Stecco di legno, spina d'acacia, bisturi, microfresa tipo Dremmel..Il tutto servendosi di una buona lente d'ingrandimento (io uso un monocolo da orefice con 10x d'ingrandimento).la cosa fondamentale è procedere con cautela, per piccole superfici, con pazienza e senza fretta. Occorre anche una buona manualità....ma si può fare. 

ciao

Mario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

per chi fosse interessato all'argomento consiglio di dare un'occhiata qui:

http://www.antichitabelsito.it/

Modificato da gennydbmoney

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si, l`avevo gia` notato.  Ha il benzotriazolo e la cera microcristallina. Non ho visto l` EDTA. A proposito ... ho dimenticato di chiedere in quale alcool va diluito il benzotriazolo ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?