Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
principesax

vittorio emanuele II figlio di carlo alberto?

Risposte migliori

principesax

Buon giorno,
leggendo un opera sulla famiglia Savoia ho scoperto che vi sono vari opinioni sul fatto che Vittorio Emanule II sia effettivamente figlio di Carlo Alberto Re di Sardegna. Secondo me questi dubbi sono fondati  (per motivi fisiognomici ad esempio) e quindi tutti i discendenti di Vittorio Emanule II non sono consanguinei della storica famiglia dei Savoia bensì hanno origini non aristocratiche

 

la cosa da collezionista numismatico non mi fa molto piacere

 

Grazie

Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giulira
Supporter

boh, anche se fosse, questa scoperta non cambierebbe certo la storia di quegli anni.....e nemmeno le monete.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

jeffff_it

Beh che la fisionomia non sia simile non ci sono dubbi....

La leggenda narra di un'incendio nella stanza del principe Vittorio Emanuele (ancora in fasce) dove perse la vita la nutrice e il pargolo miracolosamente si salvò.

Il futuro Re sembra assomigliasse sia in termini fisici che caratteriali a un macellaio popolano, tale "tanaca" arrichitosi di colpo.

Ricordiamoci che Già Carlo Alberto faceva parte del ramo cadetto della Famiglia (che si è conclusa con Carlo Felice), probabilmente la perdita del principino sarebbe stato un duro colpo per il piccolo regno di Sardegna.

Per quanto riguarda la parte numismatica Vittorio Emanuele II è finito nel bene o nel male su un numero altissimo di monete ed è stato un protagonista indiscusso della storia dell'800, quindi ormai poco è contestabile no?

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dyb

Ringraziamo il "tanaca" per tutte le belle monete che ci hanno lasciato i suoi discendenti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

prtgzn

Credo che nella storia di re e regine e figli, si potrebbe scrivere un fiume di parole. Effettivamente sapere chi è il padre o la madre dei vari discendenti è un'impresa ardua. A quel tempo la cosa importante era avere un erede maschio, in che modo o maniera era cosa secondaria.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

La storia è piena di re che non erano figli di chi avrebbero dovuto essere, la cosa, da collezionista numsimatico, non mi fa né caldo né freddo :rolleyes: i re legittimati a emettere moneta, sono quelli che regnano, di chiunque siano figli.

 

E poi, spesso, questi re "abusivi" si sono comportati meglio di tanti "legittimi"...Vittorio Emanuele II poteva anche non essere figlio di Carlo Alberto, ma è stato il miglior sovrano della sua dinastia ;)

 

petronius :)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Liutprand
Supporter

La storia è piena di re che non erano figli di chi avrebbero dovuto essere, la cosa, da collezionista numsimatico, non mi fa né caldo né freddo :rolleyes: i re legittimati a emettere moneta, sono quelli che regnano, di chiunque siano figli.

 

E poi, spesso, questi re "abusivi" si sono comportati meglio di tanti "legittimi"...Vittorio Emanuele II poteva anche non essere figlio di Carlo Alberto, ma è stato il miglior sovrano della sua dinastia ;)

 

petronius :)

Secondo me anche Carlo Alberto va rivalutato, non fu facile fare ciò che fece!

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

jeffff_it

Che Vittorio Emanuele II Sia stato il miglior sovrano della sua dinastia nutro qualche serio dubbio.... E' sempre stato descritto come irruento e irrascibile, sempre attratto dalle donne, non certo ligio alle regole e alle etichette. Diciamo che si è trovato nel luogo giusto nel momento giusto, ben consigliato da ottimi politici e probabilmente baciato dalla sorte........

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

Io veramente di somiglianze padre/figlio ne vedo. In generale gli ultimi savoia "madreggiano" ovvero tendono ad assomigliare piú alla madre che al padre.  Va bene l'incendio nella culla ma poi arrivò un secondo figlio...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

principesax

Indubbiamente Vittorio Emanuele II é stato un bravo sovrano molto amato al suo tempo. Di somiglianza con i predecessori vedo la passione per la natura e la caccia. Di somiglianze a livello fisico con il fratello il padre e la madre non ne vedo molte. Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

William123000

Che opera hai letto @@principesax ?

anche a me la cosa non turba molto ma è comunque interessante.

quanto a Vittorio Emanuele II e i suoi meriti , credo anche io sia stato il migliore della sua dinastia, anche se certo una mano la diedero le circostanze e un certo Cavour.

in ogni caso Emanuele se la gioca facile con i suoi successori, perché vissuti in pace e nell'ozio (politico e amministrativo) delegando molto, o perché quello che ha attraversato anni di guerra e tumulto , dove si poteva vedere il valore del sovrano stesso, si è ricoperto di colpe vergognose.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ilcollezionista90

avrei i miei dubbi , sul fatto che , il "primo" re d'Italia , sia stato il migliore , diciamo il più fortunato , essendo vissuto nel momento giusto , affiancato dal migliore politico dello scacchiere italiano , ossia Cavour . Se dovessimo eleggere i migliori di casa savoia , direi senza dubbio Eugenio e l'ultimo duca d'Aosta , signorilità e personaggi militari che , hanno donato qualcosa di concreto al casato . Su di chi sia figlio , solo un accurato studio genetico può risolvere la disgressione , così come è stato recentemente per Napoleone III , di cui si è appurato che , non era il nipote di sangue dello Zio , Napoleone I . 

 

Un saluto 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

Se dovessimo eleggere i migliori di casa savoia , direi senza dubbio Eugenio e l'ultimo duca d'Aosta , signorilità e personaggi militari che , hanno donato qualcosa di concreto al casato .

 

Concordo con te che siano stati grandi personaggi, ma francamente non vedo cosa possano aver donato al casato di più concreto dell'intera Italia. E nessuno dei due ha mai regnato...io avevo scritto che VEII era stato il miglior "SOVRANO" della sua dinastia, non il miglior Savoia in assoluto ;)

 

Quanto alla storia dell'incendio e del figlio del macellaio, non è affatto nuova, la conoscevo da anni, ne parlano perfino giornali di gossip (ricordo di averla letta su uno di quelli, la prima volta) tipo Gente o Oggi, che periodicamente pubblicano (o almeno, pubblicavano, fino a non molti anni fa) articoli sui Re d'Italia e su altri personaggi della nostra storia recente, in particolare del Ventennio (Mussolini, la Petacci, gerarchi assortiti), ricchi di particolari "piccanti" :rolleyes:

 

petronius oo)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sulinus

Immagino la Principessa Maria Teresa andare dal pizzicagnolo a comprar salsicce hahahahhaaa :rofl:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

R.E.IN.SENA

Buon giorno,

leggendo un opera sulla famiglia Savoia ho scoperto che vi sono vari opinioni sul fatto che Vittorio Emanule II sia effettivamente figlio di Carlo Alberto Re di Sardegna. Secondo me questi dubbi sono fondati  (per motivi fisiognomici ad esempio) e quindi tutti i discendenti di Vittorio Emanule II non sono consanguinei della storica famiglia dei Savoia bensì hanno origini non aristocratiche

 

la cosa da collezionista numismatico non mi fa molto piacere

 

Grazie

Marco

 

Buongiorno

Ho gia' sentito parlare di questa cosa, molti storici indicano re VE2° come un re di aspetto forte, temperamento deciso, modi anche un po' rozzi, ricordava un re unno ed e' per questo che venne accostata l'ipotesi di un cambio del neonato nella culla, quando ci fu' un incendio a palazzo.

Alcune male lingue ipotizzarono che il neonato, morto, fosse stato sostituito con un'altro di altra origine, ma questa ipotesi e' quanto mai improbabile per due motivazioni. 

In quell'epoca il Re era ancora piu' che in grado di fare altri figli, non vedo quindi il motivo dell'improbabile cambio di neonato nella culla. 

Secondo motivo, erano molto attenti a non fare figuracce e se si fosse scoperto che il pargolo era stato sostituito, sapete che figuraccia con gli altri aristocratici dell'epoca?

Saluti

Re

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vathek1984

Anche io trovo questa nota leggenda, poco concreta e credibile...certo le differenze tra il padre ed il figlio erano nette ed evidenti sia dal punto di vista caratteriale che dell'aspetto fisico, ma questo credo avvenga di sovente anche nelle normali famiglie del "popolo"...:D

Quanto ai meriti di Vittorio Emanuele II, anche per me fu il miglior sovrano della sua dinastia...abile a servirsi delle diverse e contrastanti forze di Cavour e Garibaldi...certo per mera ambizione personale e dinastica...ma forse senza il suo desiderio di conquista e la sua diplomazia "personale" oggi l'Italia non sarebbe una nazione unitaria...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

elledi

Monetazione abbastanza monotona però...VEIII è tutta un'altra storia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

jeffff_it

Per la prima volta dissento dal commento di @@elledi.

Magari i soggetti sono ripetitivi però dobbiamo considerare la monetazione per la Sardegna, del governo provvisorio, del "Re Eletto" e finalmente del Regno D'Italia, con le ultime monete per Zecche importanti (Bologna, Napoli, Firenze ecc....) e finalmente quella benedetta R di Roma. Non dimentichiamoci anche  di quei pezzi da 90 per rarità e il prestigio.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

elledi

Per la prima volta dissento dal commento di @@elledi.

Magari i soggetti sono ripetitivi però dobbiamo considerare la monetazione per la Sardegna, del governo provvisorio, del "Re Eletto" e finalmente del Regno D'Italia, con le ultime monete per Zecche importanti (Bologna, Napoli, Firenze ecc....) e finalmente quella benedetta R di Roma. Non dimentichiamoci anche  di quei pezzi da 90 per rarità e il prestigio.

Eh...mica sono il verbo in terra! :blum:  

Ho espresso la mia opinione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vathek1984

Per la prima volta dissento dal commento di @@elledi.

Magari i soggetti sono ripetitivi però dobbiamo considerare la monetazione per la Sardegna, del governo provvisorio, del "Re Eletto" e finalmente del Regno D'Italia, con le ultime monete per Zecche importanti (Bologna, Napoli, Firenze ecc....) e finalmente quella benedetta R di Roma. Non dimentichiamoci anche  di quei pezzi da 90 per rarità e il prestigio.

Concordo, una monetazione davvero affascinante che accompagna le diverse tappe dell'Unità d'Italia...;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

jeffff_it

@@elledi non sei il verbo, ma diciamo uno degli "amici" del verbo de La Moneta. :D 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

elledi

@@elledi non sei il verbo, ma diciamo uno degli "amici" del verbo de La Moneta. :D

Sei troppo gentile.

Allora...diciamo che quello che dici è condivisibile in relazione alla monetazione pre regno d'Italia....poi però con il Regno d'Italia si ritorna al classico: stemma da una parte e effige del sovrano dall'altra, senza tanti fronzoli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gcs

Colgo l'occasione per chiedervi un dubbio.

Ci sono ragioni storiche sul perchè il primo re dell'italia unita mantenne il nome di vittorio emanuele ii? secondo a chi se il regno era appena nato?

 

Grazie a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dux-sab

forse perchè erano tutti e due re ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Littore

Colgo l'occasione per chiedervi un dubbio.

Ci sono ragioni storiche sul perchè il primo re dell'italia unita mantenne il nome di vittorio emanuele ii? secondo a chi se il regno era appena nato?

 

Grazie a tutti

Mantenendo il numerale II, volle sottolineare la continuità del Regno d'Italia con quello di Sardegna (dove regnò già un Vittorio Emanuele I).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×