Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
denario69

Collezione .. solida ..

Un caro saluto a tutti Voi del forum dopo tanto tempo, colgo l'occasione per condividere la mia nuova collezione vi piace? :rofl:  Certo ci ho messo un poco di tempo ma ne valeva davvero la pena ..

 

 

post-2807-0-03856100-1442923447_thumb.jp

post-2807-0-60048200-1442923453_thumb.jp

post-2807-0-14015800-1442923460_thumb.jp

post-2807-0-26815800-1442923470_thumb.jp

post-2807-0-55195700-1442923479_thumb.jp

post-2807-0-52714200-1442923489_thumb.jp

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Paperone... pardon denario69 !

Dove hai fotografato questo ben di Dio?

Ciao

Illyricum

;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Illyricum ! Stupendo vero? Non erano permesse foto ma avevo il telefono in mano e .. ho immortalato il tesoretto di Gravisca, siamo a Tarquinia!

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

« Quindi vediamo le rare rovine di Gravisca,
il sentore della palude estiva spesso opprime quelle;
ma verdeggiano i boschi vicini di luce densa
e l'ombra dei pini si muove sulle ultime onde. »

 

(Claudio Rutilio Namaziano, De reditu suo, libro I vv. 281-284.)

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il tutto al museo nazionale di Tarquina, nel viterbese

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Illyricum ! Stupendo vero? Non erano permesse foto ma avevo il telefono in mano e .. ho immortalato il tesoretto di Gravisca, siamo a Tarquinia!

Vabbè dai... hai trasgredito le regole senza alcun scopo illecito o commerciale... e per appagar le nostre pupille!

Oltretutto hai fatto pubblicitá all'esposizione... insomma... un peccatuccio "minore"! :D

Hai qualche dato sul ritrovamento? In Italia siamo pieni di tesori piú o meno grandi o preziosi e non li valorizziamo a dovere. Al di lá dell'aspetto storico/numismatico un tesoretto del genere attira l'attenzione anche del piú profano con quello scintillare d'oro...

Non ci trovo niente di male a divulgarne l'esistenza...

Ciao

Illyricum

:)

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Diciamo intanto che son 174. E che son stati collegati al passaggio dei Goti nel territorio circostante. Gravisca era una cittá di fondazione antica che aveva un importante santuario, indagato archeologicamente e che ha restituito un deposito votivo romano in bronzo.

Ciao

Illyricum

;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vabbè dai... hai trasgredito le regole senza alcun scopo illecito o commerciale... e per appagar le nostre pupille!

Oltretutto hai fatto pubblicitá all'esposizione... insomma... un peccatuccio "minore"! :D

Hai qualche dato sul ritrovamento? In Italia siamo pieni di tesori piú o meno grandi o preziosi e non li valorizziamo a dovere. Al di lá dell'aspetto storico/numismatico un tesoretto del genere attira l'attenzione anche del piú profano con quello scintillare d'oro...

Non ci trovo niente di male a divulgarne l'esistenza...

Ciao

Illyricum

:)

Al bookshop del museo non esisteva nessun tipo di pubblicazione su questo ritrovamento si possono trovare cose sparse su internet ricordo leggendo che è costituito da 174 monete d'oro emesse da Valentiniano I, Onorio ed Arcadio. Il tesoretto è stato scoperto nella "Gravisca archeologica" sotto il pavimento di un edificio  della colonia che Roma fondò ( 180 a.C.?) si pensa sia stato sepolto forse in occasione della discesa dei Visigoti di Alarico intorno al 408 d. C. che in quel periodo flagellarono le coste

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Al bookshop del museo non esisteva nessun tipo di pubblicazione su questo ritrovamento si possono trovare cose sparse su internet ricordo leggendo che è costituito da 174 monete d'oro emesse da Valentiniano I, Onorio ed Arcadio. Il tesoretto è stato scoperto nella "Gravisca archeologica" sotto il pavimento di un edificio della colonia che Roma fondò ( 180 a.C.?) si pensa sia stato sepolto forse in occasione della discesa dei Visigoti di Alarico intorno al 408 d. C. che in quel periodo flagellarono le coste

Ecco l'esempio della valorizzazione dei beni... nemmeno un brochure, un libricino... che amarezza! :(

Ciao

Illyricum

:(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nulla di tutto ciò ci sono solo i pannelli esplicativi, questo ritrovamento sarebbe da valorizzare e dovrebbe avere una giusta visibilità, vivere di .. vita propria ed invece le monete sono adagiate su una sola faccia.

Esiste una pubblicazione del 1969 a cura di F. Gambacorta, ma pare sia introvabile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questi sono due estratti che avevo trovato tempo fa

post-2807-0-28573800-1442926925_thumb.pn

post-2807-0-35077600-1442926934_thumb.pn

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao,

In Italia siamo pieni di tesori piú o meno grandi o preziosi e non li valorizziamo a dovere
... ci sono solo i pannelli esplicativi, questo ritrovamento sarebbe da valorizzare e dovrebbe avere una giusta visibilità, vivere di .. vita propria ed invece le monete sono adagiate su una sola faccia.

il problema forse è che siamo "troppo ricchi" di tesori, così da non renderci conto del loro valore. E' come quando cerco di girare per il centro cittadino, tento di osservare la mia città con sguardo da turista e mi dico "Beh, in fondo hanno ragione... è proprio una bella città!". Con gli occhi del nativo perde di attrattività, abituato da sempre a vedere certi scorci.

Io nel mio piccolo però recupero il piacere della bellezza ed auspico che venga vieppiù valorizzata e divulgata. Purtroppo chi potrebbe e dovrebbe farlo invece non se ne avvede. E poi dicono che i musei dovrebbero autofinanziarsi come quelli esteri: certo, ma questi fanno anche marketing, promuovono, "vendono" il loro contenuto, attirano visitatori, creano spazi e opportunità. Lo sapete che ad Amsterdam per attirare i giovani gli ingressi ai musei sono gratuiti sino alla maggiore età e agli studenti sono concessi sconti? Così si promulga cultura...

Termino qui, son già andato abbondantemente :offtopic: !

 

Ciao

Illyricum

;)

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Ciao,

il problema forse è che siamo "troppo ricchi" di tesori, così da non renderci conto del loro valore. E' come quando cerco di girare per il centro cittadino, tento di osservare la mia città con sguardo da turista e mi dico "Beh, in fondo hanno ragione... è proprio una bella città!". Con gli occhi del nativo perde di attrattività, abituato da sempre a vedere certi scorci.

Io nel mio piccolo però recupero il piacere della bellezza ed auspico che venga vieppiù valorizzata e divulgata. Purtroppo chi potrebbe e dovrebbe farlo invece non se ne avvede. E poi dicono che i musei dovrebbero autofinanziarsi come quelli esteri: certo, ma questi fanno anche marketing, promuovono, "vendono" il loro contenuto, attirano visitatori, creano spazi e opportunità. Lo sapete che ad Amsterdam per attirare i giovani gli ingressi ai musei sono gratuiti sino alla maggiore età e agli studenti sono concessi sconti? Così si promulga cultura...

Termino qui, son già andato abbondantemente :offtopic: !

 

Ciao

Illyricum

;)

 

All'estero sono più avanti di noi di qualche decennio .. i visitatori giovani all'interno del museo nazionale di Tarquinia erano pochi,

molti i turisti stranieri .. in realtà siamo sempre li .. nel nostro paese c’è ancora l’idea che la cultura deve essere appanaggio di pochi ed appartenere ad una casta di eletti. In più di una occasione ho sentito riprendere persone che esprimevano pareri personali secondo il proprio percorso culturale, non necessariamente di studi, con chi di questo percorso ne aveva fatto una professione, costruendosi immagine di “dotto e sapiente” e studiando.. risultato? Venivano zittiti in qualità di .. non addetti ai lavori. Con concezioni del genere difficile fare marketing o promuovere un museo cercando di renderlo vivo e fruibile e coinvolgendo giovani. Anche se devo dire che questa tendenza fortunatamente stà cambiano .. sono OT penso.. mi fermo qui anche io :pardon:

Modificato da denario69
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?