Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
Giustino

osservazioni su monete in Ag o in Au

Cari tutti,

 

mi pare che il mercato numismatico, almeno restando in ambito di monete contemporanee, penalizzi gli acquisti dei pezzi in oro o in argento i quali, più facilmente di altre monete, cadono poi nella semplicistica trasformazione del loro valore in "un tanto a grammo"

 

Con conseguente terribile perdita economica per il compratore che volesse rivenderle.

 

Mi spiego con un esempio: compro un 2 lire del 1949, usurato, in BB: ebbene, qualcuno che possa volere la mia moneta pagandola anche 20 euro o poco più credo ci sia.

 

Compro, invece, e magari a un prezzo anche maggiore, un bel 500 lire caravelle del 1988 - quest'ultimo FdC, estratto dalla costosissima serie divisionale.

 

Mi pare evidente che, finalità collezionistiche a parte, nel secondo caso faticherei non poco a rivendere a un prezzo vicino a quello di acquisto e avrei una perdita secca, forse anche enorme in percentuale.

Altro esempio pratico: la bella oncia d'argento USA.

 

Nei negozi è a circa 50 euro, sulla baia si trova a 24/27, sui siti di monete di investimento ancora a un pò meno, diciamo 19... ma poi una volta acquistata ce la stimano giusto il valore dell'argento contenuto (13-14 euro se non sbaglio)

 

Non vi pare che il mercato sottostimi assai le monete dei metalli più nobili, o meglio imponga a noi per queste prezzi davvero eccessivi?

 

Quali potrebbero essere le... ragioni?

 

Saluti

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

certo, se vai in un negozio il negoziante deve pagare affitto tasse luce quindi non può rivenderti a 15 quello che ha pagato 14.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Guarda io in questi anni sto assistendo ad una cosa assurda : guarda il campo degli euro , ogni anno vengono coniate numerosissime commemorative con metalli nobili , ma effetivamente se andiamo a guardare il valore numismatico , a mio parere siamo sullo 0 , ovvero vale semplicemente il metallo contenuto in esse ; perchè dico questo ?

Semplicemente perchè son pezzi privi di storia e privi di senso mirati a "far cassa"; non ci passano nulla, in nessun contesto. Questo ne è un esempio : http://www.filnum.it/it-101/-italia-delle-arti-selinunte-moneta-da-5-euro-in-argento-11541/ .

Tra l'altro vengono coniate molteplici tipologie.

Non si parla solo di euro , ovvio , se ci guardiamo le spalle e andiamo indietro troviamo lo stesso durante la monetazione a lire , e così per molti altri stati.

Quindi a mio parere non è una sottostima , ma è il mercato che impone prezzi eccessivi per dei semplici lingottini ; si aggiunge un plusvalore insensato . Sono pezzi destinati a non aver mercato , tutto qua .

Prendete ciò che dico come un'idea mia , non impongo che ciò sia legge anzi son curioso di sapere cosa ne pensate .

@ discussione interessante ;)

Modificato da momi95
Piace a 3 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io, penso che non sono monete da comprare così come non sono da comprare le monete d'oro delle isolette coniate su concessione da ditte all'estero cui affidano l'esclusiva in cambio di una percentuale sugli utili.

Tutto quello che è commerciale serve solo a far guadagnare i vari governi a spese degli sprovveduti che comprano convinti di fare un affare.

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Guarda io in questi anni sto assistendo ad una cosa assurda : guarda il campo degli euro , ogni anno vengono stampate numerosissime commemorative con metalli nobili , ma effetivamente se andiamo a guardare il valore numismatico , a mio parere siamo sullo 0 , ovvero vale semplicemente il metallo contenuto in esse ; perchè dico questo ?

Semplicemente perchè son pezzi privi di storia e privi di senso mirati a "far cassa"; non ci passano nulla, in nessun contesto. Questo ne è un esempio : http://www.filnum.it/it-101/-italia-delle-arti-selinunte-moneta-da-5-euro-in-argento-11541/ .

 

Premettendo che colleziono solo monete circolanti perchè sono uno di quelli che faticano a considerare vere monete tutte quelle non circolanti in metalli preziosi, non ti pare che questo tuo giudizio sia un po' troppo radicale?

E' inngebile che certe commemorative siano pensate solo per fare cassa quando non si sa cosa celebrare di davvero importante, ma da qui a che tutte le commemorative Euro in metalli preziosi appartengano a questa categoria direi che ce ne passa parecchio, anche perchè i soggetti seri comunque non mancano.

Hai riportato nel link un esempio della tua opinione... io te ne faccio giusto un paio della mia, le prime monete che mi vengono in mente al volo:

 

http://www.filnum.it/immcatalogo/P8474.jpg

 

http://p7.storage.canalblog.com/77/14/1199038/92878523_o.jpg

 

Mi pare che i personaggi ed eventi rappresentati in queste non siano proprio "il primo che passa" usato solo per far cassa e che di storia da raccontare ne abbiano...

Modificato da ART
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Si forse mi sono espresso male , non intendevo tutte ma la maggior parte :pleasantry: .

Riguardo ai tuoi esempi , quello francese avrebbero potuto coniarlo a facciale più basso ad esempio 5 € . Riguardo alla prima ... beh se siamo messi così ogni giorno è anniversario di qualcosa .

Comunque ognuno è libero di pensarla a modo suo . Personalmente ritengo più giusti i 2€ commemorativi che aimè faranno la fine delle nostre 500 lire o 200 lire anch'esse commemorative , ovvero coniate a milioni . (anche in questo caso non mi riferisco a tutti , guarda ad esempio gli euro di Monaco o di San Marino).

Modificato da momi95

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A mio avviso sarebbe più logico coniare delle medaglie , ma si speculerebbe troppo anche li , così come fanno ora .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quindi la forte speculazione ci fu, a esempio, per le 500 lire caravelle del 1988.. c'è per le serie divisionali... c'è per molte monete commemorative

 

guarda caso in tutte queste ricorrenze c'è il famoso "pezzo in argento".... che in FdC vale giusto il suo peso di metallo, ma chissà come mai è ultra-valutato

 

ho notato peraltro che, in ogni canale di vendita, i prezzi di questi "lotti" non scendono mai..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In pratica sono "pacchi" legali . Un esempio straclamoroso sono i divisionali in oro delle lire ... lasciamo stare va .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@@momi95 le monete non si stampano si coniano...

(non sono pignolo in genere ma dopo la 4° volta che lo scrivi qualcuno doveva dirtelo )

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pardon , provvederò a correggere ahahah , scusate ma scrivo di fretta .

 

A mio avviso sarebbe più logico coniare delle medaglie , ma si speculerebbe troppo anche li , così come fanno ora .

 Qua ho scritto giusto :good: .

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Riguardo ai tuoi esempi , quello francese avrebbero potuto coniarlo a facciale più basso ad esempio 5 € .

 

Ho riportato la 10 perchè è la prima moneta della serie di cui ho trovato una buona foto, ma ci sono anche altri tagli dal 5 in su.

 

 Riguardo alla prima ... beh se siamo messi così ogni giorno è anniversario di qualcosa .

 

Non capisco esattamente cosa intendi, comunque con questa volevo fare un esempio di commemorazione tutt'altro che banale a prescindere dalla cadenza delle emissioni.

 

Personalmente ritengo più giusti i 2€ commemorativi

 

Anche io, almeno per celebrazioni davvero importanti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh vedo che più o meno tutti su molti punti siam d'accordo .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo che le osservazioni sulla svalutazione delle monete emesse in metalli nobili discendano dal fatto che queste ultime oramai siano state scollegate dalla loro stessa natura di monete, divenendo una sorta di "pappa pronta" per il collezionista che vuole certezze...

 

Io personalmente amo collezionare monete circolate, senza disdegnare ovviamente un buon stato di conservazione...ma il FDC impacchettato e di "pronta beva" proprio non mi piace.

 

Amo pensare che dietro ogni moneta vi sia una storia e anche se di una data moneta ne sono stati coniati milioni di pezzi è solo l'aver circolato che rende ciascuno di essi unico: non ve ne saranno mai due uguali...un tempo anche i FDC assoluti erano diversi uno dall'altro grazie alla meravigliosa impronta impressa dai coni meccanici controllati ed incisi da esseri umani ... ora i coni sempre più perfetti ed il controllo automatico della battitura oltre ai controlli automatici di qualità non fanno altro che produrre monete fredde, anonime...senza anima...di cui gli Euro sono un funesto esempio.

 

Ovviamente è un mio giudizio ed in esso rientra il fatto che proprio quelle che sono al top di questa produzione (monete in metallo nobile) risentono ancor di più di come procede questo nostro pazzo mondo.

 

Quindi se voglio collezionare monete d'oro od argento acquisto solo quelle che servivano per comprare un qualcosa nel momento in cui furono emesse...se volessi, viceversa, investire comprerei Sterline e BASTA (ogni altra moneta da investimento avrebbe difetti maggiori rispetto alla Sovrana).

 

Ad maiora!  

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Oppure chiunque voglia investire e avere un pezzo con un minimo di storia può sempre acquistare i marenghi .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Certo i marenghi sono una via di mezzo...non che non vi siano sovrane con un po' di storia e che valga la pena collezionare (giusto a titolo di esempio: http://sterline.collectorsonline.org/moneta/S-SGIO3/1)...ad averne di euracci!!!  :lollarge:

 

Resto dell'idea, però, che se si opta per l'investimento (termine per altro che ho usato in modo errato: l'investimento è sempre qualcosa di produttivo...si tratta piuttosto di una capitalizzazione/trasformazione)  in oro la sterlina ha il pregio di essere da sempre la moneta di riferimento: in Italia cambi sterline con prezzi certi così come a Londra, New York o Singapore...col Marengo la vedo meno semplice, sia esso italiano, francese o austriaco...soprattutto in tutto il mondo ed in qualsiasi situazione otterrai sempre un pasto con una sterlina a disposizione.

 

Comunque topic molto interessante, che può aprire a discorsi infiniti e di più ampio spettro rispetto alla numismatica...ad ogni modo la storia insegna che la realtà (nel bene e nel male) supera sempre la fantasia (per quanto bello possano descrivere un mondo di carta, pur sempre di sogno effimero si tratta...ora che per noi paesi filoamericani duri da 70 anni è un lusso che il resto del pianeta non ha mai conosciuto...ora che il Re è nudo, i sogni si stanno incupendo e virano all'incubo.

 

Difendete la realtà (ed in essa vi rientra ogni bene che possa essere scambiato al di fuori delle logiche delle banche centrali) con ogni mezzo...che dire di più???

 

Ad maiora!!! 

Modificato da amoilconio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Bel discorso , sarò sincero , mi sono un po' perso :D .

Beh fosse per me rimetterei in circolazione le monete in argento .

Si è vero , la sterlina è un vero è proprio punto di riferimento . Ho citato i marenghi solo come esempio .

Forse ricordo male ... ma la serie euro di San Marino non subì un calo del valore ?

Modificato da momi95

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

 

Bel discorso , sarò sincero , mi sono un po' perso  :D

 

...ci credo che ti sei perso...sono stato abbastanza contorto!  :crazy:

 

Semplificando: comprare sterline per "accumulo" è secondo me un buon modo per rendersi indipendenti dalle sorti dell'INPS!!! 

 

Comprare monete da collezione un buon modo per tifare con tutte le forze nella tenuta (improbabile) dei conti INPS!!!  ;)

 

Il problema è che la seconda cosa è troppo più affascinante della prima  :rolleyes:

 

Anch'io rimetterei in circolazione monete d'oro e d'argento...il problema è che l'economia che è gonfiata dalla finanza e che mantiene in piedi il baraccone e, quindi, buona parte di noi, non può permetterselo...sarebbe un ritorno alla realtà!

 

Ora basta, sennò me rincastro!!!

 

Notte e buone monete a tutti!!! 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo che la maggior parte delle persone presenti nel forum collezioni monete non per investimento ma per passione. Se uno vuole investire fa prima a comprarsi dei lingotti . Tra l'altro si specula pure su quelli ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Posso portarvi la mia esperienza riguardo le sterline. Le prime mi sono state regalate che ancora non camminavo. In tutta sincerità qualcuna la comprai come semplice investimento. Il loro merito fu di avvicinarmi alla numismatica. Mi sono avvicinato alle ghinee. Ora cerco sterline ben conservate anche rare a partire dal 1817. Stesso discorso per i marenghi. È chiaro che le sterline comuni si pagano a peso, non è così anche per altre tipologie se consideriamo le monete che hanno circolato? Ora mi chiedo perché debbano essere considerate bullion quando il loro mercato mondiale è florido e non necessariamente legato al prezzo dell'oro. Se non sono nei vostri pensieri non significa non abbiano dignità numismatica. Vorrei ricordare che poco tempo fa una sovrana del 1937 è stata battuta a 516.000 sterline. Non credo che rivendendola il possessore otterrà il prezzo del peso in oro come succede con le commemorative italiane.

Una buona giornata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ovviamente , è ciò a cui mi riferivo . Le sterline o i marenghi posseggono una "dignità numismatica" come te hai scritto, a differenza di monete spacciate come tali che in realtà non sono altro che lingotti ad alto prezzo; tra l'altro ci sono anche commemorative in metalli non rari che a parer mio non valgono proprio nulla : http://www.royalmint.com/shop/london_2012_50p_sports_collection_footballqueste mi fanno solamente ridere , li considero quasi un insulto , se avessero voluto fare una commemorativa per le olimpiadi non sarebbe bastato scrivere ad esempio "LONDON2012" con logo e stop ?!

 

Sì per le tipologie che non hanno circolato o per esemplari rari ovvio che c'è da aggiungere un plusvalore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao a tutti, io sono fresco di forum. Leggevo questi post e sono d'accordo con la maggiorn parte di voi, di fatto l'euro tira solo per due motivi: la legge della domanda/offerta, e la specuzlazione. Di fatto io non capirò mai le emissioni non circolanti, come molte di Vaticano o stati minori, per me sono medaglie. Però pensandoci bene, VEII è stato un precursore di tutto questo, con emissioni solo per collezionisti. Che le compravano già a quesi tempi, non hanno aspettato cento anni per mettersele nella collezione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

di fatto l'euro tira solo per due motivi: la legge della domanda/offerta, e la specuzlazione.

 

Direi proprio di no, in quanto come ho già spiegato sopra con esempi allegati ci sono anche monete non circolanti in Euro con tematiche interessanti/importanti.

Fermo restando che le monete non circolanti a mio avviso hanno poco senso in generale, che siano Euro o qualsiasi altra valuta, che siano recenti o vecchie, e qualunque livello di pregio gli si attribuisca. Di certo comunque non andrò ad impalare chi se le compra perchè gli piacciono, anche perchè come tu stesso hai osservato si potrebbe accostarle alle medaglie.

Modificato da ART

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?