Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
Liutprand

RIVISTE
MONETE ANTICHE settembre-ottobre 2015

41 risposte in questa discussione
Supporter

Anno XIV n. 83 Settembre/Ottobre
 · Una famiglia di mostri raffigurata su monete greche.
 (Gianfranco Pittini) [3-10].
 · Quadrantes nella monetazione dell'impero romano. Gaius (Caligula).
 (Antonio Morello) [11-21]
 · Le donne di Elagabalo (prima parte).
 (Katia Pontone) [22-32].
 · I nummi con la croce: riflessioni sulla moneta RIC 2509 attribuita a Leone I.
 (Alain Gennari, Maurizio Cecchinato, Angelo Ortu, Alberto Trivero R.) [33-40]
 · Tarì. Inserto tematico di numismatica medievale e moderna a cura di Giuseppe Ruotolo.
Antonio Salinas, scritti scelti di numismatica.
 (a cura di Luca Lombardi)

post-8785-0-78476600-1443333663.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi sarebbe piaciuto leggere l'articolo di Gianfranco Pittini.. Come ci si abbona alla rivista? Dal sito dell' editrice diana?

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Mi sarebbe piaciuto leggere l'articolo di Gianfranco Pittini.. Come ci si abbona alla rivista? Dal sito dell' editrice diana?

Ciao Afranio..

si paga il bollettino e lo si

invia, tramite fax, alla casa editrice...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scandaloso l'articolo di Katia Pontone: pieno di errori e refusi.

Ma rileggere prima di pubblicare???

Spero proprio che sia un caso e non diventi una costante o questo sarà l'ultimo rinnovo di abbonamento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scandaloso l'articolo di Katia Pontone: pieno di errori e refusi.

Ma rileggere prima di pubblicare???

Spero proprio che sia un caso e non diventi una costante o questo sarà l'ultimo rinnovo di abbonamento.

hai ragione purtroppo e me ne sto rendendo sempre più conto leggendo le riviste.

non esistono più gli editori di una volta.

è bene ricordare, infatti, che gli autori sono responsabili del contenuto degli articoli, ma disposizione del testo, refusi, scontornamento delle immagini spettano agli editori. o comunque sono tenuti a segnalare eventuali errori dopo la prima prova di stampa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Premetto che non ho ancora ricevuto la rivista ma in tanti anni che sono abbonato non ricordo errori come segnalato da Gallienus,per carità, chi lavora sbaglia e se l'errore si ripete allora diventa un problema ed è giusto che si esponga a critiche più o meno feroci, non mi sembra questo il caso, la violenza con tanto di ultimatum con cui si scaglia Gallienus mi sembra esagerata in virtù proprio di una qualità e competenza espressa negli anni.

Inoltre non dimentichiamoci il servizio che questa casa dà a noi appassionati pubblicando e divulgando lavori a costi (secondo me) molto accessibili e probabilmente a discapito di un guadagno che potrebbe essere maggiore.

 

 Mi piacerebbe capire come questa volta sia saltato il controllo

Tutta la mia stima e simpatia a Morello

Maurizio

Piace a 3 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La presenza di refusi dispiace sempre, ma credo che sia più importante porre attenzione al contenuto: invece noto con rammarico che il contenuto dell'articolo non ha meritato neppure un cenno. Se per qualcuno la presenza di refusi è così intollerabile da rinunciare alla lettura dell'unica pubblicazione numismatica italiana non commerciale e dedicata alla moneta classica, vuol dire che per quel qualcuno il contenuto stesso degli articoli andava oltre il livello numismatico dei suoi interessi.

Sottoscrivo le parole di Maurizio.

Antvwala

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Ultimatum? Gallienus ha forse minacciato di far chiudere la rivista? ha forse invitato qualcuno ad non abbonarsi? ha forse costretto a fare qualcosa?

ha solo espresso un parere sul suo abbonamento e che non lo rinnoverà per le motivazioni espresse.

 

scusatemi ma alcune difese "d'ufficio" alle volte sono più deleterie del silenzio.

 

modifico per aggiungere.

cosa significa non commerciale? è forse gratuita rispetto alle altre riviste? o non contiene al suo interno pubblicità?

io sottoscrivo non le parole di Gallienus, ma il suo diritto ad esprimerle con libertà e tranquillità senza essere tacciato di attentato alla Costituzione.

Modificato da MAP

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ultimatum? Gallienus ha forse minacciato di far chiudere la rivista? ha forse invitato qualcuno ad non abbonarsi? ha forse costretto a fare qualcosa?

ha solo espresso un parere sul suo abbonamento e che non lo rinnoverà per le motivazioni espresse.

 

scusatemi ma alcune difese "d'ufficio" alle volte sono più deleterie del silenzio.

 

modifico per aggiungere.

cosa significa non commerciale? è forse gratuita rispetto alle altre riviste? o non contiene al suo interno pubblicità?

io sottoscrivo non le parole di Gallienus, ma il suo diritto ad esprimerle con libertà e tranquillità senza essere tacciato di attentato alla Costituzione.

Lungi da me il voler fare polemiche o innescare scontri, Morello non credo abbia bisogno di nessuna difesa d'ufficio, semplicemente ho sempre apprezzato la sua rivista e le sue pubblicazioni, non ho mai notato errori grossolani e quindi la foga di Gallienus mi è sembrata fuori luogo, tutti possono esprimere le proprie opinioni ma il tono mi ha "disturbato" un pò, due parole anche sulla qualità dell'articolo comunque non avrebbero guastato.

Per quanto riguarda l'abbonamento per me può fare quello che vuole, ci mancherebbe altro.............

Detto questo credo che si possa chiudere qui e restare tutti in buona armonia

Maurizio

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Mah.....i refusi capitano e capiteranno, certo meglio evitarli, ma li trovate anche in libri importanti, anche diversi, non conosco la monetazione classica, io vedo però belle immagini, un buon catalogo, una buona impaginazione, poi se si tratta di contenuti e' diverso....si può parlarne....ma mi sembra, se ho ben capito, che la critica riguardi più la forma che il contenuto....

Da parte mia auguro lunga vita vita a un gran divulgatore numismatico come Antonio Morello che con tutte le difficoltà esistenti continua nella sua opera editoriale.....nonostante tutto, io lo definirei forse l'ultimo dei mohicani.....e che resista ....

Piace a 5 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Aldilà del caso specifico, un problema editoriale, oggi, esiste. per moltissime riviste.(numismatiche, epigrafiche, giuridiche).

se una persona si impegna tantissimo per fare un articolo con un contenuto eccellente, dà il 150%, se permetti poi rimane infastidita se nota della sciatteria editoriale. refusi, distribuzione errata del testo rispetto all'originale, immagini non scontorniate. Soprattutto se non vengono segnalate all'autore dopo la prova di stampa.

a me piace leggere ottimi contenuti "calati" in ottima forma. è come bere del buon vino in una coppa di vetro o in un bicchiere di plastica.

per la maggior parte delle persone può andare bene, per gli intenditori no.

 

è forse questa una colpa? essere degli "intenditori"?

 

quindi, chi vuole si abbonerà e/o continuerà a farlo. chi non vuole non lo farà più e avrà le sue ragioni.

ma se ogni volta che si fa una critica, si scatena la solita difesa d'ufficio e in amicizia, mi sembra poco liberale. e forse neanche democratico.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io non sono amico di Morello e posso garantire che sono una persona molto liberale e democratica

Mi sembra di leggere fra le righe che lei forse ha avuto qualche problemino con qualche editore e me ne dispiace, capisco anche il suo punto di vista che quoto in toto

Maurizio

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La presenza di refusi dispiace sempre, ma credo che sia più importante porre attenzione al contenuto: invece noto con rammarico che il contenuto dell'articolo non ha meritato neppure un cenno. Se per qualcuno la presenza di refusi è così intollerabile da rinunciare alla lettura dell'unica pubblicazione numismatica italiana non commerciale e dedicata alla moneta classica, vuol dire che per quel qualcuno il contenuto stesso degli articoli andava oltre il livello numismatico dei suoi interessi.

Sottoscrivo le parole di Maurizio.

Antvwala

 

Eh no, scusa @@antvwaIa ma il "basta capirsi" non esiste proprio.

Stiamo parlando di una pubblicazione divulgativa ma pur sempre CULTURALE, e la forma ha la sua importanza. Non so come lavori la redazione di Monete Antiche perché non vi ho mai collaborato, ma quando mi capita di scrivere sulla Rivista Italiana di Numismatica se lascio una virgola fuori posto me la fanno sistemare di corsa, e grazie al cielo che lo fanno: una pubblicazione che si presenti con errori di ortografia, sviste e refusi quale possibilità ha di essere presa sul serio?

Non ho espresso opinioni sull'articolo proprio perché la bassa qualità formale me ne ha pregiudicato l'apprezzamento: non serve a niente avere delle buone idee se poi non si è in grado di presentarle in maniera efficace.

Sono abbonato a Monete Antiche fin dal primo numero, e non avrei sostenuto negli anni tale lodevolissima iniziativa se non ne avessi riconosciuta la bontà. Io mi auguro che si tratti di una semplice svista per cui è stata pubblicata per errore la bozza e non l'articolo corretto. In ogni caso, proprio in quanto fedele lettore, ritengo di avere tutto il diritto di far notare il problema. Mi sorprende sempre come nell'ambiente culturale italiano, di fronte a una critica, vi sia la tendenza a offendersi anziché approfittare del suggerimento per migliorarsi.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eh no, scusa @@antvwaIa ma il "basta capirsi" non esiste proprio.

Stiamo parlando di una pubblicazione divulgativa ma pur sempre CULTURALE, e la forma ha la sua importanza. Non so come lavori la redazione di Monete Antiche perché non vi ho mai collaborato, ma quando mi capita di scrivere sulla Rivista Italiana di Numismatica se lascio una virgola fuori posto me la fanno sistemare di corsa, e grazie al cielo che lo fanno: una pubblicazione che si presenti con errori di ortografia, sviste e refusi quale possibilità ha di essere presa sul serio?

Non ho espresso opinioni sull'articolo proprio perché la bassa qualità formale me ne ha pregiudicato l'apprezzamento: non serve a niente avere delle buone idee se poi non si è in grado di presentarle in maniera efficace.

Sono abbonato a Monete Antiche fin dal primo numero, e non avrei sostenuto negli anni tale lodevolissima iniziativa se non ne avessi riconosciuta la bontà. Io mi auguro che si tratti di una semplice svista per cui è stata pubblicata per errore la bozza e non l'articolo corretto. In ogni caso, proprio in quanto fedele lettore, ritengo di avere tutto il diritto di far notare il problema. Mi sorprende sempre come nell'ambiente culturale italiano, di fronte a una critica, vi sia la tendenza a offendersi anziché approfittare del suggerimento per migliorarsi.

Però' Gallienus non si può' comparare una rivista scientifica quale la RIN che ha ottenuto recentemente il rango di Peer review ad una rivista - fatta peraltro encomiabilmente - che ha carattere divulgativo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Quando ho visto che la discussione sul nuovo numero aveva raggiunto i 14 interventi mi sono rallegrato pensando a commenti su di un articolo molto interessante e stimolante. Invece leggo leggo che si tratta di commenti su di un articolo con refusi. I refusi sono dietro l'angolo, ne ho trovati anche in opere di autori blasonati; per quanto riguarda poi la validità della rivista ognuno ha le sue idee ma in parte condivido il pensiero di Antwala, in quanto M.A. oramai è l'unica rivista cartacea divulgativa che tratti, secondo me dignitosamente, la numismatica classica. Così come non condivido l'idea di raffrontare questa rivista con la RIN, parliamo di strutture, mezzi e finalità diverse. E poi mi preme sottolineare che per me l'aggettivo "divulgativo" ha qualcosa di nobile e di democratico. Mi auguro che il dibattito continui sui binari della pacatezza.

Piace a 4 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

ciao @@numa numa.

quello che scrivi corrisponde a verità, ma ha delle conseguenze precise e cioè che da alcune riviste non dobbiamo pretendere nulla.

se dalla RIN, fascia A, si ha il meglio del meglio sia in contenuto che in forma. se dalla AIIN, fascia B, può capitare qualche svista. dalle riviste senza fascia non si ha alcuna garanzia di quello che è scritto all'interno e sulla forma.

bisogna accettare che esistano riviste e riviste ed essere consapevoli di quello che si legge e sul quale si scrive.

divulgativo non corrisponde a non scientifico. né tanto meno scientifico corrisponde a qualcosa di non nobile, oligarchico e riservato a pochi.

 

una piccola annotazione.

il liberale non scrive tra le righe perché pensa di poter esprimere liberamente il suo pensiero espressamente.

e un liberale non legge fra le righe perché garantisce al suo interlocutore il diritto di poter esprimere il suo pensiero liberamente.

anche criticando. senza che si grida alla lesa maestà. difendo fortemente il diritto di poter esprimere il proprio pensiero contrario alla moltitudine. anche di affermare di disdire l'abbonamento perché insoddisfatto e di spiegarne il motivo.

Modificato da MAP

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A mio modesto avviso RIN , AIIN e QTic - al di la' del 'peerage' sono tutte e tre riviste scientifiche di fascia A per la qualità dei contributori e degli articoli e la organizzazione professionale delle rispettive Redazioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A mio modesto avviso RIN , AIIN e QTic - al di la' del 'peerage' sono tutte e tre riviste scientifiche di fascia A per la qualità dei contributori e degli articoli e la organizzazione professionale delle rispettive Redazioni.

scusa numa numa le fasce sono state fatte proprio per evitare pareri soggettivi. e rispondono a criteri ben precisi, spesso internazionali.

questo serve proprio ad evitare che qualche editore si svegli la mattina e dica che la sua rivista valga quanto un'altra. e costituisce una garanzia per il lettore perché sa cosa aspettarsi da quello che legge. e anche per lo scrittore che sa dove proporre i propri pezzi.

se non si accettano criteri oggettivi e ognuno può pensare quello che vuole, poi si deve accettare che qualcun altro la pensi diversamente e che quindi faccia le critiche che ritiene più opportune, anche feroci.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi spiace , varrà' per i burocrati . Nella comunità' internazionale si sa benissimo quanto un QTic valga per l'importanza dei contributi scientifici e di chi vi scrive al di la' dei bollini ISO9000

Può' essere che un ricercatore che pubblichi nella RIN in Italia abbia un punteggio maggiore perché' e' rivista peerage . Ma all'estero un articolo in QTic vale come in RIN se non di più' .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ricevo e vi giro la comunicazione di Antonio Morello, senza aggiungere altro.

 

"leggendo l'articolo incriminato, anche un bambino capirebbe che c'è stato un problema editoriale. Quella pubblicata non è altro che una bozza che il tipografo ha inserito erroneamente al posto della stesura definitiva. Colpa nostra che non abbiamo vigilato fino all'ultimo. Errori di battitura, frasi 'sospese', punteggiatura da rivedere... e qualche refuso, sono stati opportunamente riveduti e corretti in fase definitiva. Purtroppo nel supporto magnetico erano presenti altri file, erroneamente presi dal tipografo, nonostante le nostre precise indicazioni.

Ce ne assumiamo le responsabilità in quanto colpevoli per non aver controllato la stampa definitiva, ma, sai, era quasi impensabile che dopo 82 numeri pubblicati in 14 anni, il tipografo impazzisse. La leggerezza è stata nostra. Nel prossimo numero annunceremo i provvedimenti che intenderemo prendere per fornire al lettore la versione dell'articolo corretta. Stiamo pensando il modo con cui risolvere il problema e speriamo nei suggerimenti da parte dei lettori; comunque, tutti gli abbonati del 2015, avranno la possibilità di rileggere la versione corretta e inserirla (o allegarla) alla rivista n. 83."

 

"Chi è senza refusi scagli la prima tastiera!" 

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Inviato (modificato)

"Chi è senza refusi scagli la prima tastiera!" 

post-37078-0-49950000-1443623233.jpg

Modificato da King John
Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vi segnalo due divertenti refusi nel mio precedente studio su M.A., ahahahahah,

Nel titolo: AL anzichè LA; nella prima pagina al rigo 20: HANNO anzichè ANNO.  :rofl: 

Scherzi a parte, ci terrei a precisare che l'editore è una persona precisa che invia le bozze agli autori prima di inviare il tutto in stampa, nel mio caso ricordo che fu colpa della mia superficialità nella lettura delle bozze e non suo. Qualche refuso nell'articolo attuale di Katia Pontone è certamente frutto di una svista o di errore umano e non per mancanza di professionalità. Morello è un vero e proprio filantropo della numismatica vera .... quella No profit! Le sue iniziative e pubblicazioni oltre ad essere di grande utilità meritano di essere sostenute a priori.

post-8333-0-45942100-1443623670_thumb.jp

post-8333-0-94833400-1443623677_thumb.jp

post-8333-0-11425900-1443623686_thumb.jp

Piace a 3 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ricevo e vi giro la comunicazione di Antonio Morello, senza aggiungere altro.

 

"leggendo l'articolo incriminato, anche un bambino capirebbe che c'è stato un problema editoriale. Quella pubblicata non è altro che una bozza che il tipografo ha inserito erroneamente al posto della stesura definitiva. Colpa nostra che non abbiamo vigilato fino all'ultimo. "

 

Mi sembra che questa comunicazione chiarisca tutto, e chiuda il problema. Consiglierei tutti, per il futuro, prima di lanciarsi in polemiche nei confronti di chi, come Morello e la sua casa editrice ha dato e continua a dare tanto alla numismatica italiana, di aspettare di conoscere come stanno realmente le cose...è un sano principio che dovrebbe valere per tutto, non solo per le riviste numismatiche ;)

 

petronius

Piace a 7 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Inviato (modificato)

Ciao a tutti,

giornale appena arrivato......faccio i complimenti a @@gpittini per il bellissimo articolo dedicato alla rappresentazione dei "mostri" sulle monete greche, magno greche, etrusche, capuane e romane, soprattuto provinciali...molto interessante la ricostruzione dell'albero genealogico di tali creature...

Procedo, quindi, con la lettura degli altri articoli...intanto rinnovo l'abbonamento. .

Saluti Eliodoro

Modificato da eliodoro
Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?