Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
manlione

Ducato Veneto sconosciuto

Buon giorno, avrei bisogno del vostro aiuto: sono in possesso del ducato che le invio in foto e devo dire che sfogliando tutti i cataloghi possibili su internet non riuscivo a 

trovare questo tipo di moneta o meglio, non trovavo una moneta che abbia L.A.F. (Lunardo Alvise Foscarini) su un lato e il leone dall'altra parte con la punta della coda
terminante a destra. Ho notato invece che esistono diverse monete con il L.A.F. ed il leone ma con la coda terminante sempre verso il basso. Sul vostro sito infine(allego il link) 
ho trovato una moneta molto simile, la variante 1779 - 1, ma pure in questo caso come può vedere dalle foto della moneta in mio possesso (sempre che si tratti del tipo giusto) 
al termine della scritta venetus sul lato del leone vi dovrebbe essere una stella a 5 punte ma vi è invece una rosetta a 4 punte. Qualcuno è' in grado di aiutarmi a capire? La mia moneta pesa 22.40 g,
materiale argento diametro 39mm, si tratta di una ulteriore variante del ducato doppio peso del link? E' qualcosa quindi di estremamente raro?
 

http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-PRAG/9

                                                                          Manlio Rossi

post-48051-0-58179100-1443019101_thumb.j

post-48051-0-25980000-1443019104_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No purtroppo, come scritto e da foto la coda del leone non termina verso il basso...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

per me è la stessa moneta... :whome:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

per me è la stessa moneta... :whome:

Ho capito. Parte usata di un ducato  AD. (massaro sconosciuto).

post-30383-0-29827400-1443027000_thumb.j

post-30383-0-10942600-1443027010_thumb.j

post-30383-0-42756300-1443027017_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per Curatore: non è la stessa, veda la coda del leone e la stella a 5 punte al posto della rosetta a 4.

Per Utente Senior: il massaro è Lunardo Alvise Foscarini, nell'altro lato vi è il L.A.F. quindi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Inviato (modificato)

Buona serata

 

Una premessa soprattutto; il doge Renier ha regnato per 10 anni ca. ed il ducato in questione (chiamato ducatello perché meno pesante del precedente) era, tra le monete di grosso modulo, quello maggiormente coniato; a differenza della scudo che, invece, era da tempo "fermo al palo" (a coniarlo la Signoria ci perdeva).

 

Detto ciò, il Papadopoli censisce 4 varianti in merito alla legenda del ducatello con il Massaro  L A F:

 

la 1° ha tra DVCATVS e VENETUS una stella a 5 punte e dopo VENETVS un'altra stella di pari dimensioni;

la 2° ha tra DVCATVS e VENETUS una stella a 5 punte e dopo VENETVS un'altra stella più piccola;

la 3° ha tra DVCATVS e VENETUS una stella a 5 punte e dopo VENETVS una rosetta a 5 petali;

la 4° ha tra DVCATVS e VENETUS una stella a 5 punte e dopo VENETVS una rosetta a 4 petali.

 

La sua è senz'altro ascrivibile al 4° tipo.

 

Circa la forma della coda, non la riterrei così importante; chissà quanti conii sono stati approntati per dar forma al leone; un'altro aspetto che può variare è proprio la sigla del Massaro; nel suo le iniziali sono divise da un punto; nella descrizione che fa il Papadopoli, le iniziali del Massaro non sono intervallate da punti.

 

Errore di compilazione da parte del Papadopoli? Ulteriore variante? Tutto può essere, magari una ricerca selettiva in rete di tutti i ducatelli con questa sigla, può riservarci qualche sorpresa.....

 

Però, ripeto, io ritengo che ci siano tante varianti in giro non censite, soprattutto se riguardano differenti interpunzioni.

 

Diverso sarebbe trovare un ducatello con le iniziali di un Massaro sconosciuto.

 

Saluti

luciano

Modificato da 417sonia
Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi sembra evidente, come ben mostrato da @@Brios, che vi é una condivisione di conio tra le emissioni del massaro A.D. e quelle del massaro L.A.F. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vero.

 

D'altra parte non possiamo credere che ad ogni cambio di massaro ci fosse un incisore a rifare tutti i conii. anzi! nella premiata ditta della zecca di venezia si riutilizzava tutto ciò che fosse ancora utilizzabile.

 

Piuttosto, dato che (non ho controllato ma mi fido ciecamente) il conio del famigerato e sconosciuto AD è lo stesso del LAF, si potrebbe ipotizzare una datazione molto vicina tra i due massari.

 

Mi stupisce che però a fine settecento ci sia un massaro ancora sconosciuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guardando meglio non c'é. Sono molto simili ma non uguali. A meno di non ipotizzare un ritocco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bella moneta, buona conservazione. Peccato per la luce e qualita' della foto che credo non le renda giustizia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie delle importanti informazioni, ho notato anche io che sono simili ma non uguali e cercando per oltre due settimane sulla rete non sono riuscito a trovare moneta identica.

Secondo voi cosa potrei fare? Sentendo opinioni anche divergenti chi è il numismatico che ha la capacità di valutare se questa moneta è veramente rara?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi permetto di fare alcuni nomi di esperti sulle veneziane: Zub e Paolucci a Padova e Bordin a Brescia ( credo... ).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?