Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
visroboris

Rarità: questione di tiratura o di conservazione?

Recommended Posts

visroboris

Buonasera a tutti!

Inizio questa discussione da Neofita quale sono perchè vorrei cercare di orientarmi su una tematica di rilievo che mi sembra essere uno tra i grandi dilemmi che son presenti in Numismatica. Leggendo varie discussioni e ascoltando varie opinioni ho notato che riguardo alla rarità di una moneta si apre una criticità nella definizione stessa del termine e a volte prevale maggiormente una visione soggettiva a scapito dei riferimenti oggettivi che aiutano ad orientarsi su una tipologia monetaria piuttosto che su un'altra. Per questo motivo vorrei cercare di trovare più chiarezza grazie anche ai vostri pareri. Mi auguro possiate intervenire per appianare alcuni dubbi che mi son sorti nel vedere che la visione del concetto di raro varia da catalogo a catalogo e dai riferimenti delle varie aste.

Grazie a chi vorrà dire la sua! 

Share this post


Link to post
Share on other sites

bizerba62

"Rarità: questione di tiratura o di conservazione?"

Non so se ho capito la domanda.

La rarità di una moneta è legata alla sua reperibilità.

La tiratura c'entra ma fino ad un certo punto.

Ci sono monete coniate in oltre 270 mila esemplari che sono R2 (vedi il 5 lire del 1914) e monete coniate in qualche migliaio di pezzi che sono solo R o anche NC.

La conservazione incide sicuramente sul grado di rarità.

Una moneta in FDC può essere R2 mentre la stessa moneta in MB può essere NC o persino C.

Saluti.

M.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

visroboris

Salve @@bizerba62. Vorrei capire perchè una stessa moneta a volte viene definita come rara solo perchè è in più alta conservazione mentre magari viene indicata come comune sui cataloghi vista la sua tiratura. A cosa si può far riferimento per avere un parametro quanto più reale possibile?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Brios

 rarità monete-risultato della storia . Storia di vita.

Conoscete la storia della moneta ? Allora sai che rara. Un esempio lampante .

Numismatica Ranieri Monete Italiane Regionali

FIRENZE
Cosimo I de’Medici Duca II poi Granduca I, 1536-1574. Stellino o testone. Ar gr. 9.70 COSMVS M R P FLOREN DVX II Busto barbuto, a d., con accenno
di corazza; dietro, stella. Rv. S IOANNES BATISTA S. Giovanni seduto di fronte su muricciolo,
in atto di predicare; a s., in basso, una ciotola con un cucchiaio. CNI 33; Rav.-Mor. 4.
Raro. Tracce di ribattitura. BB Secondo l’Orsini questa moneta fu fatta coniare da Cosimo I per restituire ai Genovesi frutto e capitale della considerevole somma
di 600.000 scudi che essi avevano a lui dato in prestito. Avendo tuttavia questi ultimi rifiutato gli interessi sul capitale, il Duca
autorizzò la battitura di questo testone che conteneva maggiore quantità di fino rispetto ai tipi soliti, ripagando così gli
inconsapevoli Genovesi di interesse e capitale. In realtà le cose starebbero diversamente: il Galeotti ci informa che nel 1554 affluì
a Firenze una grossa quantità di testoni genovesi della Benedizione; piuttosto che rifonderli, si pensò bene di ribatterli sul tipo
fiorentino, apponendo però una stella al dr. per distinguerli dai tipi correnti, dal titolo e peso inferiori. Da qui il nome di
"stellino".

________________________________________________________________________________________________

Comprendere la storia delle monete = comprensione della rarità della moneta . La circolazione è finzione .

 

post-30383-0-16894100-1437866551_thumb.j

Share this post


Link to post
Share on other sites

Paolino67

Salve @@bizerba62. Vorrei capire perchè una stessa moneta a volte viene definita come rara solo perchè è in più alta conservazione mentre magari viene indicata come comune sui cataloghi vista la sua tiratura. A cosa si può far riferimento per avere un parametro quanto più reale possibile?

Una moneta può anche essere comunissima, ma se tutte quelle che sono sopravvissute sono pesantemente circolate, ecco che mi pare abbastanza ovvio che parleremo di moneta comune in bassa conservazione e rarissima in alta... le monete nascono per circolare, pertanto non è così scontato che dopo un secolo siano facili da trovare in FDC... non per niente, parlando di regno, mentre le monete di Vittorio III più recenti sono quasi tutte semplici da reperire in FDC, quelle di inizio secolo presentano maggiori difficoltà... idem per quelle dei Re precedenti, spesso di difficile reperibilità in FDC. A seconda della storia della singola tipologia, avremo una diversa difficoltà nel reperire quella moneta in alta conservazione... il 5 lire del 1901 ad esempio è molto più semplice da reperire in FDC che in SPL, visto che non è stato emesso.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

fofo

@@Brios la tua moneta citata é unaa delle ultime che mi sono messo in collezione.

@@bizerba62 condivido molto quel che dici, direì però che una moneta é rara di catalogo o di etichetta per la reperibilità sul mercato, mentre la conservazione é un altra cosa.

Chiaro che le monete di 300/400/500 anni fa eccezionali sono di difficile apparizione e quindi molto apprezzate e stimate.

Io la penso proprio come voi, la tirarura non sempre corrisponde alla rarità, certe volte ci sono monete coniate a diverse 100 di migliaia che però sono state rifuse per mancanza di lega.

Direì che avendo conosciuto qualche vecchio collezionista il loro consiglio é stato quello di legare la collezione a eventi storici a un determinato momento storico e avvenimento, come una guerra, un tipo di coniazione, oppure un grande zecchiere e incisore.

Saluti

Fofo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Brios

@@Brios la tua moneta citata é unaa delle ultime che mi sono messo in collezione.

@@bizerba62 condivido molto quel che dici, direì però che una moneta é rara di catalogo o di etichetta per la reperibilità sul mercato, mentre la conservazione é un altra cosa.

Chiaro che le monete di 300/400/500 anni fa eccezionali sono di difficile apparizione e quindi molto apprezzate e stimate.

Io la penso proprio come voi, la tirarura non sempre corrisponde alla rarità, certe volte ci sono monete coniate a diverse 100 di migliaia che però sono state rifuse per mancanza di lega.

Direì che avendo conosciuto qualche vecchio collezionista il loro consiglio é stato quello di legare la collezione a eventi storici a un determinato momento storico e avvenimento, come una guerra, un tipo di coniazione, oppure un grande zecchiere e incisore.

Saluti

Fofo

Buon giorno, signor Fofo :hi: 

Vediamo alcuni esempi . Due di mia moneta .

1. 20 fiorini -Molto raro. Circolazione grande ? Relativamente . Sì.  Quanto rimane? Molto poco.

2. Filippo Spinola, scudo.  piccola circolazione ?  Sì. Quanto rimane? Molto poco.

Conclusione .

La storia della vita della moneta=Storia della rarità della moneta .

PS

una rarità in katalogh-Aste di gioco per il profitto :pleasantry:

post-30383-0-03336900-1437904887_thumb.j

post-30383-0-63635400-1437904895_thumb.j

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

bizerba62

"condivido molto quel che dici, direì però che una moneta é rara di catalogo o di etichetta per la reperibilità sul mercato, mentre la conservazione é un altra cosa."

 

La considerazione è che se la moneta è già di per se di difficile reperibilità, lo sarà ancor di più se la si vuole in altissima conservazione (si parla, naturalmente, di monete destinate alla circolazione.....).

 

M.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Brios

@@Brios bellissime monete!!

@@bizerba62 la penso così pure io!!

grazie per il complimento :hi:

barbaro amore per la bellezza il miglior incentivo per comprare monete Medici, Gonzaga, Farnese, d’Este. :pardon:

Edited by Brios

Share this post


Link to post
Share on other sites

DARECTASAPERE

Salve a tutti,

il titolo di questa discussione mi ha incuriosito particolarmente perchè lo trovo strettamente correlato al tipo di collezione che da qualche anno occupa la totalita' del tempo che dedico alla Numismatica.

la monetazione coniata durante le Sedi Vacanti Pontificie, a "causa" dell'iconografia che simboleggia lo Spirito Santo, sono tra le tipologie più tartassate del passato, prese di mira da ciondoli, bracciali e spille a "protezione" di chi portava l'oggetto; quindi spesso deturpate e comunque piuttosto rare.

Detto questo, ho sempre sostenuto che la rarita' di una moneta è:

L'ABBINAMENTO TRA LA SUA REPERIBILITA E LA SUA CONSERVAZIONE.

es. di 2 monete definite dal mercato R2

1) Moneta la cui disponibilità e quasi sempre in altissima conservazione, le apparizione ci ha

Share this post


Link to post
Share on other sites

DARECTASAPERE

Scusate il precedente post, è partito un invia prematuro......

riprendo dall'esempio:

2 monete definite dal mercato R2 :

1) Moneta le cui apparizioni sono quasi sempre in altissima conservazione, gli esemplari conosciuti e fruibili sono vicini al fdc, probabilmente un bb di questa moneta rimane un R2 ma di difficile interesse del colezionista e comunque fortemente deprezzato.

2) Moneta le cui apparizioni non raggiungono mai il bb/bb+ ; non meravigliamoci se un esemplare in spl/q.fdc venga proposto R4 e probabilmente ad un prezzo molto più alto.

Buona Domenica

Daniele

Share this post


Link to post
Share on other sites

fofo

@@Brios sono le monete più belle di tutti i tempi, massima espressione del ritratto del particolare, della coniazione ancora non meccanizzata da definire artigianale e imprecisa, ognuna diversa dall altra anche se del solito anno!!

insomma malattie formato portafoglio..

Saluti

Rodolfo

Edited by fofo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Brios

@@Brios

massima espressione del ritratto del particolare, della coniazione ancora non meccanizzata da definire artigianale e imprecisa, ognuna diversa dall altra anche se del solito anno!!

insomma malattie formato portafoglio..

Saluti

Rodolfo

sono le monete più belle di tutti i tempi

Verità.

Opera d'arte.

Saluti

Boris.

post-30383-0-73553300-1437929413_thumb.j

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

fofo

@@Brios la piastra di Francesco è tra le più belle, ti metto due miei pezzi sempre Firenze:

 

Firenze Piastra 1601 Ferdinando dei Medici R2

 

Firenze Piastra 1630 Ferdinando II dei Medici R

 

post-40880-0-35292500-1413113116_thumb.j
post-40880-0-66697500-1413113132_thumb.j
 
niente da dire per quelle delle altre zecche delle altre città del solito periodo, sono bellissime..
 
saluti
fofo

 

post-40880-0-92757600-1437985689.png

post-40880-0-08022400-1437985701.png

Share this post


Link to post
Share on other sites

fofo

Il 1613 se non sbaglio é R4…

Collezioni la Toscana e specie Firenze?

Stasera te ne metto un altra..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Brios

Il 1613 se non sbaglio é R4…

Stasera te ne metto un altra..

No. R2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Paolino67

@@Brios

Belle monetine... ed ottima scelta :good: Vuoi fare concorrenza alla collezione dell'Ermitage? :lol:

 

Fai solo argenti o hai anche qualche oro? ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

bizerba62

Se ha finito tardii il pokerino....il nostro amico sarà ancora a letto........ :pleasantry:

 

M.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Brios

@@Brios

Belle monetine... ed ottima scelta :good: Vuoi fare concorrenza alla collezione dell'Ermitage? :lol:

 

Fai solo argenti o hai anche qualche oro? ;)

No. Sono il proprietario povero e modesto di due , tre, quattro monete. :unknw:
Custode collezione di monete mantovane dell ermitage il mio santo abate. I suoi lavori sono magnifici.
Paolino67, legge il suo catalogo di mostra di monete di Mantua?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Brios

Se ha finito tardii il pokerino....il nostro amico sarà ancora a letto........ :pleasantry:

 

M.

Il più importante in Russia. Non portare le monete a Russia. Costantemente i ladri saccheggiano collezionisti. :help:

Share this post


Link to post
Share on other sites

fofo

@@Brios , vivi seriamente in Russia?

per lavoro?

 

che moneta è l'ultima con fondi lucenti che hai postato? cosa raffigura? una pianta?

bellissime..

 

quella del 1610 di Cosimo II è incisa dal Gaspare Mola, avrà sicuramente lavorato anche per altre zecche..

è R5.

 

post-40880-0-54706800-1417759638_thumb.j
post-40880-0-94512100-1410359066_thumb.p
post-40880-0-85453800-1410359082_thumb.p
post-40880-0-44720100-1396858270_thumb.j
post-40880-0-16891600-1396858290_thumb.j

Share this post


Link to post
Share on other sites

Brios

Il magnifico.  Invidio.

  :cray:  :cray:  :cray:

Non ho questa moneta.

 

post-30383-0-96615900-1438010011_thumb.j

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.